Info Associazioni

Suonare e costruire i violini
Avatar utente
Arcale
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 371
Iscritto il: giovedì 28 maggio 2009, 0:00
Contatta:

Info Associazioni

Messaggio da Arcale » lunedì 13 febbraio 2012, 0:51

Mi scuso se questa sezione non fosse la più pertinente, ma visto che si parla di costruire violini...
Scrivo per conto del mio M° che non è pratico di internet. A lui interessava iscriversi ad una associazione liutaria, è andato alla Camera di Commercio e son caduti dal pero. Cioè, non gli han saputo dare indicazioni.
Ugualmente io non sono pratico quindi chiedo a voi. Ho visto che c'è ALI, con sede in Cremona, ma anche Associazione Liuteria Toscana, in Firenze.

Al M° interessa sapere come iscriversi ad una di queste, io volevo capire e poi riferire a lui, se oltre a queste ce ne sono altre, e quali sono le differenze o le caratteristiche comuni di queste associazioni.

Insomma, qualunque informazione sarà utile, grazie! :)
Benvenuti nella mia fucina!

Avatar utente
Dav67
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 611
Iscritto il: mercoledì 6 luglio 2005, 0:00
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da Dav67 » lunedì 13 febbraio 2012, 8:07

Di dov'è il tuo Maestro? Forse si dovrebbe fare una ricerca a livello regionale...

Avatar utente
Arcale
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 371
Iscritto il: giovedì 28 maggio 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Arcale » lunedì 13 febbraio 2012, 8:47

Siamo toscani, di Pistoia. Vorrei capire che differenza fa fra essere iscritti in toscana o a quella italiana
Benvenuti nella mia fucina!

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 2226
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Messaggio da davidesora » lunedì 13 febbraio 2012, 9:57

Solo per curiosità, per quale motivo vorrebbe iscriversi ad una associazione liutaria?


Davide

Avatar utente
Arcale
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 371
Iscritto il: giovedì 28 maggio 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Arcale » lunedì 13 febbraio 2012, 10:07

davidesora ha scritto:Solo per curiosità, per quale motivo vorrebbe iscriversi ad una associazione liutaria?


Davide
Non lo so... Me lo ha chiesto ieri mentre ci salutavamo. Anche io vorrei capire, per poi riferirglielo, cosa comporta essere iscritti a questa piuttosto che a quella associazione.
Benvenuti nella mia fucina!

Surreale
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 55
Iscritto il: domenica 21 agosto 2011, 0:00
Contatta:

Re: Info Associazioni

Messaggio da Surreale » lunedì 13 febbraio 2012, 15:49

Arcale ha scritto:Mi scuso se questa sezione non fosse la più pertinente, ma visto che si parla di costruire violini...
Scrivo per conto del mio M° che non è pratico di internet. A lui interessava iscriversi ad una associazione liutaria, è andato alla Camera di Commercio e son caduti dal pero. Cioè, non gli han saputo dare indicazioni.
Ugualmente io non sono pratico quindi chiedo a voi. Ho visto che c'è ALI, con sede in Cremona, ma anche Associazione Liuteria Toscana, in Firenze.

Al M° interessa sapere come iscriversi ad una di queste, io volevo capire e poi riferire a lui, se oltre a queste ce ne sono altre, e quali sono le differenze o le caratteristiche comuni di queste associazioni.

Insomma, qualunque informazione sarà utile, grazie! :)
Io posso darti informazioni in merito all' ALI in quanto ne faccio parte.
Lo scpo dell' ALI e' di salvaguardare e promuovere in Italia e nel mondo la tradizione liutaria italiana tramite confronto e scambi di opinioni fra i liutai e e tramite la partecipazione (a prezzi relativamente contenuti) a mostre nazionali e internazionali. L' ALI ha una porpria rivista (2 numeri all'anno) che pubblica articoli culturali musicali, studi scentifici e tecnici sulla liuteria e gli avvenimenti nazionali e non piu rilevanti.
All' interno dell'ALI si e' costituito il gruppo professionisti per iscriversi al quale basta svolgere l'attivita'di liutaio in modo professionale e presentare un proprio lavoro alla commissione durante la riunione annuale (che sara' fra 2 settimane), ritenuto idoneo lo strumento si puo' accedere al gruppo liutai professionisti.
Puoi trovare numeri di telefono in internet o contattare i liutai Morassi o Asinari a Cremona.

