Costruzione e uso dello spessimetro a battimento

Davide Sora, Liutaio in Cremona, e i suoi interessanti video sulla costruzione del violino
Luca-
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 48
Iscritto il: domenica 24 febbraio 2013, 0:00

Messaggio da Luca- » venerdì 23 agosto 2013, 0:44

Non bisogna poi dimenticare, che molti strumenti antichi hanno subito interventi nel corso dei secoli da parta di restauratori sconsiderati che hanno ulteriolmente complicato le cose alterando gli spessori, le vernici etc.
Tuttavia ce ne sono tanti altri che per fortuna godono di ottima salute.

Riconoscere queste differene, ascoltare gli strumenti antichi possibilmente dal vivo, rimanere attaccati alle tradizioni con metodi di lavoro del passato ( vedi spessimentro a battimento etc), sono nodi fondamentali per poter raggiungere i migliori risultati oggi come allora.E questo devo dire che è già stato detto tante volte qui nel forum.

Luca

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1678
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Messaggio da davidesora » lunedì 26 agosto 2013, 11:26

Luca- ha scritto: rimanere attaccati alle tradizioni con metodi di lavoro del passato ( vedi spessimentro a battimento etc), sono nodi fondamentali per poter raggiungere i migliori risultati oggi come allora.

Luca
Più che di attaccamento per me si tratta di conoscere ed usare le metodologie tradizionali per poterne capire il valore, anche in un'ottica di conservazione delle stesse.
Aiuta a calarsi nello spirito con cui i liutai antichi approcciavano il loro lavoro, alcuni con risultati eccellenti, altri meno........allora come oggi :)


Davide

Avatar utente
robinwood
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 337
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 0:00

Re: Costruzione e uso dello spessimetro a battimento

Messaggio da robinwood » giovedì 19 settembre 2013, 9:17

davidesora ha scritto:Per chi sente la nostalgia di antichi attrezzi da lavoro, sempre estremamente efficienti e funzionali.
Usarli è un piacere, un tuffo nel passato per comprenderlo meglio...... 8)
Davide
..e con video così credo si possa comprendere il perché del riconoscimento di Patrimonio Immateriale dell’Umanità. ..(altrimenti ormai così difficile..)

complimenti anche per l’equilibrio, l’eleganza e la misura nei gesti, nelle parole, nelle musiche scelte.
grazie

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1678
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Costruzione e uso dello spessimetro a battimento

Messaggio da davidesora » giovedì 19 settembre 2013, 23:54

robinwood ha scritto:
davidesora ha scritto:Per chi sente la nostalgia di antichi attrezzi da lavoro, sempre estremamente efficienti e funzionali.
Usarli è un piacere, un tuffo nel passato per comprenderlo meglio...... 8)
Davide
..e con video così credo si possa comprendere il perché del riconoscimento di Patrimonio Immateriale dell’Umanità. ..(altrimenti ormai così difficile..)

complimenti anche per l’equilibrio, l’eleganza e la misura nei gesti, nelle parole, nelle musiche scelte.
grazie

Grazie per la comprensione :D :D

Davide

Avatar utente
kalte-sterne
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 152
Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2011, 0:00
Località: Castiglione delle Stiviere (MN)
Contatta:

Messaggio da kalte-sterne » giovedì 26 settembre 2013, 10:33

Grazie Davide per questo post utilissimo e molto interessante !!
Un po' per mancanza di fondi per l'acquisto di uno spessimetro analogico, un po' per curiosità, mi vorrei cimentare nella costruzione di uno spessimentro a battimento come questo.

Chiedo solo una cosa, visto che non sono praticissimo di fai da te a questi livelli .. dove si compra una punta del genere già attaccata alla vite ? è roba che si trova al Brico ? deve avere qualche caratteristica particolare ?

Inoltre "parti metalliche con filetto M6". vuol dire semplicemnte di diametro 6 mm o è un tipo particolare di filetto ? (mi vergogno molto per la domnda.. ) :oops:

infine: quel "misurino" scuro che serve per determinare quanto far distanziare la punta dall'appoggio, è sempre "fai da te" o si compra già fatto ?

grazie mille !!!

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1678
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Messaggio da davidesora » giovedì 26 settembre 2013, 11:22

kalte-sterne ha scritto:Grazie Davide per questo post utilissimo e molto interessante !!
Un po' per mancanza di fondi per l'acquisto di uno spessimetro analogico, un po' per curiosità, mi vorrei cimentare nella costruzione di uno spessimentro a battimento come questo.

Chiedo solo una cosa, visto che non sono praticissimo di fai da te a questi livelli .. dove si compra una punta del genere già attaccata alla vite ? è roba che si trova al Brico ? deve avere qualche caratteristica particolare ?

