Il mio primo mandolino...

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3353
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » mercoledì 18 agosto 2010, 1:35

Pablitocat ha scritto: .......
Per quanto riguarda la forma è un esperimento: io mi ritengo una persona molto pratica e procedo imparando dagli errori e se possibile imparando dagli errori altrui in modo da nn farli pure io e procedere quindi più celermente. Procederò così: dai due semicerchi attaccati alla forma ho ricavato la mezzaluna che hai visto in modo da (dopo alcuni calcoli che ho fatto) ricavare doghe della stessa dimensione.
Attento, devi prima calcolare quante devono essere le doghe e stabilire la larghezza di ciascuna di esse sulla base della estensione che vuoi raggiungere.
Pablitocat ha scritto: Per tenerle unite in antichità solevano usare una garza che avvolgeva il guscio tradizionale pieno (dove poi andavano ad appoggiarsi le doghe nell'incollaggio. Il mio obiettivo invece è quello di far aderire le doghe appoggiandole solo nei due semicerchi della forma MA fissandole con la colla e tenendole strette fra loro con elastici e/o morsetti/mollette che mi son già procurato.
Auguri! Io la vedo difficile, ci potresti riuscire se fai passare una giornata intera tra una doga e l'altra affinchè la colla sulle precedenti abbia fatto buona presa ...e poi c'è il problema di tenerle in linea. Non la vedo molto facile!
Pablitocat ha scritto:Gli unici punti di ancoraggio saranno la zocchetta finale (dove esternamente sarà attaccata la cordiera, per intenderci) e la zocchetta sagomata del manico in mogano.
Dove sta la zocchetta sagomata del manico? Deve andare ad allargarsi a ventaglio e dovrebbe far parte integrante del blocco manico-paletta-tassello in un unico pezzo di legno, te lo avevo spiegato ieri, ti faccio vedere un esempio:

Immagine

Immagine

Dalle foto si vede anche come vanno a legare le parti iniziali delle doghe sul tassello, a formare la parte iniziale della cassa a forma di pera.
Il tassello minimo deve arrivare a 8 - 9 cm., lo ripeto e quindi deve essere più largo della larghezza della tastiera; si intuisce anche a che cosa debba servire quel foro turato che sta al centro.
Ma vedo delle ultime due foto da te postate che la tastiera lo nasconde completamente!:roll:
Pablitocat ha scritto: Non bisogna spaventarsi delle proporzioni del manico: la macchinetta fotografica ha un grandangolo fenomenale e fotografando qualcosa da vicino, per chi non lo sa, è difficile rendersi conto delle effettive proporzioni.
Ti ho appena dimostrato che non è questioni di effetto visivo, la larghezza è quella che avevo percepito....e pure per la paletta. Quella che stai facendo non assomiglia a nessuna di quelle dei tuoi bellissimi mandolini.
Le immagini parlano chiaro.
Non servono molte foto, ti consiglio di sceglierne una significativa od al massimo due, per ogni dimostrazione.
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3353
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » mercoledì 18 agosto 2010, 2:26

Pablitocat ha scritto:So che potrà sembrare strano ma a volte ho delle idee che mi frullano per la testa e finché non le porto a termine (come appaiono nella mia immaginazione) non riesco a trattenermi dall'andare avanti per la mia strada ANCHE SE spesso e volentieri FACCIO tesoro dei consigli di chi vede/segue il lavoro che sto facendo. A volte invece mi capita di avere un'idea intuitiva anche da un discorso apparentemente banale e insignificante rispetto al lavoro che sto pensando/eseguendo. Ciò non toglie che suggerimenti e dubbi possano mettere in discussione quanto di vui sopra e il tutto può magari aiutarmi a trovare nuove strategie più efficaci e modalità di lavoro più efficienti :wink:
Beh! questo ragionamento secondo me ha dei punti contrastanti: devi decidere se seguire il tuo "irrefrenabile istinto" che non è per niente da biasimare (ha a che fare con il metodo scientifico di analisi - lo stesso di Leonardo, per intenderci!) ....ma certamente arriverai al traguardo dopo innumerevoli ripensamenti ed altrettante rielaborazioni, da zero, del manufatto! Ti servono anni ed anni di sperimentazioni discrezionali ed ogni volta che le cose non vanno dovrai buttare i legni nel camino!

