Capotasto in osso?

da Bach a Kodaly, uno strumento di incredibile bellezza.
Rispondi
Avatar utente
Redsky
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 58
Iscritto il: mercoledì 14 gennaio 2009, 0:00
Contatta:

Capotasto in osso?

Messaggio da Redsky » domenica 18 gennaio 2009, 11:32

Salve a tutti.
Pongo questo quesito a tutti i liutai o aspiranti tali.
Un capotasto e una selletta inferiore in osso cosa potrebbero dare in pù o in meno ad uno strumento ad arco?

L'uso dell'ebano è per rispettare i canoni di costruzione che hanno dato i grandi liutai del passato o ha dei vantaggi nella produzione e propagazione del suono?
Capotasti in osso sono utilizzati spesso su chitarre e bassi di pregio e credo che diano una risposta pronta e piena di sustain.
Vorrei saperne di più.
Ringrazio in anticipo chi mi ragguaglierà.
per aspera ad astra

Avatar utente
Porthos
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1601
Iscritto il: martedì 4 luglio 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da Porthos » domenica 18 gennaio 2009, 15:09

Il concetto di sustain riguarda la corda pizzicata, che è un modo di produrre il suono diverso dagli strumenti ad arco.

Credo (ad intuito) che un materiale più duro e con frequenza di risonanza più alta in quel caso si addica di più.

Tecnicamente sarebbe anche possibile fare un ponticello da violino in osso, qualcuno ci ha mai provato?

_Ale_
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1040
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 0:00
Località: Mantova
Contatta:

Messaggio da _Ale_ » domenica 18 gennaio 2009, 15:55

Porthos ha scritto:Il concetto di sustain riguarda la corda pizzicata, che è un modo di produrre il suono diverso dagli strumenti ad arco.

Credo (ad intuito) che un materiale più duro e con frequenza di risonanza più alta in quel caso si addica di più.

Tecnicamente sarebbe anche possibile fare un ponticello da violino in osso, qualcuno ci ha mai provato?
domani faccio un salto all'ossario e rubo un po di materia prima :lol: :lol:

ah dimenticavo, poi ti faccio sapere come suona..... :lol:
Vivi la vita come un viaggio ma non dire mai:'' Sono arrivato!''

Avatar utente
Redsky
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 58
Iscritto il: mercoledì 14 gennaio 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Redsky » domenica 18 gennaio 2009, 16:05

Ciao Porthos,
grazie per la risposta.
Credo che il concetto di sustain non sia sbagliato in quanto anche sugli archi si utilizza il pizzicato.
Sul mio primo cello cinese, che poi ho distrutto, ho provato a fare una selletta in osso e devo dire che anche a detta del liutaio che me l'ha revisionato non era affatto male.
Aggiungo che è anche più costoso infatti una barretta di osso di buona qualità in negozio l'ho pagata 8 euro molto di più di una selletta in ebano che costa all'incirca 1,50 euro.
In America addirittura un signore, sul suo cello, ha utilizzato il capotasto blocca corde che viene usato sulle chitarre che usano il ponte Floyd-rose.
Ti saluto.
per aspera ad astra

_Ale_
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1040
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 0:00
Località: Mantova
Contatta:

Messaggio da _Ale_ » domenica 18 gennaio 2009, 17:12

ma che ossa si usano?? di che animale??
Vivi la vita come un viaggio ma non dire mai:'' Sono arrivato!''

Avatar utente
edi
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 2173
Iscritto il: venerdì 30 novembre 2007, 0:00
Località: Fulginium ac Vacium
Contatta:

Messaggio da edi » lunedì 19 gennaio 2009, 10:27

No, si usano le ossa umane, fornite direttamente dal direttore megagalattico di fantozziana memoria :lol: :lol: :lol: :lol:

_Ale_
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1040
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 0:00
Località: Mantova
Contatta:

Messaggio da _Ale_ » lunedì 19 gennaio 2009, 13:15

ecco lo sapevo :lol: :lol:
cmq a parte gli scherzi, che ossa si usano??
Vivi la vita come un viaggio ma non dire mai:'' Sono arrivato!''

