filamento grip ossidato

Forum dedicato all'archetto e alle sue problematiche.
Avatar utente
sage
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 73
Iscritto il: sabato 22 giugno 2013, 0:00
Località: Palazzolo sull'oglio BS
Contatta:

filamento grip ossidato

Messaggio da sage » domenica 25 maggio 2014, 20:47

dopo la normale sessione di studio mi ritrovo con il dito indice della mano destra verdognolo, causa ossidazione del filamento del grip.
tralasciando il fattore estetico dell'arco in quanto quel verdognolo proprio non si può vedere, è possibile sostituire il filamento con altro materiale che non si ossidi (sempre che l'ossidazione sia l'effettivo fenomeno chimico che mi crea problemi) con il sudore?
grazie in anticipo per i suggerimenti
La musica aiuta a non sentire dentro il silenzio che c'è fuori [J. S. Bach]<br>

Avatar utente
Stefania83
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 124
Iscritto il: domenica 25 luglio 2010, 0:00
Contatta:

Messaggio da Stefania83 » lunedì 26 maggio 2014, 9:19

Ho lo stesso problema. Nell'attesa di sostituirlo ho tolto l'ossido con lo stesso prodotto che uso per togliere la pece dalle corde e applicato del nastro adesivo trasparente sul grip dell'arco. Almeno non avrai + il dito verdognolo! :lol:

Avatar utente
sage
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 73
Iscritto il: sabato 22 giugno 2013, 0:00
Località: Palazzolo sull'oglio BS
Contatta:

Messaggio da sage » lunedì 26 maggio 2014, 22:18

scusa la domanda idiota, che prodotto usi per togliere la pece?
io generalmente per pulire il violino uso un polish al limone che usavo per nutrire il legno della chitarra acustica non laccata, ma sinceramente non so quale sia la composizione...
proverò a strofinarlo sull'archetto sperando il verdognolo se ne vada...
altra domanda...non meno idiota :D è fastidioso il nastro trasparente, oppure nulla cambia a livello di sensazione del dito indice della mano destra?
grazie :D
La musica aiuta a non sentire dentro il silenzio che c'è fuori [J. S. Bach]<br>

Avatar utente
Ananasso
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 306
Iscritto il: lunedì 28 febbraio 2011, 0:00
Contatta:

Messaggio da Ananasso » martedì 27 maggio 2014, 0:00

sage ha scritto:scusa la domanda idiota, che prodotto usi per togliere la pece?
io generalmente per pulire il violino uso un polish al limone che usavo per nutrire il legno della chitarra acustica non laccata, ma sinceramente non so quale sia la composizione...
proverò a strofinarlo sull'archetto sperando il verdognolo se ne vada...
altra domanda...non meno idiota :D è fastidioso il nastro trasparente, oppure nulla cambia a livello di sensazione del dito indice della mano destra?
grazie :D

Io eviterei il polish che si usa per le chitarre. Ci sono parecchi interventi nel sito sulla pulizia del violino.

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 468
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » martedì 27 maggio 2014, 0:21

Per togliere l'ossido dal filo d'argento della fasciatura è sufficiente della pasta lucidante per metalli. La si strofina sulla fasciatura per mezzo di uno straccetto. E' consigliabile tenere quest'ultimo in una mano e con l'altra far ruotare la bacchetta nel palmo della mano che regge lo straccio cercando di seguire ila direzione delle spire del filo d'argento. Naturalmente questa operazione va eseguita dopo aver separato il nasetto dalla bacchetta per evitare di rovinare il crine. Purtroppo il sudore della nostra mano fa ossidare l'argento e una buona soluzione sarebbe quella di montare sul filo metallico un pezzo di pelle lungo fino al punto in cui arrivano le nostre dita in modo che esse non tocchino più l'argento.
Immagine Immagine

Avatar utente
Stefania83
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 124
Iscritto il: domenica 25 luglio 2010, 0:00
Contatta:

Messaggio da Stefania83 » martedì 27 maggio 2014, 8:58

Io uso il polish specifico per il violino .Il nastro non lo sento, lo metto di lungo in opposizione alla trama del filo. Cmq penso che lo sostituirò perché il mio non è in argento ma qualcosa tipo rame placcato visto che ormai è diventato , color rame per l'appunto.

Una domanda per Barbamarco. Il filo d'argento è indispensabile in un archetto? Che funzione ha?

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 468
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » martedì 27 maggio 2014, 11:29

La funzione principale del filo d'argento, quindi della fasciatura, è quela di proteggere il legno della bacchetta dal sudore delle dita, che a contatto con esse, si logorerebbe poco a poco. Non in tutti gli archi è necessaria; per esempio l'arco da contrabbasso modello tedesco ne è priva, in quanto la diversa posizione della mano permette di non appoggiare le dita sul legno della bacchetta.

