conservatorii al sud

bob75
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 119
Iscritto il: venerdì 26 novembre 2010, 0:00
Contatta:

conservatorii al sud

Messaggio da bob75 »

Gentilissimi,
eccomi qui con quest'argomento.
Parlero' in %, e' chiaro che non tutti gli insegnanti sono cosi' ma sicuramente piu' della meta' ( a esser buoni....), quindi niente commenti tipo " eh ma non si puo generalizzare, erba=un fascio etcetc"
Nel mondo della Liuteria , avete un' idea di chi insegna nei conservatori? li avete mai sentiti suonare?
Il concetto che cattivi maestri producono una marea di cattivi allievi fa ronzare le orecchie a qualcuno?
Sentire dei diplomi da Roma in giu' e' da mettersi le mani nei capelli.
Il problema e' che stanno trasformando istituti di alta formazione ( per pochi talentati, insegnati e allievi) in scuolette sociali di musica, quasi un dopo scuola per gli studenti. Quanti di questi diplomi sono dei professionisti?
Ritornando al discorso Liuteria, quanti di questi sono educati a scegliere qualcosa di bello nell'ambito che gli viene offerto ( Liutai moderni ) , sapranno discernere tra un cinese dipinto a Cremona ed un vero strumento di Liuteria? senza cadere nelle mani di spudorati falchi?
Il quadro che ne ho, e' DESOLANTE.
Chi insegna ( sempre in % ) non tocca lo strumento da tempo immemorabile, e se lo fa....be' , e' meglio non essere nei paraggi.
Hanno il posto in conservatorio, sanno a malapena leggere la musica, e creano aspettative negli studenti che vengono disilluse al primo passaggio delle Alpi!!!
Persone che non hanno idea di che cosa sia la musica e il fare musica a livello professionale, stanno in conservatorio per punteggi, leggi, non so che altro.
Non sto parlando senza cognizione di causa. Vengo da li' anch'io.
Se si puo', andate a sentire diplomi di archi in questi conservatori, grandi e piccoli. Giudicate da voi. L'intonazione e' qualcosa di optionale.
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12146
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Grazie Bob per questo tuo contributo. Per ora mi sento solo di dire che anche al nord le situazione non è proprio idilliaca. A tuo parere com'è stato possibile che persone così poco competenti abbiano avuto il posto di insegnante in conservatorio?
andante con fuoco
PaulFos
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 1
Iscritto il: sabato 7 aprile 2012, 0:00

Messaggio da PaulFos »

claudio ha scritto: A tuo parere com'è stato possibile che persone così poco competenti abbiano avuto il posto di insegnante in conservatorio?

IDIOTA!
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12146
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

PaulFos ha scritto:
claudio ha scritto: A tuo parere com'è stato possibile che persone così poco competenti abbiano avuto il posto di insegnante in conservatorio?

IDIOTA!
Ecco, ora comincio a farmi un'idea :mrgreen:
andante con fuoco
bob75
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 119
Iscritto il: venerdì 26 novembre 2010, 0:00
Contatta:

Messaggio da bob75 »

Giusto Claudio.
@PaulFos: cerchiamo di non trasformare il Portale del Violino, nel Porcile del Violino. Eppoi, dai dell'idiota anche a me, poi magari ci si incontra e ne parliamo! ma porta un certificato di sana e robusta costituzione ( ma esiste ancora?!?!?) e di sanita' mentale (mmmhh.....): io con gli sfortunati a vita non "dialogo". :wink:
Lasciando l'ironia da parte, piu tardi cerchero di rispondere piu' esaustivamente alla pertinente domanda di Claudio : infatti il problema e' tutto la'... :idea:
Avatar utente
violino7
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 3403
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 »

PaulFos ha scritto:
claudio ha scritto: A tuo parere com'è stato possibile che persone così poco competenti abbiano avuto il posto di insegnante in conservatorio?