Avatar utente
edo
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1915
Iscritto il: martedì 21 giugno 2005, 0:00
Località: Schio (VI)
Contatta:

Messaggio da edo » lunedì 19 gennaio 2009, 14:40

_Ale_ ha scritto:ecco lo sapevo :lol: :lol:
cmq a parte gli scherzi, che ossa si usano??
mucca, o anche cammello.

Se vuoi prepararteli per la lavorazione studiati questo

http://www.bearmeadow.com/build/materia ... clean.html

ciao

edo
 et de ben regular lo tono ambra et rosso come se vol, et de stender su la vernice poi come se vol con olio de lino su o de oli exentiale ben sicante per quanta se ne potrà dar su lo stromento.<br>

_Ale_
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1040
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 0:00
Località: Mantova
Contatta:

Messaggio da _Ale_ » lunedì 19 gennaio 2009, 17:38

grazie edo. adesso che mi ci fai pensare, una volta mio zio mi ha portato a casa dall'egitto una scacchiera con le pedine di osso di cammello :? :? :lol:
Vivi la vita come un viaggio ma non dire mai:'' Sono arrivato!''

Avatar utente
Porthos
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1601
Iscritto il: martedì 4 luglio 2006, 0:00
Contatta:

Messaggio da Porthos » lunedì 19 gennaio 2009, 19:20

Stinco o femore di mucca, più grosso è meglio è.

Per i cammelli, ho sempre il mediterraneo di mezzo, quindi non sono pratico.

Un modo per dargli la prima pulita dopo aver tolto le teste (le parti arrotondate) e grossolanamente il midollo, è lasciarlo sulla nuda terra dove ci siano formiche (e se non ci sono, arrivano) ma non cani (non si può avere tutto dalla vita).

Poi si fa bollire, si taglia, si fa bollire ancora. Ogni volta che l'acqua si intorbida, cambiarla e rifare da capo. Mai avuto il problema di grasso residuo.

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11765
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » lunedì 19 gennaio 2009, 19:46

Dal macellaio un pezzo di testa di femore bovino è spesso disponibile già pulito, basta farsi segare la parte che si vuole e il gioco è fatto.
andante con fuoco

_Ale_
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1040
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 0:00
Località: Mantova
Contatta:

Messaggio da _Ale_ » martedì 20 gennaio 2009, 14:38

ma cos'è, avete capito che voglio fare un ponte d'osso :lol: :lol:

per carità :? :lol: ....
Vivi la vita come un viaggio ma non dire mai:'' Sono arrivato!''

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11765
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » martedì 20 gennaio 2009, 21:51

_Ale_ ha scritto:ma cos'è, avete capito che voglio fare un ponte d'osso :lol: :lol:

per carità :? :lol: ....
Ma cosa hai capito tu!? Io intendevo l'osso per fare il capotasto come da oggetto della discussione. Per fare un ponticello, specie per un violoncello, sarebbe necessario il femore di un dinosauro! :lol:
Anche se con polvere d'osso e resina epossidica si può fare il cosiddetto osso sintetico, ma questa è un'altra storia.
andante con fuoco

_Ale_
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1040
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 0:00
Località: Mantova
Contatta:

Messaggio da _Ale_ » mercoledì 21 gennaio 2009, 14:27

chiedo venia :oops: :lol:
perchè la discussione era partita col ponte di osso e quindi pensavo che voi aveste capito che io lo volessi realizzare. :lol:
Vivi la vita come un viaggio ma non dire mai:'' Sono arrivato!''

Avatar utente
neuma
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1536
Iscritto il: giovedì 5 ottobre 2006, 0:00
Località: Piemonte
Contatta:

Messaggio da neuma » mercoledì 21 gennaio 2009, 14:43

L'alternativa all'osso bovino, peraltro ottimo, è costituita dall'osso di cammello, più compatto come trama e più spesso, che quando è trattato risulta molto vicino all'avorio in quanto a resa, ma è di più facile lavorabilità e naturalmente è ancora un materiale consentito (con buona pace dei cammelli!)

Non si trova dal macellaio sotto casa, è ovvio, ma non è difficile da reperire in blocchi o lastre di varia misura, dal momento che è molto usato nella coltelleria artistica (il settore costruttivo che alterno alla liuteria per hobby...). Si può trovare in vendita a prezzi accessibili su siti come Dick o Brisa

Rispondi