Poi alla fine tutta la tua sperimentazione ti sarà servita solo a capire, io credo, che la strada migliore era quella che hanno percorso tutti gli altri.....che infatti hanno impiegato secoli per raffinare il metodo!

Oppure potresti seguire direttamente questa seconda strada!

Praticamente, è probabile, con una percentuale molto alta, che tu ti debba ricredere. E poi stiamo parlando semplicemente del primo mandolino, tu non hai certamente la pretesa di proporti come liutaio innovatore. :(
Che motivo hai di sprecare tante energie a cercare strade alternative se ti trovi la pappa già bell'e fatta da secoli di esperienza fatta dagli altri a tuo beneficio?
Alcuni tuoi punti di vista penso che tu li debba rivedere, perchè qui stiamo parlando di "liuteria", che, entro determinati limiti è una scienza esatta ed al di là di essi è arte pura. Non stiamo parlando mica di "bruscolini"! Come una volta ebbe a dire un simpatico liutaio presente nel forum.
La morale a cui voglio arrivare, caro Pablico, è che, specialmente per chi è neofita, l'approccio penso debba essere più razionale, scientifico, per non andare incontro a delusioni sicure.

E poi, parliamoci chiaro! Io sono qui per aiutarti e certamente non sarebbe per me per niente gratificante vederti andare su delle strade sbagliate (almeno secondo il metodo classico) quando io sono qui ad insegnarti la retta via! Non ne convieni?

Pablitocat ha scritto:Per quanto riguarda lo scasso (senza il furto :) ) hai pienamente ragione: devo ancora farlo e sarà uno dei prossimi lavori che mi accingerò a fare.
Di quale scasso stai parlando? Ho l'impressione che io e te abbiamo una diversa idea dell'innesto da realizzare! Io mi sto riferendo a tutto quello che ho reportato sul topic del mio mandolino antico.
Tu forse stai pensando ad un innesto tipo quello che si opera sulla chitarra (metodo alla cremonese), ma credo proprio che sul mandolino non si usi, che io sappia!
Forse tu sei troppo condizionato dalla tecnica di costruzione della chitarra! Ma lì è un'altra questione.


Per la tastiera! Normalmente la si fa sempre alla fine perchè va sopra il manico e deve essere ad esso conformato. Quindi si fa prima il manico, poi tutto il resto ed alla fine si costruisce la tastiera che va raccordata con manico e cassa armonica, in specialmodo con la rosetta.
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3353
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » mercoledì 18 agosto 2010, 2:50

Pablitocat ha scritto:
...............................
Allora: spero di usare i termini giusti (terminologia giusta per la liuteria). Negli strumenti tastati è facile, rispetto agli archi per esempio, trovare l'esatta metà della corda vibrante. Se lo strumento è costruito BENE e seguendo le corrette proporzioni/dimensioni/misurazioni basta suonare la corda nel 12^ tasto (i semitoni di un'ottava sono 12 e negli strumenti tastati corrispondono ai tasti) per emettere un suono intonato all'ottava superiore della corda a vuoto. Il punto in cui va posizionato il 12^ tasto di metallo poi coincide con la metà del diapason cioè con la metà della lunghezza della corda.
Vedi ho ragione io! Credo che tu stia facendo un po' di confusione con la chitarra.
Nella chitarra è importante stabilire la posizione del 12° tasto perchè esso deve essere posizionato esattamente in corrispondenza del bordo superiore della cassa armonica, esattamente lo si trova sopra le fasce che confluiscono dentro il collo del manico.
Ma per il mandolino, il 12° tasto te lo puoi dimenticare, identificarlo non ha alcun significato perchè può cadere in qualsiasi punto tranquillamente senza vincolo.