Inoltre "parti metalliche con filetto M6". vuol dire semplicemnte di diametro 6 mm o è un tipo particolare di filetto ? (mi vergogno molto per la domnda.. ) :oops:

infine: quel "misurino" scuro che serve per determinare quanto far distanziare la punta dall'appoggio, è sempre "fai da te" o si compra già fatto ?

grazie mille !!!
M6 significa che è una normale vite di diametro 6mm.
La punta si ricava semplicemente limando la vite stessa, io l'ho fatto con la mola per affilare gli utensili ma si può fare anche con una lima da ferro.
Va poi lucidata il più possibile con cartavetro fine o simili.
Puoi usare una barra filettata oppure anche un normale bullone di lunghezza adeguata o qualsiasi vite si presti al caso.
Il mio "misurino" è fatto in ebano e autocostruito (è abbastanza semplice da fare, basta avere un calibro per segnare le misure giuste sul cuneo) ma ne vendono anche di molto precisi fatti in metallo dai ferramenta o rivenditori di utensili.
In alternativa si possono usare le punte da trapano ponendole tra la punta e l'appoggio per ottenere la misura (utilizzando la parte cilindrica e non quella scanalata, ovviamente)
Se usi un legno duro hai il vantaggio di non rovinare la punta, ma se usi cautela anche il metallo può andare.

Ciao

Davide

PS Se sai l'inglese puoi trovare altre informazioni utili su questo tipo di spessimetro su questo forum :

http://www.maestronet.com/forum/index.p ... ion-punch/

Avatar utente
kalte-sterne
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 152
Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2011, 0:00
Località: Castiglione delle Stiviere (MN)
Contatta:

Messaggio da kalte-sterne » giovedì 26 settembre 2013, 14:36

Grazie Davide, sei stato chiarissimo. E anche il link mi è stato molto molto utile.
Ora mi sono segnato tutto e nel weekend, non la domenica che andrò a curiosare a Mondomusica, mi prenderò i materiali e inizierò l'opera ! :wink:

Avatar utente
kalte-sterne
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 152
Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2011, 0:00
Località: Castiglione delle Stiviere (MN)
Contatta:

Messaggio da kalte-sterne » martedì 1 ottobre 2013, 16:36

tanto per la cronaca, ecco il mio personale spessimetro a battimento.
è grezzo. non sono stato tanto a guardare la bellezza, ma l'utilità. ieri sera l'ho provato su TA+F che si vedono sul retro, per gli ultimi ritocchini, e funziona alla grande !!!
grazie ancora Davide, dei preziosi consigli !! :wink:

Immagine

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1678
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Messaggio da davidesora » martedì 1 ottobre 2013, 20:08

Beh, la funzionalità è il fondamento di questo genere di attrezzi e direi che hai centrato nel segno.
La punta fatta con la vite autofilettante direi che è un'ottima soluzione, già pronta per l'uso così com'è e anche più rapida da regolare!!!
L'unico neo che posso trovarci sta nell'uso dell'abete che essendo tenero potrebbe prendere del gioco perdendo in precisione.
Ma se non ne fai un uso intensivo non credo sarà un problema.
Ottimo prototipo :wink:

davide

Avatar utente
kalte-sterne
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 152
Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2011, 0:00
Località: Castiglione delle Stiviere (MN)
Contatta:

Messaggio da kalte-sterne » mercoledì 2 ottobre 2013, 9:22

Grazie Davide ! ma è merito tuo ! :wink:
Si lo so avrei forse dovuto usare un legno più duro, ma non sono liutaio, è un anno e mezzo che sto facendo il primo violino. .. quindi ...
credo che per la mia mole di lavoro questo attrezzo resisterà un bel po' di tempo !!

Avatar utente
Levin
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 202
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 0:00
Località: Empoli
Contatta:

Messaggio da Levin » mercoledì 13 novembre 2013, 0:32

E questo è il mio: spartano ma abile ed arruolato! :-)
Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Lev

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1678
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Messaggio da davidesora » mercoledì 13 novembre 2013, 18:13

Sei andato dritto al punto senza troppi fronzoli :D
Credo che farà egregiamente il suo dovere :wink:

Davide

Arca
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 262
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 0:00
Località: Livorno
Contatta:

Messaggio da Arca » venerdì 25 marzo 2016, 13:11

Ecco anche il mio, grazie Davide

Mi sembra di vedere dalle foto che tu hai fatto un lavoro di boccole e spessori nel punto di snodo, sicuramente è molto più funzionale.
Volevo solo consigliare per chi non ha fatto quel lavoro di boccole come me di non usare bulloni carrai filettati solo per metà in quando la parte liscia è leggermente più sottile, si crea un piccolo gioco interno che falsa di qualche decimo lo snodo quindo cambia lo spessore.
Se usiamo un bullone carraio tutto filettato allo stesso tempo nell'uso crea del maggiore consumo è di conseguenza "gioco" nello snodo.
Io personalmente ho optato per l'uso di una barra tonda liscia che poi ho filettato solo alle due estremità.
Spero di essermi spiegato bene

Immagine

Rispondi