liuteria Calace

I liutai: i loro strumenti e le loro biografie.
Avatar utente
Giovane_Liutaia
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 116
Iscritto il: mercoledì 14 giugno 2006, 0:00
Contatta:

liuteria Calace

Messaggio da Giovane_Liutaia » martedì 23 gennaio 2007, 12:03

Ciao a tutti,
innanzitutto un saluto generale! Finalmente posso tornare a seguire questo luogo di interesse.

Volevo chiedere se qualcuno di voi ha mai sentito parlare o ha letto o maneggiato qualche violino firmato "Calace". La famiglia dei Calace da quanto ne so (come è scritto anche sul loro sito sito) nasce e si occupa essenzialmente di costruzione di mandolini, ma pare che si siano occupati anche di violini.
Attendo da un amico un libro in cui forse troverò delle risposte, ma volevo capire se si tratta si una voce fondata o meno. E quale luogo migliore di questo? :figo:

Buona giornata.
Sbozzato, scalpellato e dipinto da GL.

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10513
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » martedì 23 gennaio 2007, 14:57

Non posso che confermare la bontà e la classe degli strumenti di Calace, anche se i mandolini degli ultimi anni hanno un vernice sintetica un pò troppo spessa. Cmq si tratta sempre di strumenti affidabili e con una ottima sonorità. Per quanto riguarda i violini io non ne ho mai visti, ma la probabilità che ci siano strumenti ad arco a firma Calace è molto alta. Cmq i Calace lavorano ancora in quel di Napoli e l'ultima volta che ho avuto occasione di contattarli si sono dimostrati disponibili e gentili. Se tu riuscissi a procurarti qualche foto dei violini Calace e a pubblicarle nel forum ci faresti un gran favore. Grazie.

ps
Bentornata.
andante con fuoco

Avatar utente
Giovane_Liutaia
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 116
Iscritto il: mercoledì 14 giugno 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da Giovane_Liutaia » martedì 23 gennaio 2007, 20:04

claudio ha scritto:Se tu riuscissi a procurarti qualche foto dei violini Calace e a pubblicarle nel forum ci faresti un gran favore. Grazie.
Fatto! Purtroppo sono fatte in casa e con luce artificiale ma dovrebbero essere abbastanza significative. Il violino è un 3/4 e non riporta alcuna etichetta.
L'attribuzione ai Calace è stata suggerita da molti che l'hanno visto per le seguenti ragioni:
1.) La vernice è ad olio color ambrato tipicamente napoletana, databile nella fattispecie a fine '800/inizio '900;
2.) La filettatura è solo disegnata;
3.)I bordini sono squadrati e non presentano arrotondature.

A voi l'ardua sentenza. :jud:
claudio ha scritto:Bentornata.
grazie

Clikkate sulle voci seguenti per visualizzare le foto:
bordini 1
bordini 2
fascia e filettatura
piano armonico
riccio
Sbozzato, scalpellato e dipinto da GL.

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10513
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » mercoledì 24 gennaio 2007, 13:45

Purtroppo dei Calace ho visto solo qualche mandolino e quindi non posso parlare per questo violino. Però mi sembra che il violino sia stato riverniciato in tempi relativamente recenti. Inoltre il riccio, i bordi e la filettatura disegnata me lo fanno sembrare in tutto e per tutto un violino di fabbrica prodotto in economia. Intendo dire che mi sarei aspettato uno strumento con un minimo di cura artigianale, ma mi sembra di non notare niente di tutto ciò. Una spiegazione potrebbe essere che i Calace abbiano prodotto o fatto produrre strumenti economici, ma su questo non so dirti nulla.
andante con fuoco

Avatar utente
Giovane_Liutaia
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 116
Iscritto il: mercoledì 14 giugno 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da Giovane_Liutaia » mercoledì 24 gennaio 2007, 14:25

claudio ha scritto:Intendo dire che mi sarei aspettato uno strumento con un minimo di cura artigianale, ma mi sembra di non notare niente di tutto ciò.
Non hai torto, infatti quello che ho sentito dire io è che essendosi sempre occupati di mandolini, non avessero maturato una grossa esperienza con gli strumenti ad arco. Quindi la mancanza di cura potrebbe essere una conseguenza di questo.
Per quanto riguarda la verniciatura, non so proprio che dirti, ma in effetti concordo con te.
Riguardo infine alla realizzazione non artigianale... mah! Dalle foto forse non si vede, ma ci sono certe disomogeneità e asimmetrie troppo evidenti per non essere un prodotto (seppur scadente) artigianale.

Comunque grazie davvero del parere. :wink:
Sbozzato, scalpellato e dipinto da GL.

