Viola 41, lavori in corso

Non solo barzellette sui violisti, please :)
Rispondi
Avatar utente
piase
moderatore
Messaggi: 298
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2005, 0:00
Contatta:

Re: Viola 41, lavori in corso

Messaggio da piase » lunedì 6 novembre 2017, 14:08

Non ne ho idea.
Più che altro: quanto pesa? Quanto sensibile è? (mV/g).
Se va in saturazione cerchi di metterlo in un posto meno mobile. Non so se ha senso.

Mi interessa questa cosa..

Eccoci pronti pronti per la catena. Le lame rotanti sono ad affilare:
Allegati
CatenaGrezza.jpg
CatenaGrezza.jpg (49.75 KiB) Visto 33 volte

Avatar utente
piase
moderatore
Messaggi: 298
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2005, 0:00
Contatta:

Re: Viola 41, lavori in corso

Messaggio da piase » lunedì 6 novembre 2017, 15:57

Tutti sti trucioli per qualcosa che se va bene sarà meno di 4 grammi finita!
Allegati
PhotoPictureResizer_171106_155426380-1305x734.jpg
PhotoPictureResizer_171106_155426380-1305x734.jpg (255.66 KiB) Visto 79 volte

Avatar utente
piase
moderatore
Messaggi: 298
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2005, 0:00
Contatta:

Re: Viola 41, lavori in corso

Messaggio da piase » lunedì 6 novembre 2017, 16:07

Ho recuperato i dati della densità: Erano al loro posto.. 346 tavola e 615 fondo.
Per la catena ho optato per 370 di densità e 4700 m/s (RRatio 12.5). Non ho trovato di meglio in tempi umani.
Sarei salito un po' con il modulo elastico, per arrivare a RR 14-15. Tempus Fugit.

Avatar utente
piase
moderatore
Messaggi: 298
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2005, 0:00
Contatta:

Re: Viola 41, lavori in corso

Messaggio da piase » lunedì 6 novembre 2017, 18:11

Catena impostata, incollaggio dei tappini. Domani si rifinisce la catena e la si incolla alla tavola. Poi si parte a sagomarla.
Allegati
PhotoPictureResizer_171106_180835797-1305x734.jpg
PhotoPictureResizer_171106_180835797-1305x734.jpg (204.92 KiB) Visto 78 volte

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1717
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Viola 41, lavori in corso

Messaggio da davidesora » lunedì 6 novembre 2017, 19:15

Sprecone!!! In quell'altezza ce ne stavano due di catene :o

Avatar utente
piase
moderatore
Messaggi: 298
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2005, 0:00
Contatta:

Re: Viola 41, lavori in corso

Messaggio da piase » lunedì 6 novembre 2017, 23:39

Faccio sempre tempo a tagliarla con la sega a nastro dopo averla incollata!! ;-)

Avatar utente
Ananasso
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 313
Iscritto il: lunedì 28 febbraio 2011, 0:00
Contatta:

Re: Viola 41, lavori in corso

Messaggio da Ananasso » martedì 7 novembre 2017, 0:00

piase ha scritto:
lunedì 6 novembre 2017, 14:08

....
Più che altro: quanto pesa? Quanto sensibile è? (mV/g).
Se va in saturazione cerchi di metterlo in un posto meno mobile. Non so se ha senso.

Mi interessa questa cosa..
....
Penso di comprarmi questa roba qua per giocare:
https://www.sparkfun.com/products/12803
Ha una sensibilità di 6.5 mV/g, una banda di 1.5 kHz e 200g di accelerazione massima. Non so quanto pesa. E' basato sull'Analog Devices ADXL377. Se funziona si potrebbe fare una micro-schedina per contenere il peso in una frazione di grammo.

Avatar utente
piase
moderatore
Messaggi: 298
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2005, 0:00
Contatta:

Re: Viola 41, lavori in corso

Messaggio da piase » martedì 7 novembre 2017, 9:05

Molto saggio testare il tutto.
Se ha bisogno solo di 6 cavi, sembra fattibile.
Il triassale è molto interessante, al momento il sw di stoppani gestisce solo un asse, ma sta lavorando all'acquisizione multicanale.

Avatar utente
piase
moderatore
Messaggi: 298
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2005, 0:00
Contatta:

Re: Viola 41, lavori in corso

Messaggio da piase » martedì 7 novembre 2017, 15:18

"Choosy"
Cosa era meglio usare?

