Il mistero del violoncello di Sacconi del 1927

da Bach a Kodaly, uno strumento di incredibile bellezza.
Rispondi
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10421
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Il mistero del violoncello di Sacconi del 1927

Messaggio da claudio » lunedì 8 marzo 2010, 16:48

Presto andrò in pellegrinaggio a visitare il Toscano 1690 al museo di Santa Cecilia, chiederò notizie anche del violoncello. A parte il numero di catalogo e la svastica, Gianmaria, hai anche altre notizie, tipo l'autore, dimensioni, vernice, ecc ecc?

ps
ho diviso la discussione per non affollare con OT la discussione sul violoncello di Orzo.
Ultima modifica di claudio il lunedì 8 marzo 2010, 20:30, modificato 1 volta in totale.
andante con fuoco

Avatar utente
Gianmaria
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 129
Iscritto il: domenica 11 ottobre 2009, 0:00
Località: Trento
Contatta:

Messaggio da Gianmaria » lunedì 8 marzo 2010, 17:26

L'autore è Sacconi, per dimensioni vernice e quant'altro domani vedrò di trafugare (momentaneamente, si intende) la tesi di questo vecchio studente, improntata esclusivamente al rilievo ed a valutazioni sullo stato di conservazione di questo strumento.
A domani dunque!
...perché le pupille, abituate a copiare, inventino mondi sui quali guardare...

Avatar utente
_ale
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 309
Iscritto il: mercoledì 10 giugno 2009, 0:00
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da _ale » lunedì 8 marzo 2010, 18:13

il violoncello Sacconi 1927 l'ho visto diverse volte al museo dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, mi ha colpito la bellissima vernice color arancio dal tono molto molto caldo, purtroppo anche questo è possibile visionarlo solo frontalmente

inoltre è custodita anche la viola "Paganini" di Tecchler 1743

Avatar utente
OrzO
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 335
Iscritto il: mercoledì 25 ottobre 2006, 0:00

Messaggio da OrzO » lunedì 8 marzo 2010, 19:46

Gianmaria ha scritto:L'autore è Sacconi, per dimensioni vernice e quant'altro domani vedrò di trafugare (momentaneamente, si intende) la tesi di questo vecchio studente, improntata esclusivamente al rilievo ed a valutazioni sullo stato di conservazione di questo strumento.
A domani dunque!
Grazie per la ricerca Gian, effettivamente la mia "fonte" è attendibile ma non ero riuscito a provarne la veridicità :wink:


In effetti nel mio caso anche un intarsio o un dipinto potrebbe essere un'eventuale soluzione......
io però preferirei quasi un nodo ad una decorazione se fossi un violoncellista.

Violinoro
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 97
Iscritto il: sabato 23 gennaio 2010, 0:00

Messaggio da Violinoro » lunedì 8 marzo 2010, 19:55

Ma allora è vera questa cosa!!! In questo caso allora credo che Sacconi intendesse la svastica come decoro preso dalla tradizione indiana penso...
penso che sia così per lo meno

Avatar utente
Fabio_Chiari_liutaio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 778
Iscritto il: venerdì 18 settembre 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Fabio_Chiari_liutaio » lunedì 8 marzo 2010, 20:07

Mah!? 8O
<div>......chi va dietro altrui mai non gli passa innanzi.....(Michelagnolo Bonarroto fiorentino)</div><br>

Violinoro
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 97
Iscritto il: sabato 23 gennaio 2010, 0:00

Messaggio da Violinoro » lunedì 8 marzo 2010, 20:09

Fabio_Chiari_liutaio ha scritto:Mah!? 8O
Esattamente...ad ogni modo come va con la creatura?

Avatar utente
Fabio_Chiari_liutaio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 778
Iscritto il: venerdì 18 settembre 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Fabio_Chiari_liutaio » lunedì 8 marzo 2010, 20:12

Scusa la mia confusione mentale Violinoro di che creatura stai parlando?
<div>......chi va dietro altrui mai non gli passa innanzi.....(Michelagnolo Bonarroto fiorentino)</div><br>

Avatar utente
OrzO
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 335
Iscritto il: mercoledì 25 ottobre 2006, 0:00

Messaggio da OrzO » lunedì 8 marzo 2010, 20:35

Violinoro ha scritto:Ma allora è vera questa cosa!!! In questo caso allora credo che Sacconi intendesse la svastica come decoro preso dalla tradizione indiana penso...
penso che sia così per lo meno
Non ne sarei troppo sicuro, leggo che Hitler adottò la croce uncinata come simbolo del suo partito già a partire dal 1920.....
comunque a quel tempo sicuramente alla svastica veniva attribuito un significato diverso da quello a cui oggi noi gli attribuiamo...chissà.... :roll:

Avatar utente
Atomino
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 1642
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 0:00
Località: Botticino o Salo', tra Maggini e Gasparo
Contatta:

Messaggio da Atomino » lunedì 8 marzo 2010, 20:47

OrzO ha scritto:.....comunque a quel tempo sicuramente alla svastica veniva attribuito un significato diverso da quello a cui oggi noi gli attribuiamo...chissà.... :roll:
Ciao Orzo.
Non capisco quale significato avesse allora (ma quando?) e quale abbia ora.