La spiegazione che mi hai dato è riferentesi, in generale, a tutte le tastiere con tastatura metallica, valida per qualsiasi strumento.

Infatti, se controlli le tabelle delle tastiere equabili, qualsiasi lunghezza di diapason tu prenda, il dodicesimo è sempre a metà di esso.
Es.: diapason 640 per chitarra, 12° = 320........... 340 per mandolino, 12° = 170........ ecc.....

Ma enunciarlo non serve a niente se non c'è un riferimento chiaro da rispettare riguardo al 12°, come invece avviene per la chitarra! Solo per essa.


Tutto questo te lo dico per la chiarezza! La chiarezza è importante "per la precisione", perchè la precisione in liuteria è fondamentale.
Ma si si hanno le idee pasticciate in partenza, oppure si prendono delle teorie sbagliate per buone......non si va molto lontano! :(
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
Pablitocat
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 19
Iscritto il: giovedì 12 agosto 2010, 0:00
Località: Provincia di Vicenza
Contatta:

Messaggio da Pablitocat » mercoledì 18 agosto 2010, 12:01

Lino, guarda che io non ho la presunzione di insegnare nulla a nessuno! Mi sono solo messo all'"opera" per piacere personale e dopo aver fatto tesoro di immagini/esperienze/consigli di persone varie come te.
Per quanto riguarda il 12° tasto, non mi sembra di aver scritto da nessuna parte che deve essere posizionato alla fine della cassa del mandolino come nella chitarra; avevo detto che il 12° tasto è la metà del diapason.....rileggi bene e non aver fretta....
Infatti, se controlli le tabelle delle tastiere equabili, qualsiasi lunghezza di diapason tu prenda, il dodicesimo è sempre a metà di esso.
Es.: diapason 640 per chitarra, 12° = 320........... 340 per mandolino, 12° = 170........ ecc.....
Anche qui stiamo dicendo la stessa cosa......


Attento, devi prima calcolare quante devono essere le doghe e stabilire la larghezza di ciascuna di esse sulla base della estensione che vuoi raggiungere.
Già fatto, non ti preoccupare....
Auguri! Io la vedo difficile, ci potresti riuscire se fai passare una giornata intera tra una doga e l'altra affinchè la colla sulle precedenti abbia fatto buona presa ...e poi c'è il problema di tenerle in linea. Non la vedo molto facile!
Guarda un po' qui....un'immagine che ho trovato.......
Immagine
Il tassello minimo deve arrivare a 8 - 9 cm., lo ripeto e quindi deve essere più largo della larghezza della tastiera; si intuisce anche a che cosa debba servire quel foro turato che sta al centro.
Come già scritto, devo ancora finirlo: l'ho appena cominciato....
Ma vedo delle ultime due foto da te postate che la tastiera lo nasconde completamente
La tastiera non è ancora incollata!!!!!! L'ho solo appoggiata sopra per le foto!!!!!!!!!

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3353
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » giovedì 19 agosto 2010, 0:05

Pablitocat ha scritto: ......
Per quanto riguarda il 12° tasto, non mi sembra di aver scritto da nessuna parte che deve essere posizionato alla fine della cassa del mandolino come nella chitarra; avevo detto che il 12° tasto è la metà del diapason.....rileggi bene e non aver fretta....
............
Il concetto è che non ha senso alcuno ragionare sul 12° tasto per il mandolino.......a che serve?

Eri partito da qui, ti ricordi?:
Pablitocat ha scritto:Grazie Lino! A dire la verità avevo già fatto uno schema/disegno con le proporzioni, appunto tratte dalle dimensioni della corda vibrante, anche perché prendendo il centro della tastiera (che è la metà matematica della corda vibrante) si deve ottenere un'altro spazio tale e quale dal centro al ponticello....
Trovare il centro della corda vibrante non ha alcun significato, nel nostro caso! Il mia chiarimento partiva da questa base.



