Tempesta solare..

Avatar utente
OldFossil
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 572
Iscritto il: giovedì 19 marzo 2009, 0:00
Località: Vigevano (PV)
Contatta:

Messaggio da OldFossil »

Beh, che dire, di fronte a tali argomentazioni...buona favola a tutti.

Peace & Love :chrs:
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12095
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

OldFossil ha scritto:Beh, che dire, di fronte a tali argomentazioni...buona favola a tutti.

Peace & Love :chrs:
che ci vuoi fare, non siamo all'obbligo della prova :wink:
Però se invece di giudicare a prescindere avessi tu qualche argomentazione valida da proporre, non solo "sono tutte favole", ne sarei lieto.
andante con fuoco
Avatar utente
OldFossil
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 572
Iscritto il: giovedì 19 marzo 2009, 0:00
Località: Vigevano (PV)
Contatta:

Messaggio da OldFossil »

Le argomentazioni che ritengo valide e che ho studiato a fondo cercando di capirle e non di subirle come dogmi, si trovano nei libri di scienze geologiche, di fisica, di matematica, di filosofia...ci fanno i corsi di laurea su quelle cose e non so se è il caso di iniziare dalla fatidica frase "Circa 4 miliardi e mezzo di anni fà un globo di materia incandescente..." sarebbe troppo lungo.
Se comunque si vuole soddisfare qualche curiosità, in particolare riguardo alle influenze astronomiche che si tende a convalidare come fattive nel succedersi dei cambiamenti climatici e non solo della Terra, si può cercare del serbo Milutin Milankovi?, nel caso delle sue ipotesi le correlazioni tra sedimentazione e andamento dei cicli astronomici è molto forte, Milankovi? ha intuito la relazione, gli studi proseguono a tutt'oggi con l'intento di verificare e perfezionare la teoria.
Vi posto anche il link della Royal Society che ha deciso di offrire libero accesso all'archivio scientifico delle sue pubblicazioni.

In ogni caso "al rogo al rogo", così a memoria, mi pare lo gridasse chi abbracciava incondizionatamente una fede (sacrosanto, per carità) che vedeva potenzialmente minata da persone (come Galileo Galilei solo per fare un esempio) che osservavano la natura e cercavano di capirla con metodo e raziocinio, pur rimanendone abbagliati dalla bellezza e complessità. Finora il rogo mi sembra lo abbiano subito gli scienziati e qualche altro povero cristo che faceva esperimenti con erbe ed altre sostanze. Gli scienziati normalmente si mettono alla gogna tra loro ed in effetti dal settecento ad oggi non è cambiato molto riguardo all'onestà intellettuale di riconoscere delle carenze nei propri lavori a beneficio di una maggiore comprensione dei fenomeni studiati. Ma la scienza, un pò come tutte le altre discipline, è autocorrettiva e prima o poi si libera da sé di chi la ostacola.

Non era mia intenzione moralizzare nessuno o deviare alcuno dalle proprie convinzioni e scusate la lunghezza dei post.

Ciao a tutti :)
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12095
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Grazie anche a te Oldfossil, se ci fosse più integrazione tra scienza accademica e scienza "empirica" (come la vogliamo chiamare?), forse sarebbe meglio per tutti.
andante con fuoco
Avatar utente
LeeVa
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 512
Iscritto il: martedì 15 febbraio 2011, 0:00
Località: Varese

Messaggio da LeeVa »

Ricordo che un anno fa, o due, la nasa aveva annunciato questa tempesta solare... me lo ricordo perchè ho il sito della nasa come homepage e leggo sempre tutte le nuove news.............
Avatar utente
GREGSAR
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 205
Iscritto il: martedì 11 gennaio 2011, 0:00

Messaggio da GREGSAR »

