ricostruzione di viola soprano 38,5

Avatar utente
belisario24
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 20
Iscritto il: sabato 1 luglio 2006, 0:00
Contatta:

ricostruzione di viola soprano 38,5

Messaggio da belisario24 » sabato 10 gennaio 2015, 17:00

salve a tutti
mi chiamo Sario diminutivo di Belisario e seguo il forum che è stupendamente costruttivo.
mi inbatto in una sfida nuova non facile ma ci provo, sto costruendo una viola da gamba soprano con diapason 38,5
non sono bravo con il compiuter e internet appena posso inserisco le foto, spero di non sbagliare ci provo da un mese a cercare di capire come si fa a colloquiare con voi... mi scuserete

mi puo aiutare qualcuno? non riesco a inserire le foto

Avatar utente
Alex78
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 33
Iscritto il: domenica 4 gennaio 2015, 0:00

Messaggio da Alex78 » sabato 10 gennaio 2015, 20:49

Congratulazioni! Per le foto io di solito uso un sito di photo sharing, si chiama tinypic, purtroppo ci sono le pubblicità ma è gratis, ti iscrivi poi puoi uploadare le tue foto con diverso foto, al termine del caricamento ti appaiono i link da copiare e incollare , questo è il sito:

http://tinypic.com/index.php

e qui sono alcune foto che ho uploadato con tale sito, le ho fatte alla mostra di strumenti antichi di Greenwich il 15 novembre scorso:

Immagine


Immagine

Immagine

Immagine

Come puoi vedere se quoti il messaggio il link è di quel sito, ad esempio http://i58.tinypic.com/5n2iys.jpg

Ci sono altri siti di photo sharing come imageshack etc...ma io conosco solo quello.

Avatar utente
belisario24
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 20
Iscritto il: sabato 1 luglio 2006, 0:00
Contatta:

Re: ricostruzione di viola soprano 38,5

Messaggio da belisario24 » domenica 11 gennaio 2015, 0:37

belisario24 ha scritto:salve a tutti
mi chiamo Sario diminutivo di Belisario e seguo il forum che è stupendamente costruttivo.
mi inbatto in una sfida nuova non facile ma ci provo, sto costruendo una viola da gamba soprano con diapason 38,5
non sono bravo con il compiuter e internet appena posso inserisco le foto, spero di non sbagliare ci provo da un mese a cercare di capire come si fa a colloquiare con voi... mi scuserete

mi puo aiutare qualcuno? non riesco a inserire le foto
grazie Alex domani ci provo spero di riuscirci
:DImmagine[/img]
Immagine
che emozione dopo anni che seguo da spettatore, ora riesco a trasmettere qualcosa di veramente unico "sogni che diventano materia"
:D urlo dentro di me...
Devo dire che non ho avuto modo di stare da un liutaio ho solo la fortuna di essere un falegname che ama il legno, quindi la manualità non manca
conosco molto bene il legno e internet mi ha dato la possibilità di accedere
al forum (il portale del violino).
Sfortuna vuole che le foto prima di incollare non ci sono ma cercherò in futuro di essere più attento.
il prima possibile posto le altre foto e poi spero di verniciarla ecc.
Immagine
Il riccio è da rifinire c'è solo che nel segnare le curve al centro della chiocciola non è venuto il cerchietto ma una punta.
il piano armonico è in abete bianco e ho incollato tre striscie curvate precedentemente poi l'acero per le fasce è spesso 1.3/ 1.4 mm e il fondo in 2 pezzi specchiato.
la tastiera mi ha dato filo da torcere ho preso il pino e ho incollato 2,5mm di ebano (legno durissimo) non voleva piegarsi in nessun modo, però con tanta pazienza ci son riuscito"non avevo mai usato l'ebano fino ad ora".
peccato di non aver fatto le foto dell'interno volevo far vedere se avevo messo benne la catena.
una curiosità: sul fondo la catena piatta traversa ho inpiegato legno di pino con la giusta venatura e vecchi di 100anni però nell'incollarlo gli ho fatto un po di pancia"come per i fondi delle chitarre classiche", chiedevo se ho sbagliato...
Ultima modifica di belisario24 il domenica 11 gennaio 2015, 17:34, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Alex78
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 33
Iscritto il: domenica 4 gennaio 2015, 0:00

Messaggio da Alex78 » domenica 11 gennaio 2015, 14:24

La prima foto è enorme, ridimensionala! :lol:

Per lo strumento che modello hai usato?Dal riccio vuoto presumo che sia inglese, ma non ne sono sicuro.

