Corda vibrante 37.5 e scelta nuova muta di corde

Non solo barzellette sui violisti, please :)
Rispondi
Avatar utente
Violalena
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 7
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2018, 18:47

Corda vibrante 37.5 e scelta nuova muta di corde

Messaggio da Violalena » lunedì 9 aprile 2018, 16:38

Sto cercando informazioni riguardo le corde per una viola da 40,5 cm con corda vibrante 37.5 cm per sostituire quelle attualmente montate e vorrei provare qualcosa di diverso (escludendo quelle in budello). Ho cercato nel forum, se ci fosse qualche topic specifico sulle corde per viola, ma non sono stata in grado di trovarlo. Chiedo scusa anticipatamente nel caso fosse già postato qualcosa del genere.
Ho guardato diversi marchi di corde e mi era parso di trovare una vasta offerta di prodotti. Purtroppo però, cercando un po' più approfonditamente il campo si è ristretto molto. Le offerte spaziano per corde vibranti fino a 37 o da 38 in su. C'è qualcuno che possa darmi un suggerimento? Che cosa cambierebbe, se scegliessi corde con corda vibrante più corta o più lunga? Grazie :)

Avatar utente
Violalena
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 7
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2018, 18:47

Re: Corda vibrante 37.5 e scelta nuova muta di corde

Messaggio da Violalena » lunedì 9 aprile 2018, 20:47

Ecco mi mancava una informazione importante...Il Sig.r Manfio scrive in questo topic viewtopic.php?t=464:
…Già la viola non ha una misura fissa, il liutaio ha la possibilitá di fare una viola 38 cm fino ad una 47 cm..., tutte queste viola (tra 38 fino a 47cm) sono considerate 4/4…

Se ho capito bene, quindi le corde 4/4 andrebbero bene anche per tutte le viole 8O E se nei vari siti di produttori di corde non è specificata la corda vibrante, si dà per scontato che vada bene per tutte le viole. Ora però mi piacerebbe capire come funziona una corda: possibile che una corda possa dare la stessa performance sia su una viola da 38 sia montata su una da 47? C'è per caso qualche topic nel forum che possa farmi vedere la luce alla fine del tunnel della mia ignoranza? :oops: :oops: :oops:

Viola415
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 9
Iscritto il: lunedì 6 marzo 2017, 16:53

Re: Corda vibrante 37.5 e scelta nuova muta di corde

Messaggio da Viola415 » lunedì 9 aprile 2018, 21:40

Nel sito delle corde Warchal (www.warchal.com) si trovano indicazioni delle mute in relazione alla lunghezza della corda vibrante: 36-38 cm, o 38-40 cm.
- Gianni -

Avatar utente
Ananasso
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 354
Iscritto il: lunedì 28 febbraio 2011, 0:00
Contatta:

Re: Corda vibrante 37.5 e scelta nuova muta di corde

Messaggio da Ananasso » lunedì 9 aprile 2018, 22:00

La frequenza a cui vibra la corda è inversamente proporzionale alla lunghezza e proporzionale alla radice quadrata della tensione applicata. Se la corda passa da 370 a 375 mm, per avere la stessa nota la tensione applicata dovrà aumentare del (375/370) al quadrato, cioè di meno del 3 per cento. Quindi le corde pensate per una lunghezza di 370 mm vanno bene anche per una lunghezza di 375 mm. Per sicurezza puoi usare (se disponibili) le versioni più morbide che richiedono una tensione più bassa (10% circa) delle versioni regolari.

Avatar utente
piase
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 481
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2005, 0:00
Contatta:

Re: Corda vibrante 37.5 e scelta nuova muta di corde

Messaggio da piase » lunedì 9 aprile 2018, 22:12

Ciao.
Qui trovi tutte le tensioni e le corde vibranti thomastik https://www.google.it/url?q=http://www. ... gbb3mCDXa4

Loro considerano 37 come lunghezza di riferimento della scala - corda vibrante. Non della viola!
Poi specificano che puoi usarle fino a scale di 39 cm.

Corde più tese (inteso come tiraggio in kg per arrivare alla nota corretta) vengono da loro consigliate anche sotto i 37 cm di scala.
Corde vibranti più minute possono essere abbinate a corde più "tese", che richiedono più tiraggio.
Vedi ad esempio a pag. 80 le belcanto, che montate su una scala da 37 danno valori in kg superiori alle PiGreco o ad altre tipologie di corde.

