Mondomusica 2012

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12149
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Fabio, se i cremonesi sono anguille tu dimostri di essere un capitone.

Non conosco tuo padre, ma se fosse il mio non gli piacerebbe proprio per niente essere raccontato nella maniera che stai facendo tu, con dovizia di particolari su uno stato di particolare sofferenza. A noi le sofferenze degli altri toccano molto, ma si spera sempre che non ci sia qualcuno che arrivi ad usarle per giustificare una cosa qualsiasi.
Ciò detto auguro a tuo padre il miglior futuro possibile e a questa discussione una evoluzione civile, mi riservo la facoltà di chiuderla o di cancellare quei messaggi che esasperino il tono del confronto.
andante con fuoco
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12149
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

come già detto nel messaggio precedente, non sono tollerate offese dirette e indirette, se vole te intervenire fatelo in modo tranquillo.
andante con fuoco
Avatar utente
violino7
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 3403
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 »

Leggo causalmente questa pagina de "Il Vascello" di Cremona che riporta una lettera di Dimitri Musafia al Direttore del giornale riguardo Mondomusica:

http://www.vascellocr.it/reportage1.html


ed in fondo pagina si parla dell'ing. Carlo Alberto Carutti a latere della questione del futuro "Museo del Violino" che naviga tuttora in mezzo a molte incertezze, specialmente di carattere economico, che conclude:

"..... Nel frattempo auguriamoci che l’Ingegnere, preso atto che non vi è stata una risposta adeguata alla sua offerta, non addivenga ad un ripensamento che porterebbe ad escludere Cremona come sede della sua collezione. Questo non potremmo mai perdonarcelo."
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -
Avatar utente
violino7
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 3403
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 »

Piergiuseppe ha scritto:Il mandolino. Le due corde basse si chiamano di bordone e di solito non vengono tastate.
A prima vista lo strumento mi sembrava una Pandurina, con quella rosetta e il manico largo. Ho dei dubbi sulla datazione del mandolino fatta in quel modo, era gia conosciuto altrove nel XVII secolo. Il Colascione adirittura a Napoli nel 1535 così come la Mandola. Le sei corde doppie riportano più al mandolino milanese che a quello napoletano.
Immagine

Se intendi "tastatura sulla tavola armonica" in effetti vedi che le due corde basse (doppie), di bordone, non hanno tastatura.

Per il resto, questa cosa l'ho pensata anch'io, quello era ancora un periodo di transizione nell'evoluzione di molti strumenti musicali.
Però immagino che su questo strumento siano stati fatti appropriate ricerche, se non altro sia certa l'attribuzione al liutaio veneziano e l'etichettatura come mandolino, perchè tutto quello che si sa su di esso è pubblicato su un volume concernente la collezione Carutti, volume presentato in conferenza e non in vendita.

Io tra l'altro ho riportato solo quello che in conferenza è stato detto, sono solo i punti salienti, ma chissà quante questioni possono essere chiarite parlando con gli addetti ai lavori o semplicemente consultando la pubblicazione in questione.
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -
Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 2224
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Messaggio da davidesora »

Fabio_Chiari_liutaio ha scritto: Ho deciso allora di partecipare alla mostra dell'Ali, e sai perchè ? Te lo spiego, perchè sono dell'Ali, detto questo ti chiedo lo sai tu che posizione ho preso io all'interno dell'Ali nei riguardi di questa scelta presa unilateralmente e senza consultazione fra i soci? Lo sai dei messaggi e le mail censuratemi e di quello che sta accadendo fra me e 'Ali? Se non lo sai non vedo come si possa accusare me di essere sull'Aventino. Se Cremona fiere ha applicato regole rigide non consone, gli unici di cui non possono lamentarsi sono quelli che non vi hanno mai partecipato in primis i Cremonesi. Hai provato a fare un pò di conti se tutti i liutai del consorzio e dell'Ali avessero preso uno stand a testa quanto spazio ci sarebbe stato per i concorrenti, le fabbriche i cinesi cristi asti e madonne? Che peso avrebbero avuto nella trattativa con Cremona fiere? Chieditelo, anzi a Cremona chiedetevelo, e poi se ne riparla.
Non conosco le dinamiche interne dell'Ali (mi sono dimesso negli anni'80) e quindi so solo quello che vedo.
La mia comunque non voleva essere un'accusa ma solo una battuta, mi dispiace che tu l'abbia presa male.
Io parlo solo per me e non a nome di tutta la liuteria cremonese (dio me ne scampi!!) e ti assicuro che negli anni in cui ho partecipato a Mondomusica ho sempre comunicato agli organizzatori il mio disagio e la mia disapprovazione per i modi di attuazione della fiera fornendo le mie idee e suggerimenti caduti regolarmente nel dimenticatoio.