IDIOTA!
Mi sembra che questa affermazione sia una conferma che le cose non vadano bene!
Intanto, il sig. PaulFos avrebbe potuto dare una smentita, ma non c'è stata neanche quella! :cry:
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -
bob75
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 119
Iscritto il: venerdì 26 novembre 2010, 0:00
Contatta:

Messaggio da bob75 »

Da anni molti conservatori sono diventati grandi collettori di voti. E di "io do a te , tu dai a me". In un istituto di FORMAZIONE , questi due approcci sono letali.
Si ritrovano ad ERUDIRE , a insegnare qualcosa di cosi' specifico e delicato, quelli che hanno potuto usufruire di cio'.
Il resto sono solo conseguenze: l'allargamento abnorme del numero della classi, il fare quindi entrare tutti gli allievi possibili, il moltiplicarsi delle sezioni staccate ( per carita' , ottima idea dal punto di vista territoriale, pero' il vero scopo non era quello di far stare meno disagiati gli allievi che vengono da zone impervie, lo scopo era un' altro ......).
Fino a poco tempo fa c'era un conservatorio al sud che aveva la bellezza di 45 classi di pianoforte, ora magari qualcuna di meno.......
E un altro che era una sezione staccata con un sacco di classi di violino clarinetto, pianoforte, e il resto???
Il potere dato ai direttori, per esempio e' stato il mezzo.
Al nord conosco un direttore di un piccolo cons. che si fa in quattro per tenere il conservatorio "pulito", efficiente, al massimo livello possibile, ed e' pure un bravo pianista, oltre che un musicista coltissimo. Al sud , non ne ho conosciuto ( forse per mia ignoranza) neanche uno a questo livello, e di questa pulizia morale. Adesso i Conservatori traboccano di insegnanti, e di allievi ad hoc per questa situazione. Irrisolvibile. Allora per i pochi allievi che hanno talento e una grandissima volonta' ( e generalmente senza grosse possibilita' finanziarie) cominciano i lunghi viaggi per andare a studiare , o a riparare i tanti anni di tecnica sbagliata, al nord o all'estero ( se li prendono.....li' non vogliono vedere solo il talento, a 20 anni devi saper suonare e basta). I famosi Espressi di notte delle vecchie FS.
Poi ci sono i casi singoli, di insegnanti bravissimi demoralizzati perche devono accettare chiunque in classe: per quanto l'insegnante sia bravo, se non c'e' il talento non puo fare niente. E allora si demoralizzano e dopo un po' d'anni , mollano. etcetc
Avatar utente
LeeVa
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 512
Iscritto il: martedì 15 febbraio 2011, 0:00
Località: Varese

Messaggio da LeeVa »

Ma qui entra in gioco la meritocrazia! Io so di insegnanti a Milano che fanno passare col minimo CHIUNQUE! Mentre c'è la mia maestra, che insegna anche in conservatorio, che se sbagli intonazione ti prenderebbe a sberle, e se non sai suonare ti fa piangere... e sono stato testimone di un suo caziatone ad una che voleva passare mentre non era in grado...... ed era pure coi genitori... forse è troppo appassionata di violino............................ ma meglio così che moscio, io nel ciclismo ho avuto allenatori "docili" e cattivi, ho imparato di più dai secondi; Che per punizione tenevano la squadra a casa il giorno della gara e ci facevano fare 170km con ogni salita dalla provincia.. disciplina e merito ci vuole! L'impegno non basta.
Avatar utente
violino7
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 3403
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 »

bob75 ha scritto:Da anni molti conservatori sono diventati grandi collettori di voti. E di "io do a te , tu dai a me".
............................................
Bob75, credo che questo sia il vero male del sud, non solo per i conservatori, ma anche nella sanità, ad esempio....... è una realtà che è presente in tutta la struttura sociale.
Sono convinto che tutto è governato ormai dalle varie "cricche di potere" formatesi.

Io penso che la prima cosa che devono fare gli studenti, almeno la maggioranza di essi, cioè quelli che davvero vogliono crescere nella musica, è la "presa di coscienza" della realtà che vivono. Loro si rendono conto che diversamente non avranno avvenire?
Lasciamo stare quelli che sono al conservatorio perchè poi paparino gli troverà un posto da qualche parte! Quelli rimangano a fare gli ignoranti.
Il "do ut des" in campo politico, parliamoci chiaro, è una situazione diffusa al sud. Però è logico che il guadagno non basti per tutti ma solo per pochi e dunque a questo gioco moltissimi rimarranno fregati.
Una società così strutturata non può funzionare bene. Tra l'altro è una condizione che non può durare in eterno, qualcosa deve per forza cambiare altrimenti è meglio davvero che l'Italia venga divisa in due e se ne stiano per loro conto ! :?