Il cello in questione doverbbe essereQUESTO .
- Alberto Soccini -

Violinoro
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 97
Iscritto il: sabato 23 gennaio 2010, 0:00

Messaggio da Violinoro » lunedì 8 marzo 2010, 21:07

Fabio_Chiari_liutaio ha scritto:Scusa la mia confusione mentale Violinoro di che creatura stai parlando?
Scusa per la confusione fatta, stavo parlando del difetto-?- del fondo del violoncello di edomarch

Avatar utente
Gianmaria
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 129
Iscritto il: domenica 11 ottobre 2009, 0:00
Località: Trento
Contatta:

Messaggio da Gianmaria » lunedì 8 marzo 2010, 21:25

Atomino ha scritto: Il cello in questione doverbbe essereQUESTO .
Esatto Atomino, è lo stesso inventario che ho trovato io. Domani provvederò a pubblicare tutte le caratteristiche che trovo, così ci facciamo un'idea in attesa della fotografia rivelatrice!
Violinoroha scritto: Scusa per la confusione fatta, stavo parlando del difetto-?- del fondo del violoncello di edomarch
Forse intendi il violoncello di OrzO :wink: ...credo Claudio abbia separato questa discussione proprio per evitare confusioni d'argomento rispetto al restauro che OrzO dovrà affrontare, e che seguiremo tutti insieme appasionatamente!
...perché le pupille, abituate a copiare, inventino mondi sui quali guardare...

Avatar utente
OrzO
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 335
Iscritto il: mercoledì 25 ottobre 2006, 0:00

Messaggio da OrzO » lunedì 8 marzo 2010, 22:03

Atomino ha scritto:C
Ciao Orzo.
Non capisco quale significato avesse allora (ma quando?) e quale abbia ora.
Beh, quando vedo una svastica la collego (forse inconsciamente)anche ad un certo di tipo di mentalità razzista ed allo sterminio degli ebrei, credo non fosse così negli anni 20 del '900, quando Sacconi costruì il suo violoncello...

Avatar utente
delyrium
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 295
Iscritto il: lunedì 24 agosto 2009, 0:00
Località: Cagliari
Contatta:

Messaggio da delyrium » lunedì 8 marzo 2010, 22:14

non ho visto le foto di questo strumento, ma la svastica non per forza è nazista. come gia detto in india è un simbolo che se non sbaglio viene collegato al sole, dipende se non erro dal senso di rotazione e dall'inclinazione... e poi se non erro negli anni '20 il partito nazista non era neppure ancora un partito vero e proprio... bisogna attendere solo fino al '33 per vedere hitler al governo
<em>"<strong>QVO VNICO PROPVGNACVLO STAT STABIT(QUE) RELIGIO</strong>"</em><br>Andrea Amati (1560)

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10421
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » lunedì 8 marzo 2010, 22:15

OrzO ha scritto:
Atomino ha scritto:C
Ciao Orzo.
Non capisco quale significato avesse allora (ma quando?) e quale abbia ora.
Beh, quando vedo una svastica la collego (forse inconsciamente)anche ad un certo di tipo di mentalità razzista ed allo sterminio degli ebrei, credo non fosse così negli anni 20 del '900, quando Sacconi costruì il suo violoncello...
Per la svastica rimando a wikipedia:
http://it.wikipedia.org/wiki/Svastica
Tenendo conto che Hitler è diventato cancelliere della Germania nel 1933, forse la svastica potrebbe avere avuto anche significati diversi nel 1927. Ma anzitutto bisognerebbe vedere l'intarsio sul fondo del violoncello di Sacconi per cercare di capire di cosa si tratta.
Per quello che ne so io Sacconi non mi risulta che abbia avuto simpatie politiche, nel 1931 è poi emigrato in America, nazione che ha contribuito in modo fondamentale alla caduta del nazismo, e lì è restato per il resto della sua vita.
Ultima modifica di claudio il lunedì 8 marzo 2010, 22:18, modificato 1 volta in totale.
andante con fuoco

Rispondi