Posizione dell'anima.

Suonare e costruire i violini
Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3400
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Posizione dell'anima.

Messaggio da violino7 » lunedì 18 dicembre 2017, 0:18

Sempre da "the Strad" di questo mese vi segnalo un video in cui il liutaio cremonese Edgar Russ ci spiega l'esatta posizione in cui collocare l'anima in qualsiasi strumento del quartetto classico:

https://www.thestrad.com/lutherie/edgar ... 19.article

Mi chiedo se siete tutti d'accordo, è una regola universale, non ci sono eccezioni da dover considerare? :roll:
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1968
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Posizione dell'anima.

Messaggio da davidesora » martedì 19 dicembre 2017, 16:24

L'austriaco Edgar Russ sembra che parli a una platea di bambini, speriamo che i musicisti non si offendano, ma almeno dice cose corrette.
Come precisa verso la fine del video la regola della distanza uguale allo spessore della tavola e della stessa posizione della catena è un "good starting point" dove posizionare l'anima e da cui partire per fare gli aggiustamenti.
Dice anche che è la posizione ideale e questo non ha alcuna attendibilità specifica, ma più o meno va lì......

Nico09
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 60
Iscritto il: venerdì 5 agosto 2016, 0:00
Località: Bologna

Re: Posizione dell'anima. Distanza dalla mezzeria

Messaggio da Nico09 » martedì 19 dicembre 2017, 22:29

I margini esterni di catena e anima è buona norma che siano quindi equidistanti dalla mezzeria? Che risultato sonoro può dare un margine esterno più o meno distante (sempre che sia un parametro di cui tener conto)?

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1968
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Posizione dell'anima. Distanza dalla mezzeria

Messaggio da davidesora » martedì 19 dicembre 2017, 23:08

Nico09 ha scritto:
martedì 19 dicembre 2017, 22:29
I margini esterni di catena e anima è buona norma che siano quindi equidistanti dalla mezzeria? Che risultato sonoro può dare un margine esterno più o meno distante (sempre che sia un parametro di cui tener conto)?
e' sicuramente un parametro di cui tenere conto, ma la risposta non può essere che "dipende dallo strumento e dalla condizione di suono precedente allo spostamento". Va poi sempre tenuto conto se si considera la posizione dell'anima tagliata in lunghezza per stare in quel punto oppure se si sposta un'anima che stava più interna e la si tira più esterna : in questo caso l'effetto predominante più che la posizione sta nell'aumento di tensione dovuto allo spazio tra le tavole che diminuisce.
E' praticamente impossibile generalizzare sull'anima....

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3400
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Re: Posizione dell'anima. Distanza dalla mezzeria

Messaggio da violino7 » mercoledì 20 dicembre 2017, 8:15

davidesora ha scritto:
martedì 19 dicembre 2017, 23:08
...........
E' praticamente impossibile generalizzare sull'anima....
Sono assolutamente d'accordo, è questo il dubbio che avevo ed il motivo della mia domanda!
Io ho imparato, sempre per quel poco della mia esperienza, che l'aggiustamento di messa a punto sonoro dell'anima va fatto a gradi successivi con molta cautela e con aggiustamenti progressivi, cosa che sinceramente prescinde da misure di riferimento "scientifiche". Ma forse Russ lo ha specificato, solo che per chi non conosce bene l''inglese dal video si percepisce il concetto generale così come è esposto visivamente! Ma questa è unicamente una mia lacuna! :roll:
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

edopraga
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 123
Iscritto il: mercoledì 6 dicembre 2017, 15:42

Re: Posizione dell'anima.

Messaggio da edopraga » mercoledì 28 febbraio 2018, 10:58

L'anima ha un'unica posizione se costruisci bene la tavola e il fondo e la giusta altezza delle fascie.....io marco sul fondo la posizione dell'anima prima di chiudere la cassa, e non ho mai nessun problema. Ovviamente non costruisco come i liutai "moderni" ... dopo il primo violino, fatto diligentemente iai dettami della attuale scuola di pensiero; esterno tavola, bombatura, intarzio, e poi scavo del fondo con spessori digradanti ecc ecc, e ovviamente avendo immediatamente il problema spostamento anima, ho pensato (non e' uno scandalo pensare) che ci doveva essere un altro modo di costruzione, l'ho provato costruendo altri due violini e una viola ottenendo ottimi risultati e senza dovermi preoccupare della posizione dell'anima.....tutte le corde equilibrate, suono di voce umana e sufficientemente potente per essere sentito in una sala di medie dimensioni. (I violini li ha provati in teatro uno dei migliori violinisti della Rep. Ceca, dove attualmente vivo, Jaroslav Sveceni) :) in particolare mi ha fatto i complimenti proprio per il canto delle prime due corde quando suonava alla fine della tastiera ;)
...ma il calabrone non lo sa, e continua a volare !!!

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11129
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Posizione dell'anima.