Avatar utente
Fabio_Chiari_liutaio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 778
Iscritto il: venerdì 18 settembre 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Fabio_Chiari_liutaio » lunedì 13 febbraio 2012, 18:21

In realtà non è poi così facile iscriversi all'Ali, perchè il richiedente deve essere anche presentato da un maestro iscritto ed esiste anche un diritto di veto da parte di chi fra i maestri già facenti parte dell'associazione, avesse qualcosa da dire. Così almeno era quando entrai a farne parte io.
<div>......chi va dietro altrui mai non gli passa innanzi.....(Michelagnolo Bonarroto fiorentino)</div><br>

Avatar utente
Arcale
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 371
Iscritto il: giovedì 28 maggio 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Arcale » lunedì 13 febbraio 2012, 20:56

Grazie Surreale e grazie Fabio.
Ma è ancora come dice Fabio? Vabbè la cosa migliore adesso è di scrivere direttamente in ALI, anche perchè i tempi sarebbero stretti.

E per i Toscani tu non ne fai parte Fabio?

Ultima cosa, per ora. Cosa si intende per "professionista" nel caso specifico bisogna svolgere questa attività della liuteria come lavoro primario con tanto di partita iva?
Cioè se uno per assurdo, nel mio caso, fosse anche un tassista, non potrebbe mai entrare in ALI?
Benvenuti nella mia fucina!

Surreale
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 55
Iscritto il: domenica 21 agosto 2011, 0:00
Contatta:

Messaggio da Surreale » lunedì 13 febbraio 2012, 21:23

Fabio_Chiari_liutaio ha scritto:In realtà non è poi così facile iscriversi all'Ali, perchè il richiedente deve essere anche presentato da un maestro iscritto ed esiste anche un diritto di veto da parte di chi fra i maestri già facenti parte dell'associazione, avesse qualcosa da dire. Così almeno era quando entrai a farne parte io.
Il diritto di veto potrebbe essere applicato solo in teoria, per esempio nel caso si possa provare con certezza che un determinato liutaio lavori in modo non deontologicamente correto. Quindi e' abbastanza improbabile...

Surreale
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 55
Iscritto il: domenica 21 agosto 2011, 0:00
Contatta:

Messaggio da Surreale » lunedì 13 febbraio 2012, 21:37

Arcale ha scritto:Ultima cosa, per ora. Cosa si intende per "professionista" nel caso specifico bisogna svolgere questa attività della liuteria come lavoro primario con tanto di partita iva?
Cioè se uno per assurdo, nel mio caso, fosse anche un tassista, non potrebbe mai entrare in ALI?
Per spiegarmi meglio, l'ALI e' aperta a tutti, dagli appasionati ai musicisti ai liutai etc.
Nell'ALI e' presente il gruppo liutai professionisti, per accedere a questo e' necessario esercitare la professione di liutaio, cioe' avere partita iva e iscrizione a camera di commercio e fare esaminare il proprio lavoro alla commisione di liutai il giorno dell' assemblea annuale.

Avatar utente
Arcale
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 371
Iscritto il: giovedì 28 maggio 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Arcale » lunedì 13 febbraio 2012, 21:41

Surreale ha scritto:
Fabio_Chiari_liutaio ha scritto:In realtà non è poi così facile iscriversi all'Ali, perchè il richiedente deve essere anche presentato da un maestro iscritto ed esiste anche un diritto di veto da parte di chi fra i maestri già facenti parte dell'associazione, avesse qualcosa da dire. Così almeno era quando entrai a farne parte io.
Il diritto di veto potrebbe essere applicato solo in teoria, per esempio nel caso si possa provare con certezza che un determinato liutaio lavori in modo non deontologicamente correto. Quindi e' abbastanza improbabile...
Però dover essere presentati da un iscritto, mica per tutti è facile...

Nella foto dell'ALI, quello col cappello a sinistra, è il nostro liutaio anarchico? :)
Benvenuti nella mia fucina!

Surreale
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 55
Iscritto il: domenica 21 agosto 2011, 0:00
Contatta:

Messaggio da Surreale » lunedì 13 febbraio 2012, 21:52

Arcale ha scritto:
Surreale ha scritto:
Fabio_Chiari_liutaio ha scritto:In realtà non è poi così facile iscriversi all'Ali, perchè il richiedente deve essere anche presentato da un maestro iscritto ed esiste anche un diritto di veto da parte di chi fra i maestri già facenti parte dell'associazione, avesse qualcosa da dire. Così almeno era quando entrai a farne parte io.
Il diritto di veto potrebbe essere applicato solo in teoria, per esempio nel caso si possa provare con certezza che un determinato liutaio lavori in modo non deontologicamente correto. Quindi e' abbastanza improbabile...
Però dover essere presentati da un iscritto, mica per tutti è facile...

