Ci provo anche io a fare un violino!

Suonare e costruire i violini
Rispondi
famar
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 846
Iscritto il: mercoledì 13 agosto 2008, 0:00
Località: Roma

Messaggio da famar » lunedì 25 agosto 2014, 15:38

Grande l'entusiasmo che prova e trasmette Astromax! Tipico di molta gente partenopea. A questo punto aspettiamo solo di vedere lo strumento finito. Prendi i tuoi tempi e non correre troppo sul finale, anche la messa a punto è importante.

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 2226
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Di ritorno da Cremona

Messaggio da davidesora » lunedì 25 agosto 2014, 17:50

astromax ha scritto: A dire il vero non è stata molto specifica, quello che mi ha detto è ciò che ho riportato. Comunque c'è una novità che forse ti farà piacere: i cassettoni con i reperti stradivariani adesso possono essere aperti e chiusi dai visitatori. Quando mi sono avvicinato ho chiesto assistenza al personale del museo e mi ha solo detto di aprire e chiudere con cautela ma che potevo farlo da solo. Comunque devo dire sono stati molto gentili al museo e a parte qualche "nota stonata" il museo nel complesso è molto divertente. La mia fidanzata si è divertita moltissimo! Ha giocato con tutti i video interattivi che descrivono le parti del violino e le fasi della costruzione. Posso immaginare che per un liutaio questa sezione del museo sia "noiosa" ma credo che abbiano azzeccato il metodo per trasmettere alcuni concetti in modo divertente ed accattivante.
Da questo punto di vista il museo è sicuramente ben realizzato, chi non è liutaio e ci passa per la prima volta rimane nella maggioranza dei casi positivamente colpito.
Ma ritornerà una seconda volta? Io penso di no.
I veri fruitori del museo, liutai e studiosi del campo, che sono interessati ai reperti storici e non a tutto il resto invece spesso restano delusi da questa impostazione prettamente turistica a discapito di quella museale vera e propria.
Però a forza di sentirsele dire sembra che i responsabili del museo le cose piano piano le recepiscano, vedi cassetti dei reperti stradivariani adesso gestibili senza il fiato sul collo dell'addetto di turno.
Un piccolo passo ma già significativo, spero che migliorino ancora il più possibile la situazione come hanno "promesso" di fare, per far diventare questo museo anche un riferimento per gli addetti ai lavori a livello mondiale e non solo la Gardaland del violino, le potenzialità ci sarebbero tutte ed è un peccato sprecarle.

Davide

Avatar utente
robinwood
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 349
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 0:00

Messaggio da robinwood » venerdì 29 agosto 2014, 18:08

forse meritava una visita anche la vecchia e obsoleta sede del museo stradivariano.

http://www.youtube.com/watch?v=uug2Jz16gIc

anche l'architettura un tempo era Musica.

Avatar utente
astromax
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 251
Iscritto il: martedì 1 marzo 2011, 0:00
Contatta:

Messaggio da astromax » venerdì 29 agosto 2014, 23:57

Ciao Robin, in realtà era programmato andarci. Solo che siamo dovuti ripartire prima e non c'è stato tempo. E' una buona scusa per tornare a Cremona :)
A presto!
Un tavolo, una sedia, un cesto di frutta e un violino; di cos'altro necessita un uomo per essere felice? [A. Einstein]<br>

Avatar utente
astromax
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 251
Iscritto il: martedì 1 marzo 2011, 0:00
Contatta:

Messaggio da astromax » sabato 6 settembre 2014, 16:50

Oggi incollo la tastiera!
Salve a tutti! Finalmente credo che il violino sia ben asciutto e mi sto accingendo ad incollare la tastiera. Mi sono fatto dei tasselli in abete che combacino con tastiera e manico.
Mentre il violino asciugava ho costruito una nuova forma. Le misure adesso sembrano più corrette rispetto alla prima soprattutto nelle CC.
Solo che non sono riuscito a trovare da nessuna parte un pezzo di legno duro per farla! Purtroppo il multistrato marino non era disponibile da cremonatools. Ho letto che qualcuno consigliava di usare un tagliere ma non ne ho trovati delle dimensioni adatte.
Per questa forma ho usato l'abete lamellare. Leggerino e fragilino ma sto comunque sperimentando, questa forma non credo la riuserò e almeno per un violino dovrebbe farcela.

A presto!
Un tavolo, una sedia, un cesto di frutta e un violino; di cos'altro necessita un uomo per essere felice? [A. Einstein]<br>

Avatar utente
astromax
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 251
Iscritto il: martedì 1 marzo 2011, 0:00
Contatta:

La fine o l'inizio?

