Violoncello Miriam

da Bach a Kodaly, uno strumento di incredibile bellezza.
Rispondi
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11172
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da claudio » lunedì 3 dicembre 2018, 9:53

Il peso è solo uno dei parametri che servono a determinare gli spessori finali, il resto lo deve fare il tuo orecchio e il tuo occhio. Sono contento per te, Ezio Bosso sembra essere proprio una bellissima persona.
andante con fuoco

Giuseppe45
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 175
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 » giovedì 6 dicembre 2018, 19:59

Ezio Bosso E una bellissima persona. Professionale ed umano. Mi affannavo a chiamarlo Maestro ad un tratto mi ha detto:" Peppe io sono Ezio" e mi ha fatto felice! onorato della sua amicizia.
Mi aiutate per la catena l'ho già incollata seguendo Sacconi: spessore base 12mm. e 11 in cima. Per la forma seguo una prima curva centrale convessa ad oliva allungata ed agli estremi con curve concave dolci fino ai 5mmm. finali? oppure una sola curva convessa continua? GRAZIE
Dimenticavo bordi arrotondati???

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11172
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da claudio » venerdì 7 dicembre 2018, 0:09

Non riesco a capire cosa intendi, cerca di spiegarti meglio.

Ad ogni modo Sacconi suggerisce per la catena del violoncello uno spessore costante di 11mm, per il resto puoi seguire le indicazioni date nel suo libro, ossia altezza massima di 25mm, agli estremi 5mm (anche qualcosina di più non guasta). Altro particolare di fondamentale importanza è la sua posizione sulla tavola, che deve tenere conto della posizione del ponticello.
andante con fuoco

Giuseppe45
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 175
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 » venerdì 7 dicembre 2018, 11:49

la catena passa a 3mm.dall'occhio superiore ed è in corrispondenza del piedino del ponticello,(despiau 92mmm.) la lunghezza della catena è58cm( 7/9 della cassa).Per la forma intendevo una sola linea curva degradante dai 25mm.ai 5mmm. oppure una linea curva degradante per i 2/3 ( quindi convessa) e il rimanente 1/3 appena concava fino ai 5mm. finali, ovviamente da ambo i lati, cosa conviene per una buona risposta?? I bordi superiori vanno arrotondati!?

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11172
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da claudio » venerdì 7 dicembre 2018, 13:13

La catena e l'occhio superiore della effe non hanno niente a che fare, è solo un riferimento molto vago che si è usato, e si usa ancora, per posizionare le catene (spesso in modo sbagliato". Il problema è che così facendo si resta legati ad una sola dimensione della larghezza degli occhi, senza contare anche dei piccoli errori nella posizionatura delle effe. La catena va posizionata in relazione al ponticello, quindi a circa 3mm all'interno del piedino destro. Per l'andamento della catena puoi tranquillamente riferirti al disegno che trovi nel Sacconi, dove trovi anche le sezioni che ti daranno indicazione su come dare forma alle estremità, quindi arrotondate.
Quando hai dato una prima forma alla catena posta qualche foto, così vediamo se c'è qualcosa da correggere.
andante con fuoco

Giuseppe45
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 175
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 » venerdì 7 dicembre 2018, 22:21

IMG_20181207_220726catena2.jpg
spero si veda qualcosa, sto usando il cellulare

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11172
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da claudio » venerdì 7 dicembre 2018, 23:05

Gli estremi sembrano più bassi dei 5mm prescritti, per il resto mi sembra ok.
andante con fuoco

Giuseppe45
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 175
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 » lunedì 10 dicembre 2018, 10:37

foto telefono2 721fine catena.jpg
foto telefono2 722catena intera.jpg
foto telefono2 722catena intera.jpg
foto telefono2 728 cassa.jpg
Catena e assemblaggio provvisorio della cassa peso1.880

Giuseppe45
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 175
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 » martedì 11 dicembre 2018, 13:29

Tastiera? ho comprato una tastiera da Cremona tools, mi sembra un pò pesante,( 454g.) ho letto sul "Sacconi" che una tastiera pesante fa da sordina allo strumento, come posso alleggerila? si può?

