Violino mancino

Suonare e costruire i violini
Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3400
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Violino mancino

Messaggio da violino7 » mercoledì 9 maggio 2007, 0:15

Vorrei cercare delle risposte al quesito riguardante la struttura di un violino per violinista mancino.
Per il momento è solo una mia curiosità legata all'aspetto tecnico, ma potrebbe essere concretamente una problematica da dipanare per qualche liutaio in caso di richiesta concreta, non essendoci (almeno credo) una trattazione specifica nella letteratura liutaria.
E' una rarità che comunque potrebbe presentarsi.
A me, più che altro, alcuni quesiti interessano per mettere meglio a fuoco le tematiche legate alla struttura del violino.
L'impout me lo ha dato oggi involontariamente il mio maestro che, sapendomi interessato alla liuteria, mi ha appunto chiesto che cosa secondo me occorreva modificare nel suo violino per suonarlo mancino.
(lui è mancino nella scrittura, ma il violino lo ha sempre suonato destro).

Mi rivolgo ovviamente principalmente ai liutai presenti nel forum che sono i primi che per la loro competenza possono rispondermi.

Al alcune cose già mi sono risposto da solo: occorre sicuramente invertire il ponticello ed il capotasto superiore, oltre all'ordine delle corde (ovviamente)!

Ho qualche dubbio sui piroli; secondo me potrebbero anche stare così come stanno nella montatura ordinaria.

Il mio dubbio maggiore riguarda l'interno della cassa armonica! E' necessario invertire anche la posizione tra catena ed anima?
Io credo di si. Ma questo adattamento può essere fatto in qualsiasi momento oppure deve essere strutturale, originato in fase di costruzione della tavola?

Grazie
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
Porthos
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 1601
Iscritto il: martedì 4 luglio 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da Porthos » mercoledì 9 maggio 2007, 0:30

Bella domanda...che equivale a domandare cosa c'è di asimmetrico (oltre catena e anima) in un violino (spessori? intonazione del fondo e della tavola? tastiera?)
Ma come fa un violinista mancino a suonare in orchestra? occuperebbe due posti. :hum:

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3400
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » mercoledì 9 maggio 2007, 0:45

Porthos ha scritto:
Ma come fa un violinista mancino a suonare in orchestra? occuperebbe due posti. :hum:
Forse non l'ho capita!....vuoi dire che ha bisogno di più spazio per non tirare di fioretto col collega accanto? :skrm:

Oppure: il cosiddetto "tiro mancino"?.... una quasi-rasoiata di crine ben affilato in pieno viso? :cry3:
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11130
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » mercoledì 9 maggio 2007, 0:49

Bisogna rovesciare specularmente tutto, catena, anima, ponticello e anche i piroli, perchè altrimenti il pirolo della corda di Sol sarebbe di impedimento alla mano destra.
andante con fuoco

Avatar utente
Porthos
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 1601
Iscritto il: martedì 4 luglio 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da Porthos » mercoledì 9 maggio 2007, 1:25

violino7 ha scritto: Forse non l'ho capita!....vuoi dire che ha bisogno di più spazio per non tirare di fioretto col collega accanto?:
stavo solo immaginando due Re belli forti e tirati (arcata in su o in giu', a scelta) :badv:

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3400
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » mercoledì 9 maggio 2007, 1:36

Porthos ha scritto:Bella domanda...che equivale a domandare cosa c'è di asimmetrico (oltre catena e anima) in un violino (spessori? intonazione del fondo e della tavola? tastiera?)
Un po' in generale quello che dici tu, ma più chiaramente voglio capire se zona destra e sinistra dell'interno tavola sono perfettamente intercabiabili rispetto a questa evenienza!
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3400
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » mercoledì 9 maggio 2007, 1:49

claudio ha scritto:Bisogna rovesciare specularmente tutto, catena, anima, ponticello e anche i piroli, perchè altrimenti il pirolo della corda di Sol sarebbe di impedimento alla mano destra.
Certo, non ci avevo pensato!

Arrivo al mio quesito finale.
Esiste tecnicamente la possibilità di impiantare un violino mancino ma ambidestro?
Cioè costruito specularmente di base per un mancino, ma pensando anche all'eventualità di modificarlo perfettamente per le esigenze di un violinista destro? (Evenienza molto probabile, in caso di cambio di proprietà!)

Presumo di no, dalla considerazione sui piroli fatta da Claudio!
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
Porthos
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 1601
Iscritto il: martedì 4 luglio 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da Porthos » mercoledì 9 maggio 2007, 18:48

Se uno è disposto a scollare e rimontare tutto, anche il riccio potrebbe essere intercambiabile...uno destro e uno sinistro. O addirittura il manico.
Se no, basta fare un violino con una catena centrale e due anime. Poi montare i piroli perpendicolari alla tastiera, senza cassetta. Anzi senza riccio, ma con una paletta.
Comunque ora si capisce perchè i violinisti mancini suonano da destrorsi. :?