Scusate,mi spiace risultare sempre polemico,ma rispondo al Sig.Oldfossil perche' un po vorrei spiegarmi meglio,e un po,non mi trovo d'accordo su cio' che riporta:
Le argomentazioni che ritengo valide e che ho studiato a fondo cercando di capirle e non di subirle come dogmi, si trovano nei libri di scienze geologiche, di fisica, di matematica, di filosofia...ci fanno i corsi di laurea su quelle cose
Anche io ho studiato delle cose sui libri,ma il problema e' che fin dal tempo della scuola,mi sono reso conto delle grosse falle,e imprecisioni che a volte vengono riportate nei testi,e che vengono prese proprio come "dogmi" e sbandierate come verita' assolute.
Quindi mettiamo i puntini sulle I, la tettonica delle placche e'una teoria,come e'sempre teoria ipotetica,la spiegazione del movimento delle stesse,ed il fatto che la massa,segua questa direzione,non significa che sia la giusta ed unica via.
Finora il rogo mi sembra lo abbiano subito gli scienziati e qualche altro povero cristo che faceva esperimenti con erbe ed altre sostanze.
al rogo vero prima,e all'emarginazione totale poi,sono stati condannati in molti,scenziati,geni,artisti ecc...e quasi sempre perche' uscivano dagli schemi stereotipati.
Ma la scienza, un pò come tutte le altre discipline, è autocorrettiva e prima o poi si libera da sé di chi la ostacola.
Non sono d'accordo,se cosi' fosse,la scienza avrebbe fatto passi da gigante in molte cose,e i maggiori luminari al giorno d'oggi sarebbero l'eccellenza....a me sembra di notare l'inverso..
Grazie per aver ricordato il lavoro di Milankovic,ma non capisco, sono sempre teorie prive di sperimentazione, ma se, se ne interessa la royal society, si puo' dare un occhiata, mentre il lavoro di Wilhelm Reich e' di fatto, spazzatura, perche' completamente contrastato da sempre dalla comunita' scientifica??
..Quod est inferius est sicut quod est superius, et quod est superius est sicut quod est inferius ad perpetranda miracola Rei Unius..
...qui auget scientiam auget et dolorem..
Avatar utente
OldFossil
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 572
Iscritto il: giovedì 19 marzo 2009, 0:00
Località: Vigevano (PV)
Contatta:

Messaggio da OldFossil »

Grazie a voi tutti, in questo forum mi sento un pò come in un circolo di gentiluomini che dibattono tra loro, è molto stimolante ed è uno dei pochi posti virtuali dove le discussioni riescono a rimanere pacate e costruttive.