Riguardo le domande tecniche lascio a Claudio e Davide le risposte.

Avatar utente
belisario24
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 20
Iscritto il: sabato 1 luglio 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da belisario24 » domenica 11 gennaio 2015, 17:49

Alex78 ha scritto:La prima foto è enorme, ridimensionala! :lol:

Per lo strumento che modello hai usato?Dal riccio vuoto presumo che sia inglese, ma non ne sono sicuro.

Riguardo le domande tecniche lascio a Claudio e Davide le risposte.
si ho corretto l'immagine gigantesca
Il modello forse si è inglese feci tempo fa delle fotocopi ad una rivista dove
cera scritto la scala di 38,5 quindi mi fu di aiuto per l'ingrandimento.
la voglia di costruire questo strumento mi è stato d'ispirazione Gianmaria con
la sua viola d'amore bellissima e bravissimo
sopratutto nello spiegare i dettagli.
poi vidi un video di un liutaio francase che ricostruiva una viol tenor del 1600 circa e nell'atto di incollare il piano armonico semplicemente curvando 5 assi di cedrella, BE' è stata una folgorazione.
comunque grazie ancora Alex e spero di finire al più presto per postare altre foto.

Avatar utente
Nick_70
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 115
Iscritto il: lunedì 9 dicembre 2013, 0:00
Località: Milan, Italy

Messaggio da Nick_70 » lunedì 12 gennaio 2015, 16:23

congratulazioni!
NicK
-----------------------------------------------------------
Non far ad altri ciò che non vuoi venga fatto a te!

Avatar utente
belisario24
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 20
Iscritto il: sabato 1 luglio 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da belisario24 » lunedì 12 gennaio 2015, 21:52

grazie Nick
mi viene naturale lavorarci vicino a questo strumento, forse perchè abituato
a lavorare mobili antichi ci sta una certa affinirtà con questa riproduzione
barocca, questo è un mio pensiero.
ho lavorato tutto il fine settimana vicino alla mia viola e ho fatto altre foto
(comunque è bellissimo l'atmosfera della liuteria questo strumento sembra come un figlio, vederlo crescere :roll: oops forse troppo sdolcinato).
Immagine
ho avvicinato il metro per le proporzioni e comunque il riccio è difficilissimo
rifinirlo.
dimenticavo purtroppo il manico pur essendo acero non proviene dalla stessa
pianta delle fasce.
Immagine
un consiglio sul posizionamento dell'anima io l'ho posta 1 cm di distanza, forse è troppo?
io non suono e poco me ne accorgo dei timbri colore e diffusione del suono
in base alle piccole variazioni, però ci sto facendo l'orecchi.
purtroppo le corde non sono in budello e per i tastini, appena vado in negozio li compro.
Immagine
più in la farò altre foto forse queste non rendono bene un po è anche la macchina fotografica...
:P non vedo l'ora di verniciarla anche se dovro ancora carteggiare rifinirla meglio...
scusatemi posso chiedere se i tastini hanno lo stesso procedimento della chitarra, nel posizionamento?.
o forse no.
chiedo aiuto
Ultima modifica di belisario24 il martedì 13 gennaio 2015, 14:00, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Alex78
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 33
Iscritto il: domenica 4 gennaio 2015, 0:00

Messaggio da Alex78 » martedì 13 gennaio 2015, 13:57

Beh si cos'ì com'è sempra un po' rozzetta, lascio a Claudio e Davide i commenti "tecnici" ma mi pare che abbiano qualcosa contro la carteggiatura. :P

Avatar utente
belisario24
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 20
Iscritto il: sabato 1 luglio 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da belisario24 » martedì 13 gennaio 2015, 14:01

Alex78 ha scritto:Beh si cos'ì com'è sempra un po' rozzetta, lascio a Claudio e Davide i commenti "tecnici" ma mi pare che abbiano qualcosa contro la carteggiatura. :P
in che senso?
ho detto carteggiatura dove ci vuole. però uso anche la rasiera.
mi ricordo mio nonno che invece della rasiera rompeva pezzettini di vetro e li usava.
un po lo faccio anch'io però trovo difficoltoso far venire la rottura con la curvatura che desidero.
Alex forse stai costruendo anche te qualche riproduzione di stumento antico?

