accordatura strumenti antichi

Questo è il forum dove possono presentarsi i nuovi utenti.

Moderatore: Moderatori

Rispondi
simeon
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 12
Iscritto il: lunedì 8 dicembre 2014, 0:00

accordatura strumenti antichi

Messaggio da simeon » lunedì 8 dicembre 2014, 17:52

Salve a tutti.sono Simeon,contento d'essere con voi esperti in liuteria !

Molte GRAZIE per permettermi di entrare ( grazie maestro Rampini).



Sto cercando senza esito l'accordatura di alcuni strumenti, in rete non trovo granché. magari esiste un sito che io non conosco?.

mi affido a voi !

gli strumenti sono :
lira da braccio (tipo Apollo di Raffaello).5 corde
Ribeca ,3 corde
biella 4 corde
citola 4 corde (metalliche ? )

molte grazie

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11074
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » martedì 9 dicembre 2014, 12:22

Benvenuto Simeon, purtroppo non ti posso aiutare perchè sugli strumenti antichi non ho esperienza, anche se sulla viella e la ribeca qualcosa dovrei avere.
andante con fuoco

simeon
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 12
Iscritto il: lunedì 8 dicembre 2014, 0:00

Messaggio da simeon » martedì 9 dicembre 2014, 17:39

claudio ha scritto:Benvenuto Simeon, purtroppo non ti posso aiutare perchè sugli strumenti antichi non ho esperienza, anche se sulla viella e la ribeca qualcosa dovrei avere.
Molte grazie Maestro.

Sto cercando già da 2 settimane e niente.prima o poi troveremo.
( credo che la insistenza sia parte del gioco)
saluti

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 470
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » mercoledì 10 dicembre 2014, 13:21

Tutti gli strumenti che tu elenchi hanno più taglie come quelli della famiglia degli archi moderni e ognuno ha poi più accordature possibili.
Tra tutti quello che io conosco meglio è la lira ( essendo gambista : la viola e la lira da braccio e da gamba hanno diversi aspetti in comune) e anche per questa ci sono diversi registri e accordature: prova a vedere questo link http://www.mybestcv2.co.il/TextPage_EN.aspx?ID=11218369 , si parla soprattutto della lira da gamba ma ci sono anche accordature per la lira da braccio
Se hai bisogno di saperlo per poter accordare esemplari di questi strumenti sarebbe importante sarebbe prima sapere di che taglia sono
Immagine Immagine

simeon
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 12
Iscritto il: lunedì 8 dicembre 2014, 0:00

Messaggio da simeon » domenica 14 dicembre 2014, 16:42

Barbamarco ha scritto:Tutti gli strumenti che tu elenchi hanno più taglie come quelli della famiglia degli archi moderni e ognuno ha poi più accordature possibili.
Tra tutti quello che io conosco meglio è la lira ( essendo gambista : la viola e la lira da braccio e da gamba hanno diversi aspetti in comune) e anche per questa ci sono diversi registri e accordature: prova a vedere questo link http://www.mybestcv2.co.il/TextPage_EN.aspx?ID=11218369 , si parla soprattutto della lira da gamba ma ci sono anche accordature per la lira da braccio
Se hai bisogno di saperlo per poter accordare esemplari di questi strumenti sarebbe importante sarebbe prima sapere di che taglia sono
" Gentilissimo "
Molte grazie per i consigli e il Link.

In effetti nel disegnarli (progetto) ho preso in considerazione il diapason di ognuno;solo per la citola che ha una sconosciuta divisione dei tasti ( per me sconosciuta !!) mi sono affidato a un diapason frazione di chitarra.

" GRAZIE "
molto gentile

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 470
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » martedì 16 dicembre 2014, 19:45

simeon ha scritto:
Barbamarco ha scritto:Tutti gli strumenti che tu elenchi hanno più taglie come quelli della famiglia degli archi moderni e ognuno ha poi più accordature possibili.
Tra tutti quello che io conosco meglio è la lira ( essendo gambista : la viola e la lira da braccio e da gamba hanno diversi aspetti in comune) e anche per questa ci sono diversi registri e accordature: prova a vedere questo link http://www.mybestcv2.co.il/TextPage_EN.aspx?ID=11218369 , si parla soprattutto della lira da gamba ma ci sono anche accordature per la lira da braccio
Se hai bisogno di saperlo per poter accordare esemplari di questi strumenti sarebbe importante sarebbe prima sapere di che taglia sono
" Gentilissimo "
Molte grazie per i consigli e il Link.

In effetti nel disegnarli (progetto) ho preso in considerazione il diapason di ognuno;solo per la citola che ha una sconosciuta divisione dei tasti ( per me sconosciuta !!) mi sono affidato a un diapason frazione di chitarra.

