Imparare da adulti

da Bach a Kodaly, uno strumento di incredibile bellezza.
vincentfreeman
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 2
Iscritto il: domenica 6 marzo 2011, 0:00

Imparare da adulti

Messaggio da vincentfreeman » domenica 6 marzo 2011, 17:51

salve a tutti, sono nuovo del forum e scrivo poco prima di sfruttare due lazioni di violoncello gratuite di una scuola di musica vicino casa mia. Premetto che ho 33 anni e ho iniziato a suonare la chitarra 3 anni fa ma che dopo aver appresso una buona tecnica di base sento che non è lo strumento adatto a me. Da sempre mi sarebbe piaciuto suonare il violoncello, ma non mi sono mai deciso perchè pensavo fosse ormai troppo tardi per incominciare, la chitarra mi sembrava più immediata e semplice.
Adesso invece mi trovo a fare questo tentativo, mi chiedo se secondo voi è davvero troppo tardi e se mi ci vorranno secoli per suonare qualcosa di decente, o se proprio sto semplicemente buttando via il mio tempo.
Vi ringrazio per gli eventuali consigli. Ciao :)

Avatar utente
edi
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 2173
Iscritto il: venerdì 30 novembre 2007, 0:00
Località: Fulginium ac Vacium
Contatta:

Messaggio da edi » domenica 6 marzo 2011, 19:15

Benvenuto nel forum Vincent! Come puoi leggere in altre discussioni qui nel forum, non è mai troppo tardi per iniziare, c'è chi inizia al doppio della tua età e anche oltre... quindi vai avanti tranquillo se ti piace!

Avatar utente
aspirante_violinista
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 421
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 0:00

Messaggio da aspirante_violinista » domenica 6 marzo 2011, 21:16

per la musica il tempo non è mai buttato via, per suonare qualcosa di decente, come ogni strumento ci vuole costanza e passione.
in bocca al lupo! ;) e buon inizio di lezioni!

vincentfreeman
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 2
Iscritto il: domenica 6 marzo 2011, 0:00

Messaggio da vincentfreeman » lunedì 7 marzo 2011, 18:13

vi ringrazio per l'incoraggiamento!!!

Avatar utente
aspirante_violinista
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 421
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 0:00

Messaggio da aspirante_violinista » lunedì 7 marzo 2011, 20:59

l'incoraggiamento è fondamentale per chi comincia qualcosa, per chi inizia violino poi...deve essere spalleggiato da una buona dose di forza di volonta, molto buona dose. Te lo dico, sono piu giovane di te, ma comunque considerato un po avanti ( ho 20 anni) ; quello che voglio dirti è non farti sminuire da nessuno e scoraggiare da nessuno. E' solo questione di tempo e applicazione, forse anche un po di propensione. Ma non perdere il vigore e la voglia che hai di suonare ascoltando pareri discordanti! :D
ti auguro un buono studio!

osimo
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 35
Iscritto il: lunedì 7 dicembre 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da osimo » martedì 8 marzo 2011, 12:16

Io ho iniziato a 47 anni e ora dopo quasi due anni non mi sono arreso, certo la strada è sempre più in salita ma non bisogna avere fretta e poi non penso tu abbia delle mete prestabilite.
L'unica cosa che non devi perdere è la passione per il resto tra alti e bassi le tue piccole soddisfazioni vedrai arriveranno, ciao.

Avatar utente
Dav67
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 611
Iscritto il: mercoledì 6 luglio 2005, 0:00
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da Dav67 » martedì 8 marzo 2011, 21:23

Io ho incominciato a gennaio di quest'anno a 43 anni; l'unico mio problema è che non ho più la mente allenata allo studio, quindi ci vuole il doppio del tempo rispetto ad un giovane abituato allo studio; ma mi piace e ho voglia di imparare!

giulio1103
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 170
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 0:00
Località: Milano
Contatta:

Messaggio da giulio1103 » venerdì 11 marzo 2011, 12:56

complimenti per la tua scelta ! BRAVO
io ho ( oggi ) 56 anni e da 3 ho iniziato a suonare (meglio sarebbe dire "studiare" ) il violoncello
condivido tutto chello che ti hanno detto sopra... ma non scoraggiarti...
iniziare a 53 anni è stato elettrizzante ( dopo una vita che sognavo di 'ipugnare'l'achetto e di ascoltare il vellutato suono del cello!)
non ti nascondo le difficoltà che saranno eneormi ( almeno per me che partivo, tra l'altro da zero) ma le soddisfazioni non mancheranno
da quest'anno frequento i corsi CSPM del cnservatorio di milano e a gennaio ho anche iniziato a 'suonare' in duetto cone nua mia cugina pianista.....
è dura , ma veramante dura, ma la soddisfazioen è alttettanto grande....
con fatica sono passato dalle 3 ore alla settimana di studio( escluse le lezioni) alle ca 6 di questi ultimi mesi e sono convinto di poter arrivare (anche se lavoro ancdora e passo fuori casa ca 12-13 ore al giorno) alle 7-8 ....
al momento sono alle prese ocne i cambi di posizione ( che sono un casino ) e la pasione non mi manca e con l'aiuto di un 'suono finalmente trovato' .....passettin passetino...vado anvanti...

DUNQUE FORZEE CORAGGIO è UN STRUMENTO TANTO DIFFCILE QUANTO MERAVIGLIOSO CHE PUò DARE ENORMI SODDISFAZIONI!

