Sgorbie Pfeil non facilmente reperibili

Suonare e costruire i violini
lorenzo fossati
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 287
Iscritto il: lunedì 15 maggio 2017, 20:49

Re: Sgorbie Pfeil non facilmente reperibili

Messaggio da lorenzo fossati » martedì 13 febbraio 2018, 0:47

Si quando le ho avute le ho trattate con acido ossalico perchè erano tremendamente rugginose, e le ho riaffilate senza perderci troppo tempo, il problema è che il retro concavo non è liscio e mi lascia dei denti o meglio sdentature sul filo, comunque riproverò ad affilarle a dovere, sono anche le uniche due sgorbie che posseggo ad avere un raggio di curvatura così grande (saranno equiparabili ad uno sweep 3 credo, forse inferiore)
ps sono si corte ma più lunghe di quel che appaiono in foto, non so perchè il software diabolico del telefono mi distorge le foto!

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11041
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Sgorbie Pfeil non facilmente reperibili

Messaggio da claudio » martedì 13 febbraio 2018, 1:29

La parte concava superiore, quella che normalmente dovrebbe essere lucidata a specchio, la puoi rilucidare usando tele abrasive di grana grossa alla più fine, fino ad arrivare alla 1000 o alla 1200. Potresti anche usare in questo caso, una volta ultimato il lavoro di levigature, una mola di feltro e pasta abrasiva, stando attendo a non scaldare il metallo. Se però fossero presenti punti di ossido molto profondi, il restauro potrà solo parzialmente essere considerato riuscito, insomma c'è da lavorare parecchio.
andante con fuoco

Mauro Buffolo
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 72
Iscritto il: giovedì 20 aprile 2017, 15:33

Re: Sgorbie Pfeil non facilmente reperibili

Messaggio da Mauro Buffolo » martedì 13 febbraio 2018, 15:33

salve, recentemente ho comprato le Stubai presso la
http://www.utensilimanzanese.it/

di udine. Non credo abbiano problemi di stock. Piuttosto, sono incapace di utilizzare le pfeil GL1 - 2 -3. Le ho comprate anni fa da Dictum ma non erano "raisor sharp". Non sono ruscito ad affilarle.

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11041
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Sgorbie Pfeil non facilmente reperibili

Messaggio da claudio » martedì 13 febbraio 2018, 15:46

Le sgorbie, di qualunque forma si tratti, bisogna comunque saperle affilare, probabilmente le Pfeil GL non sono tra le più facili in questo senso per la loro forma particolare, tanto più che le sgorbie Pfeil sono note per la durezza del loro acciaio. Invece con le Stubai come va, riesci ad affilarle? vorrei sapere anche come ti trovi, tanto per avere un'idea della produzione attuale Stubai.
andante con fuoco

Mauro Buffolo
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 72
Iscritto il: giovedì 20 aprile 2017, 15:33

Re: Sgorbie Pfeil non facilmente reperibili

Messaggio da Mauro Buffolo » martedì 13 febbraio 2018, 17:56

Claudio, come tu dici, l'affilatura è a un'arte nient'affatto banale. Ne sono convinto. Ed io non posso dire di dominarla, tutt'altro. Tuttavia, posso dirti che con le stubai riesco abbastanza facilemnte ad ottenere dei risultati soddisfacenti. Non so, credo che, a occhio, l'acciaio delle stubai sia più vicino al classico FerroCarbonio. Quindi si affila più velocemente ma tiene forse un po' meno il filo, ma può essere la mia impressione. Onestamente però, ho trovato molto belle da affilare e da lavorarci le Two Cherries che, forse, possono avere anche una percentuale di carbonio più alta delle stubai e certamente delle Pfeil, che si avvicinano all'acciaio al cromo (ho studiato aeronautica da giovane). Credo si possa vedere anche dal colore, che in parte dipende dalla lavorazione: le Pfeil sono più lucide e chiare mentre le Two Cherries sono grige e più opache. Detto questo, le Pfeils )a parte quelle due maledette GL) lavorano benissimo. Non so se ti può aiutare.

Mauro Buffolo
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 72
Iscritto il: giovedì 20 aprile 2017, 15:33

Re: Sgorbie Pfeil non facilmente reperibili

Messaggio da Mauro Buffolo » martedì 13 febbraio 2018, 18:00

Magari faccio mente locale e farò più attenzione nei prossimi giorni e poi vi racconto le mie impressioni di umile garzone di bottega

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11041
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Sgorbie Pfeil non facilmente reperibili

Messaggio da claudio » martedì 13 febbraio 2018, 20:22

Nota per gli utenti che non conoscono le regole dei forum online: la dicitura "garzone di bottega" è al solo scopo di specificare il grado di anzianità in base al numero dei messaggi postati nel forum, non intende in alcun modo definire esperienze o attitudini reali degli utenti.
andante con fuoco

lorenzo fossati
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 287
Iscritto il: lunedì 15 maggio 2017, 20:49

