Modifica filettatore

Moderatore: piase

Rispondi
Arca
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 416
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 0:00
Località: Livorno
Contatta:

Modifica filettatore

Messaggio da Arca » domenica 20 maggio 2018, 16:21

Trovandomi molto male con questo filettatore (non lo comprerei più ma non lo posso di certo buttare) ho pensato di fare delle piccole modifiche, il perno attuale è molto sottile, circa 8 millimetri quindi la superficie d'appoggio è davvero esigua.
Ho fatto due "boccole" di multistrato di betulla da inserire nel perno attuale, un convessa è una concava, quest'ultima non la trovo indispensabile ma a me risulta utile.
IMG_6098.JPG
IMG_6097.JPG
La boccola concava ha la forma del punto più piatto, quindi vicino al bottone
IMG_6099.JPG
Quella convessa deve girare liberamente nella parte superiore delle CC
IMG_6100.JPG
Tutte e due devono essere perfettamente allineate sull'asse del perno, la parte esterna della convessa allineata con la parte più arretrata della concava, così da essere allineate alla stessa distanza al cambio delle due
IMG_6101.JPG
Insomma un patagarro semplice ma per me funzionale, ci vuol meno a farlo che a spiegare come si fa
Alessandro Mattei

Arca
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 416
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 0:00
Località: Livorno
Contatta:

Re: Modifica filettatore

Messaggio da Arca » domenica 20 maggio 2018, 16:23

Metto altre sue foto perché più di cinque allegati per volta non si caricano.
Così si dovrebbe capire meglio
IMG_6102.JPG
IMG_6103.JPG
Alessandro Mattei

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10931
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Modifica filettatore

Messaggio da claudio » domenica 20 maggio 2018, 18:59

Lo usi male il filettatore con il manico in ciliegio, per questo devi fare salti mortali e inventarti congegni per usarlo un minimo bene. Ma non è colpa del filettatore, ma tua che lo usi male. Innanzitutto si usa una lama, che poi verrà girata a seconda del solco interno o esterno che devo fare. Lo uso da più di 25 anni e non ho mai avuto problemi. Così come lo hai sistemato tu è in grado solo di fare le tracce, che poi devono essere approfondite a coltello.

L'inconveniente della tua "soluzione" è che non risolve nulla, oltretutto il distanziale in betulla tende a modificarsi con l'uso e la filettatura è sensibile al centesimo di millimetro, per cui non so davvero se sia una buona cosa. Ma come in tutte le cose ognuno cerca il suo sistema, eccetto che leggere il Sacconi, dove è spiegato bene l'uso del filettatore. :lol:
andante con fuoco

Arca
Mago della Sgorbia
Mago della Sgorbia
Messaggi: 416
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 0:00
Località: Livorno
Contatta:

Re: Modifica filettatore

Messaggio da Arca » domenica 20 maggio 2018, 21:47

È lo so Claudio, Stradivari lo usava a lama singola, a me fa paura fare due tracce distinte, ho paura di non farle perfettamente parallele. Si effettivamente traccio i filetti e poi approfondisco a coltello. Sicuramente con la pratica si riesce a usare ma non capisco perché fare un filettatore con un "perno" così piccolo, per risparmiare 2 centesimi di ottone?
Alessandro Mattei

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10931
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Modifica filettatore

Messaggio da claudio » domenica 20 maggio 2018, 22:00

Quel filettatore va bene così com'è, per me almeno è perfetto. Altrimenti puoi cambiare tipo o addirittura pensare di fartene uno da solo. Il fatto di non fare le facce del solco perfettamente parallele è da mettere in preventivo, credi forse che sui violini originali fossero perfette? illuso! :)
Ovviamente c'è modo e modo di fare le cose, una certa irregolarità viene compensata nell'incollaggio del filetto, per cui la colla gonfia il legno e si riempiono le irregolarità, ovviamente il tutto dovrebbe essere contenuto in tolleranze piuttosto ristrette.

Ad esempio la mano e la scuola di un liutaio di vedono bene anche nelle irregolarità del filetto, che di solito ognuno produce a modo suo: chi in corrispondenza delle curve dei polmoni, altri invece nelle CC, altri ancora nei modi di unire le punte. Gli unici che producono solchi dei filetti perfetti sono coloro che usano una apposita fresa, ad esempio i cinesi sono bravissimi. :mrgreen:
andante con fuoco

Rispondi