Pelle di daino vs fazzoletto alla Perlman

Suonare e costruire i violini
fabio1251
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 71
Iscritto il: mercoledì 26 gennaio 2011, 0:00

Messaggio da fabio1251 »

Sivori ha scritto:E' giustissimo e interessantissimo parlare delle differenze tra suonare con o senza spalliera e quoto quello che Claudio dice,ma non vorrei che passasse il messaggio che chiunque possa suonare senza.Ci sono persone con il collo così alto che non sono adatte a suonare senza e a lungo termine andrebbero sicuramente a problemi muscolari-articolari.
Infatti io sn tra quelli!!! Non potrei mai suonare senza spalliera....eppure gira molto l'idea che il corpo sei deve "adattare" allo strumento, costi quel che costi. :roll:
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12127
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

fabio1251 ha scritto:Claudio, come può fare un corpo ad essere mezzo di amplificazione delle onde sonore? :?:
Una delle cose che mi hanno sorpreso provando un violino d'autore è il percepire le vibrazioni del fondo direttamente sulla spalla e sotto il mento. Hai presente i cantanti lirici? loro cantano "in maschera", cioè trasformano la scatola cranina in una cassa armonica. Hai presenti le corporature dei soprano d'opera? mi viene in mente Monserrat Caballet oppure Joan Sutherland, di sicuro cantanti di "peso" e ben piantate sul palcoscenico, le loro voci erano potentissime ed in grado di raggiungere qualsiasi punto della sala. Il canto non è solo un affare di laringe, quando si canta senza ausilio di amplificazione entrano in gioco vari fattori, quali quello ambientale e e quello corporeo. Per contro, sono esistiti soprano che una volta dimagriti hanno perso la voce, non solo perchè si sottoposero a regimi violenti che hanno mortificato il corpo, ma anche e soprattutto perchè hanno alterato la "cassa". Ciò detto, il corpo per un viollinista assume un'importanza meno decisiva per la qualità del suono, tuttavia quel colore del suono che si esprime con lo strumento appoggiato senza mediazioni sulla spalla, resta unico e inimitabile. Questo è decisivo per coloro che avendo già una personalità musicale da esprimere, perchè hanno uno strumento in più per raggiungere l'animo di un pubblico o di una giuria.
andante con fuoco
Violinesco
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 285
Iscritto il: mercoledì 7 dicembre 2005, 0:00
Località: via dei violini 66
Contatta:

Messaggio da Violinesco »

Io suono il violino senza spalliera da circa 6 mesi e dopo un po' di fatica e fastidio iniziale devo dire che non riprenderei mai e poi mai la spalliera.
Innanzitutto io poggio il violino sulla clavicola e questo non tocca assolutamente la spalla; il violino viene fermato tra mento e clavicola e sostenuto completamente dal braccio sinistro.
Cambia tutta la tecnica dello smanicamento specialmente a scendere di posizione dove il pollice esegue molti adattamenti al violinista inconsapevoli, ma indispensabili.
Senza spalliera non puoi assolutamente incorrere nel vizio di stringere le dita sulla tastiera in quanto altrimenti non ti muovi per niente.
La mano si muove un po' a "a granchio" e si usano molto spesso i movimenti retrogradi del primo dito.
Cambia molto anche la diteggiatura proprio in virtù del fatto che senza spalliera non puoi muovere la mano come se fosse una carrucola.
La posizione poi risulta assolutamente ergonomica e stando in piedi assumi una posizione del corpo completamente diritta; è impossibile piegarsi in avanti o di lato.
Invece, suonando senza spalliera e posando il violino sulla spalla, risulta inevitabile piano piano alzare la spalla specialmente nei cambiamenti di posizione, con la conseguenza di uno spostamento della colonna vertebrale che risulta assolutamente errato visto che può provocare dei danni posturali.
Sulla clavicola poggio una pezza di cotone non tanto per il fastidio che il fondo del violino può provocare sulla clavicola, quanto per evitare che il sudore possa rovinare il fondo del violino.
<div>La musica può donare delle ali  ai vostri pensieri e illuminare la vostra anima di una luce eterna.<br><br>Platone</div><br>
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12127
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Leggendo il post di Violinesco mi sono resco conto di parlare della posizione del violino tra mento e "spalla", ovviamente il violino è compreso tra mento e clavicola ed è sull'insieme della spalla che lo strumento trasmette le sue vibrazioni.
andante con fuoco
Avatar utente
Mr_Svanderkajovskij
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 113
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 0:00
Località: Terronia
Contatta:

Messaggio da Mr_Svanderkajovskij »

Io non ho ancora capito la posizione esatta del violino senza spalliera... potreste fare una foto? Perchè mi sa che sto sbagliando postura.
"Là, nei colli, ove serpeggia la magnificenza!" (Cit.: Ivanov Nikolaj Svanderkajovskij).
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12127
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Mr_Svanderkajovskij ha scritto:Io non ho ancora capito la posizione esatta del violino senza spalliera... potreste fare una foto? Perchè mi sa che sto sbagliando postura.
Dovresti fartelo spiegare dal tuo insegnante, ognuno di noi ha posizioni e criteri differenti.
andante con fuoco
Violinesco
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 285
Iscritto il: mercoledì 7 dicembre 2005, 0:00
Località: via dei violini 66
Contatta:

