Tracce di colla

I liutai: i loro strumenti e le loro biografie.
Rispondi
jofal
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 354
Iscritto il: venerdì 30 settembre 2005, 0:00
Località: S.Donato Milanese
Contatta:

Tracce di colla

Messaggio da jofal » mercoledì 11 ottobre 2006, 23:13

Ciao a tutti.
Reduce da Mondomusica, tra le tante cose viste (belle e brutte), mi ha colpito questo particolare nella costruzione di parecchi violini (di liuteria, a giudicare dagli stand in cui si trovavano): le tracce di colla tra fasce e fondo o tra fasce e tavola.
Personalmente mi sembrano delle brutture che abbassano la qualità dello strumento; però non essendo un esperto chiedo il vostro parere: voi le avete notate?

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11118
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » sabato 14 ottobre 2006, 9:55

Le tracce di colla da te menzionate sono di bruttissimo effetto e denota trascuratezza o distrazione. Tuttavia va fatto notare che il peggio di questo genere di tracce di colla è rappresentato dalla loro presenza nella giuntura tra fasce e tavola, perchè questo significa che si è usata una colla a normale densità per chiudere la cassa armonica, mentre è ben risaputo che per ragioni di restauro e futuri cambi di catena, la tavola armonica dovrebbe essere incollata con colla a bassa densità onde agevolare il lavoro del restauratore ed evitare che la tavola possa danneggiarsi.

Avatar utente
andrea69
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 811
Iscritto il: mercoledì 31 agosto 2005, 0:00

Messaggio da andrea69 » sabato 14 ottobre 2006, 17:54

A proposito:
tempo fa su un mio violino che aveva il difetto di "friggere", causato da una controfascia non ben incollata vicino la effe destra, ho effettuato dalla effe sulla medesima una iniezione di acqua calda in cui avevo sciolto 7 o 8 palline di colla di carniccio.
Con questa operazione il violino ha smesso definitivamente di friggere.
La densità della colla era giusta? il suo colore era un debolissimo giallo ed era poco più densa dell'acqua...

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11118
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » domenica 15 ottobre 2006, 15:21

andrea69 ha scritto:A proposito:
tempo fa su un mio violino che aveva il difetto di "friggere", causato da una controfascia non ben incollata vicino la effe destra, ho effettuato dalla effe sulla medesima una iniezione di acqua calda in cui avevo sciolto 7 o 8 palline di colla di carniccio.
Con questa operazione il violino ha smesso definitivamente di friggere.
La densità della colla era giusta? il suo colore era un debolissimo giallo ed era poco più densa dell'acqua...
non dovrebbero esserci problemi, mi pare che la soluzione da te adottata sia la migliore tra quelle "casalinghe".

jofal
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 354
Iscritto il: venerdì 30 settembre 2005, 0:00
Località: S.Donato Milanese
Contatta:

Messaggio da jofal » lunedì 16 ottobre 2006, 21:22

andrea69 ha scritto:ho effettuato dalla effe sulla medesima una iniezione di acqua calda in cui avevo sciolto 7 o 8 palline di colla di carniccio
Come hai fatto ad iniettare la soluzione di colla dentro il violino nel posto giusto?

Avatar utente
andrea69
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 811
Iscritto il: mercoledì 31 agosto 2005, 0:00

Messaggio da andrea69 » lunedì 16 ottobre 2006, 21:44

siringa da insulina con ago piegato introdotto attraverso la effe.

Rispondi