Posizionamento effe

Suonare e costruire i violini
Arca
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 416
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 0:00
Località: Livorno
Contatta:

Re: Posizionamento effe

Messaggio da Arca » giovedì 14 dicembre 2017, 20:09

edopraga ha scritto:
giovedì 14 dicembre 2017, 18:20
Ananasso ha scritto:
giovedì 14 dicembre 2017, 17:52
Edopraga, per carità, torna sulla terra.
Valuta poi, se hai tempo e voglia, i miei umili consigli:
1- Non usare troppe faccette e puntini di sospensione quando scrivi. Non storpiare i nomi.
2- Leggi (o ri-leggi) il Sacconi 'I "Segreti" di Stradivari'. Ci sono anche delle utili considerazioni sul posizionamento delle effe.
3- Il prossimo violino fallo più bello. Suoneresti un mandolino fatto a 'pipì di cane'?
se suona bene , perche' no.... e tu suoneresti un violino bellissimo che suona come un gatto strinto nell'uscio?
Se suona bene di certo il risultato acustico è migliore di quello visivo, il mio primo violino è di certo più performante che visivamente bello, però cerco di mantenere il risultato acustico (che non è facile per le infinite variabili) e migliorare quello visivo, di certo non mi sento di porgermi con un arroganza da (permettimi di dire) da sapaccascurregge
Alessandro Mattei

edopraga
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 123
Iscritto il: mercoledì 6 dicembre 2017, 15:42

Re: Posizionamento effe

Messaggio da edopraga » giovedì 14 dicembre 2017, 20:56

Arca ha scritto:
giovedì 14 dicembre 2017, 20:09
edopraga ha scritto:
giovedì 14 dicembre 2017, 18:20
Ananasso ha scritto:
giovedì 14 dicembre 2017, 17:52
Edopraga, per carità, torna sulla terra.
Valuta poi, se hai tempo e voglia, i miei umili consigli:
1- Non usare troppe faccette e puntini di sospensione quando scrivi. Non storpiare i nomi.
2- Leggi (o ri-leggi) il Sacconi 'I "Segreti" di Stradivari'. Ci sono anche delle utili considerazioni sul posizionamento delle effe.
3- Il prossimo violino fallo più bello. Suoneresti un mandolino fatto a 'pipì di cane'?
se suona bene , perche' no.... e tu suoneresti un violino bellissimo che suona come un gatto strinto nell'uscio?
Se suona bene di certo il risultato acustico è migliore di quello visivo, il mio primo violino è di certo più performante che visivamente bello, però cerco di mantenere il risultato acustico (che non è facile per le infinite variabili) e migliorare quello visivo, di certo non mi sento di porgermi con un arroganza da (permettimi di dire) da sapaccascurregge

:D
...ma il calabrone non lo sa, e continua a volare !!!

lorenzo fossati
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 285
Iscritto il: lunedì 15 maggio 2017, 20:49

Re: Posizionamento effe

Messaggio da lorenzo fossati » giovedì 14 dicembre 2017, 21:27

Io al di là delle considerazioni sulla risonanza di helmholtz cerco di mantenere la linea delle effe parallela alle fasce ed imposto la bombatura della tavola proprio a partire da queste, tracciando delle curve di livello (l'altezza di queste decisa a seconda dell'importanza della bombatura) che passano dalle due linee (due linee per effe) ed usandole come riferimento al posto delle quinte (non vado proprio a occhio anche se non uso le quinte), è un metodo che sto sempre sviluppando e per ora mi soddisfa abbastanza

edopraga
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 123
Iscritto il: mercoledì 6 dicembre 2017, 15:42

Re: Posizionamento effe

Messaggio da edopraga » giovedì 14 dicembre 2017, 22:42

lorenzo fossati ha scritto:
giovedì 14 dicembre 2017, 21:27
Io al di là delle considerazioni sulla risonanza di helmholtz cerco di mantenere la linea delle effe parallela alle fasce ed imposto la bombatura della tavola proprio a partire da queste, tracciando delle curve di livello (l'altezza di queste decisa a seconda dell'importanza della bombatura) che passano dalle due linee (due linee per effe) ed usandole come riferimento al posto delle quinte (non vado proprio a occhio anche se non uso le quinte), è un metodo che sto sempre sviluppando e per ora mi soddisfa abbastanza
finalmente una risposta chiara, grazie.
quindi sono le curve di livello che danno l'inclinazione ? ; hai fatto dei tentativi anche sulla posizione perpendicolare alle curve di livello avvicinandole o allontanadole fra di loro ? io ho iniziato un secondo violino identico al primo ma con le effe quasi al limite dei piedini per capire all'estremo la differenza di resa, poi se non funziona cambio la tavola; successivamente mi interessa anche provare le stesse effe con la superficie dei fori maggiore e minore, riferendomi alla risonanza di Helmholtz, mi intriga molto , credo che sia alla base della resa sonora se si intendono le alette delle effe alla pari di un ancia.
Se ti interessera' ti terro' informato.

