Quinte viola

Non solo barzellette sui violisti, please :)
Rispondi
gugl
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 6
Iscritto il: giovedì 25 febbraio 2016, 0:00

Quinte viola

Messaggio da gugl » lunedì 25 febbraio 2019, 20:49

Qualcuno potrebbe fornirmi le quinte per una viola girolamo amati 1620, lunghezza cm 41,5 non essendo piu' reperibile il poster.Ho quelle di Stradivari dal Sacconi, ma sono troppo tese.Grazie in anticipo.

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11400
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Quinte viola

Messaggio da claudio » martedì 26 febbraio 2019, 0:40

Puoi vedere altri poster di strumenti degli Amati, in fondo Girolamo e Antonio hanno lavorato assieme, hanno molto in comune. Questo vale anche per Nicolò. Non è importante avere le curve precise di uno strumento (sempre che non si voglia fare una copia), in genere è sufficiente avere anche un violino ben documentato da cui si può trarre ispirazione, ovviamente sempre tenendo facendo confronti con la viola originale (consigliabile una visita). Credo che ne sia stata fatta una pubblicazione recentemente, Francesco Piasentini dovrebbe avergli fatto la TAC.
andante con fuoco

gugl
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 6
Iscritto il: giovedì 25 febbraio 2016, 0:00

Re: Quinte viola

Messaggio da gugl » venerdì 1 marzo 2019, 7:17

Grazie.Ho trovato un disegno tecnico sul sito dello shop dell' Ashmolean Museum comprensivo di quinte del fondo e tavola. Secondo te e' attendibile?

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11400
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Quinte viola

Messaggio da claudio » venerdì 1 marzo 2019, 11:43

I disegni forniti dall'Ashmolean Museum sono abbastanza affidabili, nel caso fai una foto al disegno in questione così possiamo dire qualcosa di più.
andante con fuoco

gugl
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 6
Iscritto il: giovedì 25 febbraio 2016, 0:00

Re: Quinte viola

Messaggio da gugl » venerdì 1 marzo 2019, 14:10

Non l'ho al momento, avendolo ordinato stamani.Sul sito del museo c'e' una foto chiaramente non dettagliata del disegno di una viola di Antonio e Girolamo Amati del 1598 appartenente alla collezione Hill.E' quindi una viola realizzata venti anni prima di quella mia di riferimento.Nella produzione degli Amati vi e' stata un'evoluzione significativa nelle forme dei piani e dei fondi o sono rimasti costanti nel tempo?Anche perche' quella di riferimento ha un'altezza delle fasce bassa( 34/31,6).

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11400
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Quinte viola

Messaggio da claudio » venerdì 1 marzo 2019, 18:25

Il concetto delle bombature nell'ambito degli Amati rimane praticamente lo stesso, l'altezza della fasce non è sempre da tenere in riferimento, vuoi per le variazioni di metodiche nell'ambito dello stesso autore, che per i restauri che possono avere contribuito alla riduzione.
andante con fuoco

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 2078
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Quinte viola

Messaggio da davidesora » venerdì 1 marzo 2019, 18:58


gugl
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 6
Iscritto il: giovedì 25 febbraio 2016, 0:00

Re: Quinte viola

Messaggio da gugl » domenica 10 marzo 2019, 17:42

Mi e' arrivato il disegno della viola Amati dell'Ashmolean, pero' penso che sia inutilizzabile per le quinte del mio progetto essendo lunga ben 45 cm.Ma chi la suonava?

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11400
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Quinte viola

Messaggio da claudio » domenica 10 marzo 2019, 18:27

E' una viola tenore, serviva come basso continuo nella musica antica. Il disegno delle curvature in questi casi vengono adattati alla misura di viola che occorre. Questa non è un'operazione tanto fantasiosa poiché in antico molte viole tenore furono trasformate in contralto. Forse è una cosa non proprio consigliabile per un principiante, ma in fondo non è nemmeno così difficile. E' raccomandabile in tutti quei casi in cui non si hanno a disposizione le bombature dello strumento che si intende realizzare. Anche io a suo tempo per realizzare le bombature della viola ispirata ai modelli di Andrea Guarneri, partii dalle bombature stradivariane.
andante con fuoco

gugl
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 6
Iscritto il: giovedì 25 febbraio 2016, 0:00

Re: Quinte viola

Messaggio da gugl » domenica 10 marzo 2019, 18:50

Grazie del parere.Dici che quindi riducessi tali quinte dello 1.08% non farei una castroneria?

