Il riccio di G.B. Guadagnini

I liutai: i loro strumenti e le loro biografie.
Rispondi
beppi46
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 11
Iscritto il: martedì 8 ottobre 2013, 0:00
Località: Ostia Lido
Contatta:

Il riccio di G.B. Guadagnini

Messaggio da beppi46 » giovedì 17 ottobre 2013, 21:56

Salve a tutti, spero di non aver sbagliato sezione.
Vengo al dunque: ho sentito e letto che Guadagnini avesse un modo tutto suo per realizzare il riccio dello strumento, cioe' partisse da delle tacche, forse anche forellini, praticati sul perno del riccio.
Un Guadagnini ( o presunto tale) ho avuto modo di osservarlo per bene ma non sono riuscito a vedere nulla di strano.
Confido nella vostra esperienza e competenza per capire un po' meglio questo grande liutaio.

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10494
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » venerdì 18 ottobre 2013, 2:40

Non conosco questa particolarità dei ricci di Guadagnini, però ho un libro di suoi strumenti e forse qualcosa si può individuare. Sappi comunque che ogni liutaio ha il suo modo di intagliare il riccio, a partire dallo sgrosso all'intaglio vero e proprio delle volute, le varianti e gli approcci sono praticamente infiniti. Forse qualche amico del forum ci potrà dare una mano.
andante con fuoco

1972pianoman
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 609
Iscritto il: sabato 27 febbraio 2010, 0:00
Località: CHIVASSO (TO)

Messaggio da 1972pianoman » venerdì 18 ottobre 2013, 9:52

Anche io , dal libro in mio possesso, non ho visto nessuna particolarità nei ricci di Guadagnini, sicuramente ogni liutaio ha un modo personale di lavorare, ma questo, almeno per me, è difficile da notare a lavoro finito.

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1733
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Il riccio di G.B. Guadagnini

Messaggio da davidesora » venerdì 18 ottobre 2013, 19:19

beppi46 ha scritto: praticati sul perno del riccio.
Cos'è il perno del riccio?

Davide

beppi46
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 11
Iscritto il: martedì 8 ottobre 2013, 0:00
Località: Ostia Lido
Contatta:

Messaggio da beppi46 » venerdì 18 ottobre 2013, 21:34

Guardando il riccio lateralmente il perno e' quel cilindretto da cui inizia la voluta, spirale,chiocciola (chiamala come meglio credi).

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1733
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Messaggio da davidesora » sabato 19 ottobre 2013, 0:11

beppi46 ha scritto:Guardando il riccio lateralmente il perno e' quel cilindretto da cui inizia la voluta, spirale,chiocciola (chiamala come meglio credi).
Ah, l'occhio......qui si chiama così, almeno, anche se a ben pensarci è in effetti il perno da cui si svolge la corda per disegnare la voluta......però occhio mi piace di più, suona meno meccanico 8)

Secondo me comunque Guadagnini faceva le teste più o meno come gli altri liutai dell'epoca, un dettaglio che lo caratterizza dovrebbe essere che faceva gli smussi dopo aver scavato il dorso, risultando il livello della mezzeria più alto di quello degli smussi, ma a volte con le teste consumate è un problema apprezzarlo.....
Voi che avete il libro me lo confermate?

Davide

1972pianoman
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 609
Iscritto il: sabato 27 febbraio 2010, 0:00
Località: CHIVASSO (TO)

Messaggio da 1972pianoman » sabato 19 ottobre 2013, 8:00

Davide, quello che dici potrebbe essere vero, ne ho visti 3 dal vivo la scorsa primavera, ma sono talmente consumati che non sono riuscito ad apprezzare questa caratteristica.

Avatar utente
robinwood
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 337
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 0:00

Messaggio da robinwood » sabato 19 ottobre 2013, 8:52


Rispondi