Per tutti coloro che hanno criticato precedentemente la mia "superbia" leggetevi questo scritto del mio concittadino Fabio Chiari liutaio di Firenze
http://www.fabiochiariliutaio.com/artic ... les_4.html
...ma il calabrone non lo sa, e continua a volare !!!

Arca
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 416
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 0:00
Località: Livorno
Contatta:

Re: Posizionamento effe

Messaggio da Arca » giovedì 14 dicembre 2017, 22:57

Ascolta, hai fatto un violino brutto come il peccato, esteticamente inguardabile ma che suona meglio di uno stradivari, le effe sono bruttissime esteticamente, a giudicare dalle foto piazzate almeno un centimetro e mezzo più alte del dovuto, chiedi consigli ma non li vuoi a meno che non ti liscino il pelo.. boh, io non ti capisco mica sai
Alessandro Mattei

lorenzo fossati
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 285
Iscritto il: lunedì 15 maggio 2017, 20:49

Re: Posizionamento effe

Messaggio da lorenzo fossati » giovedì 14 dicembre 2017, 23:02

Bè io comunque parlo per me, questa cosa di mantenere le effe parallele alle fasce mi piace esteticamente e ne parla anche il Sacconi, dunque ho optato per il si! Io ci ho studiato parecchio, ti ripeto a prescindere da Helmholtz che secondo me non viene influenzato dalla posizione delle effe (o almeno non in modo significativo come il dimensionamento di queste) per ricavare una bombatura "panciuta", e creai un mio modello bruttino con le linee abbastanza inclinate per assecondare le curve di livello che volevo belle larghe dunque funzionale alla bombatura che con effe dal gambo dritto avrebbe comportato in mancato parallelismo con le fasce. Questo comunque lo facevo con un mio modello personale, ora sono sullo studio dei "bolognesi" dunque dovendomi attenere ad un modello già esistente e non volendo rinunciare a questo parallelismo, mi sono inventato questo metodo per andare un po' più sul sicuro, ed evitare bombature a schiena d'asino, che non piacciono. le bombature che ottengo sono comunque importanti, anche se si allargano meno sui polmoni e crescono più ripide tra le cc.
se fai esperimenti sull'influenza della dimensione degli occhi (a parità di area però mi verrebbe da aggiungere, togli da una parte ed aggiungi all'altra) sicuro mi interessano i risultati!

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1969
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Posizionamento effe

Messaggio da davidesora » venerdì 15 dicembre 2017, 1:33

edopraga ha scritto:
giovedì 14 dicembre 2017, 22:42
quindi sono le curve di livello che danno l'inclinazione ? ; hai fatto dei tentativi anche sulla posizione perpendicolare alle curve di livello avvicinandole o allontanadole fra di loro ? io ho iniziato un secondo violino identico al primo ma con le effe quasi al limite dei piedini per capire all'estremo la differenza di resa, poi se non funziona cambio la tavola; successivamente mi interessa anche provare le stesse effe con la superficie dei fori maggiore e minore, riferendomi alla risonanza di Helmholtz, mi intriga molto , credo che sia alla base della resa sonora se si intendono le alette delle effe alla pari di un ancia.
Hai centrato il punto, se vuoi capirci qualcosa il sistema migliore è sperimentare e fare delle prove applicando le tue idee per vedere se funzionano.
Non esiste la regola assoluta valida per tutti, ma tante regole valide per il gusto personale del suono che cerchi, che è molto soggettivo.
Non serve chiedere ad altri, potresti ricevere risposte che ti portano in direzioni che tu potresti considerare sbagliate.
Quindi ti esorto a percorrere la tua strada e a fare le tue scoperte, il tuo concittadino Fabio Chiari è sicuramente un maestro in questo. :D
E' un po' lunga, ma non dovendo vivere di liuteria il tempo non ti manca.

edopraga
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 123
Iscritto il: mercoledì 6 dicembre 2017, 15:42