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11400
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Quinte viola

Messaggio da claudio » domenica 10 marzo 2019, 19:23

Puoi ridurle a piacere, ma la cosa importante (e più difficile), è che tu mantenga il principio con cui sono state fatte quelle bombature che hai preso a riferimento ed eventualmente variarle in corsa per renderle simili al modello di viola che ti interessa. Dopo fatto ciò, realizzi nuove quinte di curvatura sulle tavole che hai realizzato e che ti saranno di riferimento per analoghi strumenti futuri (salvo variazioni di modello).
andante con fuoco

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 2078
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Quinte viola

Messaggio da davidesora » lunedì 11 marzo 2019, 10:27

Viola Girolamo Amati Estense rid.jpg
Torno a suggerirti l'acquisto del libro sulla Viola Girolamo Amati della Galleria Estense, veramente ben fatto anche se piuttosto costoso. Ci trovi immagini tipo questa e molte altre. Un buon investimento.

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11400
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Quinte viola

Messaggio da claudio » lunedì 11 marzo 2019, 11:26

Scusa Davide, io avevo suggerito di prendere a riferimento strumenti sicuramente autentici, e non uno strumento come quello della Galleria Estense che è stato giudicato falso per qualche secolo, per poi essere dichiarato autentico in camera caritatis (anche le presupposte evidenze scientifiche spesso sono usate alla bisogna, vedi tra tutti il caso di Eric Hebborn e dei suoi quadri "originali" accompagnati da expertise e certificati medici).

Comq l'amico che chiedeva informazioni su questa viola, ha sicuramente il giusto riferimento nel libro che hai indicato, io proponevo una via un pochino più ragionata.
andante con fuoco

Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 2078
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Quinte viola

Messaggio da davidesora » lunedì 11 marzo 2019, 13:14

claudio ha scritto:
lunedì 11 marzo 2019, 11:26
Scusa Davide, io avevo suggerito di prendere a riferimento strumenti sicuramente autentici, e non uno strumento come quello della Galleria Estense che è stato giudicato falso per qualche secolo, per poi essere dichiarato autentico in camera caritatis (anche le presupposte evidenze scientifiche spesso sono usate alla bisogna, vedi tra tutti il caso di Eric Hebborn e dei suoi quadri "originali" accompagnati da expertise e certificati medici).

Comq l'amico che chiedeva informazioni su questa viola, ha sicuramente il giusto riferimento nel libro che hai indicato, io proponevo una via un pochino più ragionata.
Beh si, il discorso dell'autenticità degli strumenti è sempre dubbio in quanto si basa su opinioni, ma in ogni caso secondo me le bombature di questa viola sono sufficientemente Amati da poter essere utili come riferimento. Chiaramente partire da una viola tenore estrapolandone i concetti che stanno dietro alla concezione delle bombature Amati è un discorso validissmo ma che richiede molta esperienza per non portare ad errori grossolani.
Ma naturalmente è un percorso che arricchisce molto di più che semplicemente copiare le quinte di questa o quella viola in particolare, sono d'accordissimo.
Sarebbe anche indispensabile fare un giro al museo del violino a studiarsi la viola originale per vedere l'andamento delle bombature, ma anche questo richiede molta esperienza per ottenere dati utili e una auspicabile vicinanza a Cremona :)

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 11400
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Quinte viola

Messaggio da claudio » lunedì 11 marzo 2019, 13:21

Confermo, è indispensabile farsi un giro al museo per vedere gli originali, ora che si possono fare fotografie degli strumenti, bisogna approfittarne.
andante con fuoco

Rispondi