Messaggio da Violinesco »

Purtroppo non ho il modo di postare una foto.
Comunque, la cosa è semplice.
La mia insegnante, musicista bravissima e soprattutto grande didatta, insegnante al conservatorio di Latina, mi ha trasmesso il desiderio di imparare a suonare senza spalliera.
Il fondo del violino va poggiato sull'osso della clavicola; puoi provare a poggiare il violino senza poggiare il mento sulla mentoniera. Se la posizione è corretta, sostenendo il violino con la mano sinistra, questo deve rimanere su senza problemi.
A questo punto inclini la testa fino a poggiare il mento o la mascella sulla mentoniera (a seconda di come questa è posizionata sul violino).
Attenzione: la scelta della mentoniera è assolutamente fondamentale!
Il violino rimane così in una situazione di equilibrio, non è una situazione bloccata, fissa come con la spalliera, non si può bloccare il violino con questo metodo.
Sulla clavicola, come ti dicevo, metto un pezzo di cotone, un fazzoletto, per evitare che il sudore rovini la vernice del fondo del violino.
La pressione del mento sulla mentoniera va un po' esercitata solo nei cambiamenti da posizioni alte a basse; quando si sale invece quasi non serve.
Fammi sapere.
<div>La musica può donare delle ali  ai vostri pensieri e illuminare la vostra anima di una luce eterna.<br><br>Platone</div><br>
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12127
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Violinesco ha scritto:Purtroppo non ho il modo di postare una foto.
Comunque, la cosa è semplice.
La mia insegnante, musicista bravissima e soprattutto grande didatta, insegnante al conservatorio di Latina, mi ha trasmesso il desiderio di imparare a suonare senza spalliera.
Il fondo del violino va poggiato sull'osso della clavicola; puoi provare a poggiare il violino senza poggiare il mento sulla mentoniera. Se la posizione è corretta, sostenendo il violino con la mano sinistra, questo deve rimanere su senza problemi.
A questo punto inclini la testa fino a poggiare il mento o la mascella sulla mentoniera (a seconda di come questa è posizionata sul violino).
Attenzione: la scelta della mentoniera è assolutamente fondamentale!
Il violino rimane così in una situazione di equilibrio, non è una situazione bloccata, fissa come con la spalliera, non si può bloccare il violino con questo metodo.
Sulla clavicola, come ti dicevo, metto un pezzo di cotone, un fazzoletto, per evitare che il sudore rovini la vernice del fondo del violino.
La pressione del mento sulla mentoniera va un po' esercitata solo nei cambiamenti da posizioni alte a basse; quando si sale invece quasi non serve.
Fammi sapere.
La cosa non è semplice perchè quel che va bene a te, può darsi che non vada bene a qualcun altro. Parlando di violini e di come si suonano, la posizione varia moltissimo da un musicista all'altro, per questa ragione è altamente consigliabile il consiglio e il controllo di un buon insegnante. In particolar modo se il suonare senza spalliera offre molti vantaggi, per contro bisogna avere cura particolare nello studio di una corretta posizione del corpo. Non basta dire "a questo punto inclini la testa fino a poggiare il mento o la mascella". Ed il collo come lo si gira o deve rimanere dritto? e il braccio destro come si regola? come faccio a controllare le eventuali tensioni su spalle e braccia? quale porzione della mascella appoggiare? come faccio ad essere certo di procedere nel modo giusto? Per questo motivo gradirei che oltre allo scambio delle esperienze personali (sempre benvenute), si adottassero le indispensabili regole di prudenza.
andante con fuoco
Avatar utente
Mr_Svanderkajovskij
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 113
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 0:00
Località: Terronia
Contatta:

Messaggio da Mr_Svanderkajovskij »

Ho fatto delle foto su come lo tengo,tra poco le carico. Scusate la faccia e la maglia degli Iron :lol:
"Là, nei colli, ove serpeggia la magnificenza!" (Cit.: Ivanov Nikolaj Svanderkajovskij).
Avatar utente
Mr_Svanderkajovskij
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 113
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 0:00
Località: Terronia
Contatta:

Messaggio da Mr_Svanderkajovskij »

"Là, nei colli, ove serpeggia la magnificenza!" (Cit.: Ivanov Nikolaj Svanderkajovskij).
Violinesco
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 285
Iscritto il: mercoledì 7 dicembre 2005, 0:00
Località: via dei violini 66
Contatta:

Messaggio da Violinesco »

