Vernice violoncello

da Bach a Kodaly, uno strumento di incredibile bellezza.
Rispondi
Avatar utente
stargazer
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 131
Iscritto il: domenica 13 marzo 2011, 0:00

Vernice violoncello

Messaggio da stargazer » venerdì 25 gennaio 2013, 23:21

Salve a tutti, ho un violoncello in prova su cui ho qualche perplessità. Il legno è molto bello, ma a mio parere (e anche secondo altri che l'hanno visto) è verniciato molto male, nel senso, la vernice è stesa in modo abbastanza accurato ma ce n'è uno strato spessissimo; in certi punti, dove magari è venuta via un pochino, si vede proprio che c'è un sacco di vernice, sembra quasi smalto per le unghie... E dire che è uno strumento di liuteria italiana, e nel complesso è molto buono!
La mia perplessità è: se un domani prendessi in considerazione l'ipotesi di farlo sverniciare e riverniciare, potrei avere un miglioramento nel suono? Perchè mi sembra che la vernice influisca sul suono, e una "croppa" così potrebbe bloccarlo...
E nell'eventualità di fare quel lavoro, lo strumento, non essendo più "originale" in tutto e per tutto, perderebbe valore?
Grazie,
Giorgio

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10901
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » sabato 26 gennaio 2013, 0:15

Se si tratta di uno strumento costruito da un autore contemporaneo e vivente lo farei riverniciare da lui, il liutaio che lo ha costruito va comunque rispettato. Almeno credo. Ma quanto è spessa questa vernice? si può vedere qualche foto dello strumento?
andante con fuoco

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1941
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Vernice violoncello

Messaggio da davidesora » sabato 26 gennaio 2013, 11:27

stargazer ha scritto:Salve a tutti, ho un violoncello in prova su cui ho qualche perplessità. Il legno è molto bello, ma a mio parere (e anche secondo altri che l'hanno visto) è verniciato molto male, nel senso, la vernice è stesa in modo abbastanza accurato ma ce n'è uno strato spessissimo; in certi punti, dove magari è venuta via un pochino, si vede proprio che c'è un sacco di vernice, sembra quasi smalto per le unghie... E dire che è uno strumento di liuteria italiana, e nel complesso è molto buono!
La mia perplessità è: se un domani prendessi in considerazione l'ipotesi di farlo sverniciare e riverniciare, potrei avere un miglioramento nel suono? Perchè mi sembra che la vernice influisca sul suono, e una "croppa" così potrebbe bloccarlo...
E nell'eventualità di fare quel lavoro, lo strumento, non essendo più "originale" in tutto e per tutto, perderebbe valore?
Grazie,
Giorgio
Anche su alcuni celli di Stradivari (es. Batta 1714 e Cristiani 1700) o di Montagnana e altri veneziani c'è uno strato di vernice molto spessa, ma nessuno si è mai sognato di riverniciarli........

Comunque togliere una vernice per metterne un'altra sperando che migliori il suono è come vincere un terno al lotto, non c'è alcuna certezza le cose potrebbero anche peggiorare.

Io porterei rispetto al lavoro (buono o gramo che sia) del liutaio e mi rifiuterei di fare un lavoro simile che ritengo eticamente scorretto.


Davide

Avatar utente
stargazer
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 131
Iscritto il: domenica 13 marzo 2011, 0:00

Messaggio da stargazer » sabato 26 gennaio 2013, 23:23

claudio ha scritto:Se si tratta di uno strumento costruito da un autore contemporaneo e vivente lo farei riverniciare da lui, il liutaio che lo ha costruito va comunque rispettato. Almeno credo. Ma quanto è spessa questa vernice? si può vedere qualche foto dello strumento?
Non penso che dalle foto si capirebbe, per rendere l'idea potrei dire che a una prima occhiata sembra uno strumentaccio cinese di compensato (rossiccio e lucidissimo, quasi smaltato); guardandolo sotto una luce diretta si vede invece che il legno è veramente ottimo, la tavola ha le venature molto ravvicinate e il fondo è unico e con una bella marezzatura, poi suonandolo si capisce definitivamente che è un ottimo strumento. Il fatto è che non capisco se in questo caso sia solo un problema estetico o la vernice così spessa possa influire negativamente sul suono... Se riesco a fare una foto decente la posto!

Davidesora: capisco il tuo punto di vista, in effetti anche a me sembra un intervento che andrebbe contro la natura dello strumento e contro il lavoro del liutaio; la mia era solo un'ipotesi, non essendo un liutaio volevo avere un vostro parere, sicuramente non avrei fatto fare una cosa del genere così a cuor leggero!

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1941
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Vernice violoncello

Messaggio da davidesora » domenica 27 gennaio 2013, 11:52

stargazer ha scritto:... E dire che è uno strumento di liuteria italiana, e nel complesso è molto buono!
Ci dici anche il nome del liutaio che l'ha fatto e l'anno e luogo di costruzione?
Potrebbe aiutare a inquadrare meglio lo strumento.

Davide

Avatar utente
stargazer
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 131
Iscritto il: domenica 13 marzo 2011, 0:00

Re: Vernice violoncello

Messaggio da stargazer » domenica 27 gennaio 2013, 14:27

davidesora ha scritto:
stargazer ha scritto:... E dire che è uno strumento di liuteria italiana, e nel complesso è molto buono!
Ci dici anche il nome del liutaio che l'ha fatto e l'anno e luogo di costruzione?
Potrebbe aiutare a inquadrare meglio lo strumento.

Davide
Bruno Piastri, Gabicce, anno 1993

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 1941
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Vernice violoncello

Messaggio da davidesora » domenica 27 gennaio 2013, 18:10

stargazer ha scritto:
davidesora ha scritto:
stargazer ha scritto:... E dire che è uno strumento di liuteria italiana, e nel complesso è molto buono!
Ci dici anche il nome del liutaio che l'ha fatto e l'anno e luogo di costruzione?
Potrebbe aiutare a inquadrare meglio lo strumento.

Davide
Bruno Piastri, Gabicce, anno 1993
Grazie!! :D
Anche se non conoscendolo non mi aiuta......ma è una mia mancanza :roll:

Davide

Avatar utente
stargazer
Liutaio Errante
Liutaio Errante
Messaggi: 131
Iscritto il: domenica 13 marzo 2011, 0:00

Re: Vernice violoncello

Messaggio da stargazer » lunedì 28 gennaio 2013, 23:37

davidesora ha scritto: Grazie!! :D
Anche se non conoscendolo non mi aiuta......ma è una mia mancanza :roll:

Davide
Grazie comunque per l'interesse! :)

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 10901
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio » martedì 29 gennaio 2013, 0:58

Di solito gli strumenti con molta vernice, per di più molto dura, tendono ad un suono che varia dal "sordo" al metallico, con poca dinamica e scarso sviluppo di armonici. Se la vernice è solo spessa e non è molto dura, lo strumento riesce ancora a "respirare" bene.
andante con fuoco

Marco c.
garzone di bottega
garzone di bottega
Messaggi: 1
Iscritto il: sabato 3 marzo 2018, 18:28

Re: Vernice violoncello

Messaggio da Marco c. » sabato 3 marzo 2018, 18:30

Lo possiede ancora questo violoncello?

Rispondi