costruzione contrabbasso

Dragonetti e i suoi seguaci.
Avatar utente
Atomino
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 1642
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 0:00
Località: Botticino o Salo', tra Maggini e Gasparo
Contatta:

Messaggio da Atomino » giovedì 4 febbraio 2010, 8:46

Gianmaria ha scritto:......Atomino, non mi sono dimenticato di te, appena ho tempo per riguardare il progetto ti scrivo il diametro degli occhi delle ff indicato da Chandler.
Grazie Gian.
Nel frattempo ho avuto modo di portarmi avanti. E mi sono fatto realizzare da un mago della torneria meccanica un serie di "perforatori" che dovrebbero coprire le esigenza di violoncello e contrabbasso. I diametri: mm 25 - 23 - 19,27 - 17 - 15 - 14.
Se manca qualche misura è presto fatta.

Immagine

Immagine

Immagine

Lo so, alcuni di voi scolpiscono a occhio cerchi giotteschi e puristi che giammai ricorrerebbero a tali espedienti. Ma mi hanno autorizzato Stradivari e Sacconi ............ Sicché ! :wink:
- Alberto Soccini -

Avatar utente
Piergiuseppe
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 589
Iscritto il: venerdì 9 ottobre 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Piergiuseppe » giovedì 4 febbraio 2010, 11:17

Solo due note:

Immagine

1,5 mm anche per il contrabbasso.

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10505
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » giovedì 4 febbraio 2010, 12:45

mi sembra che il perno sia in alluminio, io realizzerei anch'esso in acciaio. Per violino e viola, niente?
andante con fuoco

Avatar utente
OrzO
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 335
Iscritto il: mercoledì 25 ottobre 2006, 0:00

Messaggio da OrzO » giovedì 4 febbraio 2010, 12:54

Quante complicazioni nel fare un buco.....
scusate la mia ignoranza, qual'è il vantaggio di codesto arnese?
Io faccio un buco nell'occhio della effe con uno spuntone, poi passo al seghetto da traforo e finisco a coltello.
Forse questo sistema è più corretto, ma mi sfugge il perchè...
me lo potreste spiegare?
grazie

Avatar utente
Piergiuseppe
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 589
Iscritto il: venerdì 9 ottobre 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Piergiuseppe » giovedì 4 febbraio 2010, 15:06

OrzO ha scritto:Quante complicazioni nel fare un buco.....
Ogni bucu è purtùsu.

Avatar utente
Atomino
La Liuteria è la sua Religione.
La Liuteria è la sua Religione.
Messaggi: 1642
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 0:00
Località: Botticino o Salo', tra Maggini e Gasparo
Contatta:

Messaggio da Atomino » giovedì 4 febbraio 2010, 21:13

Piergiuseppe ha scritto:Solo due note:

Immagine

1,5 mm anche per il contrabbasso.
Ciao Piergiuseppe. Le Motivazioni?
claudio ha scritto:mi sembra che il perno sia in alluminio, io realizzerei anch'esso in acciaio. Per violino e viola, niente?
No no Claudio è d'acciaio anche quello, è un pò opaco nell'aspetto perché l'ho coperto di un velo di vaselina filante (F.U.).
Violino e viola sono già a posto.

Immagine
OrzO ha scritto:Quante complicazioni nel fare un buco.....
Anche io mi stupivo di come la gente ci mettesse mezza giornata per tentare di dividere una morula a metà...... Poi ho pensato che magari facevano un'altro lavoro........:wink:
OrzO ha scritto:.....scusate la mia ignoranza, qual'è il vantaggio di codesto arnese?


Occhielli delle "effe" sempre perfetti. Sacconi pag. 88.
- Alberto Soccini -

Avatar utente
Piergiuseppe
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 589
Iscritto il: venerdì 9 ottobre 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Piergiuseppe » venerdì 5 febbraio 2010, 8:08

Atomino ha scritto: Ciao Piergiuseppe. Le Motivazioni?
Le alette moderatamente lunghe tagliano meglio e in profondita'.
Il foro piccolo e' piu' facile a farsi a mano ed e' piu' facile centrarlo nel segno del punteruolo.

Avatar utente
Gianmaria
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 129
Iscritto il: domenica 11 ottobre 2009, 0:00
Località: Trento
Contatta:

Messaggio da Gianmaria » domenica 21 febbraio 2010, 23:44

Dopo molto, moltissimo tempo, qualche nuova fotecchia!