Purtroppo associazioni come il consorzio (di cui non faccio parte) se ne guardano bene dal contrariare i signori di cremonafiere per questioni sfacciatamente politiche e anche le associazioni di categoria mantengono lo stesso atteggiamento per non turbare i "delicati equilibri".

A questo aggiungo che anche da parte dei liutai singoli ho sempre sentito molte lamentele a parole alla fine di ogni manifestazione salvo poi ripresentarsi l'anno successivo come se niente fosse.

Quest'anno invece, toccati nel portafoglio, parecchi hanno dato forfait.

Questo non mi fa sperare bene nel futuro perchè ridurre tutto alla sola questione economica è un errore fondamentale e non è questo il problema, visto che mondomusica rimane una fiera abbastanza poco dispendiosa rispetto ad altre fiere internazionali.

Secondo me il vero problema sta nell'inadeguatezza dei luoghi e di questo tipo di manifestazioni esasperatamente commerciali (più partecipanti=più successo???) che con la liuteria "vera" (tanto sbandierata come fiore all'occhiello!!) poco o nulla hanno a che fare, ma mi sembra di capire che anche a te, come a tanti altri, tutto stia bene così com'è, altrimenti non manifesteresti l'intenzione a partecipare.

Se tutte le associazioni e tutti i liutai cremonesi e italiani avessero partecipato in blocco ci sarebbero stati solo più partecipanti con maggiori introiti da parte dell'ente fiera e cinesi, tedeschi e francesi ci sarebbero stati comunque, tutti quanti inadeguatamente presentati in un caos ancora maggiore.

Bisognerebbe smetterla di sputarsi addosso tra liutai e iniziare a prendere iniziative concrete per cambiare le cose in piccolo, senza inutili manie di grandezza tipo millemila espositori e millemila visitatori.

La liuteria è un piccolo mercato che necessita di piccoli luoghi adatti a visitatori molto specializzati, l'unico vero obbiettivo e traguardo sarebbe la stabilità dello stesso, puntando a manifestazioni di qualità anche e soprattutto a scapito della quantità.


Davide
Avatar utente
Fabio_Chiari_liutaio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 778
Iscritto il: venerdì 18 settembre 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Fabio_Chiari_liutaio »

Bah, io la vedo in maniera diversa, se avessero partecipato anche gli italiani chi visitava la fiera avrebbe potuto secondo me fare i paragoni e qui sta il conquibus, io parlo di Aventino perchè il confronto sta nel mettere lo strumento sul tavolo e farlo suonare a chi passa se chi passa trova il tedesco e il francese e non l'italiano l'italiano ha già perso.
Quando ho cominciato a fare il liutaio, ho trovato Mondomusica che si svolgeva a Cremona e a questa fiera mi sono adeguato. Ora se si parla che la fiera può essere fatta meglio, per carità son d'accordo con voi, anche se dopo aver visto Francoforte e Tokio, mi manca solo Shangai non mi pare che ci sia poi tutta questa differenza. Io penso che non sia sputare addosso a nessuno chiedere che venga fatta una mostra seria in una città come Roma o Milano o venezia o Napoli, una mostra dove la linea di partenza sia la stessa per tutti cremonesi compresi ma mi rendo conto di chiedere troppo specialmente ai cremonesi che tutto sommato posso capire, non capisco la rassegnazione vigliacca dei restanti liutai italiani, questo veramente sfugge dalla mia comprensione.
<div>......chi va dietro altrui mai non gli passa innanzi.....(Michelagnolo Bonarroto fiorentino)</div><br>
Avatar utente
davidesora
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 2224
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 0:00
Località: Cremona
Contatta:

