Violino RUBATO - Sergio Pesci, 1981

Se avete avuto la sventura di aver subito un furto o semplicemente avete perso il vostro amato strumento, potete segnalarlo qui.
Avatar utente
Giovane_Liutaia
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 116
Iscritto il: mercoledì 14 giugno 2006, 0:00
Contatta:

Violino RUBATO - Sergio Pesci, 1981

Messaggio da Giovane_Liutaia » martedì 10 giugno 2008, 15:11

Ciao a tutti.
Volevo pubblicare la segnalazione di questo strumento che è stato rubato qualche mese fa ad una mia amica.

Pesci Sergio
fece in Bologna
l’anno 1981 – “f
Sbozzato, scalpellato e dipinto da GL.

Avatar utente
pupazza
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 312
Iscritto il: mercoledì 17 gennaio 2007, 0:00
Località: Barletta

Messaggio da pupazza » martedì 10 giugno 2008, 16:55

Ciao, senti io studio a Bari...insomma quì si sa come funzionano le cose... c'è sul violino qualche segno particolare, qualcosa che lo distingua e che possa essere una prova per il riconoscimento?
comunque mi dispiace, è sempre bruttissimo perdere uno strumento..abbraccia la tua amica!
La meta del musicista deve essere sintesi di estasi e ragione. (cit. nn ricordo di chi...)

Avatar utente
Giovane_Liutaia
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 116
Iscritto il: mercoledì 14 giugno 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da Giovane_Liutaia » martedì 10 giugno 2008, 21:32

pupazza ha scritto:Ciao, senti io studio a Bari...insomma quì si sa come funzionano le cose... c'è sul violino qualche segno particolare, qualcosa che lo distingua e che possa essere una prova per il riconoscimento?
comunque mi dispiace, è sempre bruttissimo perdere uno strumento..abbraccia la tua amica!
Mi credi se ti dico che non ho capito cosa intendi quando dici "si sa come funzionano le cose"? Poi magari me lo spieghi anche in privato se vuoi.
In ogni caso ti ringrazio per l'interessamento.
Segni particolari: innanzitutto la crepa sul fondo (come si nota in questa foto) piu o meno sotto l'anima che scende in verticale (tipica di quando gli strumenti montati cadono dal lato della tavola urtando con il ponticello che fa pressione sull'anima che la trasmette al fondo rompendolo).
E poi delle lievi scalfiture sulla vernice ai lati del riccio e sotto la effe degli acuti (se guardi bene si notano anche in foto)
La vernice a parte i punti che ti ho segnalato è piuttosto integra, di colore rossiccio intenso tendente all'ambrato ma non so sinceramente se gli avranno cambiato un po' i connotati.
In ogni caso rimane anche l'etichetta il punto di riconoscimento, e di pregio, non credo che al ladro convenga toglierla in quanto - anche se minore - Pesci è comunque un nome della scuola bolognese.
Quindi se ti capita, guarda pure quella.

Per il resto, in effetti ci siamo interrogati parecchio sulla dinamica del furto e sul perchè.. (una pausa durante le prove dell'orchestra, in Conservatorio! Ma com'è possibile?!). :hum: :hum:

Grazie ancora per la risposta.
Sbozzato, scalpellato e dipinto da GL.

Avatar utente
edi
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 2173
Iscritto il: venerdì 30 novembre 2007, 0:00
Località: Fulginium ac Vacium
Contatta:

Messaggio da edi » mercoledì 11 giugno 2008, 9:24

pupazza ha scritto:senti io studio a Bari...insomma quì si sa come funzionano le cose...
A parte il quì con l'"abbellimento" 8O :) che significa? Che a Bari sanno tutto e altrove no? O che? 8O

Avatar utente
pupazza
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 312
Iscritto il: mercoledì 17 gennaio 2007, 0:00
Località: Barletta

Messaggio da pupazza » mercoledì 11 giugno 2008, 17:40

Ma dai ragazzi!!
non facciamo gli ingenui...a Bari ti fregano pure i cellulari vecchi!Figuriamoci un violino!
Cmq l'ho scritto perchè un sacco di volte all'uscita del conservatorio mi hanno inseguita dei tipi sospetti...La cosa strana è che quando ho cambiato strumento la cosa si è ripetuta più volte.
Non voglio parlare male di Bari ma non è la prima volta che sento storie di questo tipo legate a questa città.
A un mio mio hanno rubato il violino in treno!
..pardon per l'abbellimento... :oops:
La meta del musicista deve essere sintesi di estasi e ragione. (cit. nn ricordo di chi...)