Pablitocat ha scritto:Guarda un po' qui....un'immagine che ho trovato.......
Immagine
Non è esattamente quello che intendevo io parlando della forma piena. Con la forma piena non ci sono problemi di preciso accostamento fra doghe contigue, qui credo ci saranno. Ma poi, quella che hai fatto tu è meno frammentata ancora!

Pablitocat ha scritto:
Il tassello minimo deve arrivare a 8 - 9 cm., lo ripeto e quindi deve essere più largo della larghezza della tastiera; si intuisce anche a che cosa debba servire quel foro turato che sta al centro.
Come già scritto, devo ancora finirlo: l'ho appena cominciato....
Ma vedo delle ultime due foto da te postate che la tastiera lo nasconde completamente
La tastiera non è ancora incollata!!!!!! L'ho solo appoggiata sopra per le foto!!!!!!!!!
Qui.....non ti capisco! Su paletta ed innesto credevo di essermi spiegato!
Che c'entra che non l'hai incollata? Io ti sto dicendo che sotto la tastiera il tassello d'innesto si deve vedere e non rimanere coperto completamente!, sempre nell'ipotesi di un unico blocco!

A meno che non ti accingi a fare un'aggiunta, ma allora era meglio farla prima sagomando poi il blocco intero, il lavoro veniva meglio.
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
Pablitocat
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 19
Iscritto il: giovedì 12 agosto 2010, 0:00
Località: Provincia di Vicenza
Contatta:

Messaggio da Pablitocat » giovedì 19 agosto 2010, 0:27

Qui.....non ti capisco! Su paletta ed innesto credevo di essermi spiegato!
Che c'entra che non l'hai incollata? Io ti sto dicendo che sotto la tastiera il tassello d'innesto si deve vedere e non rimanere coperto completamente!, sempre nell'ipotesi di un unico blocco!

A meno che non ti accingi a fare un'aggiunta, ma allora era meglio farla prima sagomando poi il blocco intero, il lavoro veniva meglio.
Devo ancora finire il manicoooooooooooooooo!!!!!!!!
Purtroppo, per le misurazioni del blocco di mogano non ho potuto allargarmi dei cm necessari (quelli che insisti tanto anche tu col tassello d'innesto) e sono costretto a fare un'aggiunta per parte. Lo so anch'io che era meglio fare un blocco unico.......

Abbi un po' di fede...... capisco la preoccupazione di vedere vanificati i tuoi consigli ma......lasciami un po' di tempo e, soprattutto, abbi un po' di fiducia....
Vedrai.....la tua pazienza con un ciucchino come me (anche se tu ora non ci scommetteresti un centesimo) sarà ripagata.... :wink:

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3353
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » giovedì 19 agosto 2010, 22:53

Pablitocat ha scritto:
Qui.....non ti capisco! Su paletta ed innesto credevo di essermi spiegato!
Che c'entra che non l'hai incollata? Io ti sto dicendo che sotto la tastiera il tassello d'innesto si deve vedere e non rimanere coperto completamente!, sempre nell'ipotesi di un unico blocco!

A meno che non ti accingi a fare un'aggiunta, ma allora era meglio farla prima sagomando poi il blocco intero, il lavoro veniva meglio.
Devo ancora finire il manicoooooooooooooooo!!!!!!!!
Purtroppo, per le misurazioni del blocco di mogano non ho potuto allargarmi dei cm necessari (quelli che insisti tanto anche tu col tassello d'innesto) e sono costretto a fare un'aggiunta per parte. Lo so anch'io che era meglio fare un blocco unico.......

Abbi un po' di fede...... capisco la preoccupazione di vedere vanificati i tuoi consigli ma......lasciami un po' di tempo e, soprattutto, abbi un po' di fiducia....
Vedrai.....la tua pazienza con un ciucchino come me (anche se tu ora non ci scommetteresti un centesimo) sarà ripagata.... :wink:

Ma allora dimmelo subito! Ti sto dicendo da un bel po' che l'innesto e la paletta sono troppo stretti, e stavo parlando di blocco unico, dimmi subito che devi fare un'aggiunta! Che poi non credo sia previsto che l'innesto sia composto a sandwich, ti avevo già detto che solo la paletta era possibile comporla come aggiunta, (alla maniera della chitarra mod. spagnolo).