Re: Posizionamento effe

Messaggio da edopraga » venerdì 15 dicembre 2017, 10:23

davidesora ha scritto:
venerdì 15 dicembre 2017, 1:33
edopraga ha scritto:
giovedì 14 dicembre 2017, 22:42
quindi sono le curve di livello che danno l'inclinazione ? ; hai fatto dei tentativi anche sulla posizione perpendicolare alle curve di livello avvicinandole o allontanadole fra di loro ? io ho iniziato un secondo violino identico al primo ma con le effe quasi al limite dei piedini per capire all'estremo la differenza di resa, poi se non funziona cambio la tavola; successivamente mi interessa anche provare le stesse effe con la superficie dei fori maggiore e minore, riferendomi alla risonanza di Helmholtz, mi intriga molto , credo che sia alla base della resa sonora se si intendono le alette delle effe alla pari di un ancia.
Hai centrato il punto, se vuoi capirci qualcosa il sistema migliore è sperimentare e fare delle prove applicando le tue idee per vedere se funzionano.
Non esiste la regola assoluta valida per tutti, ma tante regole valide per il gusto personale del suono che cerchi, che è molto soggettivo.
Non serve chiedere ad altri, potresti ricevere risposte che ti portano in direzioni che tu potresti considerare sbagliate.
Quindi ti esorto a percorrere la tua strada e a fare le tue scoperte, il tuo concittadino Fabio Chiari è sicuramente un maestro in questo. :D
E' un po' lunga, ma non dovendo vivere di liuteria il tempo non ti manca.
Sig. Davide, grazie per la risposta, lei e' il mio idolo, mentore e maestro, se non avessi trovato tutti i suoi video su you tube il percorso sarebbe stato arduo; mi piacerebbe un giorno conoscerla di persona, purtroppo vivo a Praga e non vengo spesso in Italia; fra l'altro qui in Rep. Ceca, anche se c'e' una vecchia tradizione liutaia, hanno poca e di scarsa qualita' attrezzatura e questo per me e' un dramma, tutte le volte che mi serve qualcosa devo ordinarlo Italia. Ovviamente non mi arrendo, proprio seguendo le idee di Fabio Chiari, ho deciso che mi costruiro' da solo anche le tastiere e le cordiere in legni duri nostrali senza usare l'ebano; si consumeranno prima ma non e' un grosso problema sostituire una tastiera :) Di nuovo grazie e buona giornata
...ma il calabrone non lo sa, e continua a volare !!!

edopraga
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 123
Iscritto il: mercoledì 6 dicembre 2017, 15:42

Re: Posizionamento effe

Messaggio da edopraga » venerdì 15 dicembre 2017, 10:32

Arca ha scritto:
giovedì 14 dicembre 2017, 22:57
Ascolta, hai fatto un violino brutto come il peccato, esteticamente inguardabile ma che suona meglio di uno stradivari, le effe sono bruttissime esteticamente, a giudicare dalle foto piazzate almeno un centimetro e mezzo più alte del dovuto, chiedi consigli ma non li vuoi a meno che non ti liscino il pelo.. boh, io non ti capisco mica sai
io ho fatto una domanda inerente al posizionamento....e tu stai parlando di estetica; e' il primo che costruisco e anche se non e' una giustificazione a me non interessava farlo bello alla prima prova, mi interessava solo sentire come suonava. Dalle foto non si vede bene ma e' anche verniciato malissimo, proprio perche' non mi interessava l'estetica... le effe non sono piu alte per il semplice morivo che le tacche interne sono esattamente a 195 mm dal bordo della tavola, quindi prima di commentare chiedi.....i consigli li accetto se sono inerenti alla domanda, e; inutile che se chiedo sulle effe qualcuno mi risponde dicendomi perche' non chiedo della sguscia, dei materiali ecc. ecc.
Quando il dito indica la luna......lo stolto guarda il dito
...ma il calabrone non lo sa, e continua a volare !!!

edopraga
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 123
Iscritto il: mercoledì 6 dicembre 2017, 15:42

