Pelle di daino vs fazzoletto alla Perlman

Suonare e costruire i violini
Avatar utente
Mr_Svanderkajovskij
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 113
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 0:00
Località: Terronia
Contatta:

Pelle di daino vs fazzoletto alla Perlman

Messaggio da Mr_Svanderkajovskij »

Ciao,da 2 settimane ormai suono senza spalliera. Mi sono abituato ma il violino casca ancora. Ad un master con Christian Anzinger ( :clb2: ), mi sono presentato senza spalliera essendo già a conoscenza del suono migliore,il maestro ha rinforzato la mia tesi essendo favorevole (suona senza spalliera) e mi ha consigliato di usare un fazzoletto per non far scivolare il violino. Anche Perlman usa il fazzoletto (in effetti il maestro Anzinger ha studiato nella stessa scuola di Perlman) .

Nella mia orchestra il violinista PIù ASSAI MIGLIORE :mrgreen: anch'egli suona senza spalliera e per non far scivolare il violino usa un pezzo di pelle di daino incastrato tra il bottone e la C. ORA:

Quali sono le differenze tra l'uso di pelle di daino e fazzoletto? In fattori di comodità? In termini di suono?

Attendo di essere illuminato.
"Là, nei colli, ove serpeggia la magnificenza!" (Cit.: Ivanov Nikolaj Svanderkajovskij).
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12127
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Non so quanto potrò essere "illuminato", ma nella mia modesta esperienza di ancor più modesto studente di violino ho usato spesso un pezzo di pelle da mettere tra spalla e fondo dello strumento. La pelle di daino va benissimo, ma anche un qualsiasi altro pezzo di nappa, magari a colori vivaci potrebbe andare altrettanto bene. La pelle, a differenze del tessuto, fa maggior attrito con il fondo, così che lo strumento non scivola e tende a ridurre lo sforzo per tenerlo fermo tra mandibola e spalla durante i pezzi particolarmente agitati. Io sono un grande sostenitore dell'uso "diretto" del violino, senza spalliera quindi, perchè anche se sembra che lo strumento suoni con meno volume, in realtà la portata degli armonici aumenta perchè è il corpo stesso che ricevendo le vibrazioni dello strumento diventa esso stesso in un emanatore di suoni. E poi avere lo strumento, così nudo e crudo, più maneggevole e leggero, più vicino al corpo a mio parere aiuta molto anche a suonare meglio. Ovviamente bisogna farci un pò l'abitudine.
andante con fuoco
Avatar utente
Mr_Svanderkajovskij
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 113
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 0:00
Località: Terronia
Contatta:

Messaggio da Mr_Svanderkajovskij »

Indi fazzoletto e pelle ha lo stesso effetto?
"Là, nei colli, ove serpeggia la magnificenza!" (Cit.: Ivanov Nikolaj Svanderkajovskij).
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12127
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Basta provare, per me la pelle è migliore di un fazzoletto in lino o cotone, se non altro perchè la pelle è più morbida e fa più attrito, così lo strumento scivola molto meno sulla spalla. Inoltre i fazzoletti, come tutti i tessuti, hanno una discreta proprietà abrasiva che non è proprio gradita dalla vernice degli strumenti.
andante con fuoco
Avatar utente
Mr_Svanderkajovskij
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 113
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 0:00
Località: Terronia
Contatta:

Messaggio da Mr_Svanderkajovskij »

e come suono che differenza c'è tra pelle e fazzoletto?
"Là, nei colli, ove serpeggia la magnificenza!" (Cit.: Ivanov Nikolaj Svanderkajovskij).
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12127
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Ai fini del suono non c'è differenza tra il tessuto e la pelle.
andante con fuoco
Avatar utente
Mr_Svanderkajovskij
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 113
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 0:00
Località: Terronia
Contatta:

Messaggio da Mr_Svanderkajovskij »

Ottimo,grazie mille

Dove trovo la pelle di daino? :mrgreen:
"Là, nei colli, ove serpeggia la magnificenza!" (Cit.: Ivanov Nikolaj Svanderkajovskij).
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12127
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Quella che oggi si usa per pulire le carrozzerie delle automobili è comunemente chiamata pelle di daino, ma in realtà di tratta di pelle bovina. La si può trovare in qualsiasi negozio di accessori auto, nei supermercati o presso di distributori.
andante con fuoco
Avatar utente
Mr_Svanderkajovskij
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 113
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 0:00
Località: Terronia
Contatta:

