Il violino di Giacomo

Suonare e costruire i violini
Bloccato
Giacomom
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 410
Iscritto il: mercoledì 27 marzo 2019, 13:56

Re: Il violino di Giacomo

Messaggio da Giacomom »

Grazie Claudio del tempo che mi dedichi.
Si per adesso ho adottato il metodo a cassa aperta ma semplicemente per paura del principiante...
Mi spaventa lavorare su un pezzo a cui sono già state dedicate tante ore... Essendo il primo violino sbagliare non é difficile...
È vero che si può sempre scollare e rifare ma mi dispiacerebbe...
Ad ogni modo in futuro acquistata un po' di sicurezza provero sicuramente anche il metodo a cassa chiusa.
Comunque Claudio se sulla cassa per ora ti ho dato poca soddisfazione te ne darò di più sulla verniciatura... Vorrei imparare da subito il tuo stile...
davidesora ha scritto: lunedì 10 giugno 2019, 23:23
Giacomom ha scritto: lunedì 10 giugno 2019, 17:56 Pianetto fatto a mano per la gioia di Davide... 😅
:D Come avrai notato, si fa presto anche a mano e non è poi così difficile....
Si soprattutto sulla tavola ci é voluto poco tempo... 😅
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12201
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Il violino di Giacomo

Messaggio da claudio »

La soddisfazione non la devi dare a me, ma la devi dare a te con il sistema che reputi migliore. E quella che tu chiami "paura del principiante" rappresenta semplicemente il fatto che il sistema a cassa chiusa non lo hai considerato nemmeno in teoria, perché davvero di rischi legati a questo metodo costruttivo non ce ne sono e non deve essere considerato un sistema per "iniziati". Se sbagli, sbaglierai con entrambe i sistemi, la colpa non è di un "sistema" o dell'altro, che comunque ha le sue procedure ed è diventato prassi comune presso i liutai.

Il mio interesse e la mia soddisfazione, più che di insegnare qualcosa su come si costruiscono i violini, è condividere un percorso culturale.
andante con fuoco
Giacomom
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 410
Iscritto il: mercoledì 27 marzo 2019, 13:56

Re: Il violino di Giacomo

Messaggio da Giacomom »

Si hai ragione non l'ho preso molto in considerazione nonostante il liutaio dove vado a imparare usi quel metodo...
Ma per me la parte più complicata per adesso é filettare... E se sbaglio a cassa chiusa mi tocca scollare.... Tutto qui...

Una domanda leggermente fuori tema...
Nel frattempo sto facendo una nuova dima per il manico sulla base del disegno di Davide...
Ma non so perché i fori dei piroli non mi tornano perché per come erano disposti le corde del La e del Mi si toccherebbero
Sicuramente é una deformazione della foto...
Vi allego la dima secondo voi I fori dei piroli vanno bene così?
Allegati
IMG_20190611_112956.jpg
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12201
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Il violino di Giacomo

Messaggio da claudio »

Non si tratta di "se mi sbaglio a cassa chiusa mi tocca scollare", quando costruisci un violino si presume che tu lo faccia al massimo delle tue possibilità, non delle cose a cui hai rinunciato ma che avrebbero anche potuto dare un risultato migliore. Questo a prescindere dalla questione cassa chiusa o aperta, è solo per evidenziare che il problema in questo caso non è nel metodo ma nell'atteggiamento del liutaio.

Nel modello del manico a me sembra che il foro del Re sia troppo centrato alle ganasce, dovrebbe stare un po' più sotto. Per il resto non mi sembra di vedere problematiche particolari, se non una testa del riccio che è praticamente senza gola, mentre dovrebbe avere uno stacco più deciso che le dà slancio ed eleganza. Per conferma meglio sentire il parere di Davide, visto che il modello viene da lui.
andante con fuoco
Giacomom
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 410
Iscritto il: mercoledì 27 marzo 2019, 13:56

Re: Il violino di Giacomo

Messaggio da Giacomom »

La tua dritta Claudio mi é piaciuta molto e ne farò tesoro...
Il sottogamba ancora devo rifibirlo
Attendiamo Davide
Giacomom
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 410
Iscritto il: mercoledì 27 marzo 2019, 13:56

Re: Il violino di Giacomo

Messaggio da Giacomom »

Sottogolo chiaramente...
Il correttore va in automatico
Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 2224
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Re: Il violino di Giacomo

Messaggio da davidesora »

