La forma PG di Francesco

Strumenti, pensieri e confidenze a lume di candela.
Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12060
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: La forma PG di Francesco

Messaggio da claudio »

Mi sembra che tu abbia capito bene, questo mi dà ragione sul fatto di realizzare più video sull'argomento.
andante con fuoco

CheccoPi
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 17
Iscritto il: giovedì 5 marzo 2020, 7:15

Re: La forma PG di Francesco

Messaggio da CheccoPi »

Salve
ho riportato su cartoncino la costruzione parziale della forma a matita tracciata precedentemente su legno.
in questa porzione di forma ho messo in evidenza come fosse contestualizzata la C di Sin con i punti di raccordo ai contorni Sup e Inf.
Il tratto in rosso invece l'ho ottenuto affiancando la stampa del modello stradivariano in foto e cercando di interpretarlo al meglio rispettando solo 3 punti della mia originaria costruzione.
Ovvero i punti di raccordo e il punto P ( minima larghezza tra le C ).
Finalmente noto anche io un leggerissimo ingentilimento del mio profilo C rispetto a prima. Ho agito col curvilineo.
Chiedo consiglio sulla mia C rossa e nel frattempo vado a terminare il traccia filetto autocostruito….
grazie per i vostri consigli
Allegati
c-manual_optimized.jpg

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12060
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Re: La forma PG di Francesco

Messaggio da claudio »

Sembra andare tutto bene, ma prima meglio verificare con le dimensione originali degli zocchetti delle punte previsti per quella forma. Questo te lo dico perché gli zocchetti devono essere giusti, e per essere tali non c'è nessuna formula scientifica, ma solo il valore dell'esperienza che si ritrova sui reperti originali. Quindi consulta il Sacconi, controlla e confronta anche con altre forme, e trai le tue conclusioni. Così ad occhio e croce le punte degli zocchetti dovrebbero essere piazzate a qualche mm all'esterno, che ti consentirà di avere curve interne più ampie di raggio, quindi con fasce più facili da piegare. Per una ulteriore verifica potresti disegnare un'ipotesi di bordo, che tenendo conto dello spessore della fascia di 1mm, sporge a circa 2.75mm. Puoi effettuare questa verifica solo per le punte, che sono la parte più critica del disegno della forma, in quanto soggette di infinite variazione.

Tieni conto che per chi non ha mai disegnato una forma e si è limitato a copiare, talvolta in modo grossolano, queste correzioni che ti suggerisco nel disegno, vengono effettuate praticamente lavorando gli zocchetti e variando in corsa le curve, sempre che si sappia cosa si stia facendo. In molti casi le punte vengono lasciate al loro destino semplicemente perché non si è capaci di gestirle fin dal loro disegno.
andante con fuoco

CheccoPi
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 17
Iscritto il: giovedì 5 marzo 2020, 7:15

Re: La forma PG di Francesco

Messaggio da CheccoPi »

claudio ha scritto:
lunedì 22 giugno 2020, 16:15
Mi sembra che tu abbia capito bene, questo mi dà ragione sul fatto di realizzare più video sull'argomento.
Non vi è ombra di dubbio… credo di interpretare il desiderio e la voglia di imparare di molti.
Puoi effettuare questa verifica solo per le punte, che sono la parte più critica del disegno della forma, in quanto soggette di infinite variazione.
Traccero' quindi ( pensavo sul cartoncino prima di passare alla forma su legno ) i bordi sulla costruzione in cartoncino e dal bordo rosso mi piazzo come hai detto a 2,75 mm. e lavoro sulle punte così come ho potuto imparare leggendo.
terminato aggiornero' il forum con questo ulteriore disegno.

Rispondi