Umidità corretta per il violino

Suonare e costruire i violini
Rispondi
stephanie
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 23
Iscritto il: mercoledì 7 marzo 2018, 12:07

Umidità corretta per il violino

Messaggio da stephanie »

Un saluto a tutto il forum,

volevo chiedere se mi potete dare qualche consiglio per la gestione ottimale dell'umidità della stanza in cui si trova il violino. Avendo da poco acquistato un violino antico, che quindi è più sensibile al clima secco, vorrei che ci potessero essere le condizioni corrette per evitare il formarsi di crepe.

Leggendo nel forum, ho letto un post in cui veniva spiegato che a grandi linee dove stiamo bene noi, sta bene anche lo strumento e fin qui ci siamo, nel senso che in estate la climitazzazione ed in inverno il riscaldamento rendono le temperature sempre in un range corretto.

Per l'umidità però non so, se ho ben capito il range ideale dovrebbe essere dal 40 al 60%, da me (abito a Trento) in inverno quando si inizia a riscaldare, nonostante gli umidificatori dei termosifoni, i due igrometri digitali (uno Stretto Str 1060 ed un TFA Electronic Thermo-Hygrometer) mi indicano un tasso di umidità sostanzialmente identico tra i due strumenti, che va normalmente dal 36 al 44% a seconda delle giornate, mentre l'igrometro analogico (un TFA Thermo-Hygrometer) si pone sempre su valori più alti dell'ordine del 50%.

A fine estate ed inizio autunno, dove l'umidità è maggiore, invece i due igrometri digitali, sempre allineati tra loro, non superano mai il 60%, mentre l'analogico arriva talvolta al 70%-75%, che mi sembra eccessivo in quanto non percepisco su di me questa umidità.

Presumo quindi che i due digitali siano i più affidabili.

Tutti gli igrometri non mi sembra abbiano possibilità di calibrazione e sono sostanzialmente nuovi, acquistati quest'anno.

Le giornate con un umidità inferiore (anche se di poco) al 40% potrebbero arrecare alla lunga problemi al violino?

Eventualmente cosa potrei fare, dovrei acquistare un umidificatore apposito?

In casa il clima è buono, nel senso che non percepisco un clima troppo secco (lo risentirei subito alla gola).

Grazie per qualsiasi consiglio.

Buona giornata e buona musica a tutti,

Stéphanie

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11832
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Umidità corretta per il violino

Messaggio da claudio »

Io ho una stazione meteo che tra le altre cose misura anche l'umidità relativa, ha un sensore wifi che può essere piazzato a piacimento fuori o dentro casa, finora mi è sembrato abbastanza affidabile. Escluderei quelli analogici, i quali per funzionare bene devono essere fatti veramente molto bene ed in genere costano pure parecchio. Di stazioni meteo affidabili su Amazon se ne trovano parecchie, la mia è marchiata Bresser, ma ho visto che le Oregon Scientific hanno prezzi abbastanza accessibili, comq meglio documentarsi prima di ogni acquisto, anche sui feedback di coloro che hanno acquistato. In ogni caso sembra che il miglior strumento tu lo abbia già: la tua gola.

Valori di umidità da 40% al 70% non destano particolari preoccupazioni, ma questo dipende anche dal tipo di strumento che possiedi e dai restauri presenti. In genere uno strumento in buona salute possiede un'ottima resistenza alle variazioni climatiche, un violino è di per sé uno strumento molto elastico, tuttavia le riparazioni o restauri più o meno estesi riducono questa sua naturale elasticità. Alle condizioni che hai descritto eviterei l'uso di un umidificatore da introdurre all'interno della cassa armonica.
andante con fuoco

stephanie
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 23
Iscritto il: mercoledì 7 marzo 2018, 12:07

Re: Umidità corretta per il violino

Messaggio da stephanie »

Grazie mille Claudio per la velocissima risposta, mi hai tranquilizzata perché ero un po' preoccupata per quando l'umidità scendeva sotto il 40%, anche se di poco (finora non è mai scesa sotto il 35%). Cercherò allora una stazione meteo per una misurazione più precisa.

Ancora grazie e buona serata,

Stéphanie

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11832
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Umidità corretta per il violino

Messaggio da claudio »

Altra fattore da considerare non è tanto il valore assoluto dell'umidità relativa, quanto il passaggio da un valore all'altro, se ad esempio ci troviamo in una situazione di tempo piovoso (quindi umido), ed a questo ne segue una tramontana fredda e secca, ecco che nel cambiamento brusco possono prodursi problemi. Ma questa non deve generare allarmismo, basta armarsi di una buona stazione meteo e di un buon umidificatore da inserire nello strumento al momento del bisogno, da tenere di conto soprattutto da parte di coloro che posseggono strumenti antichi di valore.

In genere sono abbastanza contrario al tenere gli strumenti sempre nelle custodie, perché se da una parte la custodia stessa può servire ad isolare lo strumento da sbalzi di temperatura e umidità, è anche vero che prima o poi la custodia bisogna aprirla. Quindi ribadisco il mio consiglio di sempre, cioè a dire di lasciare lo strumento all'aria, protetto all'interno di una vetrina quando non è in uso, mai esposto alla luce diretta del sole, in specie d'estate.
andante con fuoco

stephanie
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 23
Iscritto il: mercoledì 7 marzo 2018, 12:07

Re: Umidità corretta per il violino

Messaggio da stephanie »

Grazie Claudio per la precisazione, molto utile, che mi ha ulteriormente tranquilizzata perché nel mio caso non ci sono grandi sbalzi di umidità e temperatura. Anche quando l'umidità scende un po' sotto la fatidica soglia del 40% è di pochi punti e nella stessa giornata non arriva mai a superare se non al limite di pochissimo il 40-41%, direi che non ci siano variazioni superiori al massimo al 6-7%.

Il violino, che utilizzo quotidianamente, lo tengo sempre fuori dalla custodia, utilizzando gli appositi supporti. Purtroppo non ho al momento una vetrinetta da utilizzare allo scopo, ma è sempre all'aria e non esposto alla luce diretta del sole.

Quando lo trasporto, utilizzo una custodia Gewa Air che dovrebbe proteggere abbastanza lo strumento (per quello che può fare una custodia relativamente leggera, purtroppo ho problemi di schiena a portare pesi) sia dagli urti, sia dai cambiamenti di temperatura ed umidità (almeno così dice il produttore descrivendo il guscio in thermoplast con solamente 0,025 W / mK di conducibilità termica).

Ancora grazie per i preziosi suggerimenti, mi attrezzerò allora con una stazione meteo per una misurazione più precisa.

Buona giornata e buona musica a tutti,

Stéphanie

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11832
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Umidità corretta per il violino

Messaggio da claudio »

Fammi sapere, una volta che hai acquistato la nuova stazione meteo, i valori misurati dell'umidità e le eventuali differenze che riscontrerai sugli altri dispositivi.
andante con fuoco

Rispondi