Poi ci sono le dominant, disponibili anche per viole 3/4, 1/2...

Interessante vedere che le dominant sono vendute con scale dedicate in relazione alle dimensioni dello strumento. Il che secondo me crea un po' di confusione tra lunghezza del corpo e corda vibrante.

Avatar utente
Violalena
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 7
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2018, 18:47

Re: Corda vibrante 37.5 e scelta nuova muta di corde

Messaggio da Violalena » lunedì 9 aprile 2018, 22:21

Viola415 ha scritto:
lunedì 9 aprile 2018, 21:40
Nel sito delle corde Warchal (www.warchal.com) si trovano indicazioni delle mute in relazione alla lunghezza della corda vibrante: 36-38 cm, o 38-40 cm.
Ciao Gianni, grazie per la risposta. Le uniche che avevo trovato erano proprio quelle che suggerisci tu e le Dogal Capriccio (Muta corda Vibrante tra 36,6 e 37,5 cm). Sono due marche che appunto fanno qualcosa di specifico. Mi rimane comunque il "tarlo" in mente e mi piacerebbe poter comprendere :)
Ananasso ha scritto:
lunedì 9 aprile 2018, 22:00
La frequenza a cui vibra la corda è inversamente proporzionale alla lunghezza e proporzionale alla radice quadrata della tensione applicata. Se la corda passa da 370 a 375 mm, per avere la stessa nota la tensione applicata dovrà aumentare del (375/370) al quadrato, cioè di meno del 3 per cento. Quindi le corde pensate per una lunghezza di 370 mm vanno bene anche per una lunghezza di 375 mm. Per sicurezza puoi usare (se disponibili) le versioni più morbide che richiedono una tensione più bassa (10% circa) delle versioni regolari.
Grazie Ananasso, ecco cercavo proprio questo nel caso appunto segliessi una da 370 mm. Sarebbe possibile applicare la stessa teoria anche con una corda definita 4/4? Non sapendo però per definizione che vibrante avrebbe... :hum:

Avatar utente
Violalena
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 7
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2018, 18:47

Re: Corda vibrante 37.5 e scelta nuova muta di corde

Messaggio da Violalena » lunedì 9 aprile 2018, 22:57

piase ha scritto:
lunedì 9 aprile 2018, 22:12
Loro considerano 37 come lunghezza di riferimento della scala - corda vibrante. Non della viola!
Poi specificano che puoi usarle fino a scale di 39 cm.
Le dominant medium sono quelle che monto attualmente (anzi me le aveve messe il liutaio quando acquistai la viola). Ma volevo appunto provare qualcosa d'altro. E mi ero persa l'informazione che potessero essere usate fino a 39 cm (ovviamente s'intende corda vibrante). Ad essere sincera l'avevo letto da qualche parte, ma non trovando più la fonte non ero certa di aver letto e capito giusto.
piase ha scritto:
lunedì 9 aprile 2018, 22:12
Corde più tese (inteso come tiraggio in kg per arrivare alla nota corretta) vengono da loro consigliate anche sotto i 37 cm di scala.
Corde vibranti più minute possono essere abbinate a corde più "tese", che richiedono più tiraggio.
Vedi ad esempio a pag. 80 le belcanto, che montate su una scala da 37 danno valori in kg superiori alle PiGreco o ad altre tipologie di corde.
Le PiGreco non le trovo...Sono le Peter Infeld?
piase ha scritto:
lunedì 9 aprile 2018, 22:12
Interessante vedere che le dominant sono vendute con scale dedicate in relazione alle dimensioni dello strumento. Il che secondo me crea un po' di confusione tra lunghezza del corpo e corda vibrante.
:oops: Quoto :lol:

Avatar utente
Violalena
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 7
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2018, 18:47

Re: Corda vibrante 37.5 e scelta nuova muta di corde

Messaggio da Violalena » lunedì 9 aprile 2018, 23:27

Si ecco non avevo visto la PiGreco come design delle Peter Infeld :dho:
Grazie molte a tutti, per il momento penso di avere capito. Stanotte ci dormo sopra, mi riguardo di nuovo bene il catalogo integrando con le splendide informazioni che mi avete dato.

Rispondi