Re: Posizionamento effe

Messaggio da edopraga » venerdì 15 dicembre 2017, 10:33

lorenzo fossati ha scritto:
giovedì 14 dicembre 2017, 23:02
Bè io comunque parlo per me, questa cosa di mantenere le effe parallele alle fasce mi piace esteticamente e ne parla anche il Sacconi, dunque ho optato per il si! Io ci ho studiato parecchio, ti ripeto a prescindere da Helmholtz che secondo me non viene influenzato dalla posizione delle effe (o almeno non in modo significativo come il dimensionamento di queste) per ricavare una bombatura "panciuta", e creai un mio modello bruttino con le linee abbastanza inclinate per assecondare le curve di livello che volevo belle larghe dunque funzionale alla bombatura che con effe dal gambo dritto avrebbe comportato in mancato parallelismo con le fasce. Questo comunque lo facevo con un mio modello personale, ora sono sullo studio dei "bolognesi" dunque dovendomi attenere ad un modello già esistente e non volendo rinunciare a questo parallelismo, mi sono inventato questo metodo per andare un po' più sul sicuro, ed evitare bombature a schiena d'asino, che non piacciono. le bombature che ottengo sono comunque importanti, anche se si allargano meno sui polmoni e crescono più ripide tra le cc.
se fai esperimenti sull'influenza della dimensione degli occhi (a parità di area però mi verrebbe da aggiungere, togli da una parte ed aggiungi all'altra) sicuro mi interessano i risultati!
ti tengo informato ;)
...ma il calabrone non lo sa, e continua a volare !!!

edopraga
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 123
Iscritto il: mercoledì 6 dicembre 2017, 15:42

Re: Posizionamento effe

Messaggio da edopraga » venerdì 15 dicembre 2017, 10:42

Arca ha scritto:
giovedì 14 dicembre 2017, 22:57
Ascolta, hai fatto un violino brutto come il peccato, esteticamente inguardabile ma che suona meglio di uno stradivari, le effe sono bruttissime esteticamente, a giudicare dalle foto piazzate almeno un centimetro e mezzo più alte del dovuto, chiedi consigli ma non li vuoi a meno che non ti liscino il pelo.. boh, io non ti capisco mica sai
mi pare che il pelo ve lo lisciate fra di voi... se qualcuno non fa le cose come il branco che segue la norma lo tacciate per superbo....per questo non mi capisci....apri la mente . Il fatto che ho iniziato da due mesi non significa che non mi sia informato e non usi il mio cervello, se una cosa non mi torna la faccio a modo mio, forse poi sbaglio ma almeno non ho paura di sbagliare e riprovo. Per fare esperienza su come si costruiscono le fasce le prime le ho fatte con il compensato da un millimetro da modellismo, poi le ho rifatte di acero e le ho rotte estraendole dalla forma, ho fatto almeno quattro forme prima di averne una decente ecc. ecc. ma non ho chieso sul forum come si sega una tavola di compensato :D leggo certe domande che mi fanno sbellicare dalle risate, chiedono anche come piantare un chiodo e tutti voi a rispondere come si pianta una bulletta :D Ma fammi il piacere!! buona giornata
...ma il calabrone non lo sa, e continua a volare !!!

edopraga
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 123
Iscritto il: mercoledì 6 dicembre 2017, 15:42

Re: Posizionamento effe

Messaggio da edopraga » venerdì 15 dicembre 2017, 19:12

detto fatto ...tastiera e cordiera di noce
Allegati
Tastiera noce.jpg
Tastiera noce.jpg (51.77 KiB) Visto 383 volte
...ma il calabrone non lo sa, e continua a volare !!!

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10949
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Posizionamento effe

Messaggio da claudio » venerdì 15 dicembre 2017, 22:11

Il noce non si usa per le tastiere e le montature in generale, non è un legno adatto.
andante con fuoco

edopraga
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 123
Iscritto il: mercoledì 6 dicembre 2017, 15:42

Re: Posizionamento effe

Messaggio da edopraga » venerdì 15 dicembre 2017, 22:54

claudio ha scritto:
venerdì 15 dicembre 2017, 22:11
Il noce non si usa per le tastiere e le montature in generale, non è un legno adatto.
perche"
...ma il calabrone non lo sa, e continua a volare !!!

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1969
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Posizionamento effe

Messaggio da davidesora » venerdì 15 dicembre 2017, 23:58

Compattezza e pori piccoli sono requisiti essenziali per una tastiera, il noce di solito è un po' troppo poroso e con i pori troppo grandi.
Vai di acero, lo usavano anche gli Amati prima dell'avvento dell'ebano e nella bottega di un liutaio non manca di certo.
Il noce tienilo per fare le forme che vengono bellissime, quelle di Stradivari sono quasi tutte in noce nostrano, se te ne avanza lo accetto in regalo.... :D

Rispondi