Messaggio da claudio » mercoledì 28 febbraio 2018, 11:26

Edopraga, mi sembra che non ci ho capito nulla di quello che hai scritto e del tuo modo di costruire i violini, però se hai raggiunto il tuo scopo con gli strumenti, che ci sei venuto a fare da queste parti, se poi non ti confronti? Auguri.
andante con fuoco

edopraga
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 123
Iscritto il: mercoledì 6 dicembre 2017, 15:42

Re: Posizione dell'anima.

Messaggio da edopraga » mercoledì 28 febbraio 2018, 12:02

Claudio, sono venuto qui, avendo cominciato a settembre a costruire violini, per capire e apprendere e confrontarmi. Ho fatto domande che forse esulavano dalla vostra norma e credenza e sono stato subito criticato e anche direi deriso; ovviamente non mi fa ne caldo ne freddo. Poi ho messo in dubbio i dettami sulla costruzione attuale (visto che agli antichi liutai costruivano meglio), e visto che tutti si riempiono la bocca di Stradivari, Amati, Guarneri ma solo dal punto di vista "esterno" , mi sono reso conto che per gli attuali liutai quello che conta e' solo l'estetica, poi viene il suono, che ovviamente con il sistema attuale da sempre problemi, come li ho avuti io con il primo violino; allora ho studiato, acustica, riflessione del suono, fisica delle onde sonore, e sono giunto alla progettazione della cassa ma all'interno, che e' il luogo dove si crea il suono, non dall'esterno che e' solo estetica.
Ora, se in risposta al mio post, invece di dirmi auguri, mi avessi chiesto come ho fatto, forse avremmo potuto confrontarci. :D quindi chi e' che non vuole il confronto? Auguri anche a te, capisco che e' difficile dover pensare che quello che si sa non e' tutto, si perdono le certezze.
...ma il calabrone non lo sa, e continua a volare !!!

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11129
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Posizione dell'anima.

Messaggio da claudio » mercoledì 28 febbraio 2018, 12:20

Non ti preoccupare, non ho ancora perso il sonno dopo avere letto i tuoi messaggi. Io mi sono limitato a dirti che non ci ho capito nulla, perché davvero non riesci a spiegarti, o forse vuoi rimanere nel vago per attirare un po' di attenzione. Cmq sia almeno cerca di scrivere in modo comprensibile e se vuoi raccontaci pure di questa tua avventura liutaria.
andante con fuoco

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1968
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Posizione dell'anima.

Messaggio da davidesora » mercoledì 28 febbraio 2018, 17:12

edopraga ha scritto:
mercoledì 28 febbraio 2018, 12:02
.... mi sono reso conto che per gli attuali liutai quello che conta e' solo l'estetica, poi viene il suono....
..... sono giunto alla progettazione della cassa ma all'interno, che e' il luogo dove si crea il suono....
Generalizzare troppo fa sembrare che tu ti ritenga l'unico liutaio che si preoccupa per il suono, ma ti assicuro che non è così :D
Anche se fosse vero quello che dici, ossia che i violini si fanno partendo dall'interno, non sei comunque nè l'unico nè il primo a farlo, io ne conosco diversi.
Riguardo alla seconda affermazione direi che è quantomento discutibile, visto che la fonte primaria del suono sono le corde che stanno decisamente all'esterno della cassa :roll:

edopraga
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 123
Iscritto il: mercoledì 6 dicembre 2017, 15:42

Re: Posizione dell'anima.

Messaggio da edopraga » martedì 6 marzo 2018, 16:34

E' vero, ma la amplificazione e' il risultato della vibrazione delle corde e avviene all'interno producendo il suono. Per spiegarmi: La corda vibra e trasmette al ponticello, che trasmette alla tavola, che trasmette al fondo sia tramite l'anima che tramite l'aria messa in moimento; quando tutto questo e' avvenuto, il fondo ritrasmette tutto alla tavola e se le due tavole, internamente, hanno le giuste curvature, inizia la risonanza, che prosegue e si dilunga SOLO se le curvature interne sono adeguatamente calcolate; quindi e' Lapalissiano che tutto questo si puo' predisporre solamente calcolando e lavorando l'interno, e successivamente portando l'esterno a misura di spessore cadente. Se finisci l'esterno dandogli una curvatura copiata da altri violini o esteticamente piacevole o calcolata in modo empirico per poi successivamente adeguare lo scavo interno a spessore, non sara' mai possibile nemmeno immaginare come sara' il suono dello strumento e addirittura. se fosse necessario un aggiutamento dello spessore, dovrai aprirlo e non mi sembra tanto una cosa furba, si tratterebbe comunque di tentativi empirici. Il fatto poi che una volta finito, devi passare ore a trovare la giusta posizione dell'anima e' la dimostrazione che attualmente, anche qui in Rep. Ceca, nessuno ha idea di come si possa ottenere un ottima resa a priori anche a riguardo della qualita' della voce. Ho costruito il primo violino seguendo passo passo le indicazioni dei video su you tube, e il risultato non e' stato soddisfacente, i successivi tre violini e una viola li ho costruiti con lil mio criterio ottenendo per tutti gli stessi risultati, suono aperto, voce calda e armonica sulle quattro corde, discreta potenza; il tutto determinato a priori. Non lo dico io, ma violinisti professionisti che li hanno provati in teatro.
...ma il calabrone non lo sa, e continua a volare !!!

edopraga
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 123
Iscritto il: mercoledì 6 dicembre 2017, 15:42

Re: Posizione dell'anima.

