come adattare il ponticello aubert

Suonare e costruire i violini
ramvalmi
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 17
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2005, 0:00

come adattare il ponticello aubert

Messaggio da ramvalmi » lunedì 11 aprile 2005, 15:03

ciao, dovrei adattare dei ponticelli prelavorati aubert a dei vecchi violini. L'altezza del ponticello è di 4 cm e ovviamente non ha le scanalature per le corde.
Come mi consigli di procedere e con quali atrezzi per adattare l'altezza e la sagoma ai diversi violini e cosa mi consigli di utilizzare per fare con precisione le scanalature per le diverse corde?
L'altezza del piedino del ponticello è 3 mm. Per abbassare l'altezza del ponticello lavoro sulla testa o anche sul piedino?
Grazie. Cordiali saluti Rino

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11467
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » lunedì 11 aprile 2005, 22:39

E' difficile poterti dare indicazioni senza poter comunicare di persona. Cmq ti consiglio di procurarti qualche ponticello ben fatto a cui far riferimento. Per adattare i piedini alla curvatura della tavola, puoi usare carta vetrata che terrai ben ferma sulla tavola medesima facendovi scorrere i piedini sopra. Il lavoro può essere compiuto anche a scalpello, ma è cosa piuttosto difficile da fare per uno che non ha dimestichezza col mestiere. L'altezza finale delle corde sulla tastiera deve essere circa 5mm per il Sol e 3.5mm per il Mi. La spaziatura totale delle corde dovrebbe essere di circa 33mm.

ramvalmi
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 17
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2005, 0:00

Messaggio da ramvalmi » martedì 12 aprile 2005, 11:48

Ti ringrazio per la cortese risposta: ok per adattare i piedini con la carta vetrata che personalmente preferisco non fare direttamente sulla tavola. Fatto ciò i 7 mm di testa (il ponticello aubert è alto 4 cm) li abbasso con lo scalpello poi rifinisco con la carta vetrata? Per quanto riguarda i solchi sul ponticello di diverse misure, per le corde, cosa mi consigli di usare? Grazie, Rino

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11467
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » mercoledì 13 aprile 2005, 9:30

Rino, se è un violino di valore, è meglio che ti rivolgi ad un liutaio.
Ciò detto, il ponticello si può anche abbassare con uno scalpello, ma in genere si usa un coltello o un taglierino abbastanza robusto ed affilato (occhio alle dita). Per i solchi si usano limette di varia foggia che abbiano il taglio anche sul profilo, si trovano facilmente da un ferramenta ben fornito.

ramvalmi
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 17
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2005, 0:00

Messaggio da ramvalmi » mercoledì 13 aprile 2005, 12:14

ciao, ti ringrazio per la risposta molto esaustiva, di violini ne ho diversi, fine 800 inizi 900, non so il loro valore, per il ponticello ci provo da solo, grazie rino

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11467
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » mercoledì 13 aprile 2005, 21:37

io dovevo dirtelo e te l'ho detto :lol:

Avatar utente
Tiziano
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 328
Iscritto il: lunedì 21 febbraio 2005, 0:00
Località: België
Contatta:

Messaggio da Tiziano » venerdì 15 aprile 2005, 13:32

Claudio, hjo letto che il ponticello ha dei soclhi per le corde...tutti i ponticelli o solo il suo tipo ?....il mio non li ha...come mi sembra + normale, il mio ponticello e' piuttosto "affilato" alla cima e le corde semplicemente vi si poggiano sopra...lo trovo piu naturale anche per la vibrazione stessa della corda...che ne dici ?

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11467
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » sabato 16 aprile 2005, 0:10

un piccolo solco per evitare che che la corda "scivoli" lungo la cresta del ponticello dovrebbe esserci in ogni caso.

ramvalmi
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 17
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2005, 0:00

Messaggio da ramvalmi » sabato 23 aprile 2005, 1:12

ciao, dopo aver adattato il piede alla tavola e l'altezza, mi permetto di chiederti qual è lo SPESSORE consigliato del ponticello al piede e alla cresta?
L'Aubert è 5 mm di spessore al piede e 2 mm alla cresta. Grazie. Cordiali saluti, Rino

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11467
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » sabato 23 aprile 2005, 1:45

lo spessore al piede è circa 4.3mm, alla cresta circa 1.5mm, le misure sono variabili a piacimento e a seconda del tipo di legno che hai a disposizione per il ponticello. Cmq non supererei i 4.6mm di spessore.

Avatar utente
Tiziano
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 328
Iscritto il: lunedì 21 febbraio 2005, 0:00
Località: België
Contatta:

Messaggio da Tiziano » lunedì 25 aprile 2005, 9:46

Chiedo: quale distanza deve intercorrere tra il "capotasto" ed il ponticello ?

Rignazio...

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11467
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » lunedì 25 aprile 2005, 12:23

normalmente la distanza tra capotasto e ponticello si aggira intorno ai 325/328mm

Avatar utente
Tiziano
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 328
Iscritto il: lunedì 21 febbraio 2005, 0:00
Località: België
Contatta:

Messaggio da Tiziano » lunedì 25 aprile 2005, 12:33

claudio ha scritto:normalmente la distanza tra capotasto e ponticello si aggira intorno ai 325/328mm
Ti ringrazio Claudio...perche' quando ho spostato il ponticello, non ho tenuto conto del diapason delle corde...stasera lo misurero'....grazie ancora...

MazzottiViolin
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 21
Iscritto il: giovedì 2 giugno 2005, 0:00
Località: Piacenza
Contatta:

Messaggio da MazzottiViolin » giovedì 2 giugno 2005, 18:53

A parere mio il ponticello ,come suggeriva Claudio,dovresti farlo fare dal liutaio,fidati,mi è bastato leggere che fai la curva della corona con lo scalpello,mamma mia,mi vengono i brividi,garda che rischi seriamente di compromettere il tuo strumento,o i tuoi strumenti,non è un lavoro proprio semplice,ci sono tante,tante misure ed accorgimenti che sono necessari per non mettere a repentaglio il tuo strimento!scusa ma non potevo fare a meno!

mazzottiviolin.com

Avatar utente
Tiziano
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 328
Iscritto il: lunedì 21 febbraio 2005, 0:00
Località: België
Contatta:

Messaggio da Tiziano » venerdì 3 giugno 2005, 9:03

MazzottiViolin ha scritto:A parere mio il ponticello ,come suggeriva Claudio,dovresti farlo fare dal liutaio,fidati,mi è bastato leggere che fai la curva della corona con lo scalpello,mamma mia,mi vengono i brividi,garda che rischi seriamente di compromettere il tuo strumento,o i tuoi strumenti,non è un lavoro proprio semplice,ci sono tante,tante misure ed accorgimenti che sono necessari per non mettere a repentaglio il tuo strimento!scusa ma non potevo fare a meno!

mazzottiviolin.com
Cosa ho mai fatto io ???? la curva della coronoa ???? ma dove l'hai mai letta sta cosa da me ??? :lol: :lol: :lol: :lol:

Personalmente l"ho spostato e non mi pare di aver distrutto uno strumento per aver RIMESSO il ponticello al proprio posto come suggerito da Claudio. Stiamo scherzando che ora perche' si sposta il ponticello devo portarlo da unliutaio ???!! Hai mai portato un auto dal meccanico per cambiare la spazzola del tergicristallo ????

Rispondi