Avatar utente
sage
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 73
Iscritto il: sabato 22 giugno 2013, 0:00
Località: Palazzolo sull'oglio BS
Contatta:

Messaggio da sage » martedì 27 maggio 2014, 21:46

grazie mille per le risposte
provvederò al più presto ad acquistare suddetta pasta per dare nuova vita alla fasciatura del mio arco ed evitare il dito verdognolo alla hulk
cercherò di cacciare pure la pigrizia ed acquistare un polish specifico per violino, abbandonando quello per chitarra onde evitare di rovinare il mio strumento
la domanda sorge spontanea...come mai per la fasciatura vengono usati metalli e non direttamente pelle o simili? per questioni puramente estetiche?
La musica aiuta a non sentire dentro il silenzio che c'è fuori [J. S. Bach]<br>

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 468
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » martedì 27 maggio 2014, 22:36

Esistono diversi tipi dIi fasciature possibili: a) semplice fasciatura in pelle senza filo d'argento o altro; b) filo d'argento o oro (o surrogati come alpacca) e pelle; c) fanoni di balena o tartaruga (oggi sostituiti con materiale sintetico analogo); d) seta (talvolta abbinata con metallo). La scelta di applicare l'una piuttosto che l'altra dipende innanzitutto da esigenze di bilanciamento e quindi è a discrezione dell'archettaio su basi funzionali. In seconda battuta, può anche rispecchiare scelte estetiche o economiche, ma in primis viene la funzionalità
Immagine Immagine

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 468
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » martedì 27 maggio 2014, 22:37

Esistono diversi tipi dIi fasciature possibili: a) semplice fasciatura in pelle senza filo d'argento o altro; b) filo d'argento o oro (o surrogati come alpacca) e pelle; c) fanoni di balena o tartaruga (oggi sostituiti con materiale sintetico analogo); d) seta (talvolta abbinata con metallo). La scelta di applicare l'una piuttosto che l'altra dipende innanzitutto da esigenze di bilanciamento e quindi è a discrezione dell'archettaio su basi funzionali. In seconda battuta, può anche rispecchiare scelte estetiche o economiche, ma in primis viene la funzionalità
Immagine Immagine

Avatar utente
sage
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 73
Iscritto il: sabato 22 giugno 2013, 0:00
Località: Palazzolo sull'oglio BS
Contatta:

Messaggio da sage » giovedì 29 maggio 2014, 18:41

grazie mille per l'esaustiva risposta

vedrò di pulire più spesso la fasciatura cosicchè non mi si sporchi il dito.
del resto, non è così faticoso :D
La musica aiuta a non sentire dentro il silenzio che c'è fuori [J. S. Bach]<br>

phoenix530
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 25
Iscritto il: venerdì 23 maggio 2014, 0:00

Messaggio da phoenix530 » lunedì 2 giugno 2014, 0:42

scusate l'intrusione...volevo sapere se questi prodotti vanno bene per pulire le corde:

a casa ho il suddetto fast freet con cui pulisco le corne metalliche della chitarra elettrica
http://enricodomines.com/wp-content/upl ... t-Fret.png

oppure d'andrea string cleaner sempre per corde di chitarra elettrica...ho anche la controparte al limone per pulire il legno della tastiera della chitarra.
https://encrypted-tbn0.gstatic.com/imag ... 1Nu-83xcew

potete suggerirmi in caso qualche solvente piu adatto se questi non vanno bene? esiste un modo per pulire i crini e rimettere da zero la pece? saro' scarso, ma secondo me il mio violino suona anche un po' male a causa di un eccesso di pece tra corde e crini...la prima volta ho raschiato la polvere dal pietrino di pece perche non suonava neppure dopo 100 passate, e mi sa di averne pessa un po' troppa XD (mi rimane appiccicata sulle corde quando mi esercito)


grazie :)

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 468
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » lunedì 2 giugno 2014, 13:39

E' un argomento a cui credo di aver risposto insieme agli altri almeno un 150 volte: nel forum esiste la funzione di ricerca ma sembra che non valga la pena di usarla

http://www.claudiorampini.com/modules.p ... pic&t=1648
Immagine Immagine

phoenix530
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 25
Iscritto il: venerdì 23 maggio 2014, 0:00

Messaggio da phoenix530 » lunedì 2 giugno 2014, 14:01

chiedo venia :D

su youtube ho trovato gente che usa alchol denaturato di colore bianco in bidoncini di alluminio...e' lo stesso dell'alchol fuxia che si usa in casa per le pulizie? posso usare anche quello non avendo sapone di marsiglia a portata di mano?

ecco uno dei tanti video..
https://www.youtube.com/watch?v=SZGDMdwrlPo

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 468
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » lunedì 2 giugno 2014, 15:39

E' sufficiente pensare a quel che succederebbe se ci lavassimo i capelli con l'alcool.
Immagine Immagine

Rispondi