Ma come è possibile combattere questa situazione se quelli che ci rimettono di più sono anche quelli che anche l'accettano? E' davvero una incongruenza diffusa nel sud che io non capisco! :?
Diversamente l'unica strada è quella delle denunce di diritto od anche solo di principio, ove ve ne siano i presupposti.
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -
Avatar utente
violino7
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 3403
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 »

Un'altra cosa che non capisco è perchè quando si vanno ad affrontare un po' meglio certi aspetti sembra come se ci sia una certa reticenza e nessuno poi dà delle risposte di assenso! :(

Sono io che ho una visione distorta e non realistica? Se così allora mi piacerebbe che qualcuno me lo dicesse!

Guardate che il primo passo per risolvere i problemi è parlarne, con gli amici, in famiglia, ed anche in una cerchia più allargata come potrebbe essere un forum.........
L'importante è che si sappia ufficialmente che il tale professore non ha un minimo di qualificazione ed altre cose che non vanno.......altrimenti sembra che tutto sia a posto!

Questa tra l'altro ritengo sia la prima cosa semplice ed anche ovvia da fare per dimostrare che dall'altra parte non c'è una "massa di idioti" come loro pensano! :?
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -
Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 2224
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Messaggio da davidesora »

Purtroppo è la situazione standard delle scuole statali italiane, magari più drammatica in alcune che in altre, ma sempre presente in qualche misura.
Gli stessi problemi (secondo me irrisolvibili se non cambiando l'ordinamento scolastico) che ci sono anche alla scuola di liuteria di Cremona!!!

Davide
Avatar utente
violino7
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 3403
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 »

davidesora ha scritto:Purtroppo è la situazione standard delle scuole statali italiane, magari più drammatica in alcune che in altre, ma sempre presente in qualche misura.
.......................................
Io non ho una esperienza diretta e non sarei in grado di suggerire come consiglio ad un giovane promettente questo o quel conservatorio di musica, però mi piacerebbe sapere orientativamente il valore del diploma di ciascuna scuola in Italia. Un poco come sappiamo per le Università: per le discipline economiche, ad esempio, si sa che la Bocconi vada per la maggiore, ecc.....
Per le Università bene o male per "vox populi" sappiamo come orientarci, ma per i Conservatori di Musica la cosa credo sia molto nebulosa!

La mia è una specie di provocazione, ma neanche tanto: mi piacerebbe fosse possibile arrivare a stilare una classifica di merito riguardo i Conservatori di Musica in Italia! E' tutto sommato anche una esigenza pratica di ogni giovane che si trovi davanti ad una scelta.

Il problema è: come fare per realizzarla?
Un quesito credo molto difficile!

L'unico Conservatorio di Musica del quale molto alla lontana ho avuto dei riscontri è il "Tito Schipa" di Lecce, quindi, ad esempio, mi piacerrebbe sapere che grado di affidabilità questo istituto offra ad un giovane davvero motivato, a che livello stia dunque in questa classifica e di riflesso quale sia il livello di apprezzamento di un diploma da esso rilasciato. :?

Poi....quello di Reggio Calabria? :?


Che ne dite? Ci vorrebbe un referendum fra gli studenti (anche ex) per sommare le varie esperienze positive e negative....................cosa molto difficile!
A questo punto penso che valgano molto le testimonianze dirette!
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12146
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Referendum tra gli studenti? potrebbe anche essere, ma senza un controllo dall'alto che verifichi l'efficienza delle strutture si può fare ben poco.
andante con fuoco
Avatar utente
violino7
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 3403
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 »

Testimonianze come quelle di bob75 sono certamente utili! :?
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12146
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Quello di Bob non è un referendum ma una denuncia, quindi c'è bisogno di persone che denuncino i problemi. Se le persone non si fanno sentire è poi abbastanza improbabile che qualcuno lassù si muova. Temo che le persone non si facciano sentire in questi casi per timori di ritorsioni.
andante con fuoco
Rispondi