Marino Capicchioni

Rispondi
Avatar utente
osborn
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 25
Iscritto il: sabato 10 febbraio 2007, 0:00
Località: Cervia (RA)
Contatta:

Marino Capicchioni

Messaggio da osborn » domenica 27 dicembre 2009, 14:04

Buongiorno a tutti,

vorrei aprire questa discussione (spero che la sezione "storia del violino" sia la più indicata) per parlare di un liutaio considerato uno dei migliori del secolo scorso: Marino Capicchioni.

Ho letto da poco il libro di Marcello Villa (libro fantastico che consiglio vivamente), ho ammirato tutti gli strumenti presenti e ho trovato che siano davvero splendidi.

In questo post sarebbe bello parlare della sua vita, dei suoi strumenti, della loro qualità non tralasciando anche le valutazioni che i suoi violini, viole e violoncelli hanno raggiunto.

Sapevate che Menhuin, Oistrakh e tantissimi altri hanno ordinato dei violini direttamente da Capicchioni?

Mi piacerebbe parlare di questo liutaio, conoscendo anche le vostre importanti impressioni.

Grazie a tutti!

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10517
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » lunedì 28 dicembre 2009, 2:22

Ho potuto esaminare ed ascoltare abbastanza spesso gli strumenti di Marino Capicchioni, sono strumenti che ho sempre ammirato ed amato per la loro solidità, carattere e affidabilità. Approfondiamo pure l'argomento.
andante con fuoco

Avatar utente
osborn
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 25
Iscritto il: sabato 10 febbraio 2007, 0:00
Località: Cervia (RA)
Contatta:

Messaggio da osborn » giovedì 31 dicembre 2009, 14:55

Capicchioni - "periodo giovanile"

Marino Capicchioni nasce il 30 giugno 1895 a Santa Mustiola, nella Repubblica di San Marino.

Venne a conoscenza delle prime basi sulla lavorazione del legno nella bottega del padre. Qui si costruivano ruote per carri, tinozze, sedie armadi e sopratutto botti per il vino.

Si avvicinò al mestiere di liutaio dapprima come riparatore di chitarre, mandolini e violini; in questo periodo (tra il 1922 e il 1929) i suoi strumenti sono caratterizzati da una continua sperimentazione (lascio i particolari tecnico-costruttivi a tutti gli esperti presenti nel forum) essendo, Marino, un autodidatta.

Dopo essersi brevemente trasferito in Francia per lavorare in una fabbrica di chitarre situata a Caen torna in territorio romagnolo stabilendosi a Rimini e aprire "in proprio" l'attività di liutaio.
La scelta della città di Rimini non era casuale; egli sosteneva che fosse il luogo ideale perchè, grazie alla sua vocazione di città balneare, richiamava persone benestanti da ogni parte d'Italia e non solo.

I primi strumenti furono venduti a musicisti delle “orhestrine da b

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10517
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » giovedì 31 dicembre 2009, 19:20

Entro gennaio andrò a far visita a Mario Capicchioni, gli farò un'intervista che spero lunga, così completeremo le notizie sul padre Marino.
andante con fuoco

saraviola
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 1
Iscritto il: mercoledì 11 agosto 2010, 0:00

Re: Marino Capicchioni

Messaggio da saraviola » mercoledì 11 agosto 2010, 19:24

[quote="osborn"]
vorrei aprire questa discussione (spero che la sezione "storia del violino" sia la più indicata) per parlare di un liutaio considerato uno dei migliori del secolo scorso: Marino Capicchioni.

buongiorno,
scusate l'intrusione, ho assistito ad un'esibizione pubblicizzata in questo modo:
"La voce di un violino firmato dal maestro Capicchioni è tornata a vibrare ieri sera dopo 30 anni nel concerto di Patruno presso la Biblioteca di Stato. Presso la sala Alberoni della Biblioteca di Stato, nell’ambito delle iniziative promosse per “L’Alba sul M

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10517
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » giovedì 12 agosto 2010, 11:51

Gentile Saraviola, tenendo conto dell'alto valore artistico degli strumenti di Marino Capicchioni, direi che l'uso ideale dei suoi strumenti sia in ambito classico e assolutamente senza amplificazione.
andante con fuoco

Avatar utente
Atomino
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 1642
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 0:00
Località: Botticino o Salo', tra Maggini e Gasparo
Contatta:

Messaggio da Atomino » martedì 7 settembre 2010, 17:20

Una trasgressione ogni tanto però è concessa?
- Alberto Soccini -

Rispondi