Sono di coccio, oppure...

da Bach a Kodaly, uno strumento di incredibile bellezza.
Rispondi
nonsosuonare
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 42
Iscritto il: lunedì 16 luglio 2007, 0:00

Sono di coccio, oppure...

Messaggio da nonsosuonare »

.... help, chiedo soprattutto un confronto con quelli che non sono professionisti o studenti di conservatorio xchè di livello senz'altro e di molto superiore al mio (ammesso che io possa dire di aver un livello!!! :oops: ) E' da un mese che sto ferrmo su due esercizi in cui devo suonare tutte e 4 le corde e vengono fuori sistematicamente delle "grattate" terribili sulle corde a fianco di quelle giuste ... insomma uno schifo anche per me che mi piace suonare sono per mio piacere senza alcuna pretesa!!! Questa cosa mi sta smontando, l'insegnante è molto brava e paziente, e mi dice di soffermarmi sulle parti difficili ed avere + pazienza ma io invece + sbaglio e più mi intestardisco ed il peggio è che mentre a casa qualcosa riesco a tirare fuori, a lezione faccio delle schifezze terribili. Insomma ci sono dei momenti in cui veremente vorrei mollare tutto... l'altro giorno mi sono chiesto: non avrò forse raggiunto il mio limite di capacità? A è mai successo qualcosa di simile? Musicisti e studenti di conservatorio voi che dite?
Avatar utente
monachicchio
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 149
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 0:00
Località: Ivrea (TO)
Contatta:

Messaggio da monachicchio »

Ma suoni il violino o il violoncello?
Io "torturo" il violoncello e i vicini di casa :lol: ,ma col violoncello 4 corde insieme non si possono suonare e si fanno a due a due...non so per te quale sia il problema...ti senti scoraggiato?a chi lo dici... :( anche io mi sono impiantata dopo circa 9 mesi di studio ( questa estate) e non riesco più a progredire...penso che per tutti ci sia anche una componente,come dire,di crisi "esistenziale" che si ripercuote sullo studio...o no? :?
<img border="0" src="http://www.gifanimategratis.it/immagini ... 57%20a.gif" alt="L'immagine “http://www.gifanimategratis.it/immagini/GIF/an ... 20a.gifâ€￾ non può essere visualizzata poiché contiene degli errori."><strong>Alessandra</strong>
Violinesco
Utente Esperto I
Utente Esperto I
Messaggi: 285
Iscritto il: mercoledì 7 dicembre 2005, 0:00
Località: via dei violini 66
Contatta:

Messaggio da Violinesco »

Caro "nonsosuonare", innanzitutto ti consiglio di cambiare il tuo nick name in quanto "non porta bene"!!!! :lol:
Innumerevoli volte mi sono chiesto fino a che punto valesse la pena continuare a studiare uno strumento (come il violino) dopo 8 ore di lavoro pesante da un punto di concentrazione mentale e tuttora me lo sto chiedendo ...
Ora mi sono fermato perchè attraverso un periodo di "crisi esistenziale" musicalmente parlando, ma per la mia esperienza ti posso dire che certi passaggi che ora non vengono, maturano piano piano nel tempo anche se tu li sospendi per un po' e poi li riprendi.
Se in questo momento non vengono, lasciali stare e passa ad altro, il nostro cervello ha bisogno di maturare con il suo tempo la difficoltà che le presentiamo e più ci incaponiamo e meno viene.
Spesse volte a me è capitato che riprendendo dopo un po' di tempo un passaggio difficile che non veniva, da solo improvvisamente viene, perché il nostro cervello lentamente da solo risolve il problema, magari affrontando altri passaggi.
Per questo ti consiglio di passare ad altro e magari tra tre o quattro mesi lo riprovi e vedi cosa succede.
Non ti scoraggiare, coraggio, purtroppo gli archi sono strumenti difficilissimi dove ci vuole molta pazienza e soprattutto l'accettazione che è uno studio dove i progressi sono molto lenti e che non si arriva mai.
Poi dipende da quanto tempo possiamo dedicare allo strumento, se lavoriamo, quanto è predisposta la nostra natura e inclinazione musicale ...
Ma ... FORZA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
<div>La musica può donare delle ali  ai vostri pensieri e illuminare la vostra anima di una luce eterna.<br><br>Platone</div><br>
Wien1905
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 25
Iscritto il: venerdì 11 luglio 2008, 0:00
Contatta:

Re: Sono di coccio, oppure...

Messaggio da Wien1905 »

Se ho capito bene stai per la prima volta suonando un esercizio in cui devi fare molti passaggi di corda (non credo intendessi accordi di quattro corde). Nella mia esperienza, secondo me sei in una fase in cui o ti affidi troppo all'istinto, che in questo particolare momento ti sta temporaneamente tradendo e ingannando, oppure ti affidi a una razionalita' troppo rigida.

