Oggi morì Simone Fernando Sacconi

I liutai: i loro strumenti e le loro biografie.
Rispondi
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11130
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Oggi morì Simone Fernando Sacconi

Messaggio da claudio » giovedì 25 giugno 2009, 23:51

26 Giugno 1973: Simone Fernando Sacconi si è spento nella sua casa di Point Lookout. Proprio qualche giorno fa ho avuto occasione di parlare con il suo allievo italiano prediletto, Francesco Bissolotti, che mi disse della volontà di Sacconi di volersi trasferire definitivamente a Cremona. Ma non fece in tempo a realizzare questo suo desiderio e tanti altri progetti, come quello di una seconda edizione del suo libro "I segreti di Stradivari", che purtroppo oggi non si può più trovare in edizione italiana.
Voglio ricordare Sacconi e la sua opera, proprio io che non sono stato suo allievo e di nessun altro, sono una specie di figlio di nessuno che ha deciso di scegliersi un padre, perchè solo Sacconi, la sua passione e il suo impegno sono riusciti a travalicare i limiti imposti dalla fine delle cose e a far sopravvivere il suo spirito. E' successo a me e a tante altre persone, e continuerà a succedere in futuro.
Per celebrare l'anniversario della morte di Simone F. Sacconi, verranno pubblicate nei prossimi giorni le testimonianze di chi gli è stato vicino.
Ultima modifica di claudio il venerdì 26 giugno 2009, 10:20, modificato 1 volta in totale.
andante con fuoco

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3400
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » venerdì 26 giugno 2009, 7:58

In questo anniversario non possiamo fare altro che ringraziarlo per quello che ci ha lasciato, che è tantissimo!

Sostanzialmente Simone Sacconi ha aperto una porta, lasciandola aperta .....per fare uscire la liuteria dalle tenebre in cui si trovava e nelle quali rischiava di rimanere rinchiusa non si sa ancora per quanto.
Altrimenti, oggi, cosa e da chi noi appassionati avremmo potuto imparare?

Grazie, Maestro!
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
livron
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 459
Iscritto il: giovedì 14 luglio 2005, 0:00
Località: Roma

Messaggio da livron » venerdì 26 giugno 2009, 20:19

Unisco anche la mia piccola presenza per la commemorazione del maestro Sacconi a cui tutti noi credo dobbiamo tanto.
Forse perché mi sento figlio di questo portale e devo molto al suo ideatore, ma mi stupisco ancora molto ogni volta che sento non tributare il giusto merito all'opera di Sacconi.
"I segreti di Stradivari" rimane, a mio avviso, il miglior testo di liuteria in "non circolazione", un libro illuminante che lascia trasparire l'esperienza, l'amore e la dedizione di chi ha dedicato la sua vita alla liuteria.
La copia dell'Hellier di Sacconi conservata a Cremona è un testimone silenzioso che è sufficiente a mettere a tacere i detrattori dell'opera sua.
Grazie maestro
L'abilità non è richiesta, tutto ciò che è richiesto è perseveranza e applicazione!

Paganini a Camillo Sivori

carolina
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 13
Iscritto il: venerdì 22 maggio 2009, 0:00

Re: Oggi morì Simone Fernando Sacconi

Messaggio da carolina » venerdì 26 giugno 2009, 21:35

Vorrei unirmi anch'io al ricordo. Non sono liutaio, ma amante del violino e di una certa liuteria che credo abbia origini proprio in Sacconi, sebbene io l'abbia assorbita da terzi. Forse allieva lo sono un po' anche io, chi lo sa...ognuno ha i suoi Maestri nascosti.
Ringrazio Claudio, per il racconto appassionato e bello.

Ciao...

Avatar utente
fisher
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 229
Iscritto il: venerdì 5 dicembre 2008, 0:00
Località: Montagnana

Messaggio da fisher » venerdì 26 giugno 2009, 21:38

Esprimo il mio pensiero con l'intendo di non offendere nessuno.

