Video sulle viole di Stradivari

Non solo barzellette sui violisti, please :)
Avatar utente
violino7
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 3344
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 » lunedì 30 marzo 2015, 1:04

violino7 ha scritto: .............................
Ma anche questo rientra nella bellezza della liuteria, le imperfezioni fanno parte dell'opera d'arte.
Lo dico per i cultori del perfezionismo e della filologia a tutti i costi. :(
Faccio subito ammenda e dico che ho usato l'espressione "cultori del perfezionismo e della filologia a tutti i costi" in maniera certamente troppo generale. C'è perfezionista di un certo tipo e perfezionista di un altro tipo, quello di sostanza e quello solo di forma!

La precisione in liuteria va benissimo, ci mancherebbe altro, essa dovrebbe essere elemento di personalizzazione di un determinato artefice non soltanto sul piano esteriore.
Chi è preciso dovrebbe esserlo in tutto, voglio sperare che lo sia anche per le questioni intrinseche, cioè di metodo e di ricerca dei risultati sonori. Questo alla fine lo qualificherebbe con una sua specifica "identità"! Certamente è il caso di Davide Sora, non ci sono dubbi!:roll:

Io mi riferivo, invece, al caso di chi si attiene a degli "standard", cosiddetti, pensando di cogliere appieno l'essenza di Stradivari o di un altro grande liutaio, magari partendo dalla riproduzione fedele di uno strumento riprodotto su un poster. Guai a sgarrare di qualche decimo!
Questo vuol dire non porre mente al fatto che Stradivari fosse stato prima di tutto uno sperimentatore che metteva evidentemente in primordine le questioni di sostanza, anche se poi anche per l'estetica non se la cavava tanto male!
Arriviamo poi al caso contrario di Guarneri del Gesù che, lo sappiamo e lo abbiamo detto più volte, sotto l'aspetto estetico molte volte lascia a desiderare!
Noi una qualche valutazione di questa per certi versi contrapposta professionalità la dobbiamo pur fare! Per noi vanno bene tutti e due! :?


Mi sembra evidente che in questo senso, nel caso di chi si affida a degli standard, la parola "filologia" non ha significato e l'eventuale precisione rimane una questione di poca importanza se poi non si perseguono finalità ben più intrinsicamente qualificanti.
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10420
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » lunedì 30 marzo 2015, 8:19

davidesora ha scritto:
claudio ha scritto:......
Ma una parola vorrei spenderla anche a favore dei "precisi", categoria a cui penso tu appartenga a buon diritto.
......
Io credo che se si persegue la precisione non lo si fa semplicemente per un'avversione verso le asimmetrie, ma per cercare di cogliere a fondo l'essenza del proprio lavoro, e quindi trasmettere assieme ad esso un'emozione. Non certo un lavoro facile.

Ti ringrazio per avermi inserito nel "girone" dei precisi, anche se devo dire che questa categoria mi va un po' stretta.
Credo infatti che la precisione fine a se stessa sia una delle cose più inutili in liuteria, ma se applicata nelle giuste dosi (anche se questo è decisamente soggettivo) può portare a risultati molto interessanti.

Le ultime parole che scrivi credo inquadrino molto bene questo aspetto.
Mica ti volevo mandare all'Inferno! :lol:
Liutai ne conosco parecchi ma con il tuo scrupolo e bisogna ammettere, precisione, per me ce ne sono pochi.
andante con fuoco

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1678
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Messaggio da davidesora » lunedì 30 marzo 2015, 10:27

claudio ha scritto: Mica ti volevo mandare all'Inferno! :lol:
:lol: :lol: Con voi toscani non si sa mai...... :D :D

Davide

PS senza offesa per averti accomunato a un fiorentino..... :wink:

Rispondi