Giacomom ha scritto: martedì 11 giugno 2019, 11:33
Nel frattempo sto facendo una nuova dima per il manico sulla base del disegno di Davide...
Ma non so perché i fori dei piroli non mi tornano perché per come erano disposti le corde del La e del Mi si toccherebbero
Sicuramente é una deformazione della foto...
Vi allego la dima secondo voi I fori dei piroli vanno bene così?
Il piazzamento del disegno dovrebbe essere corretto, ma sono tolleranze abbastanza piccole quindi non garantisco su eventuali deformazioni da foto o fotocopie. Puoi verificare disegnando l'altezza del capotasto dove escono le corde e il tragitto fino al pirolo, come io ho fatto per il modello che hai usato (Medici 1716).
Mod Medici D Sora ps.jpg
Tenendo ferma la posizione del La, i centri dei fori di MI e Re si possono abbassare ulteriormente se necessario.
Il problema è che se si varia lo spessore della tastiera (bordi più o meno spessi e curva più o meno piatta) l'altezza del capotasto varia e rende il piazzamento teorico un po' aleatorio e andrà verificato a violino montato se tutto funziona o se saranno necessarie modifiche al modello (a quello reale che si usa, non il disegno teorico).

Il sottogola è un po' troppo stretto.
Giacomom
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 410
Iscritto il: mercoledì 27 marzo 2019, 13:56

Re: Il violino di Giacomo

Messaggio da Giacomom »

Quindi é corretto che la corda del Mi sfiori il pirolo del La?
Giacomom
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 410
Iscritto il: mercoledì 27 marzo 2019, 13:56

Re: Il violino di Giacomo

Messaggio da Giacomom »

Questo invece vi piace...?
Ho il file illustrator se a qualcuno interessa
Allegati
IMG_20190612_091551.jpg
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12201
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Il violino di Giacomo

Messaggio da claudio »

Per niente. :lol:
Non so se si notano le differenze con il riccio postato da Davide, il tuo è troppo più grossolano. Cmq io ricaverei i profilo del manico da qualche violino originale sui poster di The Strad o simili, poi farei qualche adattamento.
andante con fuoco
Giacomom
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 410
Iscritto il: mercoledì 27 marzo 2019, 13:56

Re: Il violino di Giacomo

Messaggio da Giacomom »

Si é un po' ciccione... 😅
Giacomom
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 410
Iscritto il: mercoledì 27 marzo 2019, 13:56

Re: Il violino di Giacomo

Messaggio da Giacomom »

Avrei anche questo ma confrontato con l'originale non torna perfettamente
È il Kreisler fatto da dictum
Oltretutto mancano i fori per i piroli e non é casi facile farli corretti
Allegati
IMG_20190612_134954.jpg
IMG_20190612_134932.jpg
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12201
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Il violino di Giacomo

Messaggio da claudio »

Il modello potrebbe anche andare bene per il riccio del Kreisler, meno per la cassetta dei piroli, che riflette uno stile diverso. La gola o il sottogola anche in questo caso è un po' troppo ristretto, ma anche nell'originale è abbastana "appuntito". Consigliabile usare una matita o un tracciatore in metallo con punta bene affilata per non correre il rischio nel riportare il disegno di farlo più massiccio (basta veramente poco perché ciò succeda). I modelli così come vengono venduti difficilmente sono pronti all'uso, dovrebbero essere ritoccati in tutte quelle parti che si ritengono diverse dall'originale, o semplicemente seguendo il proprio gusto.

La parte più critica del modello se io dovessi usarlo sarebbe l'occhio e il raccordo alla voluta, per questo è consigliabile riportare il disegno su carta più volte e ritoccare laddove si ritiene opportuno farlo. Per i fori dei piroli, anche qui è questione di scelta e di disegni di prova che possano in qualche modo prevedere al meglio l'orientamento delle corde dalla cassetta dei piroli al capotasto senza toccare il gambo di alcun pirolo. E' una cosa difficile a cui anch'io ho prestato un'attenzione relativa, aggiustando negli anni il modello e i fori degli assi nel modo che mi sembrava migliore. Molto utili in questo caso i poster di The Strad, tenendo sempre presente che anche se siamo in presenza di strumenti originali, spesso e volentieri la posizione dei piroli e delle corde può non essere quella ottimale. In questo senso la scuola moderna cremonese, senza distinzione di scuole di pensiero, sulla cassetta dei piroli e sui piroli medesimi hanno trovato spesso ottimi compromessi sia per stile, che per funzionalità.
andante con fuoco
Giacomom
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 410
Iscritto il: mercoledì 27 marzo 2019, 13:56

Re: Il violino di Giacomo

Messaggio da Giacomom »

Si nel primo manico che ho fatto ho trascurato molto tutto ciò
Per il prossimo (con il vostro aiuto) voglio fare di meglio...

Nel frattempo sto flettando... 🤤
Giacomom
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 410
Iscritto il: mercoledì 27 marzo 2019, 13:56

Re: Il violino di Giacomo

Messaggio da Giacomom »

Canale fatto
Allegati
IMG_20190617_110128.jpg
Bloccato