Messaggio da edopraga » martedì 6 marzo 2018, 16:44

davidesora ha scritto:
mercoledì 28 febbraio 2018, 17:12
edopraga ha scritto:
mercoledì 28 febbraio 2018, 12:02
.... mi sono reso conto che per gli attuali liutai quello che conta e' solo l'estetica, poi viene il suono....
..... sono giunto alla progettazione della cassa ma all'interno, che e' il luogo dove si crea il suono....
Generalizzare troppo fa sembrare che tu ti ritenga l'unico liutaio che si preoccupa per il suono, ma ti assicuro che non è così :D
Anche se fosse vero quello che dici, ossia che i violini si fanno partendo dall'interno, non sei comunque nè l'unico nè il primo a farlo, io ne conosco diversi.
Riguardo alla seconda affermazione direi che è quantomento discutibile, visto che la fonte primaria del suono sono le corde che stanno decisamente all'esterno della cassa :roll:
Riguardo al tuo commento alla mia seconda affermazione, spero che sia solo una battuta, altrimenti dovrei pensare che per quanto riguarda la lavorazione del legno tu sia un vero maestro, ma per quanto riguarda l'acustica e l'emissione del suono di uno strumento ......no comment, non vorrei essere volgare :D
...ma il calabrone non lo sa, e continua a volare !!!

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11129
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Posizione dell'anima.

Messaggio da claudio » martedì 6 marzo 2018, 17:30

Mi permetto di parlare a nome di Davide: confermo, è un vero maestro, al tuo contrario, che invece dimostri avere tutte le caratteristiche di un troll. Per quanto riguarda la volgarità ci devi solo provare.
andante con fuoco

edopraga
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 123
Iscritto il: mercoledì 6 dicembre 2017, 15:42

Re: Posizione dell'anima.

Messaggio da edopraga » martedì 6 marzo 2018, 17:47

claudio ha scritto:
martedì 6 marzo 2018, 17:30
Mi permetto di parlare a nome di Davide: confermo, è un vero maestro, al tuo contrario, che invece dimostri avere tutte le caratteristiche di un troll. Per quanto riguarda la volgarità ci devi solo provare.
A parte che non sono un troll, e mi presento: mi chiamo Edoardo Livolsi, sono fiorentino, vivo a Praga da 14 anni circa, ho un caseifico e un ristorante e mi sono avvicinato all'arte liutaia dopo aver visto i video di Davide Sora; sono stati la molla che mi ha incuriosito. rispetto l'esperienza e la capacita' di chiunque in primis di Davide, sul quale mi sono espresso in un altro post che puoi rileggere; quello che mi stupisce, ma forse non piu' di tanto, e' che nessuno ancora, di fronte alle mie affermazioni, mi abbia chiesto lumi, informazioni, di cosa parlo!!! ( in questo forum fanno domande su come piantare un chiodo) come se qualcuno che pone un nuovo o forse solo diverso punto di vista, sia solo un troll o un provocatore. E' anche vero che Galileo Galilei fu scomunicato; ad ogni modo voglio tirare un sasso nello stagno: dal momento che, dopo Stradivari, quasi tutti sono d'accordo che dopo di lui non sono stati costruiti strumenti con le stesse eccezionali caratteristiche, siete sicuri che li costruisse nello stesso vostro modo? Attendo risposte, buona serata...
P.s. avete idea a cosa serva la tacca esterna della EFFE?
...ma il calabrone non lo sa, e continua a volare !!!

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11129
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Posizione dell'anima.

Messaggio da claudio » martedì 6 marzo 2018, 18:06

Le tue affermazioni al momento non sono tali, in quanto consistenti in vaghe domande e tesi sostenute in modo altrettanto vago. Non c'è una sola pagina in cui nei tuoi messaggi comunichi qualcosa di concreto su cui dibattere e confrontarsi. In poche parole ci stai solo facendo perdere tempo, per cui se non ti decidi a porti in modo più serio e costruttivo e perdurando questo tuo comportamento, sarò costretto ad escluderti dal forum.

PS
ho idea di cosa possa servire la tacca destra della effe, e pure della sinistra.

PS2
Quando ci si riferisce all'arte di costruire strumenti ad arco e a pizzico si dice "arte liutaria".
andante con fuoco

Rispondi