Messaggio da davidesora »

Fabio_Chiari_liutaio ha scritto: Quando ho cominciato a fare il liutaio, ho trovato Mondomusica che si svolgeva a Cremona e a questa fiera mi sono adeguato. Ora se si parla che la fiera può essere fatta meglio, per carità son d'accordo con voi, anche se dopo aver visto Francoforte e Tokio, mi manca solo Shangai non mi pare che ci sia poi tutta questa differenza.
.
Secondo me questo è il punto e l'errore di base di cremonafiere, voler scimmiottare fiere come Francoforte, Tokyo o Shangai invece di creare qualcosa di estremamente specifico che potrebbe essere unico e avere un grande richiamo, senza cercare di inseguire i numeri palesemente irraggiungibili di realtà già affermate ma ben diverse per partecipanti e utenza, moltiplicando i "visitatori" ma diminuendo quelli veramente interessati a prodotti di vera qualità artigianale.

In questo modo stiamo perdendo un'occasione che solamente qua in Italia potrebbe verificarsi (e io ci metto anche qui a Cremona, ma solo come richiamo storico e non certo per merito dei liutai contemporanei o delle associazioni che si occupano di liuteria).

Ben vengano anche mostre o fiere fatte in altre città italiane (anni fa ne esisteva una a Perugia, che si svolgeva nella splendida e appropriata cornice della rocca Paolina, ma che non è più stata replicata), purchè con la stessa concezione e non a modello di qualche altra fiera fatta solo per riempire gli stand, aumentare a casaccio i visitatori e incassare i soldi).


Davide
Avatar utente
Fabio_Chiari_liutaio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 778
Iscritto il: venerdì 18 settembre 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Fabio_Chiari_liutaio »

Via non se ne esce, il problema secondo me sono i cremonesi, non te Davide nè altri, non cremona fiere che fa i suoi conti sugli stand affittati ma la liuteria ufficiale cremonese quella che ha le mani in pasta da settant'anni, quella che non permette critiche che non accetta nessun compromesso quella che prima viene lei e poi tutto il resto. Fare una fiera sulla liuteria a Roma anche se fatta bene anche se perfetta non sarà mai accettata da questa liuteria ufficiale perchè non sente ragioni, questi censurano anche interventi sui loro siti ufficiali, vogliono che la gente non debba scegliere ma sappia che esistono solo loro, punto e basta.
Io mi ricordo anche di Mondomusica in centro a Cremona, era una fierucola anche quella, almeno ora chi ha uno stand ha una visibilità è inutile criticarla a prescindere, ho partecipato due volte anche a Perugia e devo dire che è stato bellissimo ma chi ha bloccato Perugia? Chi ha bloccato Baveno? Chia ha bloccato Bagnacavallo? Io c'ero, i toscani c'erano......
<div>......chi va dietro altrui mai non gli passa innanzi.....(Michelagnolo Bonarroto fiorentino)</div><br>
Avatar utente
robinwood
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 349
Iscritto il: mercoledì 19 maggio 2010, 0:00

Messaggio da robinwood »

Piergiuseppe ha scritto:
Jannacci è un bravo pianista ma io sono convinto che è più facile suonare su uno Steinway che su una ciofega qualsiasi. Il tedesco ha ragione che ci vuole l'interpretazione in musica ma ti riporto queste due righe che tu sai sicuramente chi le ha scritte: "Non c'è nulla di eccezionale: basta colpire i tasti giusti al momento opportuno, e lo strumento suona da solo[sic!]"
Sì a quei tempi sembra venisse molto naturale comporre Musica, toccare sempre i tasti giusti al momento giusto, e sembra proprio venisse altrettanto naturale anche costruire Violini.


p.s.
il pianista tedesco ricordava la mente il cuore e l’anima dietro e dentro ogni nota, e Jannacci Jr come fosse importante possedere uno strumento di pregio di alta liuteria che possa dar la giusta voce a quelle note. che nella sua esperienza poi presenta molte più complessità di uno strumento normale o scarso.
Un po’ il senso di un MondoMusica, almeno teoricamente.
Avatar utente
violino7
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 3403
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 »

