Indovina chi dirige al Senato...

Per discutere dei vostri dischi preferiti.
Rispondi
Avatar utente
Clairdelune
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 316
Iscritto il: domenica 6 gennaio 2008, 0:00
Località: Roma
Contatta:

Indovina chi dirige al Senato...

Messaggio da Clairdelune »

... e magari dirigesse solamente, ma suona e propone le sue composizioni!
Ho tentato l'ascolto ... certo, dopo l'elegia di Puccini partiva già male... ma insomma: quinto anno di pianoforte, secondo (forse) di armonia (quarto - quinto - primo, qualche settima, qualche modale...)
Direzione? Un plauso alla spalla, spero l'abbiano pagato doppio...
Citazioni e imitazioni:
Einaudi fa cose più raffinate da una vita e senza questa prosopopea, Piovani almeno ha un suo stile ben definito. Certo la "messa in scena" era molto curata... avrà provato e riprovato (davanti allo specchio...?)
Unico aspetto positivo: ha raccolto bei soldini per il Bambin Gesù, ciò dimostra che non tutto il male vien per nuocere.
Chiudo con ciò che più mi convince e che forse più mi rattrista: è stato il musicista giusto nel posto giusto...

Uno per tutti:
http://it.youtube.com/watch?v=6eGfjWShl ... re=related




Clair*
In origine, fu la vibrazione.

Avatar utente
edo
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1915
Iscritto il: martedì 21 giugno 2005, 0:00
Località: Schio (VI)
Contatta:

Messaggio da edo »


jofal
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 354
Iscritto il: venerdì 30 settembre 2005, 0:00
Località: S.Donato Milanese
Contatta:

Messaggio da jofal »

Scusate, vivo un po' fuori dal mondo e, sei mesi fa una mia amica mi ha chiesto meravigliata: "come non conosci giovanni allevi???".
Poi nei giorni scorsi ho visto da ricordi tutto un banchetto pieno di cd suoi. Chiedo a voi: ma da dove spunta fuori? Qual è il suo genere?

Avatar utente
claudio
Liutaio
Liutaio
Messaggi: 12083
Iscritto il: sabato 15 maggio 2004, 0:00
Località: Tivoli
Contatta:

Messaggio da claudio »

E' un fumetto spassoso! :lol:
andante con fuoco

Avatar utente
edo
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1915
Iscritto il: martedì 21 giugno 2005, 0:00
Località: Schio (VI)
Contatta:

Messaggio da edo »

jofal ha scritto:Scusate, vivo un po' fuori dal mondo e, sei mesi fa una mia amica mi ha chiesto meravigliata: "come non conosci giovanni allevi???".
Poi nei giorni scorsi ho visto da ricordi tutto un banchetto pieno di cd suoi. Chiedo a voi: ma da dove spunta fuori? Qual è il suo genere?
E' musica..................................................................................................................................................















............................................................................no no no meglio che io stia zitto!

Avatar utente
edo
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1915
Iscritto il: martedì 21 giugno 2005, 0:00
Località: Schio (VI)
Contatta:

Messaggio da edo »

Facciamo parlare Uto Ughi che di musica ne sa più di me:

Copi e incollo dal "Giornale di Vicenza" di oggi (spero si possa fare):

«La sua opera e' un furbo collage di nessun valore. In passato non sarebbe entrato in conservatorio». Il grande violinista Uto Ughi boccia il concerto natalizio promosso dal Senato della Repubblica che ha avuto per protagonista il pianista marchigiano Giovanni Allevi. «Quel concerto - dice - mi ha offeso come musicista».Ughi esprime tutto il suo disappunto: «Le composizioni di Allevi sono musicalmente risibili. Se cita dei grandi pianisti del passato lo fa per rimarcare che, a differenza di loro, lui è anche un compositore. Lui è un nano in confronto a Horowitz e a Rubinstein. Ma anche rispetto a Modugno e a Mina».
E la musica di Allevi? «Un collage furbescamente messo insieme, nulla di nuovo. Non ha alcun grado di parentela con la musica he chiamiamo classica, né con la vecchia né con la nuova. Nel suo campo ci sono pianisti, cantanti, strumentisti, compositori assai più rilevanti di lui». «Il successo di Allevi - osserva Ughi - è frutto di un'esaltazione collettiva e parossistica dietro alla quale agisce evidentemente un forte investimento di marketing. Anche Andrea Bocelli ha un grande successo ma non e' mai presuntuoso quando parla di sé. Mentre Allevi si ritiene un profeta della nuova musica, parla come davvero lo fosse. Il suo successo è il termometro perfetto della situazione del nostro paese: prevalgono sempre le apparenze.»