Avatar utente
Alex78
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 33
Iscritto il: domenica 4 gennaio 2015, 0:00

Messaggio da Alex78 » martedì 13 gennaio 2015, 22:43

belisario24 ha scritto: in che senso?
ho detto carteggiatura dove ci vuole. però uso anche la rasiera.
mi ricordo mio nonno che invece della rasiera rompeva pezzettini di vetro e li usava.
un po lo faccio anch'io però trovo difficoltoso far venire la rottura con la curvatura che desidero.
Alex forse stai costruendo anche te qualche riproduzione di stumento antico?
Claudio e Davide possono darti informazioni più in dettaglio, ma mi pare che il loro "procedimento" sia diverso, non credo che Claudio usi la carta vetrata del tutto, a quanto ricordo.

Da parte mia, mi è sempre piaciuta la liuteria, da giovane aiutavo in un workshop di chitarre, sia acustiche che elettriche, quindi ho una certa esperienza in quel campo, e l'hanno scorso durante il mio lavoro in Inghilterra a Cambridge ho frequentato un corso di costruzione di flauti dolci e traversi barocchi che venivano usato come strumenti solisti con le viole a gamba, e quando ho gli utensili (tornio per primo) ne faccio un po'.

Questo ad esempio è stata la prova finale del corso:

Immagine

E' un flauto di voce (ovvero un tenore in re) modello Denner, copia di uno strumento della collezione Bruggen, in prugno. Ho anche le foto del processo di costruzione ma essendo un forum di strumenti ad arco non ho mai pensato che qualcuno fosse interessati a come si fanno strumenti da fiato barocchi.

Avatar utente
belisario24
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 20
Iscritto il: sabato 1 luglio 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da belisario24 » mercoledì 14 gennaio 2015, 9:53

Alex78 ha scritto:
belisario24 ha scritto: in che senso?
ho detto carteggiatura dove ci vuole. però uso anche la rasiera.
mi ricordo mio nonno che invece della rasiera rompeva pezzettini di vetro e li usava.
un po lo faccio anch'io però trovo difficoltoso far venire la rottura con la curvatura che desidero.
Alex forse stai costruendo anche te qualche riproduzione di stumento antico?
Claudio e Davide possono darti informazioni più in dettaglio, ma mi pare che il loro "procedimento" sia diverso, non credo che Claudio usi la carta vetrata del tutto, a quanto ricordo.

Da parte mia, mi è sempre piaciuta la liuteria, da giovane aiutavo in un workshop di chitarre, sia acustiche che elettriche, quindi ho una certa esperienza in quel campo, e l'hanno scorso durante il mio lavoro in Inghilterra a Cambridge ho frequentato un corso di costruzione di flauti dolci e traversi barocchi che venivano usato come strumenti solisti con le viole a gamba, e quando ho gli utensili (tornio per primo) ne faccio un po'.

Questo ad esempio è stata la prova finale del corso:

Immagine

E' un flauto di voce (ovvero un tenore in re) modello Denner, copia di uno strumento della collezione Bruggen, in prugno. Ho anche le foto del processo di costruzione ma essendo un forum di strumenti ad arco non ho mai pensato che qualcuno fosse interessati a come si fanno strumenti da fiato barocchi.
:P bellissimo flauto bravo
ma ho sentito bene legno di "prugno" mai usato.
comunque a me interessa vedere il processo di costruzione, alle medie
si suonava il flauto e mi ricordo che andavo bene mi piaceva tantissimo.
una curiosa domanda Alex, i flauti si accordano?
non riesco ad immaginare come, forse allargando o stingendo il fischietto?

Avatar utente
Alex78
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 33
Iscritto il: domenica 4 gennaio 2015, 0:00

Messaggio da Alex78 » mercoledì 14 gennaio 2015, 12:14

belisario24 ha scritto: :P bellissimo flauto bravo
ma ho sentito bene legno di "prugno" mai usato.
comunque a me interessa vedere il processo di costruzione, alle medie
si suonava il flauto e mi ricordo che andavo bene mi piaceva tantissimo.
una curiosa domanda Alex, i flauti si accordano?
non riesco ad immaginare come, forse allargando o stingendo il fischietto?
Va bene, se il boss è d'accordo apro qui un thread sui flauti barocchi e la mia difficile esperienza a riguardo (per limiti di tempo lo abbiamo dovuto costruire in 40 ore).

In breve, sì i flauti, dritti o traversi barocchi si devono "accordare", è il processo che in inglese si chiama voicing, ed è estremamente complesso in quanto fa la differenza fra un semplice "fischietto" e uno strumento musicale che deve suonare cromaticamente per almeno due ottave e mezzo, ci sono molti fattori da prendere in considerazione, tutti intimamente collegati che rendono ogni flauto unico.

