richiesta di informazioni su un violino di famiglia

Hai uno strumento da vendere o da fare esaminare? Inserisci qui il tuo annuncio.
Rispondi
giruffo
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 2
Iscritto il: venerdì 21 agosto 2015, 0:00

richiesta di informazioni su un violino di famiglia

Messaggio da giruffo » martedì 25 agosto 2015, 0:17

Gentilissimo Sig. Rampini,

Frequento spesso il suo sito e desidero esprimerle il mio apprezzamento per la sua attività, per la sua cortesia e competenza e per lo spazio che da alla diffusione della conoscenza di un’arte antica e meravigliosa come quella del liutaio.
Mi permetto di scriverle per avere un consiglio e conoscere la sua opinione in merito al violino recentemente danneggiatosi di cui allego il link con alcune foto

http://imgur.com/a/YOmgW

Il violino, fu acquistato nei primi del novecento da mio nonno che l’ha suonato fino alla metà degli anni ’80, dopodiché è rimasto inutilizzato fino a pochi mesi fa, quando è stato prestato e purtroppo riconsegnato nelle condizioni che può vedere.
Da quanto racconta mio padre, mio nonno pagò per il violino una cifra molto importante (quasi quanto un appartamento) e gli è stato raccontato che fosse un Amati, su questo però non ho alcun riscontro documentale, né sono in grado di esprimere un’opinione in merito.
Mi rendo conto che un’attribuzione certa non può basarsi su un report fotografico, quello che però vorrei chiederle, come primo passo, è una sua opinione sul periodo di costruzione, sulla qualità della lavorazione, sull’entità dei danni e capire se al di là del valore affettivo dell’oggetto la qualità sia tale da giustificare le spese di un eventuale restauro.
Le chiederei anche, nel caso, se lei potesse effettuare questo lavoro di restauro e, sia pur in maniera orientativa, avere un’ordine di grandezza del costo che questo potrebbe comportare.
Resta inteso che sarò più che felice di poter contribuire al sito con una donazione, a titolo di ringraziamento per il tempo dedicato.

Cordiali saluti

Gabriele Ruffini

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10423
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » martedì 25 agosto 2015, 22:34

Gentile Gabriele, grazie per la stima e la solidarietà al portale.
A mio parere lo strumento nella foto non mostra le caratteristiche specifiche di un autore, appare piuttosto come uno strumento seriale di fattura ordinaria costruito nei primi anni del 1900, al massimo tardo 1800, di origine tedesca. Solo le effe ricordano lo stile degli Amati seppure vagamente. Il manico non appare innestato, ma vedo che fu applicata uno spessore per rialzare la tastiera. I danni non mi sembrano importanti, ma ammesso che lo strumento si riveli di scarso valore, potrebbe non valere la pena restaurarlo. Per una conferma occorre un esame diretto dello strumento. Al momento esso appare pesantemente riverniciato, così come pure la lavorazione generale non segue i canoni della raffinatezza. Indicazione importante che vale per te e per chiunque possegga uno strumento ad arco di cui si sospetta abbia un valore: MAI darlo in prestito.
andante con fuoco

giruffo
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 2
Iscritto il: venerdì 21 agosto 2015, 0:00

Messaggio da giruffo » mercoledì 26 agosto 2015, 13:31

Egregio Signor Rampini,

La ringrazio per la sollecita risposta e per le osservazioni puntuali scritte con la consueta competenza.

Nei prossimi giorni sottoporrò le sue osservazioni in famiglia per prendere una decisione sulla sorte del violino.

La ringrazio sentitamente

Gabriele Ruffini

Rispondi