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11172
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da claudio » martedì 11 dicembre 2018, 14:18

Per rendere leggera una tastiera bisogna farla sottile, stando attenti a non esagerare e renderla così eccessivamente elastica. La tastiera è normalmente costituita di legno d'ebano, che notoriamente possiede un peso specifico molto elevato ed è tra i legni più duri. Se incidentalmente si dovesse scegliere una tastiera più leggera credendo così di non "assordare" lo strumento, ne risulterebbe che quasi sicuramente quella potrebbe essere una tastiera in ebano di qualità scadente. Quindi Sacconi non invita a scegliere ebano leggero, quindi scadente, ma ci fa capire come sia importante avere le misure giuste di una moderna tastiera affinchè sia agevole nell'uso e sia durevole nel tempo (non si consumi anzitempo). Personalmente una tastiera in ebano dura e leggera non l'ho mai vista, importante ai fini della leggerezza e sufficiente rigidezza della tastiera, che lo scavo aldisotto di essa sia protratto fino al piede del manico, e non come accade spesso di vedere, di lasciare una zona "piatta" a qualche centimetro dal piede stesso.
andante con fuoco

Giuseppe45
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 175
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 » martedì 8 gennaio 2019, 14:06

Un pò di foto del lavoro: cassa chiusa finalmente! devo rifinire ancora qualcosina, ( per modo di dire!) vedi i bordi, la sguscia e altro....
violoncello ultime 014.JPG
violoncello ultime 016.JPG
violoncello ultime 018.JPG
violoncello ultime 020.JPG
violoncello ultime 023.JPG

Giuseppe45
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 175
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 » martedì 8 gennaio 2019, 14:13

Sto lavorando alla tastiera, il peso di partenza se non ricordo male era di 450g. adesso pesa 282 penso di fermarmi!!
Per il riccio mi sono ispirato al Vignola ( la scala ellittica in uno dei palazzi di Bologna dove sono stato di recente e dove ritornerò per il concerto dedicato a Claudio Abbado diretto dal Maestro Ezio Bosso! Un saluto a tutti!!
violoncello ultime 006.JPG
violoncello ultime 008.JPG
violoncello ultime 003.JPG
violoncello ultime 012.JPG

Giuseppe45
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 175
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 » martedì 8 gennaio 2019, 18:41

Pardon, ELICOIDALE (scala del Vignola. Se ci sono cose che a vostro giudizio non sembrano corrette non esitate a comunicarmele! contento di sentire le vostre opinioni. Cordiali saluti a tutti. Peppe

Giuseppe45
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 175
Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2016, 0:00
Località: Salerno

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da Giuseppe45 » mercoledì 9 gennaio 2019, 18:37

Dettagli: il legno mi sembra bello.
Per le corde sarei orientato alle " Jargar medie"Voi cosa mi consigliate??
Quali usate sui vostri violoncelli? Grazie
violoncello ultime 035.JPG
violoncello ultime 033.JPG

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11172
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Violoncello Miriam

Messaggio da claudio » mercoledì 16 gennaio 2019, 11:22

Giuseppe45 ha scritto:
martedì 8 gennaio 2019, 14:13
Sto lavorando alla tastiera, il peso di partenza se non ricordo male era di 450g. adesso pesa 282 penso di fermarmi!!
Per il riccio mi sono ispirato al Vignola ( la scala ellittica in uno dei palazzi di Bologna dove sono stato di recente e dove ritornerò per il concerto dedicato a Claudio Abbado diretto dal Maestro Ezio Bosso! Un saluto a tutti!!
violoncello ultime 006.JPG
violoncello ultime 008.JPG
violoncello ultime 003.JPG
violoncello ultime 012.JPG
La tastiera lavorata in questo modo è quello che NON SI DEVE FARE in nessuno strumento ad arco. L'ossessione per gli alleggerimenti spinge spesso a pratiche del tutto improbabili, di cui qui abbiamo un esempio. Mal comune mezzo gaudio, sappi che sei in buona compagnia, spesso anche liutai di mestiere compiono errori più gravi, come quello di alleggerire la tavola attorno agli zocchetti. La tastiera dovrebbe essere lavorata normalmente, lasciando un bordo alto circa 6mm (vado a memoria, ma la dimensione dovrebbe essere questa), questo per offrire la necessaria rigidezza al musicista consentendogli un buon supporto per una giusta intonazione. Se la tastiera flette eccessivamente accade di suonare stonato. L'alleggerimento della tastiera riguarda essenzialmente lo scavo inferiore che dovrebbe essere portato in prossimità del piede del manico, lasciando una zona intatta ai lati di circa 2mm.
andante con fuoco

Rispondi