Dorfler o Carbondix

Suonare e costruire i violini
Rispondi
LorenzoC
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 25
Iscritto il: domenica 2 giugno 2019, 10:01

Dorfler o Carbondix

Messaggio da LorenzoC »

Salve,
sono arrivato alla conclusione di voler scegliere tra questi due archetti per sostituire quello venduto assieme al mio Stentor, che odio profondamente.

- Dorfler N15 in Pernabuco (190€)
- Carbondix (120€)

Mi servirebbe un consiglio sincero, cosa dovrei prendere? Se poi qualcuno ha un'altra alternativa su quella cifra me lo dica, accetto volentieri ogni ulteriore suggerimento.

Contate che suono da un anno, mi duole il carbonio poichè dicono produca un suono meno ricco... ma non vorrei starmi facendo della pare da arrogante che pensa di poterlo percepire (anche se potrebbero però percepirlo gli altri, comunque influisce sul suono finale).

Grazie a tutti! Spero che anche il maestro Claudio possa aiutarmi.

Buone suonate!
stephanie
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 72
Iscritto il: mercoledì 7 marzo 2018, 12:07

Re: Dorfler o Carbondix

Messaggio da stephanie »

Salve Lorenzo, io andrei diretta sul Carbondix. In quella fascia di prezzo il carbonio è secondo me la scelta migliore. È un arco ben bilanciato, che permette di eseguire tutti i colpi d'arco, senza il rischio prendere cattive abitudini.

Per quanto riguarda il suono, è vero che da un Carbondix non ci possono aspettare chissà quali risultati, ma questo è dovuto non tanto al carbonio di per se' (che avrebbe di suo un'ottima velocità di trasmissione del suono), ma piuttosto della lavorazione economica e dall'utilizzo massivo di resine per tenere insieme le fibre di carbonio. Salendo di prezzo, ci sono archi sempre in carbonio con un lavorazione più accurata, fino a modelli di punta che costano anche diverse migliaia di Euro e che suonano molto bene.

Il Carbondix ha un rapporto qualità / prezzo imbattibile, e credo possa regalare molte soddisfazioni, è stato usato anche da persone piuttosto avanti nel loro percorso di studi. Se un domani vorrai un arco di qualità superiore sarà comunque un secondo arco di riserva sempre utile da avere con se'.

Per lo Stentor mi sembrerebbe la soluzione migliore, con un netto miglioramento rispetto a prima.

Personalmente il legno sotto i 1500/2000 Euro non lo prenderei neanche in considerazione. Tra l'altro il pernambuco sta attraversando un momento piuttosto difficile, perché è stato quasi completamente estinto a causa dell'utilizzo sconsiderato che ne è stato fatto nei secoli, ora il poco pernambuco che si riesce ad avere proviene dalle riserve (molte volte da quanto ne so anche da alberi relativamente un po' molto giovani, rispetto a quanto si poteva avere in passato), e per avere qualcosa di buono costa alla fine più dell'oro. Poi, comunque, il legno deve essere letto ed interpretato, per cui diventa essenziale una lavorazione artigianale da parte di un maestro archettaio.

L'unica cosa riguardo il Carbondix, so che l'incrinatura di serie non è eccezionale, sarebbe da considerare di farlo reincrinare a breve.

Buona serata e buona musica!

Stéphanie
svanni
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 83
Iscritto il: mercoledì 23 maggio 2012, 0:00

Re: Dorfler o Carbondix

Messaggio da svanni »

Condivido il pensiero di stephanie in toto.
Per quel prezzo il carbonio ti da caratteristiche di utilizzo superiori al legno, almeno usi un arco che pur non avendo grandi capacità sonore ti permette di studiare correttamente. I Carbondix che ho visto io avevano una bella reattività e si facevano usare bene, essendo fabbricati in serie penso che siano tutti più o meno così.
Gli archi in legno a quel prezzo rischi che ti creino problemi di utilizzo (e comunque non è che diano chissà che suono), anche perchè o non sono di pernabuco ma di altri legni meno adatti oppure di pernabuco di qualità veramente infima.
Avatar utente
directy
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 169
Iscritto il: domenica 3 luglio 2016, 0:00
Località: Lombardia

Re: Dorfler o Carbondix

Messaggio da directy »

Ciao, dopo 6 mesi di studio anche ho comprato un Carbondix che mi ha accompagnato per i successivi 2 anni. Mi sono trovato molto bene e lo consiglio. Da super principiante le differenze non ero in grado di comprenderle. Quando il mio Maestro mi faceva provare il suo Arco io non ero in grado di capire la differenza. Oggi, a distanza di qualche anno ti confermo che le differenze le capisco un poco di più ma solo un poco...
Rispondi