E' senz'altro vero che ci vorrebbe più apertura mentale per non bollare le nuove i dee con preconcetti che ostacolano il progresso (e con questo intendo un progresso intellettuale, non la comparsa di nuove tecnologie che spesso non producono sensibili miglioramenti nelle condizioni di vita dell'uomo), ci vogliono idee nuove, si deve esplorare la realtà procedendo in tutte le direzioni possibili, in questo la creatività può essere vista un pò come un pensiero in embrione che come una scintilla getta una fugace luce su una possibile strada, una traccia da percorrere e definire nel tempo. Milankovi? ha avuto un'intuizione, qualche geologo curioso e con un certo spirito di osservazione ha notato che la stratificazione dei cosiddetti flysch (assimilabili a depositi di grandi frane sottomarine) mostrava delle ripetizioni ritmiche negli spessori degli strati e tali ripetizioni erano in forte concordanza con i fattori astronomici invocati dall'ingegnere serbo. Da questa osservazione, che otteneva riscontri globali osservabili da tutti sul campo, è partito tutto il lavoro di approfondimento successivo.
Riguardo all'auto-correttività della scienza è accertato che gli strenui oppositori di nuovi punti di vista e prospettive prima o poi scompaiono lasciando spazio alle nuove idee, se così non fosse i geologi (solo per riferirmi a ciò che un pò conosco) penserebbero ancora che i minerali presenti sulla Terra siano depositi originati dal prosciugamento di un oceano primordiale che la ricopriva completamente. Quando Werner, sostenitore di questa teoria conosciuta come Nettunismo, venne incalzato da Hutton (padre della moderna geologia) che gli chiedeva dove fosse finita tutta quell'acqua, rispose che era andata dispersa nello spazio. Una spiegazione come questa non è falsificabile nel senso Popperiano del termine, e pertanto non è scientifica. Hutton si pose di fronte ai fenomeni che osservava partendo dall'assunto che le leggi che governano i fenomeni attuali fossero le stesse che governarono i fenomeni del passato dei quali ci sono giunte come vestigia i depositi sedimentari, gli antichi vulcani, ecc. In tal modo egli stimò con grande precisione i tempi richiesti affinché si potessero formare potenti successioni sedimentarie, e scoprì che la datazione comunemente accettata sull'età della Terra stabilita dal vescovo anglicano Thomas Usher non poteva essere collocata alle otto del mattino del 22 ottobre del 4004 a.C., come dedotto dalla Bibbia, ma molto più indietro nel tempo. Questa deduzione scosse le fondamenta di ciò su cui si basava la scienza fino a quel momento e nel contempo gettò ombre sul testo sacro per eccellenza. Anche Usher uscì di scena ad un certo punto, pur facendo parte di un'istituzione che rendeva il cambio di paradigma particolarmente ostico.
Hutton, da parte sua, non uscì semplicemente dagli schemi, ma fornì delle validissime argomentazioni che spiegavano molto bene tantissimi fatti osservabili da chiunque. Le teorie di Hutton avevano (alcuni aspetti non hanno perso la loro validità anche oggi) almeno due elementi a loro favore in termini di validità: erano falsificabili, erano ripetibili perché adatte alla sperimentazione (ad esempio chiunque può osservare come la corrente di un fiume sposta dei sedimenti e li accumula o li disperde), e se vogliamo anche il terzo aspetto gioca a suo favore: il rasoio di Occam! Hutton ha trovato una spiegazione semplice ad un numero impressionante di fenomeni.
Da questo punto di vista la teoria Darwiniana sull'evoluzione, generalmente accettata, può essere considerata un'ipotesi interessante (molto interessante!) perché non replicabile in laboratorio.
Se un brillante intelletto (sarei di fatto curioso di approfondire le osservazioni di Giuliani che comunque era inquadrato nell'establishment scientifico e anche secondo me avrebbe qualcosa da dire) annuncia al mondo una scoperta, deve fornire anche le basi teoriche su cui la scoperta si fonda e un modo per replicare le sue osservazioni. Non conosco le teorie di Reich, ma probabilmente, nonostante forse si possano giudicare brillanti, le sue intuizioni mancano di qualcosa nei termini descritti prima.

Per chiudere questo lungo intervento ho cercato di dare un quadro, anche se estremamente sintetico e molto parziale, di come la scienza e la filosofia tendano a fondersi tra loro, e di come il tempo faccia emergere le intuizioni più brillanti contro ogni resistenza e pregiudizio. Se ci pensate bene i confini tra le discipline sono aleatori, più si va a fondo nella ricerca e più si intuisce un principio unificatore, chiamatelo come volete, che potrebbe spiegare ed inquadrare tutto.
Personalmente spero che almeno qualcosa rimanga celato alla nostra capacità di indagine, sarebbe estremamente noioso e frustrante vivere in un mondo preordinato, prevedibile ed estremamente razionale. Finiremmo per perdere il gusto a fare qualsiasi cosa.

Buona giornata a tutti!
Avatar utente
GREGSAR
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 205
Iscritto il: martedì 11 gennaio 2011, 0:00

Messaggio da GREGSAR »

Spero che l'apertura mentale da parte delle cattedre avvenga al piu' presto,per prendere in considerazione anche il lavoro di chi,si basa su teorie che non si possono replicare,perche' non pressenti nei libri di scuola.
Perche' si bloccano le sperimentazioni?...Ighina diceva di aver inventato una valvola antisismica,ci vuole tanto a replicarla e testarla sulle zone a rischio?
Nuovo scossone ragazzi...il palazzo e' dondolato di brutto!..
..Quod est inferius est sicut quod est superius, et quod est superius est sicut quod est inferius ad perpetranda miracola Rei Unius..
...qui auget scientiam auget et dolorem..
Avatar utente
GREGSAR
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 205
Iscritto il: martedì 11 gennaio 2011, 0:00

Messaggio da GREGSAR »