Avatar utente
Dav67
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 611
Iscritto il: mercoledì 6 luglio 2005, 0:00
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da Dav67 » venerdì 11 marzo 2011, 13:21

Grazie Giulio per la tua bella testimonianza! Di certo non mi manca la volontà e la determinazione (cose che si acquistano, oltre che caratterialmente, anche con l'età), ma semplicemente non ho più la mente allenata allo studio (nonostante legga molto); sapere riconoscere le note sul pentagramma e trasporle sulla tastiera è per me un problema, ma un po' per volta ci arrivo! Il casino è che sono appena alla prima applicazione...!!!
Ma come ho detto sono determinato ad ottenere dei risultati, anche minimi e il mio sogno rimane quello di riuscire a suonare in una piccola orchestra di musica barocca!

Avatar utente
ariele
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 122
Iscritto il: lunedì 12 aprile 2010, 0:00
Località: arezzo
Contatta:

Messaggio da ariele » sabato 12 marzo 2011, 18:41

43 anni, da cinque sul violino. ragazzo, la strada è impegnativa ma se hai passione, piacere, almeno un'ora al giorno da dedicare al cello, calma, non pretendi risultati subito, non confronti il tuo livello con altri che suonano da quanto te, sei aperto al cambiamento mentale, sei determinato, consapevole che il tuo orecchio si può educare, se la tua meta non è diventare ma studiare e imparare, se soprattutto trovi un maestro che non applica un metodo e basta ma si relaziona con te disposto a scoprire insieme come sarà la strada... caro mio non ne esci più e il mondo avrà un altro suono. il tuo.

Avatar utente
aspirante_violinista
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 421
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 0:00

Messaggio da aspirante_violinista » sabato 12 marzo 2011, 19:07

@Ariele, non posso fare a meno di esternarti quanta poesia c'e nei tuoi messaggi, primo fra tutti quello dove descrivi l'inizio del tuo cammino musicale con tua figlia :love4:

Avatar utente
ariele
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 122
Iscritto il: lunedì 12 aprile 2010, 0:00
Località: arezzo
Contatta:

Messaggio da ariele » lunedì 14 marzo 2011, 19:15

grazie, troppo buono :)

Avatar utente
aspirante_violinista
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 421
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 0:00

Messaggio da aspirante_violinista » lunedì 14 marzo 2011, 21:34

sono realista e dico quello che vedo! è proprio cosi, scrivi molto poeticamente e piacevole nel leggere! :D

giulio1103
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 170
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 0:00
Località: Milano
Contatta:

Messaggio da giulio1103 » mercoledì 1 giugno 2011, 15:58

ciao rieccomi
non posso che confermare tutto quello che ho già detto, se non aggiungere che sto iniziando a 'pasticciare' sulla "allemanda della 3° suite di bach" ed è letteralmente elettrizzante
ma che fatica!
il leggere la mucisa si impara abbastnza infretta.... il 'mettere' le dita al posto giusto ...dopo tutto anche ( almeno in prima posizione...altro discorso sono in cambi di posizione!)
second me quello che avevo sottostimato alla grande è la 'techica d'arco' ...quella si che è un casino!
ma anche quella prima o poi arriverà...secondo me NON BISOGNA AVERE FRETTA e avere tata costanza
i ho la fortuna che il conservatorio si è 'inventato 35 anni fa, i CPSM (Corsi Popolari serali di Musica ) che sono corsi fatto nei locali del conservatorio, con i prof del conservatorio, ma per dilettanti maggiorenni.... che altro non hanno come scopo che il divertirsi e il suonare ... ci sono corsi di teorie e solfeggio, armonia , suonare insieme ecc oltre che di strumento...
beh e adesso che finalmente anche il 'suono' che esce dal mio 'cinesino ' inzia ad assomigliere al vellutato e dolce suono del cello.... è stupendo!

Leonessa86
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 1
Iscritto il: domenica 10 marzo 2013, 0:00
Località: Pavia
Contatta:

Messaggio da Leonessa86 » domenica 10 marzo 2013, 23:44

Buonasera a tutti....è un piacere essere qui con voi.
Mi chiamo Katia,ho 26anni e da pochi mesi ho iniziato a suonare il violoncello.
Seguo lezioni private da un insegnante del Conservatorio...ed io sto seguendo lo stesso programma degli allievi(mia volontà).
Ora sto lavorando duramente sulla prima posizione per quanto concerne la mano sinistra,mentre per la mano destra....ho studiato le prime arcate,e la scorsa volta abbiamo iniziato il legato.(libro:Dotzauer).
Sono piccina di corporatura ed altezza,con mani piccole.
L'insegnante dice che ha visto molte persone che hanno imparato a sopperire a questo "handicap",dopo aver acquisito una buona padronanza della mano.
L'estensione massima della mano,con dita pienamente allargate è di 12.5 cm...e suono un 4/4.
Volevo chiedervi....con l'esercizio...le dita riescono realmente ad allargarsi in modo da intonare bene le note?Contando il fatto che le mie note sono spesso calanti.
L insegnante però mi ha detto che,all'inizio è bene concentrarsi sulla posizione....e procedere pian piano con l'allargamento delle dita.
Spero davvero che questo non sia un limite.
P.s:Seguo programma di conservatorio anche per pianoforte :)
Un saluto a tutti voi.

Rispondi