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11130
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » mercoledì 9 maggio 2007, 18:52

i fori dei piroli si possono richiudere e riaprire nel caso che un violino mancino sia da riadattare a destro. Naturalmente il riadattamento dei fori non può essere fatto infinite volte, tuttavia un ciclo di 2 o 3 cambiamenti non dovrebbe comportare problemi.
andante con fuoco

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3400
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » mercoledì 9 maggio 2007, 23:31

claudio ha scritto:i fori dei piroli si possono richiudere e riaprire nel caso che un violino mancino sia da riadattare a destro. Naturalmente il riadattamento dei fori non può essere fatto infinite volte, tuttavia un ciclo di 2 o 3 cambiamenti non dovrebbe comportare problemi.
Si. Grazie Claudio.

Ci stavo pensando e riflettendo proprio 5 minuti prima di leggerti.

Applicando la metodologia descritta sul Weisshaar!
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3400
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » mercoledì 9 maggio 2007, 23:53

Porthos ha scritto:Se uno è disposto a scollare e rimontare tutto, anche il riccio potrebbe essere intercambiabile...uno destro e uno sinistro. O addirittura il manico.
Se no, basta fare un violino con una catena centrale e due anime. Poi montare i piroli perpendicolari alla tastiera, senza cassetta. Anzi senza riccio, ma con una paletta.
Comunque ora si capisce perchè i violinisti mancini suonano da destrorsi. :?
Alla prima lettura l'ho presa come una battuta di spirito! Tipo fantaliuteria!

Invece pensandoci bene dentro ci sono delle soluzioni per niente impossibili! (Secondo me solo alcune, non tutte!)

Intanto il cambio del riccio compreso di cavicchiera è già una soluzione normalissima, diciamo quasi prassi ordinaria, visto che tutti i violini barocchi hanno avuto questo adattamento. Stessa cosa per l'intero manico, ma con maggiori difficoltà pratiche di realizzo!

La soluzione della paletta al posto del riccio e conseguenti piroli perpendicolari al manico (alla mandolino, per intenderci) non è niente male! Così i piroli non danno fastidio in alcun caso!

Questo modello andrebbe bene per tutti, "violinisti mancini" e "violinisti ambidestri"!

Bella idea! Bisognerebbe sperimentarne un prototipo. Tutto sommato non ci sarebbe motivo perchè non suonasse come un violino ordinario! C'è solo la paletta al posto del riccio! :wink:

Bravo!

Una volta parlavamo di "liuteria futuribile" pensando a come il violino potesse essere migliorato. Questo potrebbe essere un prototipo da prendere in considerazione. :chrs:
Ultima modifica di violino7 il lunedì 22 ottobre 2007, 15:54, modificato 1 volta in totale.
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3400
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » giovedì 10 maggio 2007, 0:05

Aggiungo anche che sarebbe giusto riconoscerne la promogenitura!

Questo violino dovrebbe essere chiamato "Modello Porthos".

Non sto scherzando, dico sul serio!

Non si sa mai. :1:
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
Porthos
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 1601
Iscritto il: martedì 4 luglio 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da Porthos » giovedì 10 maggio 2007, 0:41

violino7 ha scritto: Questo violino dovrebbe essere chiamato "Modello Porthos".

Non sto scherzando, dico sul serio!
Io invece no. Forse Claudio, a seconda di cosa ha fumato nella pipa, ammetterebbe la paletta, ma prima che qualche liutaio vero mi fulmini, riconosco che la ipotesi della catena centrale e delle due anime può essere intrigante ma ingesserebbe la tavola, limitando le armoniche.
Tuttavia.....:hum:

_______________________
scherzando ma non troppo

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3400
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » giovedì 10 maggio 2007, 0:47

Porthos ha scritto:
violino7 ha scritto: Questo violino dovrebbe essere chiamato "Modello Porthos".

Non sto scherzando, dico sul serio!
Io invece no. Forse Claudio, a seconda di cosa ha fumato nella pipa, ammetterebbe la paletta, ma prima che qualche liutaio vero mi fulmini, riconosco che la ipotesi della catena centrale e delle due anime può essere intrigante ma ingesserebbe la tavola, limitando le armoniche.
Tuttavia.....:hum:

_______________________
scherzando ma non troppo
Credevo di essermi spiegato bene!
Non ho parlato della catena centrale e delle due anime perchè erano le uniche ipotesi che avevo escluso (ovviamente!). Infatti, ripeto, non ne avevo parlato.

Tutto il resto può andare bene!
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
fedelyon
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 116
Iscritto il: martedì 23 gennaio 2007, 0:00

Messaggio da fedelyon » giovedì 10 maggio 2007, 13:22

Scusate ma perché un mancino dovrebbe suonare il violino "invertito"?
Io sono mancina ma ho sempre suonato il violino come una destrorsa.
I movimenti delle due mani sono completamente indipendenti e le difficoltà grandi per entrambe.
Non vedo una priorità dell'una sull'altra, per cui non capisco il motivo dell'inversione. :roll:
Magari qualche violinista professionista può spiegarmi a dovere, ma io per ora non trovo molte differenze.

I pianisti mancini non suonano un piano simmetrico.

Rispondi