Julia Fischer

Dedicato a chi suona gli strumenti ad arco.
Rispondi
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12225
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Julia Fischer

Messaggio da claudio »

Quasi inutile ripeterlo: a me le Quattro Stagioni di Vivaldi sono sempre piaciute, in tutte le salse e in tutte le interpretazioni. Ero curioso di vedere ed ascoltare l'interpretazione che ne dava Julia Fischer e ne ho quindi approfittato per prendere qualche fotogramma dal video che sono riuscito a procurarmi.

Innanzitutto, a me sembra di vedere un bello Stradivari:

Immagine



altre immagini di Julia Fischer:

Immagine

Immagine



Invece qui potete vedere il primo violino dell'Academy of St. Martin in the Fields, che mostra di avere un ponticello che grida vendetta, atroce vendetta: arcata inferiore inesistente, spessore esagerato della gamba del piedino e curvatura del ponte ridicola. Sembra un ponticello cinese.

Immagine
Avatar utente
andrea69
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 811
Iscritto il: mercoledì 31 agosto 2005, 0:00

Messaggio da andrea69 »

concordo in pieno sul ponte.
Ho sentito la Fisher, ma non mi sembra niente di che. :hum:
Non è il Gidon Kremer delle 4 Stagioni del 1971 :viol: :pray: :pray:
e con la stessa orchestra!!
Avatar utente
licuti
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 517
Iscritto il: martedì 24 maggio 2005, 0:00
Località: Lodi ma preferirei altro...
Contatta:

Messaggio da licuti »

Felix Ayo ed i Musici, incisione anni '60. Per me, niente di meglio.
Per me.
Avatar utente
andrea69
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 811
Iscritto il: mercoledì 31 agosto 2005, 0:00

Messaggio da andrea69 »

Lo appena ascolta su Bach e Mozart. :hum:
e continuano le mie perplessità, stilisticamente è superata, oggi non si suona più Bach con vibrato ed accordi pieni. Sembra di ascoltare più Ysaye che Bach.
Mozart è piuttosto isterico e poco "galante".
Una cosa innegabile è pero la bellezza e la morbidezza del suono.
Per il resto è piuttosto monotona e "monocorde".
Kavakos in questi casi sarebbe stilisticamente e musicalmente ineccepibile :pray:
Aggiungo un ultima notizia.
Il suo violino non è uno Stradivari ma un G.B. Guadagnini del 1750. (e che? tutti i nuovi talenti devono aver per forza lo stradivari?) :lol: :lol:
Avatar utente
Alfredo
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1851
Iscritto il: martedì 25 gennaio 2005, 0:00
Località: Italia/Germania
Contatta:

Messaggio da Alfredo »

Io farei una frenata con le critiche...
Magari le si può dare un po di tempo per maturare...

Ho suonato con lei 5 anni fa, ed era molto brava...
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12225
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

Sono d'accordo con Alfredo, io non ci andrei tanto pesante con le critiche perchè la Fischer esprime un suono davvero bello e anche molto maturo. Per quanto riguarda l'interpretazione, su questo si può discutere, ma si resta sempre a livelli altissimi.
Avatar utente
and29
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 702
Iscritto il: mercoledì 1 marzo 2006, 0:00
Località: Torino Italia
Contatta:

Messaggio da and29 »

Sono andato a sentirla suonare dal vivo qui a Torino, ha fatto il conc. n.4 di Mozart, con una sicurezza esecutiva a dir poco straordinaria!!.
Molto tecnica e "intonatissima"!!!!!!, magari dal punto di vista dell'interpretazione si puo' discutere, ma non dimentichiamoci che la ragazzina ha solo 22 anni!!, ma vi rendete conto?!, chissà quanti di voi, compreso il sottoscritto, vorrebbero avere 1/10mo della sua sicurezza tecnica e della sua bravura!, andiamoci pianino con le critiche!!!
Sbalordito il diavolo rimase... quando comprese quanto osceno fosse il bene.<br>
Avatar utente
andrea69
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 811
Iscritto il: mercoledì 31 agosto 2005, 0:00