Nella foto dell'ALI, quello col cappello a sinistra, è il nostro liutaio anarchico? :)
Se c'e` qualcuno che ti presenta e' meglio ma non e' obbligatorio. Cio' che piu conta e' il lavoro che si presenta.
Comunque, che io sappia, e' successo poche volte che un liutaio non venga accettato all' esame della commissione. Non e' un concorso di bellezza, si valuta che lo strumento possa almeno fare quello per cui e' destinato: sia adatto ad essere suonato.

Avatar utente
Arcale
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 371
Iscritto il: giovedì 28 maggio 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Arcale » lunedì 13 febbraio 2012, 22:01

Bene, grazie ancora Surreale. Ho appena mandato una mail alla presidenza.

Il mio maestro ha una trentina di strumenti all'attivo, un quartetto, qualche viola, un violoncello. Tutto negli ultimi 10 anni. E trova buoni riscontri.
Lui però ha un'altra attività primaria, sempre che non l'abbia intestata ad un familiare.
Devo capire anche questa cosa, se serve essere esclusivamente liutai, iscritti come tali alla camera di commercio o altro, ma comunque con la p.iva.
Benvenuti nella mia fucina!

Avatar utente
Fabio_Chiari_liutaio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 778
Iscritto il: venerdì 18 settembre 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Fabio_Chiari_liutaio » martedì 14 febbraio 2012, 9:31

Dunque Arcale io sono stato uno dei soci fondatori della associazione dei toscani ma ne sono uscito insieme ad altri due per divergenze con la linea della dirigenza. Non essere in linea con la dirigenza è però una mia specifica caratteristica. Per quanto riguarda l'Ali io ho scritto quello che mi ricordavo e può darsi che le cose siano cambiate. Adesso alcuni di noi abbiamo fondato un gruppo di liutai che si chiama "Liutai toscani d'oggi" che non ha statuti , non è ufficiale, non ha quote associative da pagare e serve solo ad unire le forze per partecipare a manifestazioni o iniziative per le quali il singolo non è in grado di farcela, puoi leggere sul mio sito i componenti e i proponimenti.
Comunque quello della foto col cappello pigiato in testa perchè tirava vento, sono io.
<div>......chi va dietro altrui mai non gli passa innanzi.....(Michelagnolo Bonarroto fiorentino)</div><br>

Avatar utente
Arcale
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 371
Iscritto il: giovedì 28 maggio 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Arcale » martedì 14 febbraio 2012, 11:07

Fabio_Chiari_liutaio ha scritto:Dunque Arcale io sono stato uno dei soci fondatori della associazione dei toscani ma ne sono uscito insieme ad altri due per divergenze con la linea della dirigenza. Non essere in linea con la dirigenza è però una mia specifica caratteristica. Per quanto riguarda l'Ali io ho scritto quello che mi ricordavo e può darsi che le cose siano cambiate. Adesso alcuni di noi abbiamo fondato un gruppo di liutai che si chiama "Liutai toscani d'oggi" che non ha statuti , non è ufficiale, non ha quote associative da pagare e serve solo ad unire le forze per partecipare a manifestazioni o iniziative per le quali il singolo non è in grado di farcela, puoi leggere sul mio sito i componenti e i proponimenti.
Comunque quello della foto col cappello pigiato in testa perchè tirava vento, sono io.
Bene bene, riferisco... Poi decidera' il M. Intanto aspetto risposta anche da Ali.

Ormai che ci sono chiedo altro.
Potrei supporre che il Mio M. debba iscriversi anche allo scopo di regolarizzare il fatto di avere allievi nel suo laboratorio, o sbaglio?
Spiego meglio. Io sono arrivato da lui in ottobre, prima non aveva nessuno.
Poi e' arrivato un ragazzo di 14 anni, adesso ha chiesto di entrare una ragazza che non so se sia ancora maggiorenne. Lui non direbbe di no a nessuno ma si sta preoccupando del lato "infortunistico" della cosa. E fa bene. I suoi macchinari sono ereditati dal nonno falegname quindi fuori norma, il laboratorio non ha estintore o cassetta pronto soccorso.
Come ci si deve regolare in queste situazioni, volendo pensare al peggio, cioe' se qualcuno si fa male e dovessero arrivare dei controlli? Ripeto, non e' liutaio di professione, ma per grande passione, che ama anche trasmettere.
Benvenuti nella mia fucina!

Rispondi