Avatar utente
Clairdelune
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 316
Iscritto il: domenica 6 gennaio 2008, 0:00
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da Clairdelune »


Devo davvero ringraziarti...
sei riuscito a farmi ridere sull'argomento e non ne avevo nessuna voglia...


:inca:


Clair*
In origine, fu la vibrazione.

_Ale_
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1040
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 0:00
Località: Mantova
Contatta:

Messaggio da _Ale_ »

comunque non è veroo che allevi salta fuori cosi all'mprovviso.
@clairdelune ti ricordo che è diplometo in pianoforte e composizione, laureato in filosofia e leggendo i suoi libri(cosa che io ho fatto ) ci si rende conto che come tutti ha fatto grandi sacrifici e studi. non capisco perchè ci sia sempre qualcuno che lo debba criticare( sembra quasi gelosia).
come ha detto al festival letteratura di mantova, molti dicono che dietro di lui cè una grossa operazione di marketing, cosa del tutto falsa, poiche il marketing si occupa di videoclip(lui non ne ha fatti) e di trasmettere alla radio i brani(nessuno dei suoi brani è stato trasmesso).

e in piu alcuni dicono che ha copiato: da chi???( da nessuno)
Vivi la vita come un viaggio ma non dire mai:'' Sono arrivato!''

Avatar utente
Clairdelune
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 316
Iscritto il: domenica 6 gennaio 2008, 0:00
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da Clairdelune »

_Ale_ ha scritto: ti ricordo che è diplometo in pianoforte e composizione, laureato in filosofia e leggendo i suoi libri(cosa che io ho fatto ) ci si rende conto che come tutti ha fatto grandi sacrifici e studi. non capisco perchè ci sia sempre qualcuno che lo debba criticare( sembra quasi gelosia).
come ha detto al festival letteratura di mantova, molti dicono che dietro di lui cè una grossa operazione di marketing, cosa del tutto falsa, poiche il marketing si occupa di videoclip(lui non ne ha fatti) e di trasmettere alla radio i brani(nessuno dei suoi brani è stato trasmesso).

e in piu alcuni dicono che ha copiato: da chi???( da nessuno)

Grazie per il memo, ma non ho mica detto che è un ignorante, mi sembra...

Ma tu, la musica che ha suonato al Senato, la hai ascoltata?
E ti piace?
La reputi tale da poter essere considerata rappresentativa della musica classica italiana, visto che un concerto in quel luogo (!!) inevitabilmente acquista questo significato ufficiale?

Dai gusti musicali che segnali su altri topic dovresti avere già sviluppato un pò di senso critico musicale...
se così non è, goditi pure Allevi, tu che puoi...

Clair*

N.B. Anche io ho due lauree e quasi un diploma, presi con grandi sacrifici come tutti, eppure non vado dicendo al mondo che sono il profeta del rinnovamento della musica classica...

Sarà forse una questione di presunzione?... 8O
In origine, fu la vibrazione.