Per il legno, il prugno è in realtà il secondo legno più usato, dopo il bosso, specie per gli strumenti rinascimentali, primi barocchi e quelli di una certa dimensione come i flauti di voce, comunque non deraglio oltre il tuo thread, mi limito a inserire un dipinto di una broken consort di fine 500 con viola da gamba, da braccio, liuto, flauto dritto e traverso e spinetta:

Immagine

Avatar utente
belisario24
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 20
Iscritto il: sabato 1 luglio 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da belisario24 » venerdì 16 gennaio 2015, 11:08

ok chiedo al sig. Claudio se la ricetta per la meccatura delle cornici in argento
vada bene?
sandracca 15parti
gommalacca bianca 12
kios 5 parti
sangue di drago 4
gomma gutta 7
poi essenza di trementina 7
essenza di lavanda 2
alcool 50 parti

ora io questa vernice già la uso da anni per la meccatura, solo l'essenza di lavanda non ho mai comprato.
avevo fatto una prova tempo fa su legno e non era male.
chi sa se con il vostro aiuto, modificandola un pochino... potrebbe anche andar bene.
ho visto che si secca abbastanza velocemente è una cosa buona?
aspetto vostro consiglio

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10504
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » venerdì 16 gennaio 2015, 12:22

Come densità mi sembra un pò troppo elevata, per sapere se va bene la devi diluire in alcool (grosso modo 1l di alcool per circa 150/180gr del totale delle resine), poi fai vari provini e dopo una quarantina di mani puoi sapere se può andare o meno, o se deve essere modificata. Credo che l'essenza di lavanda contribuisca a rallentare l'essiccazione della vernice, così come pure la gommagutta può contribuire a renderla torbida. La trasparenza di una vernice deve essere appunto giudicata dopo circa 30/40 mani, così come la maneggiabilità. Fino a 5/10 mani tutte le vernici ad alcool sono buone o quasi.
andante con fuoco

Avatar utente
belisario24
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 20
Iscritto il: sabato 1 luglio 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da belisario24 » venerdì 16 gennaio 2015, 13:00

claudio ha scritto:Come densità mi sembra un pò troppo elevata, per sapere se va bene la devi diluire in alcool (grosso modo 1l di alcool per circa 150/180gr del totale delle resine), poi fai vari provini e dopo una quarantina di mani puoi sapere se può andare o meno, o se deve essere modificata. Credo che l'essenza di lavanda contribuisca a rallentare l'essiccazione della vernice, così come pure la gommagutta può contribuire a renderla torbida. La trasparenza di una vernice deve essere appunto giudicata dopo circa 30/40 mani, così come la maneggiabilità. Fino a 5/10 mani tutte le vernici ad alcool sono buone o quasi.
scusate non ho capito , la densità riguarda che c'è poco alcool?
nel senso devo aumentare le parti di alcool?
quando si fa la seconda mano o terza, quinta ecc, tra una e l'altra bisogna passare la paglia metallica?
scusami Claudio ma sulla viola, un piccolo parere? :)
comunque sto facendo delle prove di vernici su piccole superfici di legno,
che fotograferò... potrei chiedere se mi può consigliare una ricetta di vernice che non sia torbita e che superi il test delle 10 mano
seriamente le dico che ho girato molti manoscritti, comprato ricettari ecc, ma dicono a parer mio un sacco di bufale, perchè poi a provarle è tutta un'altra storia" ribadisco, è un mio pensiero".
io avevo una piccola idea che mai ho messo in pratica; quella di unire vernice ad alcool e vern. ad olio.
può funzionare? che ne pensa?
tempo a dietro presi delle lastrine di tre mm di abete rosso le inossai e poi verniciai con vernici ad alcool e 2/3 ricette, dopo un anno o giù di li riprendendo queste lastrine e avvicinandole all'orecchio scricchiolavano, ad occhio nudo crepe di vernici non se ne vedono 8O non ho idea cosa possa essere, ricollocandomi al fattore vibrazione di una tavola armonica di violino, cello ecc : chiedo (è cosa buona)?
ora mi fermo "ho la testa che mi scoppia, dalle domande che ho da fare".
E un campo LA LIUTERIA per me molto stimolante in tutti i suoi aspetti...
saluto cordialmente
Belisario

Rispondi