Messaggio da astromax » lunedì 8 settembre 2014, 0:31

Carissimi tutti, è con grande gioia che vi scrivo questo post.
Siamo arrivati finalmente alla conclusione di questo magico percorso.
Un percorso che ha solo come "effetto collaterale" l'aver finito il mio primo strumento. Infatti, sin da subito ho capito che non stavo costruendo uno strumento musicale ma stavo costruendo me stesso. O meglio, siete stati Voi a regalarmi perle preziose che conserverò per sempre. Ogni singolo suggerimento o commento mi ha fatto capire che cosa sia la liuteria e la sua magica alchimia in grado di trasformare qualcosa di inerte in qualcosa di vivo, che ha un suo carattere, una sua voce e una sua anima.
Ringrazio tutti Voi ma non posso non ringraziare particolarmente Claudio per la sua passione che l'ha spinto a creare questo portale, per la pazienza che ha avuto con me e per i consigli ed insegnamenti che mi ha donato.
Ringrazio in particolare anche Davide che rimane, a mio avviso, un asintoto di perfezione al quale spero un giorno riuscire ad avvicinarmi.
Ringrazio tutti voi che avete avuto la pazienza di leggere queste righe dopo così tanto tempo dall'inizio.
A chi ha letto questo argomento con la curiosità con cui io ho letto gli argomenti precedenti su questo portale di utenti che hanno costruito il loro primo strumento dico solo una cosa: PROVATECI! Credo che la liuteria sia assimilabile ad una droga! Porta dipendenza!
Il primo strumento non sarà perfetto ma è proprio questo che vi spingerà a cercare quello che avete dentro di voi.
Come ho scritto nel titolo di questo post, spero tanto si tratti di un inizio e non della fine di questa avventura!
Mi spoilero un po'! Il secondo è in fase d'opera! :) Ispirato al Messiah!
Vi lascio con qualche foto del giovincello.
A presto!

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
Un tavolo, una sedia, un cesto di frutta e un violino; di cos'altro necessita un uomo per essere felice? [A. Einstein]<br>

famar
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 846
Iscritto il: mercoledì 13 agosto 2008, 0:00
Località: Roma

Messaggio da famar » lunedì 8 settembre 2014, 10:08

Bravo! Mi piace il tuo entusiasmo che hai profuso a tutti noi. Alla fine è venuto scuretto. Anche i miei primi lo erano, ora mi tengo più chiaro. Piccole cose: considerando la vernice un po' scura scurirei un po' il manico con del te o caffè. Inoltre mi sembrano un po' alte le corde dal manico (ma potrebbe essere una mia sensazione) io mi tengo a 4,5 mm sulle basse e 3,5 sul cantino, distanza tra le corde e la fine della tastiera.
In effetti la liuteria diventa una droga, io sono alla sedicesima dose.... :-)

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 2226
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: La fine o l'inizio?

Messaggio da davidesora » lunedì 8 settembre 2014, 10:35

astromax ha scritto:Carissimi tutti, è con grande gioia che vi scrivo questo post.
Siamo arrivati finalmente alla conclusione di questo magico percorso.
Un percorso che ha solo come "effetto collaterale" l'aver finito il mio primo strumento. Infatti, sin da subito ho capito che non stavo costruendo uno strumento musicale ma stavo costruendo me stesso. O meglio, siete stati Voi a regalarmi perle preziose che conserverò per sempre. Ogni singolo suggerimento o commento mi ha fatto capire che cosa sia la liuteria e la sua magica alchimia in grado di trasformare qualcosa di inerte in qualcosa di vivo, che ha un suo carattere, una sua voce e una sua anima.
Ringrazio tutti Voi ma non posso non ringraziare particolarmente Claudio per la sua passione che l'ha spinto a creare questo portale, per la pazienza che ha avuto con me e per i consigli ed insegnamenti che mi ha donato.
Ringrazio in particolare anche Davide che rimane, a mio avviso, un asintoto di perfezione al quale spero un giorno riuscire ad avvicinarmi.
Ringrazio tutti voi che avete avuto la pazienza di leggere queste righe dopo così tanto tempo dall'inizio.
A chi ha letto questo argomento con la curiosità con cui io ho letto gli argomenti precedenti su questo portale di utenti che hanno costruito il loro primo strumento dico solo una cosa: PROVATECI! Credo che la liuteria sia assimilabile ad una droga! Porta dipendenza!
Il primo strumento non sarà perfetto ma è proprio questo che vi spingerà a cercare quello che avete dentro di voi.
Come ho scritto nel titolo di questo post, spero tanto si tratti di un inizio e non della fine di questa avventura!
Mi spoilero un po'! Il secondo è in fase d'opera! :) Ispirato al Messiah!
Vi lascio con qualche foto del giovincello.
A presto!
E' un piacere essere da stimolo per chi affronta le cose con passione e entusiasmo, mi sembrerebbero le basi giuste da cui iniziare più che per finire.... :wink:

Da che ci sono ti critico il capotasto, tanto per non viziarti troppo : il sol fa un'angolo troppo accentuato dove esce dal capotasto per andare verso il pirolo.
Visto che non hai badato a spese per le corde (Obligato, se non sbaglio) ti conviene sistemarlo per distribuire meglio la pressione sulla delicata fasciatura della corda.
Se non l'hai ancora visto c'è questo tutorial con foto dettagliate dove si vede abbastanza bene come dovrebbe essere :

http://www.maestronet.com/forum/index.p ... mr-noykos/

Nel primo post c'è il link al tutorial vero e proprio.