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10513
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » mercoledì 24 gennaio 2007, 14:38

l'unica incertezza, sempre da ciò posso vedere nelle foto, è in effetti data dalla bombatura che sembra fatta con una certa cognizione di causa.
andante con fuoco

violinobenny
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 268
Iscritto il: venerdì 15 settembre 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da violinobenny » venerdì 26 gennaio 2007, 10:06

ciao purtroppo anche io ho sentito solo parlare dei violini calace, in compenso mi capita spesso di suonare i loro mandolini e sono veramente di qualità molto elevata...però hoi visto dei violini calace in vendita (solo in foto) e almeno alla vista non sono niente male!
sarei curiosa anche io di sapere come suonano!
violinobenny
"accadono cose che sono come domande. passa un minuto, oppure anni e poi la vita risponde"

Avatar utente
andrea69
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 811
Iscritto il: mercoledì 31 agosto 2005, 0:00

Messaggio da andrea69 » venerdì 26 gennaio 2007, 13:15

io ho suonato 2 violini di Raffaele Calace, costruiti attorno gli anni '20.
Entrambi rossi o rosso-bruno con vernice ad olio, costruiti bene anche se non molto precisi come costruzione, molto vicini alla tradizione della scuola napoletana, dove il suono è sempre in primo piano, relegando qualche volta in secondo la fattura e la scelta dei materiali.
Uno di questi 2 violini suonava piuttosto bene, i legni scelti non erano particolarmente belli.

violinobenny
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 268
Iscritto il: venerdì 15 settembre 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da violinobenny » venerdì 26 gennaio 2007, 13:30

grazie andrea...mi stupisci ogni volta...sei preparatissimo in ogni argomento!
violinobenny
"accadono cose che sono come domande. passa un minuto, oppure anni e poi la vita risponde"

Avatar utente
andrea69
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 811
Iscritto il: mercoledì 31 agosto 2005, 0:00

Messaggio da andrea69 » venerdì 26 gennaio 2007, 13:40

Grazie!!!!!!!!!!!
:D :D :D

Dubito invece che sia un Calace il violinetto di cui sopra, o almeno Raffaele Calace. La vernice è troppo ambra e poco rossa, il riccio è veramente "tirato via" e stesso dicasi per i filetti.
I violini che ho suonato avevano una dignità notevolmente superiore quanto a fattura e avevano anche una discreta sguscia nel bordo.

Avatar utente
livron
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 459
Iscritto il: giovedì 14 luglio 2005, 0:00
Località: Roma

Messaggio da livron » venerdì 26 gennaio 2007, 13:51

Di questo che ne pensate?


Visto che si parla di Calace:

http://cgi.ebay.it/A-old-violin-labeled ... dZViewItem
L'abilità non è richiesta, tutto ciò che è richiesto è perseveranza e applicazione!

Paganini a Camillo Sivori

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10513
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » venerdì 26 gennaio 2007, 14:06

livron ha scritto:Di questo che ne pensate?


Visto che si parla di Calace:

http://cgi.ebay.it/A-old-violin-labeled ... dZViewItem
Salvo errori e omissioni, a me sembra un violino di fabbrica tedesco di fascia alta, il tipo di vernice e l'antichizzazione mi fanno pensare ciò. Comunque viene venduto più o meno a quello che sarebbe il suo prezzo.
andante con fuoco

Avatar utente
livron
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 459
Iscritto il: giovedì 14 luglio 2005, 0:00
Località: Roma

Messaggio da livron » venerdì 26 gennaio 2007, 15:38

claudio ha scritto:
livron ha scritto:Di questo che ne pensate?


Visto che si parla di Calace:

http://cgi.ebay.it/A-old-violin-labeled ... dZViewItem
Salvo errori e omissioni, a me sembra un violino di fabbrica tedesco di fascia alta, il tipo di vernice e l'antichizzazione mi fanno pensare ciò. Comunque viene venduto più o meno a quello che sarebbe il suo prezzo.
E' quello che pensavo anch'io, ma ne volevo avere conferma da chi ha più esperienza.
Claudio credi che anche i crack facciano parte dell'antichizzazione?

Grazie
L'abilità non è richiesta, tutto ciò che è richiesto è perseveranza e applicazione!

Paganini a Camillo Sivori

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10513
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » venerdì 26 gennaio 2007, 15:55

la vernice, antichizzata a suo tempo, è diventata antica sul serio mostrando autentiche scrostature. L'effetto non è gradevole a vedersi, anche perchè si tratta di una vernice dura, ma comunque lascia intravedere in modo inequivocabile quello che fu oggetto di antichizzazione e il processo di invecchiamento vero e proprio. Una specie di violino che "visse due volte", parafrasando un film di Hitchcock.
andante con fuoco

Avatar utente
livron
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 459
Iscritto il: giovedì 14 luglio 2005, 0:00
Località: Roma

Messaggio da livron » venerdì 26 gennaio 2007, 19:40

Mi chiedevo giusto appunto come mai la vernice si fosse scrostata in quel modo. Grazie Claudio
L'abilità non è richiesta, tutto ciò che è richiesto è perseveranza e applicazione!

Paganini a Camillo Sivori

Rispondi