Metodo... per terza posizione

Dedicato a chi si avvicina per la prima volta agli strumenti ad arco.
andy65
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 82
Iscritto il: mercoledì 20 giugno 2007, 0:00

Re: Metodo... per terza posizione

Messaggio da andy65 »

libellula ha scritto:
andy65 ha scritto:Ciao a tutti... ho provato a cercare sul forum ma non ho trovato nulla al riguardo e quindi chiedo direttamente

la mia maestra mi vuole introdurre alla terza posizione pur essendo io all'inizio del secondo anno... (ho 43 anni... e ho iniziato a suonare per diletto). Mi ha detto di trovare un metodo basilare per la sola terza posizione ma non me ne ha però indicato uno di preciso.
Vorrei quindi un consiglio da voi: forse l'opera 8 di Sevcik? oppure????

Grazie per l'aiuto!

Andy


...ehm...non è per criticare...ma....quale insegnante dice all'allievo di TROVARE un metodo per la terza posizione...? :hum:
...non dovrebbe indicartelo lei, anche in base al metodo di studio che ti fa seguire..?
In linea di massima ti do ragione...
la mia maestra (studio in una Associazione Musicale Onlus) è poco che insegna (anche se è molto brava: è una concertista), ha 24 anni ed è la prima volta che affronta la terza posizione con un allievo (e data la mia veneranda età avrà non pochi problemi... :D :D ). Quindi presumo che non conosca metodi specifici per la terza.

Al momento ho recuperato il Maia Bang ma anche un altro (non ricordo l'autore... ve lo dirò presto!) che tratta proprio dei passaggi di posizione: vi dirò la validità di questi testi...

A presto!

Andy
Avatar utente
Giva
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1275
Iscritto il: martedì 6 settembre 2005, 0:00
Località: prov. Parma

Messaggio da Giva »

oltre a quello che ti hanno già detto aggiungo:
LAOUREUX, Metodo per violino, vol. II

secondo me:
chiedi alla tua maestra su che testo a studiato e prendi quello..
così almeno lei lo conosce già e forse farà meno fatica a spiegarti le cose..
il sevcik è decisamente maledetto.. però c'è chi dice che così impari "più velocemente"
"Non si può toccare l'alba se non si sono percorsi i sentieri della notte"
hsj
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 692
Iscritto il: giovedì 16 agosto 2007, 0:00

Messaggio da hsj »

Quegli altri studi che ti dicevo sono di joachim, komarowski e dancla. Ma non ti so dire il titolo del libro.
Avatar utente
mazantini
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 18
Iscritto il: mercoledì 27 giugno 2007, 0:00

Messaggio da mazantini »

has probado el libro 3º Crickboom ?
Claudio7
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 4
Iscritto il: lunedì 22 aprile 2019, 13:20

Re: Metodo... per terza posizione

Messaggio da Claudio7 »

Ogni insegniante ha il suo metodo io ho studiato la terza posizione col glissandro con sevchik e ottimo ma come ho visto anche curci opera 5 e ottimo per i cambi
enzoviol
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 29
Iscritto il: domenica 23 febbraio 2020, 1:10

Re: Metodo... per terza posizione

Messaggio da enzoviol »

Claudio7 ha scritto: giovedì 26 agosto 2021, 13:07 Ogni insegniante ha il suo metodo io ho studiato la terza posizione col glissandro con sevchik e ottimo ma come ho visto anche curci opera 5 e ottimo per i cambi
Un vecchio tread che ogni tanto fa bene rileggere :)
Credo che ogni insegnante utilizzi parole diverse per spiegare l'unica metodologia che consenta un passaggio di posizione il più sicuro possibile che è quello effettuato con l'ausilio del dito guida o nota intermedia.
Se interessa ho fatto un breve post con l'esposizione della metodologia
viewtopic.php?f=18&t=7576

Di solito, dopo aver imparato a dovere la prima posizione, si passa alla terza perché, come già detto da altri utenti, si hanno dei punti di riferimento che con la seconda posizione non si hanno.
In più passando subito dalla prima alla seconda posizione è molto facile confondersi con le dita; per esempio tutti, all'inizio, tendono a prendere il Mi sulla corda La in seconda posizione con il quarto dito invece che con il terzo; o il Re con il terzo dito invece del secondo e così via.
Passando invece dalla prima alla terza posizione si fa meno confusione e quindi la mano (il cervello) si abitua all'idea dell'uso di diverse dita per una stessa nota.

Per impadronirsi delle varie posizioni consiglio, oltre ai già citati testi, gli studi di Hans Sitt Op.32 vol.2 (studi in posizioni fisse dalla prima alla quinta) vol.3 (cambiamenti di posizione) vol.4 (studi in sesta e settima posizione fissa).
Chi è più avanti con gli studi può divertirsi con i "7 divertimenti o sonate Op.18" di Campagnoli.
Anche lo studio di uno stesso passaggio di qualunque musica in diverse posizioni, fisse e non, è molto utile.

Buono studio!
Avatar utente
mbrancalion
Frequentatore
Frequentatore
Messaggi: 116
Iscritto il: domenica 7 settembre 2008, 0:00
Località: Grignano Polesine (Rovigo)
Contatta:

Re: Metodo... per terza posizione

Messaggio da mbrancalion »

Marco Brancalion
Grignano Polesine (RO)
ITALY
Claudio7
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 4
Iscritto il: lunedì 22 aprile 2019, 13:20

Re: Metodo... per terza posizione

Messaggio da Claudio7 »

Grazie dei consigli utili per la terza posizione
Rispondi