Violini-costi

Suonare e costruire i violini
Avatar utente
gelido
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 107
Iscritto il: mercoledì 21 dicembre 2016, 0:00

Violini-costi

Messaggio da gelido » giovedì 19 ottobre 2017, 19:08

Un violino costruito su una di queste forme può costare oltre 145.000 EU.

Immagine

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10468
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Violini-costi

Messaggio da claudio » giovedì 19 ottobre 2017, 19:12

Sono forme di Poggi?
andante con fuoco

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1717
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Violini-costi

Messaggio da davidesora » venerdì 20 ottobre 2017, 0:22

Magari bastasse usare la stessa forma!!

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3353
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Re: Violini-costi

Messaggio da violino7 » sabato 21 ottobre 2017, 7:29

È da tener presente.
Io guardo sempre il lato pratico delle cose! Questa forma risolve automaticamente la questione di quale inclinazione adottare alle linee anellari nei quattro tasselli alle punte, per chi utilizza tasselli in abete, basta prepararli come gli altri due centrali, con le linee perfettamente verticali, tutti uguali! :wink:
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1717
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Violini-costi

Messaggio da davidesora » sabato 21 ottobre 2017, 10:43

violino7 ha scritto:
sabato 21 ottobre 2017, 7:29
È da tener presente.
Io guardo sempre il lato pratico delle cose! Questa forma risolve automaticamente la questione di quale inclinazione adottare alle linee anellari nei quattro tasselli alle punte, per chi utilizza tasselli in abete, basta prepararli come gli altri due centrali, con le linee perfettamente verticali, tutti uguali! :wink:
Si, però i tasselli sono come quelli della forma esterna francese e sono troppo grandi rispetto a quelli cremonesi, decisamente troppo "invasivi" nella parte della C.
Non è poi così difficile mettere la venatura nella giusta direzione anche con la forma tradizionale cremonese, se poi vuoi non doverti preoccupare della direzione della venatura basta che usi il salice al posto dell'abete e il gioco è fatto :)

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3353
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Re: Violini-costi

Messaggio da violino7 » sabato 21 ottobre 2017, 14:40

davidesora ha scritto:
sabato 21 ottobre 2017, 10:43
................

Si, però i tasselli sono come quelli della forma esterna francese e sono troppo grandi rispetto a quelli cremonesi, decisamente troppo "invasivi" nella parte della C.
................
Perché? Sono pezzi di legno come quelli della forma cremonese e poi verranno sagomati con lo stesso profilo ad accogliere l'incollatura delle fasce, non vedo differenza. L'unica differenza sarà che internamente poi servirà togliere pochissimo legno, giusto quel poco che serve per accompagnare la curvatura delle fasce, perché là non abbiamo più uno spigolo prominente a 90 gradi ma è lineare, quasi pronto.
Non vedo relazione con la forma esterna! :roll:

Tutto questo, chiaramente, solo per chi vuole utilizzare l'abete e volesse semplificare la faccenda!
Se fossi io, metterei tasselli rettangolari, tutti uguali, tanto il legno in eccesso, poco o molto, è praticamente tutto all'esterno, da eliminare, non ne farei una questione di misura, e metterei un solo morsetto a tassello, esattamente sulla sua verticale di appoggio. Riguardo a questo punto, invece, Poggi o chi per lui, immagino abbia adoperato spesso il doppio morsetto, guardando come sono fatti i fori di appoggio dei morsetti all'interno della forma in corrispondenza delle punte, in due forme su tre! :roll: In quel caso non ha fatto così come ho immaginato io ed evidentemente la forma del tassello non era rettangolare.
Invece con la forma centrale il mio ragionamento è perfettamente compatibile, almeno a me sembra.
Ultima modifica di violino7 il sabato 21 ottobre 2017, 22:30, modificato 4 volte in totale.
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Arca
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 282
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 0:00
Località: Livorno
Contatta:

Re: Violini-costi

Messaggio da Arca » sabato 21 ottobre 2017, 15:03

Si anche forme Biasiach, ma anche Lucci sono fatte in quel modo, naturalmente poi i tasselli dopo l'incollaggio delle fasce e prima del posizionamento delle controfasce venivano riquadrati "alla cremonese" con linee orizzontali, dopodiché come dice Santoro anche internamente
Alessandro Mattei

Avatar utente
gelido
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 107
Iscritto il: mercoledì 21 dicembre 2016, 0:00

Re: Violini-costi

Messaggio da gelido » sabato 21 ottobre 2017, 15:22

Il baffone!

Immagine

il Giovannino famoso!

Immagine

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1717
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Violini-costi

Messaggio da davidesora » sabato 21 ottobre 2017, 15:35

violino7 ha scritto:
sabato 21 ottobre 2017, 14:40
davidesora ha scritto:
sabato 21 ottobre 2017, 10:43
................

