Don Giovanni

Stringed Instruments International Discussion Board.
Rispondi
Avatar utente
Dav67
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 611
Iscritto il: mercoledì 6 luglio 2005, 0:00
Località: Torino
Contatta:

Don Giovanni

Messaggio da Dav67 » giovedì 8 dicembre 2011, 10:13

Ho assistito alla prima del Don Giovanni alla Scala di Milano; stando che l'opera (che è la mia preferita) è sempre un capolavoro indiscutibile, sono rimasto, però, perplesso dalla scenografia e dai costumi.
Mi rendo conto che c'è spazio ad ogni reinterpretazione possibile e che per "svecchiare" un po' in modo da rendere più appetibile il prodotto ad un pubblico più giovane, spesso, si ricorra a tali espedienti, ma per me un opera simile, senza le sue scenografie e i suoi costumi filologici perde una buona metà di fascino!
Naturalmente è una mia osservazione personale; vorrei sapere voi cosa ne pensate!

nigel
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 560
Iscritto il: domenica 27 luglio 2008, 0:00
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da nigel » giovedì 8 dicembre 2011, 13:01

anche io la pensavo come te... ma tieni conto che l'opera è stata messa in scena miliardi di volte...

e gli scenografi e i registi, per giustificare le centinaia di migliaia di euro che si prendono (ladri schifosi) devono pur fare qualcosa a dimostrazione che un paio d'ore c'hanno perso...

Avatar utente
Dav67
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 611
Iscritto il: mercoledì 6 luglio 2005, 0:00
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da Dav67 » giovedì 8 dicembre 2011, 13:09

Si, giusto un paio di ore, perché quelli non sono nemmeno costumi, ma abiti moderni! Mah..... Al limite potevano fare una reinterpretazione dei costumi come nel Don Giovanni di Losey...!

Avatar utente
talus
Violinaro
Violinaro
Messaggi: 291
Iscritto il: sabato 26 aprile 2008, 0:00

Messaggio da talus » giovedì 8 dicembre 2011, 14:45

Vista la scenografia ed i costumi questa versione la preferisco ascoltarla alla
radio.

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10420
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » giovedì 8 dicembre 2011, 15:03

talus ha scritto:Vista la scenografia ed i costumi questa versione la preferisco ascoltarla alla
radio.
Sono completamente d'accordo, questi tentativi di "svecchiamento" non sono mai felici e procurano solo un senso di fastidio, inutile che ci si venga a dire che bisogna capire l'arte. Il capitolo dell'interpretazione di un'opera è infinito, avrebbe senso approfondire i costumi, l'interpretazione scenica, i loro significati, ma certe operazioni e lezioni di stile sono una vera e propria violenza. Cmq anch'io ho ascoltato l'opera alla radio, che comunque ha avuto il pregio di una ottima esecuzione.
andante con fuoco

Rispondi