Un grosso problema cerco soluzioni per tenuta violino

Dedicato a chi si avvicina per la prima volta agli strumenti ad arco.
Rispondi
my
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 3
Iscritto il: giovedì 24 novembre 2016, 0:00

Un grosso problema cerco soluzioni per tenuta violino

Messaggio da my » giovedì 24 novembre 2016, 16:21

Salve. Mi sono preso un violino un Gliga , da qualche mese .
All' inizio per prendere confidenza e approcciarmi a scale e suonare motivi vari, lo tenevo da seduto , appoggiato fra coscia e pancia, e andavo su e giu'sulla tastiera .
Poi l' ho passato sul petto , proprio appena sopra al muscolo pettorale, ed e' la posizione migliore per me . Problema ?
Viaggio sulla prima posizione della mano , e con il mignolo , prendo la prima nota o semitono della seconda posizione , ma quando avanzo e poi ritorno, e' ovvio, il violino scappa.
Non c'e' verso provando infinite volte, con o senza appoggia spalla , che riesca a tenere fermo il violino, e che mi sia utile suonarlo , oltre che a vista.
L unico fermo che riesco, e' con l' osso della macella, tenerlo nella parte destra finale della mentoniera , ma non esiste la tenuta classica o adattabile, della posizione del violino che sopporti e ne sia capace , e meno che meno, sul lato estremo destro .
Cosa mi servirebbe fondamentalmente ? Un fermo sulla posizione dove appoggio il violino su petto , a modo che andando avanti e sopratutto indietro sulla testiera, il violino rimanesse fermo .
Ho visto in internet dei violini particolari artistici artigianali, dove addirittura sul violino di liuteria , proseguivano a pezzo unico, con un arco a " n__ attaccato che si appoggiava sulla spalla e l' avvolgeva . In internet nessun sistema commerciale da prendere .
MI sono preso una barra di alluminio da piegare a sagoma, e studiare un marchingegno a bottone da attaccare ai ferri porta mentoniera o attacco cordiera, per agganciarlo , trovando un sistema da applicare alla barra di alluminio come attacco,
oppure ad un pezzo di cuoio buco modello asola da infilare sui ferri che tengono la mentoniera , e un bottone attaccato alla barretta d' alluminio per inserirlo e tenerlo fermo, ma ho ancora da cominciare il lavoro aspettando altre idee.
=== Sono qui che aspetto altri suggerimenti o modi , premesso che, il violino stile classico, non lo usero' mai per tenerlo, ma solo in questo modo, appoggiato al muscolo pettorale , e con soluzione di tenerlo fermo per l' avanti e indietro della mano sinistra.
COSA MI CONSIGLIATE come soluzione migliore e meno invasiva ?
Piu' il violino rimane appoggiato al petto, senza marchingegno ingombranti, e meglio e' .
Grazie per i suggerimenti .

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10506
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » giovedì 24 novembre 2016, 21:49

Io direi che sarebbe bene rivolgersi ad un buon insegnante.
andante con fuoco

svanni
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 26
Iscritto il: mercoledì 23 maggio 2012, 0:00

Messaggio da svanni » venerdì 25 novembre 2016, 13:02

Scusa la domanda ma perchè vuoi suanarlo in quella posizione?
I supporti commerciali li fanno per tenerlo in maniera classica come fanno tutti, altri tipi non li fanno perchè non li venderebbero.

my
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 3
Iscritto il: giovedì 24 novembre 2016, 0:00

Messaggio da my » venerdì 25 novembre 2016, 14:39

svanni ha scritto:Scusa la domanda ma perchè vuoi suonarlo in quella posizione?
I supporti commerciali li fanno per tenerlo in maniera classica come fanno tutti, altri tipi non li fanno perchè non li venderebbero.
Si lo so' . Ma purtroppo e' cosi' . Ci sono persone che si apprestano agli strumenti ma non potranno mai suonare per vari motivi o impedimenti. Dico, suonare per allargare oltre che la capacita' diciamo psichica di riuscirci , pure pratica e manuale.
Il mio handicap e' questo . Se passando dall' appoggio sulla gamba, sono arrivato al petto, e' gia' qualcosa, ma ti assicuro, e non e' scontato , che nella posizione classica, proprio non lo reggo. Eh si, che non comporta ne maestro e ne altro, come diceva il nostro liutaio. Sono grande e capace abbastanza per valutare la cosa.
Ci sono musicisti che sulla chitarra acustica ad esempio, spaziano, ma non gli chiedere di fare i barre' classici ad accordi, tanto per dire.
Cioe', non e' per me tenerlo cosi'. Ad altezza petto e con sistema che lo tenga fermo lo strumento con il ritorno di mano e tastiera, e' la soluzione
Ovvio, che alla fine, dovro' trovarne uno mio personale, e penso che qui a tenuta classica non trovi soluzioni o suggerimenti.
Per quanto riguarda il maestro, come diceva il liutaio, e' una questione di musica , di apprendimento, e altro. Io suono, faccio le scale nelle tonalita' , leggo da subito brani leggeri o pezzi celtici, e se volessero andare avanti, prendermi qualche libro sia per lettura che per sonorita' e posizioni da acquisire, e pure qualche lezione per posizioni note e altro, ma l' esercizio e la pratica dipende tanto da chi usa lo strumento e nelle sue possibilita'. Qui e' proprio un fattore diciamo cosi' di limite se vuoi, ma anche proprio.
E mi sono provato in tutti i modi . E con pazienza e impegno. NIET .
Ma a come dicevo, ho visto violini artistici di liutai che predisponevano persino il violino a tutto un pezzo con continuazione spalliera . Non ho facolta' per prendermene uno , costerebbe l'ira di dio, e poi non mi serve a cosi'. Trovero' qualche espediente.
Anni fa' vidi un trio classico di melodie ballabili e classiche , dove il violista, bravo e pure virtuoso, che suonava tenendo i piede su uno sgabello, con il fazzoletto in tasca come appoggio, e il violino diritto appoggiato al petto .
E pure dei violinisti indiani, che sono seduti a gambe incrociate, e il violino lo hanno appoggiato quasi a terra sulla gamba e sulla spalla. Succede.
Comunque grazie per l' interessamento, senza mazziate.
Si ovvio, commercialmente non esistono supporti alternativi. Potrebbe essere un' idea commerciale , per esigenze diverse, e pure per stile nuovi, e a come si vede, ci si adatta e si prende su anche un po' di tutto . Ciao .

PS E poi credo che sia mentoniera, che supporto sotto il violino, e posizione con cui suonarlo , sia la piu' innaturale e artificiosa che si possa aver preso .
SI, l' unico pro, e' che ci si estende meglio con le dita, fino a fine tastiera . Ma questo per me e per tanta musica oltre modo ricercata ad esibizionismo , sia un opzionale oltre virtuoso e ricercato . Se ci fosse un violino a doppia tastiera che gira sul collo, scriverebbero opere sfruttando pure queste caratteristiche .

Troubadour
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 1
Iscritto il: sabato 3 giugno 2017, 9:16

Re: Un grosso problema cerco soluzioni per tenuta violino

Messaggio da Troubadour » sabato 3 giugno 2017, 9:24

My, vorrei approfondire questa della tenuta del violino appoggiato al petto, è il modo in cui viene suonato l'irish fiddle, il violino irlandese, e anche il modo antico di suonarlo sui monti appalachi, io ho il problema della cervicale e sto cercando di capire di più questa posizione meno canonica, scrivimi che ne parliamo, grazie

Rispondi