Reggicordiera

Suonare e costruire i violini
Rispondi
Elia22
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 41
Iscritto il: lunedì 21 ottobre 2019, 13:13

Reggicordiera

Messaggio da Elia22 »

Salve a tutti e grazie in anticipo per le preziosissime informazione.
Ho notato che esistono due tipi di reggicordiera, o meglio due sistemi di serraggio. Uno con un sistema a strettoia che più tiri e più stringe, mentre uno con una semplice vite.
Mi chiedo se quello con semplice vite avvitata nel nylon sia affidabile.

Grazie
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12225
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Reggicordiera

Messaggio da claudio »

Presumo tu stia parlando del cosiddetto "filo reggicordiera", che serve appunto a collegare la cordiera al bottone di fondo presente sulla parte inferiore della cassa armonica del violino. Ne esistono principalmente due tipi: uno in nylon, di solito di colore nero, spesso circa un paio di mm, l'altro molto meno rigido e in grado di essere annodato facilmente in fibra di kevlar intrecciata, di diametro molto più sottile del primo.

Nessuno dei due è più affidabile dell'altro, ma pare che producano effetti diversi sul suono dello strumento, differenza ovviamente a favore del reggicordiera in kevlar. Io li ho usati entrambe e non ho notato differenze sostanziali, se non nel tipo di montatura usata (cordiera, mentoniera, piroli).

Entrambe hanno sistemi di fissaggio affidabili, con quello in nylon è però bene avere l'accortezza di usare un accendino per fondere parzialmente i terminali che fuoriescono dalla vite di serraggio (circa 3mm, dopo che li si è tagliati alla giusta misura), in questo modo si evita che la vite in ottone possa scorrere accidentalmente lungo la filettatura e quindi causare la perdita improvvisa dell'ancoraggio della cordiera.
andante con fuoco
Elia22
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 41
Iscritto il: lunedì 21 ottobre 2019, 13:13

Re: Reggicordiera

Messaggio da Elia22 »

Grazie Maestro Rampini, la dritta del bruciare il terminale del nylon mi da più sicurezza.
Temevo che il dado di ottone, sotto la trazione delle corde, potesse spanare la filettatura del nylon.
Rispondi