Reich mise in pratica la manipolazione del clima tramite le proprie macchine,e non solo,fu una cosa che spavento' molto il governo degli stati uniti,che lo fece perseguire dalla FDA e arrestare dall' FBI.
In rete si trovano anche i documenti rilasciati qualche anno fa.
Fortunatamente,qualcuno sta continuando la sua ricerca,sempre con molta difficolta'.
James de Meo..che replico' e sperimento' in eritrea il cloudbuster di Reich,,,
http://www.youtube.com/watch?v=ytoFcDrVFY8
Anche le prove tangibili non bastano,quando ci sono di mezzo interessi economici...
Lo stesso Ighina aveva mandato macchine in africa,e non vennero mai testate..
..Quod est inferius est sicut quod est superius, et quod est superius est sicut quod est inferius ad perpetranda miracola Rei Unius..
...qui auget scientiam auget et dolorem..
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12095
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Intanto oggi un altro paio di scosse alle 16 e alle 16.30:
http://www.repubblica.it/cronaca/2012/0 ... -28868926/

Se questo sia da mettere o no in relazione all'attività solare non saprei dire, ma certo che è una bella coincidenza.
andante con fuoco
Avatar utente
Arcale
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 371
Iscritto il: giovedì 28 maggio 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Arcale »

Ero in casa e quella delle 16 l'ho avvertita, qui a Pistoia. Stavo uscendo al lavoro e una volta in strada provavo a chiamare con l'iphone i miei genitori, non c'è stato verso di telefonare con questo apparecchio anche dopo mezz'ora. In questo telefono avevo una scheda della tre, con ottimo segnale ma non andava... è da mettere in relazione alla tempesta solare o tutti stavano telefonando?
Dopo mezz'ora di tentativi ho mollato quel telefono e ne ho preso uno con scheda Vodafone ed ha subito funzionato.
So che la tre ha qualcosa tipo le frequenze diverse rispetto agli altri gestori, è solo una supposizione di fantasia o può darsi che fosse in tilt per la tempesta?
Avatar utente
GREGSAR
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 205
Iscritto il: martedì 11 gennaio 2011, 0:00

Messaggio da GREGSAR »

Ciao,impossibile stabilirlo con certezza,bisognerebbe sentire svariate persone,comunque e' assodato che le tempeste geomagnetiche creano disturbi nelle comunicazioni/radiofrequenze ecc..
Dovrebbe durare almeno fino alla fine del giorno 28 a quanto ne so.
Se questo sia da mettere o no in relazione all'attività solare non saprei dire, ma certo che è una bella coincidenza.
Beh qualcosa in piu' che una coincidenza Claudio :)

Ricordando L'irpinia riporto cio' che riporta un articolo:
"L'idea alla base di questo contributo è di scoprire se vi sia un legame fra l'attività solare (macchie) e alcuni terremoti avvenuti sulla Terra; nella fattispecie in quelli accaduti nel nostro paese. Per verificare questa ipotesi e trovare il meccanismo fisico che esplica a tale funzione, vengono analizzati statisticamente il numero di terremoti avvenuti in Italia dal 1833 al 1980 e l'andamento del numero delle macchie solari nel medesimo periodo (come ben sapete le macchie solari sono aree nella superficie del Sole con una temperatura inferiore rispetto alla media, 4500°K contro i 6000°K circa, dovute alla comparsa di forti campi magnetici che bloccano l'attivita convettiva nella zona e la loro presenza, oltre ad essere un indice dell'attività solare, determina l'insorgere di anomalie magnetiche sulla Terra). Per ottenere un gruppo di dati omogenei dal catalogo dei terremoti italiani, i due ricercatori hanno preso solo quelli con valore superiore al VII grado della scala MCS (250 casi). Inoltre occorreva eliminare, da questo nuovo insieme, tutti quei terremoti che risultavano scosse di assestamento; da quest'ultima operazione rimasero 161 eventi sismici che coprono un arco di tempo che va dal 1833 al 1980. Dal confronto di queste due famiglie di dati emerse una correlazione fra l'andamento delle macchie solari ed i grandi terremoti registrati in Italia.