Buon lavoro per la tua "opera seconda".

Davide

PS adagiato su cotanto pianoforte il violino fa un figurone!!

Avatar utente
astromax
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 251
Iscritto il: martedì 1 marzo 2011, 0:00
Contatta:

Messaggio da astromax » lunedì 8 settembre 2014, 11:09

famar ha scritto:Bravo! Mi piace il tuo entusiasmo che hai profuso a tutti noi. Alla fine è venuto scuretto. Anche i miei primi lo erano, ora mi tengo più chiaro. Piccole cose: considerando la vernice un po' scura scurirei un po' il manico con del te o caffè. Inoltre mi sembrano un po' alte le corde dal manico (ma potrebbe essere una mia sensazione) io mi tengo a 4,5 mm sulle basse e 3,5 sul cantino, distanza tra le corde e la fine della tastiera.
In effetti la liuteria diventa una droga, io sono alla sedicesima dose.... :-)
Grazie mille Famar, grazie per i consigli e il supporto che mi hai dato!
La distanza fra corde e fine tastiera è 4,5 per il SOL e 3,80 per il MI.
L'idea del caffè non è male! Proverò!
Il fatto che sia scuro era voluto, anzi! In realtà lo volevo più scuro! Volevo coprire i difetti sopprattutto del filetto della TA :).
Il prossimo lo farò più chiaro :)
A presto!
Un tavolo, una sedia, un cesto di frutta e un violino; di cos'altro necessita un uomo per essere felice? [A. Einstein]<br>

Avatar utente
astromax
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 251
Iscritto il: martedì 1 marzo 2011, 0:00
Contatta:

Re: La fine o l'inizio?

Messaggio da astromax » lunedì 8 settembre 2014, 11:20

davidesora ha scritto:
E' un piacere essere da stimolo per chi affronta le cose con passione e entusiasmo, mi sembrerebbero le basi giuste da cui iniziare più che per finire.... :wink:
Grazie mille Davide! Spero tanto riuscirci. Io ci proverò!
davidesora ha scritto: Da che ci sono ti critico il capotasto, tanto per non viziarti troppo : il sol fa un'angolo troppo accentuato dove esce dal capotasto per andare verso il pirolo.
Visto che non hai badato a spese per le corde (Obligato, se non sbaglio) ti conviene sistemarlo per distribuire meglio la pressione sulla delicata fasciatura della corda.
Se non l'hai ancora visto c'è questo tutorial con foto dettagliate dove si vede abbastanza bene come dovrebbe essere :

http://www.maestronet.com/forum/index.p ... mr-noykos/

Nel primo post c'è il link al tutorial vero e proprio.


Buon lavoro per la tua "opera seconda".

Davide

Credo aver capito, vedo cosa riesco a combinare, devo anche abbassare di un decimo la tastiera vicino al capotasto sotto al LA e al Re perchè c'è una gobbetta che mi tocca le corde e fa casino se vibrano troppo.
davidesora ha scritto: PS adagiato su cotanto pianoforte il violino fa un figurone!!
Il pianoforte della mia fidanzata :), in effetti su un Steinway tutto sembra più bello! :)
Un tavolo, una sedia, un cesto di frutta e un violino; di cos'altro necessita un uomo per essere felice? [A. Einstein]<br>

ZioGiuseppe
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 54
Iscritto il: mercoledì 21 settembre 2011, 0:00
Contatta:

Messaggio da ZioGiuseppe » lunedì 8 settembre 2014, 12:22

Bella la vernice, scura ma non troppo, anch'io ho un debole per le vernici chiare e le sfumature giallo oro, comunque anche così il colore a me sembra ottimo e ti fa pensare al legno naturale. Del Messia ti consiglio (da principiante) di copiare tutto tranne appunto la vernice arancione. :D

Mastromimmo
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 68
Iscritto il: martedì 21 febbraio 2006, 0:00
Località: MARCHE prov ascoli piceno
Contatta:

Messaggio da Mastromimmo » lunedì 8 settembre 2014, 23:08

Che dire..il tuo primo strumento e ti faccio i sinceri complimenti.
Spero sia il primo di una lunga serie.

Avatar utente
astromax
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 251
Iscritto il: martedì 1 marzo 2011, 0:00
Contatta:

Salutino

Messaggio da astromax » giovedì 13 novembre 2014, 22:48

Ciao ragazzi, in questi ultimi due mesi ho dovuto appendere al chiodo la sgorbia in quanto l'esperimento nel quale lavoro sta arrivando al culmine e il lavoro non si ferma neanche il weekend. Tuttavia non c'è giorno che passi che non pensi a voi e alla voglia di rimettere mano alla sgorbia!
Volevo inviarvi un saluto e spero presto, appena ho un attimo, di farvi sentire il suono del violino dopo la verniciatura.
Un abbraccio a tutti!
A presto!
Un tavolo, una sedia, un cesto di frutta e un violino; di cos'altro necessita un uomo per essere felice? [A. Einstein]<br>

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11749
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » venerdì 14 novembre 2014, 14:10

Bentornato, ti aspettiamo! :)
andante con fuoco

Rispondi