Un antenato del violino

Rispondi
Curioso
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 16
Iscritto il: martedì 25 settembre 2012, 0:00

Un antenato del violino

Messaggio da Curioso » giovedì 29 novembre 2012, 14:59

Ho deciso di buttarmi nella mischia e costruire il mio primo strumento. Essendo a digiuno di liuteria (quel poco che so l'ho imparato qui), ho cercato uno strumento non difficile da realizzare, ed essendo sul portale del violino, ho puntato la mia attenzione su uno degli antenati del violino o, almeno, se non proprio un ascendente diretto, appartenente alla stessa famiglia, e precisamente il rabel, strumento ad arco popolare tipico di alcune zone della Spagna (p. es. la Cantabria). Il rabel non è, proprio per il suo carattere popolare, standardizzato, ne esistono forme svariatissime, secondo le regioni, i paesi e la fantasia dell'esecutore. Di regola il manico e la cassa sono ricavati da un unico blocco e la scassa viene scavata (come in molti strumenti medievali se non erro) e la tavola armonica è fatta con lo stesso legno. Non avevo piani, mi sono basato su qualche disegno visto su internet, e sono andato in una segheria. Ho scelto un abete rosso della Val Pusteria (almeno, questo mi ha detto il venditore) per la cassa ed il manico, per la tastiera e i piroli avevo del mogano e del noce. Non ho potuto andare personalmente a ritirare il legno e quando l'amico che mi ha fatto la cortesia di andare è tornato, mi sono accorto che avevano sbagliato le misure...20 cm. in meno. A sto punto ho deciso di fare il manico a parte e incastrarlo. Dopo varie traversie, dovute in buona parte al legno non certo speciale (a parte quello che avevo già nel magazzino) sono giunto a questo:
Immagine Deve ancora essere rifinito ma sono già soddisfatto. E' un lavoro modesto ma mi è servito come preziosa esperienza.

Rispondi