Immagine



Immagine



Immagine



Il pioppo è sempre più infame, si sono aperte delle piccole crepe verticali sulle fasce inferiori (marezzatura "in piedi"), che però stuccherò facilmente, ed una, ben più grande nonché orizzontale, sempre su un polmone inferiore (nella foto, dove mancano i morsetti), per presumibile sbalzo di umidità o assestamento del legno, tra la parte di fascia "libera" e quella a contatto con la forma.
Pensavo di ripararla, a forma estratta, richiudendo la crepa e poi facendo una controfascia più alta delle altre, a coprire a mò di tassellino lo sviluppo della crepa. Avessi avuto ancora pioppo a sufficienza quasi quasi sarebbe stato preferibile rifare quella fascia, ma datosi che così non è...

A presto,
Gian
...perché le pupille, abituate a copiare, inventino mondi sui quali guardare...

Avatar utente
Piergiuseppe
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 589
Iscritto il: venerdì 9 ottobre 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Piergiuseppe » lunedì 22 febbraio 2010, 0:55

>Il pioppo è sempre più infame

Ti fara' dannare tutta la vita.

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10505
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » lunedì 22 febbraio 2010, 11:18

Mai costruito contrabbassi, solo restauri, ho avuto occasione di constatare che le fasce di questi strumenti sono quanto di più instabile che possa esistere. Se il legno inizia a creparsi già da ora, immagino che una volta montato non possa altro che peggiorare. Nel passato ho avuto buoni risultati applicando una controfascia in legno sottile o in tessuto, prendendo spunto da una simile pratica stradivariana sui violoncelli.
andante con fuoco

Avatar utente
Gianmaria
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 129
Iscritto il: domenica 11 ottobre 2009, 0:00
Località: Trento
Contatta:

Messaggio da Gianmaria » lunedì 22 febbraio 2010, 17:09

Claudio, intendi tela o legno sottile a mò di "colonnine", come spesso si vede nei celli di Stradivari, o messe parallelamente alle controfasce? una volta liberata la forma credo proprio rinforzerò il tutto proprio con strisce verticali di tela, sperando però che poi non "tirino" in senso contrario...
aiutoaiuto
...perché le pupille, abituate a copiare, inventino mondi sui quali guardare...

Avatar utente
Fabio_Chiari_liutaio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 778
Iscritto il: venerdì 18 settembre 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Fabio_Chiari_liutaio » lunedì 22 febbraio 2010, 17:36

Le fasce di tutti gli strumenti di grandi dimensioni sono più delicate a prescindere, non dipende dal legno con cui sono fatte perchè in corso di progettazione si dovrebbe rapportare il loro spessore con la durezza del materiale. Quindi anche le fasce di acero o pero che sono legni duri si rompono poichè vengono fatte piu sottili di quelle in pioppo o salice. I liutai del passato le supportavano con i rinforzi che a secondo delle scuole di provenienza ritenevano più congeniali e potevano essere tela, carta, piccoli rinforzi lignei verticali al piano musicale eccetera. Sicchè..... 8O
<div>......chi va dietro altrui mai non gli passa innanzi.....(Michelagnolo Bonarroto fiorentino)</div><br>

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10505
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » lunedì 22 febbraio 2010, 18:25

io farei delle vere e proprie "pezze" di tela che vadano a riempire lo spazio tra la controfascia superiore e quella inferiore, magari userei stoffa di buon lino a trama fine. L'applicazione di più strette strisce di tela a mio parere non serve a molto. Le pezze, una volta applicate con colla a caldo, tendono a tirare in tutte le direzioni verso il centro della fascia stessa, quindi anche le eventuali crepe presenti tenderanno a chiudersi, e la fascia sarà ferma. Provare per credere. Riguardo agli effetti sul suono mi sembra che le pezze di tela lascino alle fasce una adeguata elasticità, e comunque meglio avere uno strumento fasciato che uno crepato.
andante con fuoco

Avatar utente
Gianmaria
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 129
Iscritto il: domenica 11 ottobre 2009, 0:00
Località: Trento
Contatta:

Messaggio da Gianmaria » lunedì 22 febbraio 2010, 18:35

concordo in pieno e vi ringrazio.
quando sarà il momento si farà...come diceva il saggio: "SEMPRE fasciarsi le fasce prima di essersele rotte"! :wink:

Avatar utente
Gianmaria
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 129
Iscritto il: domenica 11 ottobre 2009, 0:00
Località: Trento
Contatta:

Messaggio da Gianmaria » martedì 15 giugno 2010, 14:25

dopo eterno silenzio torno a farvi breve visita, periodo di fuoco questo!

qualche foto recente, poi tornerò nell'abisso e finalmente in futuro riuscirò a dare un contributo maggiore al forum.


Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Un saluto a tutti, comentate criticate e statemi bene!
...perché le pupille, abituate a copiare, inventino mondi sui quali guardare...

Rispondi