Messaggio da Mr_Svanderkajovskij »

ok,andrò oggi stesso :)
"Là, nei colli, ove serpeggia la magnificenza!" (Cit.: Ivanov Nikolaj Svanderkajovskij).
nigel
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 560
Iscritto il: domenica 27 luglio 2008, 0:00
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da nigel »

ma sono l'unico che pensa che senza spalliera il suono peggiora?
Avatar utente
Mr_Svanderkajovskij
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 113
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 0:00
Località: Terronia
Contatta:

Messaggio da Mr_Svanderkajovskij »

nigel ha scritto:ma sono l'unico che pensa che senza spalliera il suono peggiora?
Pare di sì :lol:

Scherzi a parte sono gusti,il suono non è oggettivo ed è totalmente personale,secondo il mio modesto ed umilissimo parere senza spalliera il suono è molto più corposo e gonfio,specie in posizioni alte su corde gravi. È anche più potente in quanto bisogna considerare il proprio corpo come un'estensione della cassa armonica del Violino,ho sentito anche pareri riguardo ciò sulla respirazione e il rigonfiamento dei polmoni,pare che respirando "a ritmo" si ottengano effetti particolari,ma non ne sono molto informato.
"Là, nei colli, ove serpeggia la magnificenza!" (Cit.: Ivanov Nikolaj Svanderkajovskij).
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12127
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

nigel ha scritto:ma sono l'unico che pensa che senza spalliera il suono peggiora?
Per molto tempo l'ho pensato anch'io, ma vedendo i violinisti delle precedenti generazioni e la padronanza con cui suonavano i loro strumenti mi è venuto il dubbio. Poi nel corso del tempo ho conosciuto molti violinisti che suonavano senza spalliera e ho avuto occasione di fare molte prove. Con la spalliera, soprattutto le corde gravi, si ha un'impressione di suono più ampio ed aperto, ma questo non si traduce necessariamente in una buona proiezione del suono. La spalla in buona sostanza sembra fermare le vibrazioni del fondo, in realtà queste si trasferiscono al nostro corpo ed è proprio questo che infine partecipa alla proiezione del suono. Suonare senza spalliera, sulle prime se ne ricava l'impressione di un suono più povero, anche se gli acuti sembrano da subito acquisire un maggior colore, ma facendoci l'abitudine ci si accorge che oltre ad avere un contatto più intimo con lo strumento, si ha più consapevolezza del nostro suono e della sua proiezione in sala. Naturalmente bisogna sviluppare una tecnica diversa, io ad esempio ho sempre trovato difficoltà per il vibrato (suonando senza spalliera), ma sono convinto che se avessi continuato avrei imparato meglio a gestire le varie tecniche del vibrato. Per non parlare dell'arco, avere lo strumento "sotto" il viso mi consentiva di avere un "giro" più immediato e di dover fare escursioni meno ampie con il braccio destro. Ma poi ho smesso di studiare perchè stavo diventando troppo bravo. :lol:
andante con fuoco
fabio1251
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 71
Iscritto il: mercoledì 26 gennaio 2011, 0:00

Messaggio da fabio1251 »

Claudio, come può fare un corpo ad essere mezzo di amplificazione delle onde sonore? :?:
nigel
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 560
Iscritto il: domenica 27 luglio 2008, 0:00
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da nigel »

grazie Claudio per il tuo parere e esperienza!

Io trovo che senza spalliera il mi diventa molto dolce, e questo mi piace.
Il sol e re sembrano affossarsi, ma in effetti questa potrebbe essere una sensazione che avviene 'sotto le orecchie'

In orchestra io non ho problemi a suonare senza, parlo tecnicamente...
se devo suonare da solo e in piedi, non riesco proprio... ma è tutta una questione di abitudine. Tanti miei colleghi suonano indifferentemente con o senza spalliera!
Avatar utente
Sivori
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 211
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 0:00
Contatta:

Messaggio da Sivori »

E' giustissimo e interessantissimo parlare delle differenze tra suonare con o senza spalliera e quoto quello che Claudio dice,ma non vorrei che passasse il messaggio che chiunque possa suonare senza.Ci sono persone con il collo così alto che non sono adatte a suonare senza e a lungo termine andrebbero sicuramente a problemi muscolari-articolari.
Rispondi