A questo punto, che posti a fare le foto se non la dici tutta?
Quello che hai fatto vedere non è un manico, visto così è semplicemente un pezzo di legno, nient'altro. Se poi è elemento di un puzzle bisogna che tu esterni i tuoi pensieri!
La cosa più importante in un dialogo è che le parole di uno e quelle dell'altro siano correlate, altrimenti non è possibile capirsi, ovviamente.
Mi sembra che stia succedendo questo.

Credo che sia meglio che tu finisca tutto il mandolino, poi ragioniamo sullo strumento finito! :?
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3353
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » giovedì 19 agosto 2010, 23:07

Pablitocat ha scritto: ............................................
Abbi un po' di fede...... capisco la preoccupazione di vedere vanificati i tuoi consigli ma......lasciami un po' di tempo e, soprattutto, abbi un po' di fiducia....
Vedrai.....la tua pazienza con un ciucchino come me (anche se tu ora non ci scommetteresti un centesimo) sarà ripagata.... :wink:
Guarda che non ho la pretesa che tu segua per forza i miei consigli, il fatto è che essi sono perfettamente inutili!

Tu non hai bisogno di consigli da nessuno, hai le tue idee che certamente pensi ti porteranno lontano.
Ma almeno dimmello che il tuo progetto segreto è intoccabile! Che mi fai parlare a fare? :(
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
Pablitocat
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 19
Iscritto il: giovedì 12 agosto 2010, 0:00
Località: Provincia di Vicenza
Contatta:

Messaggio da Pablitocat » domenica 29 agosto 2010, 15:07

Ecco, ho avuto un po' più di tempo in questi giorni e sto procedendo con il lavoro.

MANICO: come diceva il buon Lino (e per necessità viste le misure del blocco in mogano) ho usato il metodo "sandwich" se si vuole usare un po' di simpatia con i nomi: ho attaccato ai lati cioè due zocchette di mogano e successivamente le ho plasmate....
Immagine
Immagine


TASTIERA: procede anche il lavoro sulla tastiera: incollati i tasti con la colla di nome Bond, Titebond 007 :D (quella marrone reversibile per intenderci) e anche la limatura dei mm in eccedenza dei tasti...
Immagine
Immagine
Immagine




PONTICELLO: finito anche il ponticello. Resta il fatto che alla fine, dopo aver ultimato il piano armonico, bisognerà limare la parte sottostante a seconda della bombatura della tavola armonica...
Immagine


Purtroppo ho scaricato le batterie della fotocamera ma sto ultimando/perfezionando il guscio: ho aggiunto all'interno qualche semicerchio in legno in modo da poter andare meglio nel momento in cui farò aderire le doghe e dovranno rimanere solidamente attaccate e appoggiate alla forma...

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3353
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » lunedì 30 agosto 2010, 0:04

Non condivido il tuo metodo di lavoro!

Prima di tutto ogni passaggio ha dei vincoli di propedeuticità, in sostanza un mandolino non può essere un puzzle.....


poi, credo sia fondamentale, ogni cosa deve avvalersi di un elemento essenziale:

la precisione, quasi maniacale, a costo di buttare tutto e ricominciare da capo................

altrimenti non credo che venga fuori un ottimo prodotto di liuteria! :( ...... ma qualcosa che non saprei come definire.