Avete altri suggerimenti?
Allegati
PhotoPictureResizer_171107_151442880-1305x734.jpg
PhotoPictureResizer_171107_151442880-1305x734.jpg (272.38 KiB) Visto 46 volte

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10469
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Viola 41, lavori in corso

Messaggio da claudio » martedì 7 novembre 2017, 16:26

Titebond? Cascamite? c'è di tutto! meglio di tutte, ovviamente, la colla animale. perchè reversibile e per le sue proprietà prodigiose di ritiro. Quella che gli somiglia di più tra quelle illustrate è la Cascamite, ma non la userei davvero in liuteria. Sui morsetti, per me il numero perfetto è 5, si fa presto, bene, e si riducono le possibilità di ammaccare la tavola stringendo troppo, spesso spinti dalla fretta.

p.s.:
manca una delle più interessanti: la Aerolite, usata in aeronautica per aerei in legno (vedi il famoso bimotore inglese "Mosquito"). Una volta con un amico l'abbiamo usata per la costruzione di un piccolo aeroplano in abete rosso, veramente molto efficace e decisamente cristallina, trasparentissima).
andante con fuoco

fix62
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 28
Iscritto il: sabato 11 ottobre 2014, 0:00

Re: Viola 41, lavori in corso

Messaggio da fix62 » martedì 7 novembre 2017, 17:15

Scusate la domanda da profano: ma se per incollare la catena la colla animale è la miglior scelta, quale è la soluzione più adatta per fissare provvisoriamente i tappini oppure gli zocchetti alla forma interna e poi non rovinare nulla al momento del distacco ?

Un saluto da Enrico

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10469
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Viola 41, lavori in corso

Messaggio da claudio » martedì 7 novembre 2017, 17:17

Io i "tappini" non li uso, traccio semplicemente i riferimenti a matita e a quelli mi attengo. Cmq per l'incollaggio provvisorio dei suddetti tappini basta usare una colla ben diluita.
andante con fuoco

Avatar utente
piase
moderatore
Messaggi: 298
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2005, 0:00
Contatta:

Re: Viola 41, lavori in corso

Messaggio da piase » martedì 7 novembre 2017, 18:03

Le colle meritano un altro post, ecco come procede con la catena. Fresca di giornata.
(ho dimenticato la colla a caldo, il silicone da vetri e la colla da piastrelle!)

Spessore 6,6 altezze in corrispondenza di:
largh.massima.sup: 8.5
punte sup: 15
centro catena: 16.6
punte inf: 16.9
largh.max.inf: 10.9

Direi che la lascio così. Cosa dici Claudio?
[Edit: ho perso un modo per strada e riaggiornato la tabello. #5 a 335.]
Allegati
CatenaGrezza_mod.jpg
CatenaGrezza_mod.jpg (49.75 KiB) Visto 32 volte

Avatar utente
piase
moderatore
Messaggi: 298
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2005, 0:00
Contatta:

Re: Viola 41, lavori in corso

Messaggio da piase » martedì 7 novembre 2017, 18:35

claudio ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 17:17
Io i "tappini" non li uso, traccio semplicemente i riferimenti a matita e a quelli mi attengo. Cmq per l'incollaggio provvisorio dei suddetti tappini basta usare una colla ben diluita.
Uso la Titebond sui miei strumenti, i tappini per la catena si demoliscono con facilità con coltello o scalpello tagliando in senso perpedicolare agli anelli annuali, mezzo millimetro alla volta (di spacco). Non lascia residui significativi ed è pronta in mezzora.

f

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10469
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Viola 41, lavori in corso

Messaggio da claudio » martedì 7 novembre 2017, 19:06

Per me le dimensioni della tua catena sono giuste, ma il problema è che nella catena un decimo di mm in più o in meno fanno sempre una certa differenza nel suono, quasi sempre difficilmente valutabile in anticipo. Io divido la catena per quarti, gli estremi li faccio 3/3.5mm, ai 2/4 e ai 3/4 curo che siano di uguale altezza. Il punto centrale della catena giace davanti alla tacca delle effe, in questa zona centrale della catena la massima altezza si estende per qualche centimetro, simmetricamente, davanti e posteriormente al punto centrale della catena stessa. Per questo difficilmente vado oltre i 15mm, mentre i 6.6 di spessore sempre per la mia esperienza vanno benissimo.

I punti ai 2/4 e ai 3/4 hanno un'altezza che in genere si aggira intorno agli 11/12mm, che si possono diminuire o aumentare in base alle caratteristiche della tua tavola, oppure in base all'intonazione (io vado ad orecchio), e dei modi che hai seguito fin qui. Quindi la mia è una catena simmetrica, la cui zona di massima altezza è spostata abbastanza in avanti rispetto alle tacche delle effe, requisito essenziale per la produzione di quei rumori concomitanti volgarmente definiti armonici. Al momento che spessori ha la tua tavola armonica?

Per favore non usare la Titebond, almeno per la catena, te lo chiedo a nome di quegli sventurati liutai che in futuro dovranno mettere le mani sul tuo strumento! La colla animale è reversibile e lascia il legno pulito e ha una sua rigidezza che pure influisce sul suono e sulla produzione degli armonici.
andante con fuoco

Rispondi