Re: Sgorbie Pfeil non facilmente reperibili

Messaggio da lorenzo fossati » martedì 13 febbraio 2018, 21:14

claudio ha scritto:
martedì 13 febbraio 2018, 1:29
La parte concava superiore, quella che normalmente dovrebbe essere lucidata a specchio, la puoi rilucidare usando tele abrasive di grana grossa alla più fine, fino ad arrivare alla 1000 o alla 1200. Potresti anche usare in questo caso, una volta ultimato il lavoro di levigature, una mola di feltro e pasta abrasiva, stando attendo a non scaldare il metallo. Se però fossero presenti punti di ossido molto profondi, il restauro potrà solo parzialmente essere considerato riuscito, insomma c'è da lavorare parecchio.
uno di questi giorni ci provo, magari mi invento un metodo non ortodosso per accorciare un po' i tempi. Punti di ossido non ce ne sono, per questo l'acido ossalico è fenomenale, dissolve la ruggine e conferisce una sorta di brunitura al metallo. non vorrei che fosse proprio questo che però abbia causato le indentature

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11041
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Sgorbie Pfeil non facilmente reperibili

Messaggio da claudio » mercoledì 14 febbraio 2018, 0:45

Per "punti di ossido" intendo quelle vere e proprie voragini che la ruggine ha scavato sulle superfici, inoltre si intravedo numerose ammaccature che rendono la levigatura ulteriormente difficoltosa. Io darei una sommaria levigata e poi luciderei solo la parte in prossimità del filo, sempre che la superficie sia sufficientemente integra.
andante con fuoco

Avatar utente
piase
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 502
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2005, 0:00
Contatta:

Re: Sgorbie Pfeil non facilmente reperibili

Messaggio da piase » giovedì 15 febbraio 2018, 9:18

L'acido ossalico viene usato per corrodere la superficie degli acciai inox e vedere la microstruttura al microscopio ottico. Andrei di pulizia meccanica!

Nelle sgorbie si può usare un "microbevel" interno, può sembrare un controsenso ma consente di usare un angolo più acuto nella parte convessa (l'unghia) ed aiuta il controllo della sgorbia quando la si usa per scavare.
Quindi potresti levigare e lucidare a specchio la parte concava con un micro-bevel (come nelle pialle che lavorano con l'unghia sopra: bevel-up). Per il riccio è un'altra storia.

lorenzo fossati
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 287
Iscritto il: lunedì 15 maggio 2017, 20:49

Re: Sgorbie Pfeil non facilmente reperibili

Messaggio da lorenzo fossati » giovedì 15 febbraio 2018, 10:19

piase ha scritto:
giovedì 15 febbraio 2018, 9:18
L'acido ossalico viene usato per corrodere la superficie degli acciai inox e vedere la microstruttura al microscopio ottico. Andrei di pulizia meccanica!

Nelle sgorbie si può usare un "microbevel" interno, può sembrare un controsenso ma consente di usare un angolo più acuto nella parte convessa (l'unghia) ed aiuta il controllo della sgorbia quando la si usa per scavare.
Quindi potresti levigare e lucidare a specchio la parte concava con un micro-bevel (come nelle pialle che lavorano con l'unghia sopra: bevel-up). Per il riccio è un'altra storia.
Sono anni che uso l'acido ossalico con risultati estremamente soddisfacenti :) Dissolve la ruggine e crea un leggero velo (verdastro) sul metallo. Un altro ambito in cui viene usato è quello dell'apicoltura, non so a cosa serva alle api. In natura si trova nelle foglie di rabarbaro, che difatti non sono commestibili (si mangiano le coste come per i sedani) ma credo almeno in passato venissero usate proprio per estrarci l'acido

lorenzo fossati
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 287
Iscritto il: lunedì 15 maggio 2017, 20:49

Re: Sgorbie Pfeil non facilmente reperibili

Messaggio da lorenzo fossati » giovedì 15 febbraio 2018, 10:23

piase ha scritto:
giovedì 15 febbraio 2018, 9:18
L'acido ossalico viene usato per corrodere la superficie degli acciai inox e vedere la microstruttura al microscopio ottico. Andrei di pulizia meccanica!

Nelle sgorbie si può usare un "microbevel" interno, può sembrare un controsenso ma consente di usare un angolo più acuto nella parte convessa (l'unghia) ed aiuta il controllo della sgorbia quando la si usa per scavare.
Quindi potresti levigare e lucidare a specchio la parte concava con un micro-bevel (come nelle pialle che lavorano con l'unghia sopra: bevel-up). Per il riccio è un'altra storia.
é un trucchetto che aumenta anche la durata del filo, forse facendolo davvero microscopico potrebbe andare anche per il riccio anzi per rendere quell'effetto di "rientro", la leggera conicità presente in alcuni ricci (vista frontale) potrebbe essere perfino desiderabile :D

Rispondi