Ci vedremo, lo ripeto, alla fine del lavoro!
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
Pablitocat
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 19
Iscritto il: giovedì 12 agosto 2010, 0:00
Località: Provincia di Vicenza
Contatta:

Messaggio da Pablitocat » lunedì 30 agosto 2010, 12:54

vincoli di propedeuticità
Cosa intendi Lino con vincoli di propedeuticità? Spiegati! Forse intendi che ogni passaggio necessita di un suo ordine temporale e una sua scanzione (sempre temporale) per procedere?
Quale sarebbe l'ordine secondo questo punto di vista da parte tua? RICORDA: è il mio primo mandolino e quindi procedo per passaggi che secondo me possono essere utili all'insieme dello strumento ma NON ho idea di quali sarebbero i passaggi OBBLIGATORI intesi come sclaetta cronologica di lavoro....
.......la precisione, quasi maniacale, a costo di buttare tutto e ricominciare da capo.....
Cosa non ti ispira? La scansione cronologica? Ciò che ho fatto fino ad ora? Il fatto che non ho ancora postato le misurazioni del progetto e che tu non hai visto (misurazioni che naturalmente sto seguendo)?

Forse ti aspettavi che argomentassi con più precisione e in modo più dettagliato il lavoro che porto avanti..........

Avatar utente
Porthos
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 1601
Iscritto il: martedì 4 luglio 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da Porthos » martedì 31 agosto 2010, 12:51

Modesta osservazione: ognuno ha il diritto di costruire ciò che vuole e come vuole.

Però non mi pare che sia un progetto molto pensato, il che nella liuteria dei principianti (e forse non solo tra i principianti) è una strada che non spunta.

Prendo a prestito la regola delle P (lì la prima sta per programma). Almeno in informatica, dove è nata, la regola vanta infinite verifiche teoriche e sperimentali.

Progetto
Poco
Pensato
Provoca
Paurose
Pericolose
Put...ate (pasticci, se volete)

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3353
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » martedì 31 agosto 2010, 16:37

.......vincoli di propedeuticità...........
Esistono dei vincoli di relazione tra una passaggio e l'altro, tra le singole parti dello strumento e quelle a cui si legano.....fino a formare il tutto!
........
il ponticello, alla fine, dovrebbe essere l'ultima cosa a cui dovresti pensare.:roll:
Non che non ci puoi pensare prima, puoi fare quello che vuoi, ma questo è significativo del grado di importanza che dai alle cose.
Se devo dare una valutazione, se permetti sono qui per questo, secondo me la tua è una gradualità confusa!:(

Dunque, non mi chiedere di avallare le tue logiche! E d'altro canto non c'è neanche motivo che io ti segua nel forum, visto che la mia logica non ti interessa.

Te l'ho detto, vai avanti tranquillamente, vediamo quello che ne viene fuori.


.......la precisione, quasi maniacale, a costo di buttare tutto e ricominciare da capo.....

Mi è bastato osservare la tua pen'ultima foto postata, dove c'è una tastiera con sopra dei tasti ancora da rifinire: alcuni più lunghi della larghezza della tastiera ........ ed il primo, in bella vista, più corto, mi sembra anche di molto (roba di circa 1 mm. per parte, se non mi sbaglio)!
Questa tu la chiami precisione? . :? :roll:

Adesso, non mi dire che quella era una cosa provvisoria!
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
Pablitocat
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 19
Iscritto il: giovedì 12 agosto 2010, 0:00
Località: Provincia di Vicenza
Contatta:

Messaggio da Pablitocat » mercoledì 1 settembre 2010, 16:10

Adesso, non mi dire che quella era una cosa provvisoria!
...e chi lo sa..... :lol: :lol: :lol:

...sai com'è..... qualcuno diceva
la precisione, quasi maniacale, a costo di buttare tutto e ricominciare da capo................
e finché lo strumento non è finito.....mai dire mai.... :lol: :lol: :lol:

laolu2015
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 4
Iscritto il: lunedì 14 novembre 2011, 0:00

w

Messaggio da laolu2015 » martedì 15 novembre 2011, 4:10

Hei~~~Soldiers~~~Let's go to the War!






_______________________
Diablo 3 Items
Diablo 3 Gold
Diablo 3 Accounts

Rispondi