Avatar utente
neuma
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1536
Iscritto il: giovedì 5 ottobre 2006, 0:00
Località: Piemonte
Contatta:

Messaggio da neuma »

_Ale_ ha scritto:....è diplometo in pianoforte e composizione, laureato in filosofia....
Peccato che questo impressiona solo sulla carta. Poi, basta che uno conosca altri diplomati in musica-laureati (ce ne sono tanti, ed eccellenti, che fanno i commessi, netturbini, sfigati generici, pur di campare, ed insieme trovare l'occasione di proporre la loro musica) e ci si trova a chiedersi: "Ma la zia di Allevi, chi è?!?".
Non facciamoci piiangere, è meglio... diciamo come dicevano nel Trecento della peste: "Ce l'ha mandata il Padreterno, ci tocca... teniamocela"

_Ale_
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1040
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 0:00
Località: Mantova
Contatta:

Messaggio da _Ale_ »

a clairdelune: io avevo capito un altra cosa :oops: , certyamente allevi non rappresenta la musica classica italiana.
ma secondo me, la rai lo ha scelto in quanto è una "star" famosa a livello mondiale e se non sbaglio il concerto era in eurovisione.

a neuma: hai ragione anche tu , purtroppo ce ne sono tanti bravi, ma pochi che emergono e questo è un vero peccato :roll:
Vivi la vita come un viaggio ma non dire mai:'' Sono arrivato!''

Avatar utente
neuma
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1536
Iscritto il: giovedì 5 ottobre 2006, 0:00
Località: Piemonte
Contatta:

Messaggio da neuma »

_Ale_ ha scritto:... secondo me, la rai lo ha scelto in quanto è una "star" famosa a livello mondiale e se non sbaglio il concerto era in eurovisione ...
E' una star e per questo i media lo mettono in vista, o non sarà che, invertendo i termini, è diventato una star proprio perchè i media gli hanno sempre dato spazio??
A me sembra più che altro il prodotto di una furba operazione di marketing.

Avatar utente
pupazza
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 312
Iscritto il: mercoledì 17 gennaio 2007, 0:00
Località: Barletta

Messaggio da pupazza »

Dai ma non potete parlare di musica classica con Allevi. La sua è musica pop, e da tale deve essere giudicata. A mio parere i paragoni con i grandi non sussistono solo per questo motivo.
Concordo sulla questione di marketing, ma aggiungo anche una piccola nota sulla produzione: in un momento in cui i dischi non si vendono tanto, lui riesce a vendere le sue belle copie ed è normale che i produttori ci investano sopra; per contratto deve sicuramente sfornare un album ogni tot. , perciò anche le schifezze vengono inserite pur di riempire il disco.
Tutto ciò vi stupisce? a me sinceramente no, nemmeno un poco. Tutti ne parlano solo perchè suona il pianoforte: se avesse avuto una chitarra elettrica in mano sarebbe stano più che normale.
Così lui ci campa e avanza il resto; non vedo perchè non dovrebbe approfittarne, io lo farei tranquillamente.
Possiamo anche dimostrare che tutte le sue note non vanno, che sono copiate o brutte, ma alla gente lui piace e questo è un dato di fatto.
La meta del musicista deve essere sintesi di estasi e ragione. (cit. nn ricordo di chi...)

Avatar utente
neuma
Utente Esperto II
Utente Esperto II
Messaggi: 1536
Iscritto il: giovedì 5 ottobre 2006, 0:00
Località: Piemonte
Contatta:

Messaggio da neuma »

Infatti non è quello il problema, quanto il fatto che lui tira in ballo costantemente il discorso ARTE-CULTURA-NUOVE VIE PER LA MUSICA. Nulla contro il pop (per me il Mozart del Novecento è rappresentato dalla coppia Lennon-McCartney...), ma lui non si sente mica un musicista pop, quanto piuttosto il profeta della musica colta italiana.
Come ha detto Clair, è la prosopopea, quella che stona davvero nell'intero quadro....

Avatar utente
pupazza
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 312
Iscritto il: mercoledì 17 gennaio 2007, 0:00
Località: Barletta

Messaggio da pupazza »

neuma, ognuno tira acqua al suo mulino...
in qualche modo deve pur sembrare speciale! Secondo me cmq è chi lo produce a dirgli di marciare sopra questi suoi atteggiamenti e modi di fare. Guarda dopo le cose che ho visto e sentito ne ho quasi la certezza.
La meta del musicista deve essere sintesi di estasi e ragione. (cit. nn ricordo di chi...)

Rispondi