Avatar utente
edi
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 2173
Iscritto il: venerdì 30 novembre 2007, 0:00
Località: Fulginium ac Vacium
Contatta:

Messaggio da edi » mercoledì 11 giugno 2008, 17:45

Non scusarti, era solo un errore di battitura e la mia una battuta :lol:

Non avevo capito che ti riferissi alla frequenza dei furti in quella città e non sapevo che là fosse tanto alta, ora mi è più chiaro il significato della frase :)

aldeo
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 1662
Iscritto il: domenica 21 gennaio 2007, 0:00
Località: Figline Valdarno (fi)

Messaggio da aldeo » mercoledì 11 giugno 2008, 18:57

Si vede che oltre ad essere poco onesti nel gioco delle carte (bari), ci sono pure i ladri!!! :lol: :lol:
dice che l'età porta saggezza; la mia deve averla dimenticata da qualche parte!

hsj
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 692
Iscritto il: giovedì 16 agosto 2007, 0:00

Messaggio da hsj » venerdì 13 giugno 2008, 14:36

:-) :-) :-)

Avatar utente
Giovane_Liutaia
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 116
Iscritto il: mercoledì 14 giugno 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da Giovane_Liutaia » martedì 17 giugno 2008, 22:57

aldeo ha scritto:Si vede che oltre ad essere poco onesti nel gioco delle carte (bari), ci sono pure i ladri!!! :lol: :lol:
... quello che scrivi mi riempie di profonda tristezza.
Perchè è vero...
pupazza ha scritto:Non voglio parlare male di Bari ma non è la prima volta che sento storie di questo tipo legate a questa città.
Senti in effetti anche io ne ho sentite spesso di queste cose. Mi chiedo però che se ne facciano; li ricettano? Li spediscono chissà dove? Insomma, è assurdo perchè è evidente che "puntano". Ma sulla base di chè? Conoscono gli strumenti?
Non finirò mai di stupirmi (in negativo) di come funziona la rete dei ladri.
Sbozzato, scalpellato e dipinto da GL.

aldeo
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 1662
Iscritto il: domenica 21 gennaio 2007, 0:00
Località: Figline Valdarno (fi)

Messaggio da aldeo » martedì 17 giugno 2008, 23:18

il brutto è che spesso rivendono la refurtiva per quattro soldi!!! :evil: :evil:
dice che l'età porta saggezza; la mia deve averla dimenticata da qualche parte!

Marko90
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 135
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2006, 0:00
Località: Padova
Contatta:

Re: Violino RUBATO - Sergio Pesci, 1981

Messaggio da Marko90 » lunedì 7 luglio 2008, 0:15


<div align="center"><strong><em>Passione...Anima...Amore per la Musica!!!!!</em></strong></div>

Avatar utente
pupazza
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 312
Iscritto il: mercoledì 17 gennaio 2007, 0:00
Località: Barletta

Messaggio da pupazza » lunedì 7 luglio 2008, 11:55

eheheh...i baresi sono più furbi degli albanesi!
Cmq non ci vuole molto per riconoscere uno strumento di valore : la custodia.
Più il violino è buono più la custodia sarà grande e pregiata.
Sì ci sono anche persone che usano custodie grandi per violini di poco valore...ma sono una percentuale bassa.
Per gli altri strumenti le cose possono essere diverse, ma loro nell' incertezza rubano..poi si vede cos'è.
Riguardo alla ricettazione mi limito a dire che non tutti sono onesti come il nostro Cludio...e non ci vuole molto per immaginarlo no?
La meta del musicista deve essere sintesi di estasi e ragione. (cit. nn ricordo di chi...)

Avatar utente
Atomino
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 1642
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 0:00
Località: Botticino o Salo', tra Maggini e Gasparo
Contatta:

Messaggio da Atomino » lunedì 7 luglio 2008, 12:18

Il problema non è solo legato all'onestà..... in vero manca un vero database online degli strumenti rubati (e non crediate sia una sciocchezza che possa fare chiunque il crearlo e gestirlo). Inoltre molti artisti non hanno fotografie chiare ed utili all'identificazione dei propri strumenti. Anche quando si tratta di pezzi di un certo valore.

Albert
- Alberto Soccini -

Marko90
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 135
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2006, 0:00
Località: Padova
Contatta:

Messaggio da Marko90 » lunedì 7 luglio 2008, 12:27

Atomino ha scritto:Il problema non è solo legato all'onestà..... in vero manca un vero database online degli strumenti rubati (e non crediate sia una sciocchezza che possa fare chiunque il crearlo e gestirlo). Inoltre molti artisti non hanno fotografie chiare ed utili all'identificazione dei propri strumenti. Anche quando si tratta di pezzi di un certo valore.

Albert
beh oddio....nel certificato di autenticita di solito c'è sempre la foto!!!almeno della tavola e del fondo!!! e poi cmq chi ha un violino di reale valore lo assicura sempre per furti o danni!!! :wink:
<div align="center"><strong><em>Passione...Anima...Amore per la Musica!!!!!</em></strong></div>

Avatar utente
Atomino
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 1642
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 0:00
Località: Botticino o Salo', tra Maggini e Gasparo
Contatta:

Messaggio da Atomino » lunedì 7 luglio 2008, 12:40

Marko90 ha scritto:beh oddio....nel certificato di autenticita di solito c'è sempre la foto!!!almeno della tavola e del fondo!!! e poi cmq chi ha un violino di reale valore lo assicura sempre per furti o danni!!! :wink:
Potresti restare sorpreso dal contrario? resto dell'idea che un database aggiornato e consultabile dagli addetti ai lavori risulti di valore insuperabile. D'altronde non credo che anche il liutaio più preparato (do per scontata fino a prova contraria l'onestà), possa avere sott'occhio o nella memoria tutti i violini rubati (che non siano lo Stardivari di Oistrakh).

Albert
- Alberto Soccini -

Rispondi