In poche parole,l'attivita' solare si riassume in 23 periodi,il primo dei quali inizia nel 1755,secondo i ricercatori che iniziarono gli studi a riguardo.
Di solito il sole. circa ogni 11 anni, ha delle pause di attivita,e secondo i calcoli, il periodo di inferiore attivita' solare risale al 2009 (comunque vi e' presenza di sismi,ma in minor numero,e meno violenti).

L'ultima eruzione violenta (tempesta di classe X) prima della pausa,risale al dicembre 2006 e di seguito riporto:

18.12.2006 – terremoto a Sumatra, Indonesia – magnitudo 6.0
26.12.2006 – terremoto a Taiwan – magnitudo 7.2

Il 2011 e' partito da gennaio con un attivita' molto forte,e subito, il primo di una lunga serie di sismi violenti:
19 gennaio 2011 Belucistan, Pakistan 7,3 Mw
Il sole, e' arrivato al massimo di attivita' nel marzo,precisamente il 7,si contavano un centinaio di macchie solari.in quell'occasione, il sole espulse plasma verso la terra a 2000 km/s.
Di seguito il piu' distruttivo sisma dell'anno.

11 marzo 2011 Sendai, Giappone 9,0 15.550 morti e 5.344 dispersi

Piu' altri sei eventi molto distruttivi fino a fine anno...
..Quod est inferius est sicut quod est superius, et quod est superius est sicut quod est inferius ad perpetranda miracola Rei Unius..
...qui auget scientiam auget et dolorem..
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12095
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Greg e Oldfossil, grazie ancora per i vostri contributi, che pur da distanti punti di vista offrono interessanti elementi per riflettere.
andante con fuoco
Avatar utente
Arcale
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 371
Iscritto il: giovedì 28 maggio 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Arcale »

GREGSAR ha scritto:Spero che l'apertura mentale da parte delle cattedre avvenga al piu' presto,per prendere in considerazione anche il lavoro di chi,si basa su teorie che non si possono replicare,perche' non pressenti nei libri di scuola.
Perche' si bloccano le sperimentazioni?...Ighina diceva di aver inventato una valvola antisismica,ci vuole tanto a replicarla e testarla sulle zone a rischio?
Nuovo scossone ragazzi...il palazzo e' dondolato di brutto!..
Il mio amico virtuale Mimmuccio si è da tempo rimboccato le maniche.
Ha iniziato costruendo diversi ERIM, poi su mio suggerimento anche ERIMini, dopo ELIOS e adesso anche valvole antisismiche in scala ridotta rispetto a quella di Ighina. Ci sono dei costi affatto irrilevanti per una singola persona che si mette all'anima tutto questo...

http://www.cambioilmondo.it/pier-luigi- ... do-ighina/

Anzi, è un botto di tempo che non gli faccio un saluto, l'ho un pò abbandonato in favore della liuteria. Vado... :idea:
Benvenuti nella mia fucina!
Avatar utente
GREGSAR
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 205
Iscritto il: martedì 11 gennaio 2011, 0:00

Messaggio da GREGSAR »

Conosco il sito indicato da te Arcale,e il suo autore fa un lavoro davvero ammirevole,ci sono addirittura testimonianze, (dopo le scosse di questi giorni),di persone che vivono vicino alle valvole piazzate in romagna.
Leggete l'articolo http://www.cambioilmondo.it/
A volte con la fretta,mi spiego male,chiedo venia..
La mia frase "Ci vuole tanto a ricreare,e piazzare le valvole..." non e' indirizzata al singolo sperimentatore,di cui comprendo gli sforzi economici e di tempo,ma alle "istituzioni"dei comuni interessati,e generiche, che potrebbero aiutare con delle raccolte fondi,creare progetti..facilitare insomma la sperimentazione,in milioni di modi,al posto di sperperare denaro per cose meno importanti.
Spero continui cosi',e che piu' sperimentatori si uniscano al proseguire dell'opera di Ighina..
..Quod est inferius est sicut quod est superius, et quod est superius est sicut quod est inferius ad perpetranda miracola Rei Unius..
...qui auget scientiam auget et dolorem..
Rispondi