" GRAZIE "
molto gentile
Non capisco tanto perchè disegnare uno strumento pensando solo al diapason senza l'accordatura visto che il calibro delle corde dipende anche dall'accordatura comunque tieni conto che lo spazio dei tasti negli strumenti antichi non è fisso perchè i tasti sono mobili e fatti con i legacci di budello ,quindi è poi il musicista che li adatta alla gamma modale in cui suona
Immagine Immagine

simeon
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 12
Iscritto il: lunedì 8 dicembre 2014, 0:00

Messaggio da simeon » martedì 16 dicembre 2014, 21:55

Barbamarco ha scritto:
simeon ha scritto:
Barbamarco ha scritto:Tutti gli strumenti che tu elenchi hanno più taglie come quelli della famiglia degli archi moderni e ognuno ha poi più accordature possibili.
Tra tutti quello che io conosco meglio è la lira ( essendo gambista : la viola e la lira da braccio e da gamba hanno diversi aspetti in comune) e anche per questa ci sono diversi registri e accordature: prova a vedere questo link http://www.mybestcv2.co.il/TextPage_EN.aspx?ID=11218369 , si parla soprattutto della lira da gamba ma ci sono anche accordature per la lira da braccio
Se hai bisogno di saperlo per poter accordare esemplari di questi strumenti sarebbe importante sarebbe prima sapere di che taglia sono
" Gentilissimo "
Molte grazie per i consigli e il Link.

In effetti nel disegnarli (progetto) ho preso in considerazione il diapason di ognuno;solo per la citola che ha una sconosciuta divisione dei tasti ( per me sconosciuta !!) mi sono affidato a un diapason frazione di chitarra.

" GRAZIE "
molto gentile
Non capisco tanto perchè disegnare uno strumento pensando solo al diapason senza l'accordatura visto che il calibro delle corde dipende anche dall'accordatura comunque tieni conto che lo spazio dei tasti negli strumenti antichi non è fisso perchè i tasti sono mobili e fatti con i legacci di budello ,quindi è poi il musicista che li adatta alla gamma modale in cui suona[/quote ]il diapason mi sembra il cuore dello strumento,decide le sue dimensioni,perciò ho partito da li

simeon
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 12
Iscritto il: lunedì 8 dicembre 2014, 0:00

Messaggio da simeon » mercoledì 17 dicembre 2014, 9:50

simeon ha scritto:
Barbamarco ha scritto:
simeon ha scritto: " Gentilissimo "
Molte grazie per i consigli e il Link.

In effetti nel disegnarli (progetto) ho preso in considerazione il diapason di ognuno;solo per la citola che ha una sconosciuta divisione dei tasti ( per me sconosciuta !!) mi sono affidato a un diapason frazione di chitarra.

" GRAZIE "
molto gentile
Non capisco tanto perchè disegnare uno strumento pensando solo al diapason senza l'accordatura visto che il calibro delle corde dipende anche dall'accordatura comunque tieni conto che lo spazio dei tasti negli strumenti antichi non è fisso perchè i tasti sono mobili e fatti con i legacci di budello ,quindi è poi il musicista che li adatta alla gamma modale in cui suona[/quote ]il diapason mi sembra il cuore dello strumento,decide le sue dimensioni,perciò ho partito da li
Grazie ancora !

Avatar utente
Barbamarco
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 470
Iscritto il: mercoledì 28 febbraio 2007, 0:00
Località: prov. Vercelli
Contatta:

Messaggio da Barbamarco » mercoledì 17 dicembre 2014, 20:03

Guarda, essendo io liutaio professionista da una ventina d'anni prima ancora che musicista, ti assicuro che il cliente si aspetta non solo uno strumento progettato perfettamente come diapason ma anche perfetto come scelta di corde e come resa. Non sempre il diapason basta se poi l'estensione e le corde non garantiscono una resa al meglio,visto che di solito quelli che fanno musica antica sono molto preparati anche dal punto di vista della esigenza sullo strumento
Immagine Immagine

simeon
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 12
Iscritto il: lunedì 8 dicembre 2014, 0:00

Messaggio da simeon » lunedì 22 dicembre 2014, 12:47

Barbamarco ha scritto:Guarda, essendo io liutaio professionista da una ventina d'anni prima ancora che musicista, ti assicuro che il cliente si aspetta non solo uno strumento progettato perfettamente come diapason ma anche perfetto come scelta di corde e come resa. Non sempre il diapason basta se poi l'estensione e le corde non garantiscono una resa al meglio,visto che di solito quelli che fanno musica antica sono molto preparati anche dal punto di vista della esigenza sullo strumento
Molte grazie del consiglio.dei consigli.,. Proprio per questo motivo sono partito dal diapason.non essendoci riferimenti storici scritte( non ho trovato fonti). Credo Si che il musicista si aspetta il meglio ! .Grazie !

Rispondi