Normalmente, si "festeggiano" gli anniversari di nascita, ma se ci si ferma un attimo alla finestra e si tira un sospiro, a volte ci accorgiamo di vedere le cose anche da qualche altro punto di vista. Non è facile, almeno per me, soprattutto perché ognuno di noi ha dei propri ideali, dei propri costumi e abitudini. Non è da molto tempo che mi interesso al mondo della liuteria, e sto valutando in questi giorni se provare a spendere qualcosina, per la voglia di provare. Prima di questo però, mi sono procurato l'opera di Sacconi e l'ho letta con tutta l'attenzione che sono riuscito a mettere. Mi è capitato di rileggere più di una volta lo stesso pezzetto, trovando una volta in più delle spiegazioni che due minuti prima non avevo letto. Sarò distratto mi son detto. Poi leggendo con molta calma, l’impressione che suscita è una qualcosa di deciso, pulito, quasi denso a tratti. Non posso esprimere altri pareri personali sulla sua opera e il suo operato essendo un po’ un "estraneo" alla liuteria e avendo solo una gran voglia di imparare e capire questo mondo, ma se chiudo un attimo gli occhi il pensiero si ferma ad un punto: magari era anche uno severo chi lo sa, con cuore e passione, ma forse è stato il Maestro che un po' tutti avremmo voluto avere. Non credo che il suo essere fosse stato molto diverso da ciò che è stato scritto in quelle pagine. Ho letto anche le lettere nell’altro post di qualche giorno fa, e mi ha molto colpito il fatto che una volta attraversato l’oceano e stabilitosi, avesse formato un gruppo molto affiatato, dove le opinioni venivano scambiate e discusse un po’ con tutti. Una analoga situazione si è verificata qualche anno fa dove lavoravo prima. Tutti aiutavano tutti, tutti condividevano la propria esperienza, tutti non davano niente per scontato. Era un bel gruppo, e a mio vedere, la forza era proprio quella. Credo che non smetteremo mai di imparare da persone come questa, e che ci abbia lasciato una traccia molto chiara in che modo, credo, vada intesa la liuteria.

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3400
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » venerdì 26 giugno 2009, 23:32

Diciamolo chiaramente:
Simone Sacconi era un personaggio scomodo: era uno che, invece di tenersi i segreti di mestiere ben stretti, li divulga pubblicamente ai quattro venti così che chiunque ne possa venire a conoscenza. Così che quel tale non ha più avuto bisogno di mendicare la gavetta presso qualche liutaio condiscendevole.
Si deve essere fatto molti nemici, immagino, quando è uscito "I segreti..."

Mi sembra la stessa situazione di oggi: non c'è molto entusiasmo intorno a lui per lo stesso motivo di un tempo, ...e di sempre (sembra), cioè c'è la tendenza a coltivare il sapere liutario nel proprio orticello, tranne poche eccezioni!

Forse con questa chiave di lettura si possono capire molte situazioni della sua vita.

Simone Sacconi, invece, era uno spirito aperto!
Se così non avesse fatto, un certo tipo di conoscenza, tutta la sua professionalità, oggi si sarebbe persa per strada.

E chissà quante altre cose avrebbe potuto dirci!
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11130
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » sabato 27 giugno 2009, 0:38

Vi ringrazio di cuore per i contributi alla memoria di Sacconi, il vostro è un apporto libero, sensibile e disinteressato. Ho scritto un articolo che ho pubblicato nella home page, come sempre la discussione è aperta:
http://www.claudiorampini.com/modules.p ... =0&thold=0
Ultima modifica di claudio il domenica 28 giugno 2009, 1:05, modificato 1 volta in totale.
andante con fuoco

yidaki
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 238
Iscritto il: venerdì 23 gennaio 2009, 0:00
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da yidaki » sabato 27 giugno 2009, 22:26

Personalmente sono vicino al parere espresso da Violino7.... sicuramente la mentalità troppo "aperta" di Sacconi ha contribuito a far sì che la sua opera venisse " seppellita" nel dimenticatoio....

Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3400
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » sabato 27 giugno 2009, 23:51

yidaki ha scritto:Personalmente sono vicino al parere espresso da Violino7.... sicuramente la mentalità troppo "aperta" di Sacconi ha contribuito a far sì che la sua opera venisse " seppellita" nel dimenticatoio....

Direi che per fortuna non sono riusciti a "seppellirla".
Ma certamente però neanche la esaltano!

Se siamo qui oggi a ricordare Simone Sacconi è perchè per fortuna lui ha lasciato un seme. :P
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
MarcoSpain
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 134
Iscritto il: sabato 25 aprile 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da MarcoSpain » domenica 28 giugno 2009, 11:00

Bellissimo l'articolo, Claudio, oltre che a costruire bellissimi violini hai anche uno stile "poetico" niente male :wink:

Rispondi