Si, però i tasselli sono come quelli della forma esterna francese e sono troppo grandi rispetto a quelli cremonesi, decisamente troppo "invasivi" nella parte della C.
................
Perché? Sono pezzi di legno come quelli della forma cremonese e poi verranno sagomati con lo stesso profilo ad accogliere l'incollatura delle fasce, non vedo differenza. L'unica differenza sarà che internamente poi servirà togliere pochissimo legno, giusto quel poco che serve per accompagnare la curvatura delle fasce, perché là non abbiamo più uno spigolo prominente a 90 gradi ma è lineare, quasi pronto.
Non vedo relazione con la forma esterna! :roll:

Tutto questo, chiaramente, solo per chi vuole utilizzare l'abete e volesse semplificare la faccenda!
Se fossi io, metterei tasselli rettangolari, tutti uguali, tanto il legno in eccesso, poco o tanto, è praticamente tutto all'esterno, da eliminare, non ne farei una questione di misura, e metterei un solo morsetto a tassello, esattamente sulla sua verticale di appoggio. Riguardo a questo punto, invece, Poggi o chi per lui, immagino abbia adoperato spesso il doppio morsetto, guardando come sono fatti i fori di appoggio dei morsetti all'interno della forma in corrispondenza delle punte, in due forme su tre! :roll: In quel caso non ha fatto così come ho immaginato io ed evidentemente la forma del tassello non era rettangolare.
Invece con la forma centrale il mio ragionamento è perfettamente compatibile, almeno a me sembra.
Se osservi attentamente le forme del post precedente noterai che la distanza tra i due tasselli della C (superiore e inferiore) è più ravvicinata rispetto a quella delle forme cremonesi, in questo senso dicevo "più invasivi nella C".
Per usare questo tipo di tasselli che sono centrati sulla punta della fascia (come nella forma esterna) devi partire da blocchetti quadrati e non rettangolari come quelli cremonesi ; questi ultimi hanno la caratteristica di avere la curva interna (quella della C) molto più corta di quella esterna.
Nel sistema cremonese il tassello stabilisce la fine della curva convessa del contorno nelle parti superiore e inferiore, il tassello contiene solo la curva concava : se cambi le dimensioni dei tasselli cambierai anche la distribuzione di queste curve.

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3353
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Re: Violini-costi

Messaggio da violino7 » sabato 21 ottobre 2017, 15:44

Arca ha scritto:
sabato 21 ottobre 2017, 15:03
Si anche forme Biasiach, ma anche Lucci sono fatte in quel modo, naturalmente poi i tasselli dopo l'incollaggio delle fasce e prima del posizionamento delle controfasce venivano riquadrati "alla cremonese" con linee orizzontali, dopodiché come dice Santoro anche internamente
Scusate, vorrei capire meglio, mi sfugge qualcosa.
Cosa vuol dire "dopo l'incollaggio delle fasce e prima del posizionamento delle controfasce venivano riquadrati"? :roll:
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1717
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Violini-costi

Messaggio da davidesora » sabato 21 ottobre 2017, 15:46

gelido ha scritto:
sabato 21 ottobre 2017, 15:22
Il baffone!

il Giovannino famoso!

Immagine
Non sapevo che Guareschi facesse il liutaio..... :D

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3353
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Re: Violini-costi

Messaggio da violino7 » sabato 21 ottobre 2017, 16:00

davidesora ha scritto:
sabato 21 ottobre 2017, 15:35
...............
Nel sistema cremonese il tassello stabilisce la fine della curva convessa del contorno nelle parti superiore e inferiore, il tassello contiene solo la curva concava : se cambi le dimensioni dei tasselli cambierai anche la distribuzione di queste curve.
Non mi è molto chiaro, ma, per semplificare il ragionamento, mi stai dicendo che se io volessi ricostruire esattamente la forma P di Stradivari con questo metodo, la cosa non sarebbe possibile?
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Arca
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 282
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 0:00
Località: Livorno
Contatta:

Re: Violini-costi

Messaggio da Arca » sabato 21 ottobre 2017, 17:05

Ho fatto un piccolo e veloce disegno, scusa la sprecisione.

https://imgur.com/gallery/Aj9UA

Di fatto una volta incollate le fasce si taglia il tassello alla misura desiderata (segno rosso) poi si mettono le controfasce verdi, e poi si taglia a piacimento ( segno tratteggiato blu)
Alessandro Mattei

Arca
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 282
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 0:00
Località: Livorno
Contatta:

Re: Violini-costi

Messaggio da Arca » sabato 21 ottobre 2017, 17:06

gelido ha scritto:
sabato 21 ottobre 2017, 15:22
Il baffone!

Immagine

il Giovannino famoso!

Immagine
Mi vergogno quasi a fare questa domanda.. chi sono?
Alessandro Mattei

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3353
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Re: Violini-costi

Messaggio da violino7 » sabato 21 ottobre 2017, 17:56

Arca ha scritto:
sabato 21 ottobre 2017, 17:05
Ho fatto un piccolo e veloce disegno, scusa la sprecisione.

https://imgur.com/gallery/Aj9UA

Di fatto una volta incollate le fasce si taglia il tassello alla misura desiderata (segno rosso) poi si mettono le controfasce verdi, e poi si taglia a piacimento ( segno tratteggiato blu)
Nella mia immaginazione le controfasce non entrano in gioco, vanno come da prassi normale, la linea blu è la linea dell'incollaggio, o poco più prominente, niente linee rosse. Non si può fare?
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Rispondi