In generale, cerca di applicare un'intelligenza duttile al problema senza incaponirti.
Puo' essere utile lasciare l'esercizio per una giornata (mesi mi sembrano eccessivi) e dedicarti a mente piu' calma ad analizzare da dove viene la difficolta', a pensare come economizzare e ottimizzare i movimenti e provare in diversi modi a risolvere il problema senza tensioni mentali e fisiche. Forse puo' essere anche utile prendere qualche ispirazione su youtube da qualche grande strumentista del passato, ai miei tempi non esisteva, ma mi trovassi ora nella tua situazione lo farei.

In particolare, se ho capito bene la tua difficolta', puo' essere molto utile fare lo stesso esercizio con sole corde vuote mantenendo il ritmo e i cambi di corda originali dell'esercizio (ovviamente le note non saranno le stesse). E' un esercizio con proprieta' magiche, vedrai! (sempre che il tuo esercizio non sia di sole corde vuote...)
nonsosuonare
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 42
Iscritto il: lunedì 16 luglio 2007, 0:00

Messaggio da nonsosuonare »

Grazie a tutti e due; eh sì, è vero quello che dite: l'insegnante mi ha sospeso uno dei 2 esercizi e, già lo scorso anno mi sospese un esercizio per farmelo riprendere dopo un mese e così riuscii a suonarlo. Purtroppo x come sono fatto ho mal digerito questa nuova sospensione cmq avete ragione voi. xò certo che il cervello è una cosa strana... è come il processore di un computer; fintanto che non ha elaborato tutte le istruzioni non dà il risultato neanche se lo prendi a schiaffi!!!! :) :) :)
giulio1103
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 170
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 0:00
Località: Milano
Contatta:

Messaggio da giulio1103 »

ciao 'nonsosuonare' anche io sono un 'apprendista' ( suono ???? da circa 6 mesi )

anche io ci sono passato e ho visto che sia provando l'eserecizio sulle corde vuote funziona momto bene ,oppure ( nel mio caso per una questione di carattere) ho provato a 'suonare' al rallentatore .........cercando il movimento come dire...con il 'lanternino' finchè non mi riesce ( magari decine di volte di seguoto) e poi piano piano lo 'accelero' finchè non esce come dovrebbe essre
altro è invece il problema del grattamanto superattotto sulla 1° corda ( problema mio attuale a sprazzi , che sembra dovuto ad una 'presione' non ottimale dell'archetto sulla corda , che per noi apprendisti diventa un problemone .....e per i violoncellisti, forse non lo è !)
spero di averti dato qualche drittina da neofita come te.....

ricambierai................
giulio1103
Utente Attivo
Utente Attivo
Messaggi: 170
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 0:00
Località: Milano
Contatta:

Messaggio da giulio1103 »

dimenticavo.................... se proprio non ti viene ...cambia brano/esercizio.............

me lo ha quasi imposto il mio maestro e funziona........
io tenderai ad intestardirmi sullo stesso pezzo ma a vota cambiare fa bene !
fiorella
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 13
Iscritto il: mercoledì 12 novembre 2008, 0:00

Messaggio da fiorella »

anche a me è capitato molte volte di trascinarmi problemi per molto tempo...

in questi casi cerco di capire se il problema è dato dalla mano destra o dall sinistra (tante volte i problemi di una interferiscono con la normale attività dell'altra), tu, caro nonsosuonare, mi pare abbia individuato il problema nella destra.

lo studio a corde vuole è eccezionale come dice Wien1905, se lo abbini alle parti estreme dellìarco sarà ancora più redditizio (ad esempio lentissimo ed al tallone con poco arco, alla metà alla punta, poi solo metà sup e solo metà inf).

è anche utile utilizzare varianti ritmiche o dividere l'esercizio in vari pezzi: focalizzi il rpoblema poi studi quello che viene prima e quello che viene dopo...e ricomponi tutto!

per i capricci di Paganini uso principalmente questo studio a schemi!


buon lavoro! e sii paziente!
nonsosuonare
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 42
Iscritto il: lunedì 16 luglio 2007, 0:00

Messaggio da nonsosuonare »

Grazie, rigrazie a tutti!!
Fiorella hai evidenziato un'altre cosa che dice anche l'insegnante: STUDIARE A PEZZI!!! Eh, sì uno poi (... cioè io :) :) ) ha talmente voglia di veder l'opera ( :!: :!: :!: :!: :!: :!: :?: :?: :?: :?: ) completa che poi fa casini!!!
Rispondi