Violino Rampini Monterey

Suonare e costruire i violini
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12149
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Violino Rampini Monterey

Messaggio da claudio »

Ho appena terminato il violino in oggetto, ispirato allo Stradivari "Toscano" 1690 che ho avuto occasione di esaminare dal vivo recentemente. Questo è un modello che uso da alcuni anni e continuerò ad usarlo per gli ottimi risultati dal punto di vista sonoro, come ho già scritto più volte ho abbandonato al momento la forma più "matura" delle forme stradivariane che hanno portato agli strumenti post 1700, perchè modelli piuttosto inflazionati e piuttosto impegnativi dal punto di vista acustico. Invece il Toscano 1690 evidenzia a mio modo di vedere un aggancio sostanziale alla tradizione degli Amati, le misure sono perfette e così pure la lunghezza della corda vibrante. Strumento dopo strumento penso di averne perfezionato la suonabilità ed il suono. Questo Rampini/Toscano è toscano nel vero senso della parola perchè nella vernice ad olio ho usato anche terra di Siena bruciata per ottenere la giusta gradazione cromatica. Le immagini in alta risoluzione potete vederle qui:
http://claudiorampini.com/cpg/displayim ... play_media

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
andante con fuoco
Luca Ruggiero
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 74
Iscritto il: mercoledì 1 dicembre 2010, 0:00
Località: Toscana
Contatta:

Messaggio da Luca Ruggiero »

vivissimi complimenti, un lavoro molto accurato, purtroppo per me dovrà passare ancora un po' di tempo per arrivare a questo livello di qualità di lavoro
Avatar utente
edi
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 2173
Iscritto il: venerdì 30 novembre 2007, 0:00
Località: Fulginium ac Vacium
Contatta:

Messaggio da edi »

Complimenti Claudio, un lavoro curato e preciso con bellissimi materiali e nell'insieme un'impronta personale elegante, il risultato non poteva che essere splendido! :)
1972pianoman
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 609
Iscritto il: sabato 27 febbraio 2010, 0:00
Località: CHIVASSO (TO)

Messaggio da 1972pianoman »

Eccezionale Claudio!
Io invece non sono così ottimista, non credo che riuscirò ad arrivare a tanto. :cry:
Avatar utente
_ale
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 309
Iscritto il: mercoledì 10 giugno 2009, 0:00
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da _ale »

molto bello Claudio complimenti, come sempre! Una domanda....se posso: le bombature sono anch'esse sul modello Toscano oppure rielaborate in base alle caratteristiche sonore che più ti interessavano?

Bella anche la vernice sempre un pò ruvida...

Alessandro
strinasacchi
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 29
Iscritto il: venerdì 31 dicembre 2010, 0:00

Messaggio da strinasacchi »

è una soddisfazione per gli occhi, lo sarà di certo per le orecchie. veramente curato; si nota la pazienza e la dedizione quasi paterna con cui è stato progettato, plasmato e rifinito.

veramente complimenti.
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12149
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

_ale ha scritto:molto bello Claudio complimenti, come sempre! Una domanda....se posso: le bombature sono anch'esse sul modello Toscano oppure rielaborate in base alle caratteristiche sonore che più ti interessavano?

Bella anche la vernice sempre un pò ruvida...

Alessandro
Grazie a tutti!
Le bombature le ho fatte più tese per adeguarle ad un suono un pò più aggressivo e penetrante. L'altezza della tavola è di circa 15mm e quella del fondo 14mm.
Adoro la vernice con la superficie un pò rustica, d'altra parte non riuscirei a farla liscia (tipo gommalacca), nemmeno se volessi, perchè in ogni caso conserverebbe questa sua caratteristica. Sarà il tempo e le successive pulizie e logoramenti che lo faranno diventare liscio, speriamo non troppo! :)
andante con fuoco
Avatar utente
sullacorda
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 331
Iscritto il: lunedì 17 aprile 2006, 0:00

Messaggio da sullacorda »

bello strumento claudio!
Come mai Monterey? Finisce anche questo nella Bay Area? :)
Avatar utente
aspirante_violinista
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 421
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 0:00

Messaggio da aspirante_violinista »

proprio bello! *_* Ma quindi in base alla bombature il suono del violino ne risulta accentuato in diverse particolarità? ne so poco e mi interesserebbe capirne! :D

Secondo me per un liutaio la soddisfazione maggiore è quella di "creare" un proprio stile e di conseguenza strumenti che hanno delle peculiarità che si trovano solo nelle sue creazioni appunto e non in altri strumenti se pur di pregevole fattura. :D
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12149
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

@Sullacorda: Monterey è una dedica alla città della California che ha dato così tanto alla musica.

@Aspirante violinista: il suono e il timbro di uno strumento ad arco è regolato dalle bombature, oltre che dagli spessori. Se guardi le bombature dei primi Amati e degli Stainer noterai che sono molto alte e con sgusce profonde, questi strumenti sono ancora insuperati per bellezza di timbro e tessitura di suono. Gli ultimi violini di Guarneri del Gesù invece hanno prevalentemente bombature basse e piuttosto tese, e comunque quasi sempre si vede uno "schiacciamento" della curva longitudinale all'approssimarsi del polmone superiore ed inferiore. Questo produce strumenti dal suono "stressato", tipico del concerto romantico, e sembra anche più potente. In realtà il suono corre molto lontano sia in uno Stainer che in un Guarneri, è appunto una certa inflessione della voce che può produrre una impressione di maggiore o minore potenza. Una volta che si è riusciti a capire il funzionamento e la logica delle bombature (e delle sgusce), non rimane altro che applicare i principi a seconda del proprio gusto.

Grazie di nuovo!
andante con fuoco
famar
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 846
Iscritto il: mercoledì 13 agosto 2008, 0:00
Località: Roma

Messaggio da famar »

Semplicemente stupendo.
famar
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 846
Iscritto il: mercoledì 13 agosto 2008, 0:00
Località: Roma

Messaggio da famar »

Ci puoi dare qualche misura?
1972pianoman
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 609
Iscritto il: sabato 27 febbraio 2010, 0:00
Località: CHIVASSO (TO)

Messaggio da 1972pianoman »

Claudio, dici di aver usato terra di siena bruciata, mi domandavo se è un pigmento trasparente come l'alizarina oppure tende a coprire un poco?
Avatar utente
aspirante_violinista
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 421
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 0:00

Messaggio da aspirante_violinista »

Grazie claudio per la spiegazione accurata, appena avro tempo mettero una foto del mio violino cosi magari saprai dirmi qualcosa in piu che non so sul mio strumento! :)

Che emozione vedere ogni volta un violino in lavorazione...quando ancora è bianco, candido, puro! :o stupendo...
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12149
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

@Famar: le misure sono quelle classiche del modello Amati: 167 112 207mm lunghezza 354mm. Se hai bisogno di altre misure fammi sapere.

@Pianoman: la terra di Siena comune e quella bruciata non sono niente altro che pigmenti naturali a base di ossidi ferrosi ricavati dalle argille senesi. Se sono naturali e dati in piccole quantità questi pigmenti non sono per niente coprenti, anzi, hanno una buona trasparenza. Il concetto è molto semplice, nella vernice dei nostri violini si possono usare i comuni colori ad olio, ed io mi sbizzarrisco a far prove e controprove con tutta la tavolozza dei colori. Mi sembra che i risultati siano incoraggianti.

@Aspirante violinista: sarà un piacere vedere il tuo violino. :)
andante con fuoco
Rispondi