Acquisto arco viola

Forum dedicato all'archetto e alle sue problematiche.
GiuseppeB
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 16
Iscritto il: domenica 2 settembre 2012, 0:00
Contatta:

Acquisto arco viola

Messaggio da GiuseppeB » martedì 4 febbraio 2014, 19:47

Saluti a tutti,
ho deciso che è arrivato il momento di fare un piccolo investimento (max 4000/5000 euro) e acquistare un arco per viola. Sono indirizzato su archi di Bazin, Morizot e altri (sempre archettai francesi).
Per caso conoscete qualche atelier in Italia o all'estero ai quali rivolgermi?
Mi hanno consigliato di cercare l'atelier di un certo archettaio di Parigi il cui cognome comincia con la lettera C, ma non lo ricordo.
Vi ringrazio e vi saluto,
Giuseppe

Giovanni16
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 46
Iscritto il: venerdì 28 settembre 2012, 0:00

Messaggio da Giovanni16 » martedì 4 febbraio 2014, 23:40

Mi scuso il mio solito ardire ... ma non si potrebbe trovare a metà prezzo un archetto italiano? Ho conosciuto un'archettaia a Mondomusica e pensavo, semmai, di andare da lei (ora mi sfugge il nome ma non ce ne sono molte, chiedeva 2000 euro). Altrimenti mi viene in mente che si è trasferito a Bari Jacques Pouillot con tutto il suo atelier. I suoi prezzi, purtroppo, continuano ad essere "francesi" ma moderati (sui 4000 euro).

gf104
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 98
Iscritto il: lunedì 4 febbraio 2013, 0:00

Messaggio da gf104 » mercoledì 5 febbraio 2014, 9:28

GiuseppeB: per gli archi francesi, Paolo di www.atelierdarcheterie.com ti può consigliare al meglio

gf104
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 98
Iscritto il: lunedì 4 febbraio 2013, 0:00

Messaggio da gf104 » mercoledì 5 febbraio 2014, 9:33

Giovanni16 ha scritto:Mi scuso il mio solito ardire ... ma non si potrebbe trovare a metà prezzo un archetto italiano? Ho conosciuto un'archettaia a Mondomusica e pensavo, semmai, di andare da lei (ora mi sfugge il nome ma non ce ne sono molte, chiedeva 2000 euro). Altrimenti mi viene in mente che si è trasferito a Bari Jacques Pouillot con tutto il suo atelier. I suoi prezzi, purtroppo, continuano ad essere "francesi" ma moderati (sui 4000 euro).
L'archettaia che hai incontrato a Mondomusica è sicuramente Raffaella Macuz www.archiartecremona.com

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 468
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » mercoledì 5 febbraio 2014, 10:16

Veramente di archettai italiani che sono stimati anche all'estero senza sparare cifre folli, ce ne sono parecchi...
Anche se magari spammo, ricordo che ci sarebbe pure un "certo" Barbamarco... :D ......solisti di fama internazionale come Catalin Rotaru, Alberto Bocini, Thierry Barbè usano miei archi, ho lavorato per la Haute Ecole de Musique di Ginevra, un mio arco costituiva il premio per il I classificato del Japan Contrabass Festival, ed. 2013.....e ciò nonostante i miei archi da viola stanno sui 1500 euro
Immagine Immagine

gf104
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 98
Iscritto il: lunedì 4 febbraio 2013, 0:00

Messaggio da gf104 » mercoledì 5 febbraio 2014, 10:41

rispetto alle cifre che girano per gli archetti, il prezzo da te indicato è competitivo
2 domande:
1) qual'è la velocità di trasmissione del suono del pernambuco che utilizzi per la costruzione degli archetti?
2) hai disponibile una campionatura di archetti da violino da provare o li produci solo su commissione?

complimenti per i premi e per quanto hai postato sulla costruzione degli archetti!

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 468
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » mercoledì 5 febbraio 2014, 11:21

Si definisce "testatura": ovviamente acquisto solo legni con testature molto alte, dal momento che lavorare del legno di scarsa qualità dà come esito conseguente un prodotto scarso, e una perdita di tempo per il liutaio. Non è comunque la testatura il solo parametro che garantisce la buona resa e il nervo dell'arco.....
Ho sempre qualche esemplare di arco disponibile alla prova, qui in laboratorio, anche perchè alcuni li realizzo con precise finalità espositive. Su ordinazione vengono fatti eseguiti su specifiche del cliente, ossia con peso o lunghezza diversi dallo standard, le riproduzioni di modelli storici, le montature in avorio, corno e l'oro al posto dell'argento, e via dicendo
Immagine Immagine

gf104
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 98
Iscritto il: lunedì 4 febbraio 2013, 0:00