Messaggio da andrea69 »

claudio ha scritto:Sono d'accordo con Alfredo, io non ci andrei tanto pesante con le critiche perchè la Fischer esprime un suono davvero bello e anche molto maturo. Per quanto riguarda l'interpretazione, su questo si può discutere, ma si resta sempre a livelli altissimi.
mah... allora spiegami perchè quando l'ascolto mi annoio...
In 5 anni le persone cambiano e maturano, sottolineo che queste Stagioni e Mozart sono incisioni del 2001. Sarei curioso di sentire come suona oggi...
E comunque, ripeto, il bel suono è innegabile.E l'intonazione pure.
Quello che discuto è giustappunto l'interpretazione.

Ma parlando di violiniste dell'ultima generazione, chi conosce Lorenza Borrani? Questa sì che è brava, lo era già a 14 anni...
Avatar utente
valviolin
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 30
Iscritto il: lunedì 20 marzo 2017, 16:46

Re: Julia Fischer

Messaggio da valviolin »

Sto guardando ora su classica HD Julia Fischer che suona il secondo Concerto per violino e orchestra di Martinu..
Che dire: GRANDISSIMA !!
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12225
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: Julia Fischer

Messaggio da claudio »

Sono contento che sia stata riesumata questa vecchia discussione (12 anni!), per due motivi semplici:

Julia Fischer ha dimostrato una maturità e una classe davvero esemplare, mi spiace solo di non averla mai potuta ascoltare dal vivo. Il suo è un carattere semplice, lontano da ogni esibizionismo e da ogni forma di divismo, ce ne fossero di violinisti con la stessa classe e la stessa modestia!

Lorenza Borrani io l'ho conosciuta quando aveva 9 anni alla Scuola di Musica di Fiesole, ho seguito la sua crescita nel tempo che bisogna ammettere davvero prodigiosa. Ad oggi è una delle interpreti più acclamate della scuola italiana violinistica.
Era una bambina dolce ed entusiasta, insieme a sua madre andammo a vedere il concerto che Itzhak Perlman tenne al Teatro della Pergola di Firenze, erano i primi anni '90. Grande Perlman e grande Lorenza, che negli anni ha saputo conquistare pubblico e critica con le sue stupende qualità d'interprete.
andante con fuoco
Avatar utente
Violin2.0
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 16
Iscritto il: martedì 27 febbraio 2018, 18:08
Località: San Leo

Re: Julia Fischer

Messaggio da Violin2.0 »

claudio ha scritto: lunedì 20 aprile 2020, 19:09 Sono contento che sia stata riesumata questa vecchia discussione (12 anni!), per due motivi semplici:

Julia Fischer ha dimostrato una maturità e una classe davvero esemplare, mi spiace solo di non averla mai potuta ascoltare dal vivo. Il suo è un carattere semplice, lontano da ogni esibizionismo e da ogni forma di divismo, ce ne fossero di violinisti con la stessa classe e la stessa modestia!

Lorenza Borrani io l'ho conosciuta quando aveva 9 anni alla Scuola di Musica di Fiesole, ho seguito la sua crescita nel tempo che bisogna ammettere davvero prodigiosa. Ad oggi è una delle interpreti più acclamate della scuola italiana violinistica.
Era una bambina dolce ed entusiasta, insieme a sua madre andammo a vedere il concerto che Itzhak Perlman tenne al Teatro della Pergola di Firenze, erano i primi anni '90. Grande Perlman e grande Lorenza, che negli anni ha saputo conquistare pubblico e critica con le sue stupende qualità d'interprete.
Concordo e raccomando (per ciò che riguarda la Fischer) particolarmente la registrazione di Sarasate del 2013 con la Decca, in quel disco dimostra davvero una precisione e un'interpretazione esemplari. Le danze spagnole sono eccezionali!
Viva fui in silvis, fui dura uccisa securi.
Dum vixi, tacui, mortua dulce cano.
Rispondi