Fabio_Chiari_liutaio ha scritto:Via non se ne esce, il problema secondo me sono i cremonesi, non te Davide nè altri, non cremona fiere che fa i suoi conti sugli stand affittati ma la liuteria ufficiale cremonese quella che ha le mani in pasta da settant'anni, quella che non permette critiche che non accetta nessun compromesso quella che prima viene lei e poi tutto il resto. ..................................
Bene! L'importante è che non litighiate tra di voi, sarebbe assurdo, perchè in fin dei conti state tutti e due dalla stessa parte! E se litigate automaticamente fate gli interessi del vostro nemico, ancor peggio che andare in Aventino! :?
Il vostro nemico?......dovete avere le idee chiare anche su questo! :roll:
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -
Avatar utente
Piergiuseppe
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 589
Iscritto il: venerdì 9 ottobre 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Piergiuseppe »

robinwood ha scritto:

Sì a quei tempi sembra venisse molto naturale comporre Musica, toccare sempre i tasti giusti al momento giusto, e sembra proprio venisse altrettanto naturale anche costruire Violini.
forse perchè si costruivano i violini a mano rispettando la tradizione e con razionalità. Non c'erano i "manuali" ma i maestri di bottega.
robinwood ha scritto: il pianista tedesco ricordava la mente il cuore e l’anima dietro e dentro ogni nota,
Io non la penso così. Secondo me la musica va suonata rispettando e studiando la PARITURA, rispettare il tempo ed essere intonati.
robinwood ha scritto: e Jannacci Jr come fosse importante possedere uno strumento di pregio di alta liuteria che possa dar la giusta voce a quelle note. che nella sua esperienza poi presenta molte più complessità di uno strumento normale o scarso.
Ripeto che è più facile suonare un buon strumento che uno mediocre.
robinwood ha scritto: Un po’ il senso di un MondoMusica, almeno teoricamente.
Cioè? mondomusica o il mondo della musica?
Avatar utente
violino7
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 3403
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 »

Arcale ha scritto: ..............................
Come sono andato? :roll:
Spero meglio dello scorso anno,..............

....................................
Mi sembra ch tu sia andato benissimo! Hai preso anche la tavola armonica? :)
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -
Avatar utente
Piergiuseppe
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 589
Iscritto il: venerdì 9 ottobre 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Piergiuseppe »

violino7 ha scritto: Se intendi "tastatura sulla tavola armonica" in effetti vedi che le due corde basse (doppie), di bordone, non hanno tastatura.
Osservazione acuta. Però non avevo notato, mentre ora vedo in questa foto, che le due corde passano sulla tastiere, quindi non sono di bordone.
Cercherò da qualche parte il libro che citi.
Avatar utente
Arcale
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 371
Iscritto il: giovedì 28 maggio 2009, 0:00
Contatta:

Messaggio da Arcale »

violino7 ha scritto:
Arcale ha scritto: ..............................
Come sono andato? :roll:
Spero meglio dello scorso anno,..............

....................................
Mi sembra ch tu sia andato benissimo! Hai preso anche la tavola armonica? :)
Quelle le ho prese a Paneveggio in giugno scorso :wink:
Benvenuti nella mia fucina!
Avatar utente
violino7
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 3403
Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 0:00
Località: Roma

Messaggio da violino7 »

Piergiuseppe ha scritto:
violino7 ha scritto: Se intendi "tastatura sulla tavola armonica" in effetti vedi che le due corde basse (doppie), di bordone, non hanno tastatura.
Osservazione acuta. Però non avevo notato, mentre ora vedo in questa foto, che le due corde passano sulla tastiere, quindi non sono di bordone.
Cercherò da qualche parte il libro che citi.
No, quel libro è stato presentato in conferenza, ma non è commercializzato!
Diceso così solo per dire che credo che tutto sia scritto, nulla è lasciato alle ipotesi. :)
.
Ricercare sopra tutto due cose: la verità e la bellezza.

- Lino Santoro -
Rispondi