Messaggio da gf104 » mercoledì 5 febbraio 2014, 11:33

la "testatura" penso sia il primo step...dopodichè si apre un mondo :)

GiuseppeB
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 16
Iscritto il: domenica 2 settembre 2012, 0:00
Contatta:

Messaggio da GiuseppeB » mercoledì 5 febbraio 2014, 19:40

Ringrazio tutti voi per essere intervenuti :)
Per rispondere a Giovanni16: cerco un arco francese perche mi è stato detto che come nel mondo cercano gli strumenti italiani, nel mondo cercano gli archetti francesi. Cioè hanno una quotazione maggiore rispetto agli altri.
E poi perchè ho provato un Bazin e sono rimasto folgorato :D
In più ho cercato anche qualche arco tedesco, ma successivamente ho riflettuto sul suono che si potrebbe generare in generale con questi archi. Cioè forte e deciso, ma con il deficit della propagazione del suono.
Vi ringrazio ancora e se qualcuno conosce qualche altro atelier si faccia avanti :lol:

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 468
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » mercoledì 5 febbraio 2014, 22:55

"Ti è stato detto"? 8O 8O 8O
Cioè... TI E' STATO DETTO?
Di solito, il musicista sente da sè ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.....
Immagine Immagine

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 468
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » mercoledì 5 febbraio 2014, 23:30

Ma poi scusa...tu hai idea di quanto vale un Bazin?? Si parla di cifre con la C maiuscola e non di 500 euro...
Immagine Immagine

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10420
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » giovedì 6 febbraio 2014, 11:50

Barbamarco ha scritto:"Ti è stato detto"? 8O 8O 8O
Cioè... TI E' STATO DETTO?
Di solito, il musicista sente da sè ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.....
Non mi sembra che GiuseppeB si sia espresso proprio in questo modo, ha detto che ha provato un Bazin e che gli è piaciuto molto, ed io non gli do certo torto! Gli archi francesi d'epoca per me hanno una marcia in più, con tutto che allora non si lavorava certo facendo i test della velocità del suono nelle bacchette.
andante con fuoco

GiuseppeB
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 16
Iscritto il: domenica 2 settembre 2012, 0:00
Contatta:

Messaggio da GiuseppeB » giovedì 6 febbraio 2014, 12:00

Scusami Barbamarco, ma forse mi sono espresso male. So che come cercano gli strumenti cremonesi, si cercano gli archi francesi, ma per me non è un problema provare anche un arco italiano.
Come ho scritto nel messaggio e come ha ripetuto il Maestro Rampini anticipandomi, ho provato un Bazin e l'ho trovato spettacolare. Per questo mi sono messo alla ricerca di un Bazin e ho notato che spesso li si trovano ad una quotazione che varia dai 4000 agli 8000 euro circa(correggetemi se mi sbaglio). Non ho mai detto di voler pagare 500 euro per un Bazin. So quale è il suo valore e infatti voglio fare un vero e proprio investimento. Ho parlato di 4000/5000 euro. Che per uno studente di conservatorio è una cifra abbastanza alta...
Spero di essermi spiegato.
Giuseppe

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 468
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » giovedì 6 febbraio 2014, 12:30

Claudio nulla da dire sugli archi storici di scuola francese, sono e restano imbattibili (ma ricordiamoci che all'epoca non esisteva ancora una analoga scuola in Italia, e che quindi la tradizione dell'archetteria italiana è molto più recente). Bazin... va bene, ma quale? Non tutta la produzione della famiglia Bazin è stata tutta al livello di quella di François-Xavier Bazin......e le quotazioni variano molto fra questi vari Bazin.

L'idea pericolosa è però quella che gli archi francesi in generale siano per forza di cose migliori di quelli di produzione italiana, o tedesca: non è certo la nazionalità ormai a distinguerli. Non dimentichiamo che mentre vedo molti francesi che propongono sul mercato (mercato che ben conosco dall'interno) archi non proprio eccelsi e li fanno pagare cifre stratosferiche solo giocando sul fatto che sono francesi, il compianto Giovanni Lucchi, archettaio che ha lavorato per i più grandi solisti mondiali e che tutto il mondo considera come uno degli archettai più significativi del nostro tempo, era però italiano..............
Immagine Immagine

Avatar utente
talus
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 291
Iscritto il: sabato 26 aprile 2008, 0:00

Messaggio da talus » giovedì 6 febbraio 2014, 17:03

Sui 2000 euro si trovano direttamente in Francia archetti di CA Bazin, CN Bazin e Louis Bazin considerati medi. Si possono trovare e secondo me sono un ottimo affare archi realizzati da Louis Bazin ma marchiati Vanelli a 1300 euro .A Londra mercato importantissimo per il commercio di archetti francesi si trovano ottimi CA,CN,Louis Bazin tra 1795 e 3950 sterline inglesi.

Rispondi