Claudio, è stato proposto questo argomento e io ho semplicemente risposto.
Per quello che mi è stato insegnato, ho risposto.
Il violino va poggiato sulla clavicola e non deve toccare la spalla perchè altrimenti viene naturale alzarla specialmente quando si scende.
Poi, tutto dipende da quanto siamo alti, dalle dimensioni del nostro braccio rispetto al resto del corpo, da quale mentoniera usiamo ecc.
Ma lo stesso discorso vale anche se si usa la spalliera.
Quale spalliera?
Quanto deve essere alta?
Il violino deve essere aperto o un po' più chiuso?
Il maestro, poi, può dare delle indicazioni teoriche, ma poi è il nostro corpo che deve rispondere perchè suonare il violino è un rapporto esclusivo tra il violinista e violino.
Io penso che di fronte allo studio del violino noi siamo soli.
Questo è quello che penso dopo anni di studio.
Il maestro ci da delle indicazioni, ma poi siamo noi a dover scoprire come risolvere il problema tecnico in base al nostro fisico che è diverso da quello di ogni altro violinista.
Certamente è giusto chiedere delle spiegazioni a un maestro piuttosto che postare una domanda su un sito, perchè possono nascere delle indicazioni sbagliate dovute a incomprensioni; è altrettanto necessario però che ci si rivolga a maestri che suonano senza spalliera perchè gli altri di questa postura non ne sanno nulla.
<div>La musica può donare delle ali  ai vostri pensieri e illuminare la vostra anima di una luce eterna.<br><br>Platone</div><br>
Avatar utente
Mr_Svanderkajovskij
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 113
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 0:00
Località: Terronia
Contatta:

Messaggio da Mr_Svanderkajovskij »

Violinesco ha scritto:Claudio, è stato proposto questo argomento e io ho semplicemente risposto.
Per quello che mi è stato insegnato, ho risposto.
Il violino va poggiato sulla clavicola e non deve toccare la spalla perchè altrimenti viene naturale alzarla specialmente quando si scende.
Poi, tutto dipende da quanto siamo alti, dalle dimensioni del nostro braccio rispetto al resto del corpo, da quale mentoniera usiamo ecc.
Ma lo stesso discorso vale anche se si usa la spalliera.
Quale spalliera?
Quanto deve essere alta?
Il violino deve essere aperto o un po' più chiuso?
Il maestro, poi, può dare delle indicazioni teoriche, ma poi è il nostro corpo che deve rispondere perchè suonare il violino è un rapporto esclusivo tra il violinista e violino.
Io penso che di fronte allo studio del violino noi siamo soli.
Questo è quello che penso dopo anni di studio.
Il maestro ci da delle indicazioni, ma poi siamo noi a dover scoprire come risolvere il problema tecnico in base al nostro fisico che è diverso da quello di ogni altro violinista.
Certamente è giusto chiedere delle spiegazioni a un maestro piuttosto che postare una domanda su un sito, perchè possono nascere delle indicazioni sbagliate dovute a incomprensioni; è altrettanto necessario però che ci si rivolga a maestri che suonano senza spalliera perchè gli altri di questa postura non ne sanno nulla.
uhm,,, puoi dare un'occhiata alle foto che ho postato prima???
"Là, nei colli, ove serpeggia la magnificenza!" (Cit.: Ivanov Nikolaj Svanderkajovskij).
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12127
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Violinesco ha scritto: Per quello che mi è stato insegnato, ho risposto.
L'insegnamento "dal vivo" è tutt'altra cosa rispetto a ciò che si può comunicare con un qualche messaggio via rete. Specialmente quando si parla, come in questo caso, di un passaggio così delicato dal suonare con a senza spalliera. Io dico queste cose seguendo il buon senso, poi per carità, ognuno è libero di dire e fare quel che vuole, ci mancherebbe.
andante con fuoco
Violinesco
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 285
Iscritto il: mercoledì 7 dicembre 2005, 0:00
Località: via dei violini 66
Contatta:

Messaggio da Violinesco »

Mr_Svanderkajovskij ha scritto: uhm,,, puoi dare un'occhiata alle foto che ho postato prima???
Dalla prima foto mi sembra di capire che, non tenendo il violino poggiato esclusivamente sulla clavicola, lo poggi sulla spalla e questo non va bene (si vede che il tuo braccio sinistro non tiene il violino).
Cosa cambia tenere il violino così o suonare con la spalliera?
Nulla.
Almeno per la tecnica che mi è stata spiegata.
Come suggerisce giustamente però Claudio, faresti bene ad informarti con un maestro che conosce bene questa tecnica.
Dove abiti?

P.S. ricordati però di pulire il piano armonico del tuo strumento e togliere le particelle di resina ... :lol:
<div>La musica può donare delle ali  ai vostri pensieri e illuminare la vostra anima di una luce eterna.<br><br>Platone</div><br>
Avatar utente
Sivori
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 211
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 0:00
Contatta:

Messaggio da Sivori »

Vi invito a leggere questo libro: Anatomia violinistica - fondamenti anatomici della tecnia violinistica di Edoardo Oddone.Tenere il violino senza nessuna cognizione di anatomia è deleterio come è deleterio prendere per oro colato quello che l'insegnante dice
Rispondi